Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Risultati per i tag 'poliziesco'.

  • Cerca per Tag

    Tag separati da virgole.
  • Cerca per Autore

Tipo di contenuto


Il mondo dell'editoria, senza filtri.

  • Inizia qui la tua avventura nella community
    • Regolamento del Forum
    • Ingresso
    • Bacheca
  • Il mondo dell'editoria
    • Case Editrici
    • Piattaforme Print on Demand
    • Agenzie Letterarie
    • Freelance
    • Questioni legali
    • Concorsi ed Eventi esterni
    • Varie ed eventuali
  • Officina
    • Narrativa
    • Poesia
    • Contest del Writer's Dream
    • I migliori racconti del WD
    • I nostri libri
  • Documentazione
    • Scrivere
    • Leggere
  • Area Relax
    • Agorà
    • WD Club
    • Il blog del Writer's Dream

Categorie

  • Arte, cinema e fotografia
  • Azione e avventura
  • Biografie, diari, memorie
  • Fantascienza, Horror, Fantasy
  • Gialli e Thriller
  • Letteratura non di genere
  • Letteratura erotica
  • Letteratura Rosa
  • Bambini e ragazzi
  • Società e Scienze sociali
  • Storia
  • Poesia

Categorie

  • Arte, cinema e fotografia
  • Azione, avventura
  • Biografia, diari e memorie
  • Fantascienza, Horror e Fantasy
  • Gialli e Thriller
  • Letteratura Erotica
  • Letteratura Rosa
  • Letteratura non di genere
  • Bambini e Ragazzi
  • Società e Scienze sociali
  • Storia
  • Poesia

Cerca risultati in...

Cerca risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per...

Iscritto

  • Inizio

    Fine


Gruppo


Sito personale


Skype


Facebook


Twitter


Provenienza


Interessi

Trovato 32 risultati

  1. Dale

    Novecento Editore

    Nome: Novecento Editore Generi trattati: Giallo, Poliziesco, Thriller, Noir, Saggistica (ambito economico/giuridico) Modalità di invio dei manoscritti: https://www.novecentoeditore.it/contattaci.html Distribuzione: http://www.novecentoeditore.it/distribuzione.php Sito: http://www.novecentoeditore.it Facebook: https://www.facebook.com/novecentoeditore/ Non so, vi posto qui gli estremi di questa CE. Non ho esperienze dirette ma sembrerebbe free e medio-piccola. Mi é capitato di trovare alcuni suoi libri in Feltrinelli a Varese (quindi deve avere una buona distribuzione). Qualcuno la conosce?
  2. Marcello

    La pista portoghese – Marcello Nucciarelli

    Titolo: La pista portoghese Autore: Marcello Nucciarelli Collana: Gli occhi di tigre Casa editrice: Alcheringa Edizioni ISBN: 9788894897043 Data di pubblicazione (o di uscita): 20 giugno 2017 Prezzo: € 13,50 Genere: Poliziesco Pagine: 458 Quarta di copertina: Esiste un filo che collega l'assassinio di un politico lontano dalla scena pubblica da anni a quello di un deejay radiofonico molto discusso? E i presunti suicidi di due personaggi di spicco della comunità hanno qualcosa a che vedere con quegli omicidi? Al rientro in servizio dopo un anno di congedo a causa di una forte depressione, Gretije de Witt si trova di fronte questi dubbi angosciosi. Ma prima deve fare chiarezza con se stessa: è ancora in grado di condurre una squadra, dopo la malattia che l'ha messa a così dura prova? Il nuovo comandante, un arrogante presuntuoso più interessato all'immagine pubblica che a risolvere i casi, sembra volerle mettere i bastoni tra le ruote anziché agevolarla. Mai come questa volta Gretije avrà bisogno di tutte le persone che le sono accanto per venire a capo di un'inchiesta dai contorni inquietanti, che la farà inferocire ma le offrirà in cambio la possibilità quasi insperata di riallacciare i rapporti con il padre e la sua nuova famiglia. Link all'acquisto: sul sito dell'editore http://www.blomming.com/mm/alcheringaedizioni/items/la-pista-portoghese. IBS Amazon Libreria Universitaria Libro. Co e via via tutti gli altri distributori
  3. Silverwillow

    La salvatrice di libri orfani - Laura Baldo

    Titolo: La salvatrice di libri orfani Autore: Laura Baldo Collana: Gli occhi di tigre Casa editrice: Alcheringa ISBN: 978- 88- 94897-70-8 Data di pubblicazione: 29 giugno 2020 Prezzo: cartaceo: 12 euro: ebook: 3,49 euro Genere: giallo, poliziesco Pagine: 130 Quarta di copertina: Emilia fa le pulizie in una casa editrice di Trento. È un’appassionata lettrice e spesso recupera i manoscritti respinti e cestinati per leggerli. A causa di questa abitudine rimane coinvolta suo malgrado in un omicidio. Una sera infatti, è proprio lei a trovare la direttrice editoriale riversa sulla scrivania, uccisa da una ferita alla testa. Sul delitto indagano il commissario Alba Pavan e il sovrintendente De Rosa. I due poliziotti scoprono che la vittima si era fatta molti nemici, sia nell’ambiente di lavoro sia in famiglia, ma per arrivare alla verità, dovranno smontare la rete di bugie e falsità dietro cui le persone coinvolte nascondono piccoli vizi e meschinità quotidiane. Link all'acquisto: amazon ; sito editore
  4. Marcello

    Il segreto di Groningen - Marcello Nucciarelli

    Marcello Nucciarelli Il segreto di Groningen (le inchieste di Gretije de Witt 2) Alcheringa Edizioni ISBN 978-8894897605 Pagine 474 Euro 14,50 Poliziesco Quarta di copertina: Quando un commissario di polizia viene ucciso, l'intero distretto si mobilita per scoprire il colpevole. Se poi quell'uomo è il tuo superiore e ha conquistato la stima e l'affetto di tutti i suoi uomini, ognuno metterà nell'impresa tutte le energie possibili. È ciò che farà Gretije de Witt, ispettrice di Amsterdam, insieme alla sua squadra quando la notizia del brutale assassinio a Groningen di Tobias Wilder e della moglie sconvolgerà la routine del commissariato. Fra le pagine del diario di Rikhart, antiquario morto ad Auschwitz e nonno di Tobias, emergeranno inquietanti l'immane tragedia del popolo ebreo e una rivelazione rimasta sopita per anni che, arrivata fino a loro, ha scoperchiato un formicaio pericolosissimo. Seconda edizione: data di uscita 8 febbraio 2020 Alcheringa Edizioni: link IBS: link Libreria Universitaria: link Unilibro: link Mondadori: link
  5. Titolo: Il killer dei camerieri (Le inchieste di Gretije de Witt 1) Autore: Marcello Nucciarelli Collana: Gli occhi di tigre Casa editrice: Alcheringa Edizioni ISBN: 9788894897524 Data di pubblicazione (o di uscita): 26 giugno 2019 Prezzo: € 13,50 Genere: Poliziesco Pagine: 367 Quarta di copertina: Amsterdam, quartiere di Leidseplein. Qualcuno ha preso di mira i camerieri italiani. Prima che in città dilaghi la psicosi del serial killer, l’ispettore di polizia Gretije de Witt, coadiuvata dalla sua squadra, indaga per fermare l’omicida. Quasi quarantenne, in piena crisi di identità, Gretije si rende conto che dopo la fine del suo matrimonio con Richard si è dedicata solo ed esclusivamente al lavoro. Pur essendo ancora una donna piacente, lo specchio le rimanda infatti un’immagine impietosa e poco femminile di sé. Decide quindi che da quel momento in poi darà una sterzata alla sua vita, ma l'assassino non pare intenzionato a lasciargliene il tempo. Fra caffè ristretti e pizze napoletane, Gretije si immerge in un mondo di cui sa poco. Le indagini la porteranno anche in Italia, dove germoglierà la scintilla che la condurrà alla soluzione del caso e a una svolta imprevista nella sua vita sentimentale. Link all'acquisto: https://www.blomming.com/it/prodotto/19441981/il-killer-dei-camerieri-morte-a-leidseplein.html (bookshop della casa editrice). Nei prossimi giorni poi entrerà in tutti gli store. Detto fatto: IBS: https://www.ibs.it/killer-dei-camerieri-morte-a-libro-marcello-nucciarelli/e/9788894897524 Libreria Universitaria: https://www.libreriauniversitaria.it/killer-camerieri-morte-leidseplein-nucciarelli/libro/9788894897524 Mondadori: https://www.mondadoristore.it/killer-camerieri-Morte-Marcello-Nucciarelli/eai978889489752/ a seguire gli altri.
  6. ADB

    Capitolo 1 "Inizia da capo"

    Non sapevo più chi ero. Mi guardavo allo specchio, e vedevo il riflesso di uno sconosciuto. Era come interpretare un ruolo in una strana commedia, mi nascondevo dietro ad un travestimento di scena, ottima copertura per tutto ciò da cui stavo inutilmente scappando. Ma per quanto ci provi, non psi può scappare dal passato, no? Ti insegue come un leone che ha adocchiato la sua preda preferita e ci giocherà finché non muore. Qualche anno fa sentivo di aver trovato la via di fuga perfetta ma nell'ultimo periodo fingere era diventato insopportabile. La notte non dormivo, la paranoia che prima o poi l’avrebbero scoperto, l’ansia di sapere se mi avrebbero mai perdonato e la paura di scomparire per sempre dalle loro vite, mi assalivano giorno dopo giorno. Quanto può essere il prezzo della vita di un altro? Sapevo che l’avrei pagata cara. Non avevo preso in considerazione il fatto che mi sarei sentito finalmente parte di una famiglia e che di conseguenza avrei continuato a vivere da traditore. Non stavo solo affondando ma stavo portando con me, chi in quegli ultimi anni senza neanche saperlo mi aveva fatto credere di meritare una possibilità. Chi ero allora? Un bugiardo, un codardo che non riesce ad assumersi la responsabilità delle proprie azioni o solo un uomo che ha avuto una seconda occasione senza meritarsela? Quanto dipendiamo dalle esperienze che viviamo e quanto invece simo liberi di scegliere? Dal rubinetto scorreva veloce l’acqua gelida. Mi sciacquai la faccia, presi l’asciugamano appeso al bordo del lavandino con gli occhi ancora chiusi. Con l’asciugamano premuto sul viso ispirai profondamente per poi lasciarmi andare. Aprii le palpebre e rimasi a fissare lo specchio con le mani appoggiate al bordo del lavabo. Tutti amano gli occhi azzurri, come il cielo primaverile o il mare estivo. A me ricordavano il ghiaccio artico. Così freddo e impenetrabile, distaccato. Facevano contrasto con i capelli scuri, un po’ arruffati. Alle pareti come decorazione avevano appeso delle reti da pesca finte con qualche stella marina incastrata tra le corde. Dietro di me potevo ammirare il quadro di una barca a vela sopra la vasca idromassaggio. Tutto intorno si alternavano il bianco antico dei mobili, le piastrelle azzurre e il beige elegante delle tende alla finestra e del tappeto sotto le mie scarpe. Mi ero fatto la barba da poco, pungeva leggermente. Abbassai lo sguardo. Avevo schizzato la manica sinistra della camicia, sentivo il tessuto umido sulla pelle. Mi resi conto in quel momento di poter sentire ancora lo scroscio dell’acqua e chiusi il rubinetto. Ero in quella stanza da almeno venti minuti e qualcuno si sarebbe presto chiesto che fine avessi fatto. Ripiegai l’asciugamano, aprii piano la porta per poi richiuderla silenziosa dietro di me e iniziai a scendere le scale per ritornare in salotto.
  7. Titolo: Siamo in ballo – storie di tormento e di speranza Autore: Marcello Nucciarelli Collana: Le Ossidiane Casa editrice: Alcheringa Edizioni ISBN: 9788894897265 Data di pubblicazione : 23 Giugno 2018 Prezzo: 12,90 (cartaceo) Genere: Antologia di racconti, generi vari Pagine: 275 Quarta di copertina: Un tormentato amore adolescenziale, il sapore acidulo di un liquore slovacco, un solitario dai risvolti filosofici, l'incredibile avventura capitata a una senzatetto: non sono che alcune delle storie raccontate nelle pagine di “Siamo in ballo”. Le popolano persone qualsiasi e personaggi di grande spessore, come Lech Wałęsa e Sandro Pertini, ma non mancano una gatta dal pelo fulvo e un cane che soffre di nostalgia. Li accomuna il trovarsi di fronte a scelte difficili, spesso dolorose, che decideranno del loro futuro. In questi racconti l'autore trova spazio per sviluppare temi e sentimenti soltanto accennati nei romanzi che compongono la serie poliziesca di Gretije de Witt, i cui protagonisti ritornano nei due più corposi dei trentotto che compongono l'antologia. Dai ringraziamenti: Buona parte dei racconti presenti in questa raccolta sono nati per partecipare ai contest che si tengono periodicamente sul forum e in particolare a quello più longevo: il Mezzogiorno d'inchiostro, una gara dove in dodici ore, da mezzogiorno a mezzanotte, si deve comporre un racconto di massimo ottomila caratteri, rispettando una traccia che si apprende soltanto all'inizio della gara. La caratteristica che distingue Writer's Dream da altri siti analoghi è l'accuratezza dei commenti che si ricevono, utili in un secondo tempo per rielaborare i racconti, seguendo suggerimenti e consigli degli altri utenti. Per questo motivo i ringraziamenti vanno estesi a tutti gli iscritti al forum, vecchi e nuovi: grazie ragazzi, se almeno qualcuno di questi racconti sarà piaciuto, il merito è soprattutto vostro. Un grazie speciale va a Chiara, per aver ideato l'isolotto di Ruca e per la mappa dettagliata che trovate a pag. 79 Link all'acquisto: Alcheringa IBS Libreria Universitaria Amazon Unilibro Feltrinelli negli altri store seguirà a breve
  8. Dale

    Nuova Editrice Magenta

    [Sito e pagina Fecebook non più disponibili] Nome: Nuova Editrice Magenta Generi trattati: Poesia, Narrativa non di genere, Noir, Poliziesco, Giallo (qui le collane: http://www.nuovaeditricemagenta.it/index2.php?zID=coll) Modalità di invio dei manoscritti: http://www.nuovaeditricemagenta.it/index2.php?zID=mned Distribuzione: Unicopli Soc. Cooperativa http://www.nuovaeditricemagenta.it/index2.php?zID=acq Sito: http://www.nuovaeditricemagenta.it Facebook: https://www.facebook.com/NEMnuovaeditricemagenta/?rc=p Ciao a tutti, credo si tratti di una piccola casa editrice. Fa qualche presentazione nella mia zona (Varese e Provincia) ma non riesco a capire se sia a pagamento o no.
  9. Icangage

    Sterling Editore

    Nome: Sterling Editore Generi trattati: thriller psicologico, poliziesco, mistery, noir, romanzi storici, romanzi d'amore,graphic novel, fumetti. Modalità di invio dei manoscritti: email a: info@sterlingeditore.it Distribuzione: Non è possibile risalire a questa informazione dalla loro pagina fb. Sito: https://www.sterlingeditore.it/index.html Facebook: https://www.facebook.com/sterlingeditore/ Asseriscono di essere totalmente free ma, ad un primo contatto con loro, mi è stato detto che "attualmente i nostri editor risultano impegnati" per cui consigliavano o l'editing ad una persona di fiducia o affidarmi ad un loro collaboratore esterno.
  10. Ladynoir

    Narcotici e risveglio

    Buon giorno a tutti. Qualcuno con competenze medico - scientifiche vorrebbe cortesemente spiegarmi come una persona forzatamente addormentata ritorna alla realtà ? COsa percepisce? Come si sente? Nello specifico, come riprende l'uso dei cinque sensi e in che ordine. Qualora la risposta dipenda dal tipo di narcotizzante usato, chiedo di specificare gli effetti, i tempi e le modalità di ripresa in base alla somministrazione di ogni sostanza per via endovena. Se può essere di aiuto, il romanzo è ambientato in una clinica. Si tratta di far addormentare due persone contro la loro volontà per trasportarle altrove. Ringrazio anticipatamente per le informazioni che mi verranno date. LadyNoir
  11. dyskolos

    Scovare una sorella misteriosa

    Immaginate la scena. C'è l'investigatore, il tenente Flanagan, che con uno stratagemma riesce a salire sulla macchina di una persona sospetta, chiamiamola Maria, che sostiene di non avere sorelle. In realtà ne ha una, ma la vuole "coprire": il tenente ha dedotto l'esistenza di questa sorella misteriosa, tuttavia non ne ha la prova certa, la cosiddetta "pistola fumante". Maria guida mentre Flanagan sta sul sedile del passeggero. Vorrei che Flanagan, durante la breve gita in macchina, scorgesse su di essa un dettaglio che gli fa capire indubitabilmente che invece Maria ha una sorella, anche se lo nega. Quale potrebbe essere questo dettaglio? In altre parole, che cosa potrebbe essere la "pistola fumante"? Io un'idea ce l'avrei, ma voi che dite? La macchina è un furgoncino a due posti. Il contesto è un'investigazione in un giallo deduttivo.
  12. Pennywise

    Novilunium - Alessandro Furlano

    Titolo: NOVILUNIUM - Un nuovo caso per il commissario De Rolandis Autore: Alessandro Furlano Casa editrice: @Genesis Publishing ISBN Kindle: 978-960-647-039-4 ISBN ePub: 978-960-647-038-7 ISBN Cartaceo: 978-960-647-041-7 Data di pubblicazione (o di uscita): 22 novembre 2019 Prezzo: 3.99 € ebook - 10.60 € cartaceo Genere: Thriller - Noir Pagine: 173 Dalle oscure nebbie degli anni ‘70 sembra riemergere a Torino il fenomeno delle sette sataniche, dopo decenni di relativa tranquillità. Una giovane vittima sacrificale viene ritrovata nelle condizioni in cui, secondo i dettami storici dei leggendari guru del settore, si processavano i riti. Nel giorno del prossimo Novilunio dovrà compiersi l’ultimo, definitivo, clamoroso rito. Il commissario Ivo De Rolandis e il giornalista di “nera” Alessio Dova hanno i giorni contati per impedirlo, non solo per una questione di giustizia, ma anche per le loro stesse vite e i loro affetti più cari. In bilico tra logica e superstizione, lotteranno anche per preservare l’equilibrio che regola la tenue pace tra le forze della Magia Bianca e della Magia Nera. In un confine racchiuso tra le meravigliose colline dell’astigiano e i luoghi sacri della Torino Magica, la clessidra scorre inesorabile e la falce della luna si assottiglia sempre di più. Il Novilunio sta arrivando. Vol. 2 della serie "Le indagini del Commissario De Rolandis" Link all'acquisto: AMAZON Altri link seguiranno nei post successivi per tutti gli store, versione ebook e cartacea. E disponibile, fino alla data di uscita, il primo volume in superofferta su Amazon:
  13. Titolo: La forza del ricordo Autore: Alessandro Cotticelli Collana: Voci Casa editrice: Scatole Parlanti ISBN: 9788832812350 Data di pubblicazione: 09/11/2019 Prezzo: € 14,00 Genere: Thriller / Giallo Pagine: 162 Quarta di copertina o estratto del libro: Londra, febbraio 2003. L'ispettore Paul Ward è prossimo alla pensione, quando si presenta il caso più complesso della sua carriera: la città è sconvolta dalle gesta di un killer seriale, la scia di sangue che l'omicida si porta dietro è densa e carica di violenza. Non lontano dai ritmi incessanti della City, la routine del brillante avvocato John Burt risente di incubi terribili che l'uomo rivive poi nei notiziari del giorno dopo. Quando il sogno non è più soltanto tale e le gesta dell'assassino sembrano mettere in ginocchio persino Scotland Yard, le strade di Paul e di John si incrociano, tentando di porre fine a una tragedia in cui nulla è ciò che sembra. Link all'acquisto: https://www.lafeltrinelli.it/libri/alessandro-cotticelli/forza-ricordo/9788832812350 https://www.ibs.it/forza-del-ricordo-libro-alessandro-cotticelli/e/9788832812350?inventoryId=174310790 https://www.scatoleparlanti.it/voci/la-forza-del-ricordo/
  14. Salve, sono un autore che autopubblica i suoi libri in esclusiva su Amazon da circa tre anni, con alterne fortune: alcuni sono andati bene (una trilogia fantathriller; per bene, naturalmente, intendo entro i limiti dell’autopubblicazione) altri ( una paio di gialli pubblicati sotto pseudonimo) decisamente meno. Dopo tutto questo tempo mi sono fatto un’idea sul lettore medio di Amazon. Amazon, a mio avviso, ha avuto il merito di avvicinare ai libri una categoria di lettori che probabilmente ne sarebbe rimasta distante e di proporre all’attenzione del pubblico una serie di autori che altrimenti avrebbero avuto difficoltà ad emergere; tuttavia, credo che sia una categoria di lettori che difficilmente ha messo piede, o lo farà mai, in una libreria o in una biblioteca. Questo giudizio, forse ingeneroso, l’ho ricavato leggendo alcuni “bestseller” di Amazon, in particolare quelli pubblicati da Amazon stessa con l’etichetta Amazon Publishing e che quindi godono di un indubbio vantaggio promozionale, se non altro perché hanno un editore. Ebbene - tranne qualche eccezione che c’è, va riconosciuto – in genere sono di una pochezza imbarazzante, e si potrebbe affermare che più sono banali e più vendono. Io ho elaborato una mia personale equazione in proposito: Amazon sta alla (buona) letteratura, così come McDonald’s sta al (buon) cibo. E’ un po’ come quelle catene di negozi cinesi che offrono tutto a 99,€ (costo medio di un libro auto pubblicato su Amazon): in genere è paccottiglia. Allora perché ci pubblico? Per farmi le ossa cercando di capire il gusto del pubblico, senza cedere i diritti ad alcuno. Non mi piace pubblicare tanto per pubblicare e se devo cedere i diritti dei miei lavori a un editore deve essere un editore “vero”, se no aspetto e intanto genero qualche profitto pubblicando in proprio. Tornando ai bestseller di Amazon (ovviamente parlo dei libri di autori che pubblicano in proprio) ricevono centinaia di recensioni (molte ma molte di più di quelle di autori famosi) quasi tutte molto positive se non entusiastiche; allora dici: “Wow! Chissà che razza di capolavoro!” e ti viene voglia di leggerli; lo fai, cercando di restare il più possibile imparziale nel giudizio, e cominci a smadonnare di brutto fin dall’inizio, chiedendoti: ma come c…o si fa? E non una volta, spesso. Al contrario, ogni volta che provi a pubblicare qualcosa di un po’ meno banale e che richiede un maggior sforzo di comprensione sono critiche feroci. Io ad esempio ho pubblicato un giallo (tra l'altro con pseudonimo) chiaramente ispirato al Pasticciacccio di Gadda, in cui faccio largo uso dei dialetti ma solo nei dialoghi e non nell’esposizione (cosa che fa mirabilmente Camilleri, ad esempio) e subito una lettrice si è infuriata dicendo che un libro destinato a tutti (magari!) non può assolutamente avere dialoghi scritti in dialetto. Vai a sapere perché. In altre parole, a sentire la tizia, dovevo pubblicare il libro con i sottotitoli o abolire del tutto i dialetti, che tra l’altro, come potete immaginare, mi sono costati parecchia fatica, visto che ce ne sono almeno quattro. Alla tipa non andavano già i dialetti perché la distraevano dalla lettura, sosteneva; in poche parole, perché la sottoponevano a uno sforzo di comprensione probabilmente imprevisto e che non era disposta a sostenere. Questo per dirvi. È di oggi la conferma che noi italiani leggiamo sempre meno (sono in calo anche i libri per l’infanzia che negli ultimi anni erano gli unici con il segno più davanti) e siamo un popolo di analfabeti di ritorno, o analfabeti funzionali, con notevoli difficoltà a comprendere ciò che leggiamo. In un quadro simile, mi chiedo, ha senso proporre lavori per quanto possibile originali (e badate bene! sto parlando di romanzi di genere, non di saggi filosofici), o non è il caso di fare il compitino per il lettore zoppicante? (spesso zoppicano anche gli autori, va detto, me compreso). E mi domando ancora, quelli che vendono tanto è perché si sono adeguati al gusto e alle (scarse) capacità intellettive del pubblico di riferimento (insomma, detto in termini scorrettissimi, sanno di scrivere per degli ignoranti), o vendono perché sono come loro? E' sempre il solito dilemma: E' nato prima l'uovo o la gallina? Immagino che la risposta possa essere: dipende se vuoi andare sul sicuro e vendere, o vuoi proporre qualcosa di più originale e impegnativo, a tuo rischio e pericolo. Nel secondo caso, temo che Amazon non sia il luogo più adatto, occorre trovarsi un editore. Mi auguro che non sia un argomento già trattato altrove, nel qual caso mi scuso. Grazie.
  15. ilmandala***

    Il Mandala del Baku - Marco Melis

    Titolo: Il Mandala del Baku Autore: Marco Melis Autopubblicato: Youcanprint ISBN: versione cartacea 978-8827831373; versione ebook 9788827834930 Data di pubblicazione (o di uscita): 12 giugno 2018 Prezzo: versione cartacea 12,75 €; versione digitale 5,99 € Pagine: 192 Quarta di copertina o estratto del libro: Andrea Reju è un poliziotto della scientifica. Durante l'analisi di una scena del crimine comprende improvvisamente che qualcosa al di là della materia vuole comunicare con lui. Inizia un percorso di risveglio interiore che lo porterà a viaggiare in cerca di risposte. L'esoterica Torino, la misteriosa Milano, i boschi dell'Emilia Romagna e la magica Sardegna saranno gli scenari a sfondo di incredibili incontri con carismatici personaggi. Da un contattista a uno sciamano, da una sensitiva a un rabdomante, queste saranno solo alcune delle figure che condurranno Andrea verso il suo personale mandala del baku. Link all'acquisto: https://www.amazon.it/mandala-del-baku-Marco-Melis/dp/8827831371/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=1558169717&sr=8-1-fkmrnull
  16. libero_s

    Shakespeare

    rimosso su richiesta dell'autore
  17. Dale

    Il Corpo del Gatto - Davide Longo

    Titolo: Il Corpo del Gatto Autore: Davide Longo Collana: Project Casa editrice: Leucotea ISBN: 978-8899067823 Data di uscita: 21/11/2017 Prezzo: 14,90 Genere: Giallo, Noir Pagine: 166 Quarta di copertina o estratto del libro: Quando viene trasferito in un paesino piovoso del nord Italia dalla natia Toscana, il commissario Loriano Vassalli si aspetta di passare i restanti anni di servizio tra le tranquille Prealpi al confine con la Svizzera. Invece, dopo soli due mesi, si trova a far fronte a una serie di omicidi. Che non coinvolgono essere umani, almeno all'inizio. Intanto, anche un ragazzo di origine francese scompare senza lasciare traccia. Il commissario dovrà dipanare una matassa intricata, con l'aiuto di pochi compagni fidati, mentre le sue certezze di poliziotto vacillano e l'aiuto giunge da una direzione inaspettata. Tra i fantasmi di un passato che ritorna, fascisti vecchi e nuovi e prostitute in pensione, un affresco in chiaroscuro delle province post industriali del profondo nord. Link all'acquisto: Il libro è ordinabile da oggi in tutte le librerie. In più lo potrete trovare a questi link: Sul sito dell'editore Amazon IBS Libreria Universitaria
  18. Gianlucarampini

    lessico e procedure polizia

    Buongiorno a tutti, chi potrebbe aiutarmi su dove informarmi circa i nomi dei moduli, delle procedure e in genere del lessico usato nelle questure e in particolare nella divisione anticrimine? grazie.
  19. Il corpo del gatto Davide Longo Leucotea Pagine 166 9788899067823 Poliziesco Brossura € 14,90 Se mi sono offerto di recensire il libro di Davide non è stato soltanto per amore nei confronti del poliziesco, ma anche per la curiosità di scoprire come un giovane esordiente fosse in grado di rapportarsi a un genere così impegnativo, la cui difficoltà maggiore consiste nel mettere a punto una trama che regga dall'inizio alla fine: una pratica che richiede un'accurata documentazione e una pazienza certosina, caratteristiche d'abitudine più consone all'esperienza e tipiche della maturità. Sotto il profilo della documentazione non si nota alcuna sbavatura: coniugata alle sue passioni, che emergono prepotenti nel corso della narrazione, la preparazione storica dell'autore rende il romanzo inattaccabile sotto questo punto di vista e suscita anzi piacevoli spunti, che si è invogliati ad approfondire. Qualche piccola incongruenza nella trama invece affiora, ma si tratta perlopiù di dettagli secondari, ai quali una rilettura nemmeno troppo attenta dell'editore avrebbe potuto ovviare con estrema facilità. Ambientata in un immaginario paesino lombardo vicino al confine con la Svizzera, la vicenda si avvia con il ritrovamento di un gatto ucciso e orribilmente seviziato. Non sembra certo essere materia per un'indagine di polizia, ma il commissario Vassalli – lì trasferito da poco tempo dalla Toscana – non la pensa in quel modo e rischia di esporsi al ridicolo. I successivi ritrovamenti di altri animali seviziati nello stesso modo fanno presto intuire che il commissario aveva ragione e che dietro a quei fatti si nasconde una vicenda torbida e intricata. Protagonista indiscusso del romanzo è lo stesso Vassalli, anomala figura di poliziotto – il cui “padre letterario” i lettori più smaliziati del genere non tarderanno a riconoscere – che ama divagare (“aprire parentesi” per l'esattezza, come lui stesso confessa candidamente) e mal sopporta i regolamenti e le imposizioni. Personaggio forte e a tutto tondo, il commissario non fa nulla per nascondere le proprie simpatie (e, a maggior ragione, le antipatie) al lettore, prima ancora che agli altri protagonisti della vicenda. Anche gli altri componenti della squadra investigativa hanno una precisa connotazione, nonostante fatichino alcune volte a evadere da un certo stereotipo. Tutti i personaggi secondari, a iniziare dall'eccentrico ristoratore di cui Vassalli finisce per diventare cliente fisso, sono ben delineati e hanno una loro dignità letteraria. Due infine sono le caratteristiche che mi hanno più favorevolmente impressionato: la padronanza della lingua e la gestione del ritmo narrativo. Ricco, ma privo di qualsiasi ostentazione, il lessico è sempre misurato e congruo ai personaggi, mentre l'accurata costruzione sintattica fornisce la necessaria impalcatura al discorso. Ne consegue una narrazione “facile” e mai banale, che conferisce grande scorrevolezza al romanzo. A tutto ciò si aggiunge un'ottima gestione del ritmo, inconsueta in un giovane esordiente. Con tecnica degna di un professionista navigato, l'autore sa dosare le necessarie pause descrittive e d'introspezione alle accelerazioni imposte dallo sviluppo della trama; ne consegue che la suspense cresce in maniera del tutto naturale, fino al raggiungimento del climax. Il prodotto finale è dunque un romanzo che, pur con qualche comprensibile ingenuità, si consuma tutto d'un fiato e offre una chiave di lettura che va ben oltre quella del semplice romanzo di genere. In definitiva, un esordio più che incoraggiante.
  20. Ametista

    De Ferrari Editore

    Nome: De Ferrari Editore Generi trattati: saggistica, cataloghi, manualistica, narrativa, poesia, fumetto, ragazzi, periodici Modalità di invio dei manoscritti: http://www.deferrarieditore.it/pubblica-con-noi/ Distribuzione: http://www.deferrarieditore.it/i-nostri-distributori/ Sito web: http://www.deferrarieditore.it/ Facebook: https://www.facebook.com/edizionideferrari/?fref=ts
  21. Frederick

    La via del silenzio

    Titolo: La via del silenzio Autore: Salvatore Lecce e Cataldo Cazzato Collana: Pesci Rossi Casa editrice: goWare ISBN: ISBN-10: 8867979663 - ISBN-13: 978-8867979660 Data di pubblicazione (o di uscita): 25 marzo 2018 Prezzo: ebook 6,99 euro - cartaceo 13,99 euro Genere: Thriller/Giallo/Poliziesco Pagine: 292 (versione cartacea) Quarta di copertina o estratto del libro: A Walnut Creek, tranquilla cittadina della California, una studentessa viene ritrovata sgozzata, la lingua tagliata e le labbra cucite con del filo da sutura. Il capitano Jeffrey Coleman del dipartimento di San Francisco, poliziotto tenace e ostinato, credente in Dio e nel suo intervento salvifico, sarà chiamato a fare i conti con altre morti atroci, che lo getteranno in uno stato di profonda prostrazione fino a fargli smarrire la via della fede. Una via che si intreccerà fatalmente con un’altra: la via del silenzio. Una lunga scia di sangue ad opera di uno spietato serial killer che pratica mutilazioni post mortem sui corpi delle vittime, attraverso un rituale dal significato criptico che affonda le radici in un passato lontano. Chi è il mostro che riduce al silenzio delle giovani donne senza lasciare tracce? E qual è la pulsione che lo spinge a uccidere? Domande senza risposta, perché è impossibile catturare uno spettro. Link all'acquisto: https://www.amazon.it/via-del-silenzio-Salvatore-Lecce/dp/8867979663/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=&sr= Book trailer
  22. Ospite

    Il Giorno Prima di Morire

    Titolo: Il Giorno Prima di Morire Autore: Alessandro Furlano Collana: InNoir Casa editrice: @Genesis Publishing ISBN Kindle: 978-618-5290-77-1 ISBN ePub: 978-618-5290-76-4 ISBN Cartaceo: 978-618-5290-79-5 Data di pubblicazione (o di uscita): 04/09/2017 Prezzo: 3.99 € ebook; 10,60 cartaceo Genere: Thriller / Noir / Poliziesco Pagine: 208 Quarta di copertina o estratto del libro: 1985. Un gruppo di quattro ragazzini di un paesino del Monferrato, trascorre le lunghe giornate estive bighellonando per il paese, tra noia e piccole “ragazzate”. Un giorno uno di loro, Andrea Mossi, sparisce e non verrà più ritrovato. 2015. Alessio Dova, uno dei tre bambini superstiti, è oggi un giornalista di cronaca de La Stampa di Torino. Con l’aiuto dell’amico Commissario, Ivo De Rolandis, deve rintracciare gli altri due amici, persi di vista da anni, e difendersi dai fantasmi di un passato solo apparentemente dimenticato. Al ritmo di flashback e di musica rock i personaggi e le storie di oggi e di allora si devono incastrare per raggiungere la salvezza. In una storia di amicizia, bullismo, amore, vite sprecate, violenza e speranza, il passato è tornato. E ha sete di vendetta. Link all'acquisto: Link Amazon
  23. NayaN

    La danza del lago - Cap. 2

    COMMENTO «Mi dispiace molto, signora.» Anche stavolta il momento era arrivato. Il momento in cui Brinchi doveva dire alla madre di Nina che la figlia era stata ammazzata e loro non sapevano ancora né da chi, né tantomeno perché. Ad aprire la porta al maresciallo e all’appuntato Nardozzi era stata Clizia, la sorella di Simonetta. Brinchi l'aveva già incontrata una settimana prima, quando si era recato a Villa Barberis per raccogliere le testimonianze delle due donne sulla scomparsa della bambina. Simonetta aveva dichiarato di averla lasciata all’ingresso della palestra per la lezione di danza, e di non averla più vista da allora. In quel frangente, Brinchi era stato costretto a chiederle dove fosse il padre, sentendosi rispondere un laconico "non lo so". Simonetta non sapeva nemmeno chi fosse, il padre di Nina. La sua adolescenza era stata piuttosto movimentata, tutti avevano sempre imputato la ribellione di Simonetta alla mancanza della madre, e quando pochi mesi prima era morto anche il padre, la giovane mamma era rimasta sola, tanto che la sorella maggiore si era sentita in dovere di tornare in Italia per starle vicina, nonostante si fosse rifatta una vita in Giappone, dove gestiva una catena di prestigiosi ristoranti. Clizia li fece accomodare nel grande salotto della villa di famiglia, a due passi dalla spiaggia. L’appuntato Nardozzi si guardava intorno con la stessa meraviglia di un bambino al luna park: pavimenti di marmo, mobili intarsiati, un enorme acquario pieno di luci e pesci colorati, poltrone di pelle così bianca da accecare e un lucidissimo pianoforte nero in un angolo. Alle pareti e nella grande credenza contenente bambole e servizi in cristallo, tante fotografie di una famiglia un tempo felice. Una casa da ricchi, non c’erano dubbi. Una casa che aveva fatto credere al maresciallo che la bambina fosse stata rapita per soldi. Ma i giorni erano trascorsi e nessuna richiesta di riscatto era arrivata. «L'abbiamo trovata poco fa, nel canneto. Purtroppo non c'era più niente da fare.» Simonetta annuì composta e dimessa, senza alzarsi dal divano. Clizia le si accomodò accanto passandole un braccio attorno alle spalle, sul quale la sorella si abbandonò socchiudendo gli occhi. «Non so dirvi molto, per ora. Apparentemente non ci sono segni di violenza, quindi dobbiamo aspettare gli esiti degli esami per capirci qualcosa. Ci vorrà qualche giorno.» «Maresciallo» intervenne Clizia «se possiamo esserle utili in qualche modo...» «Dovreste venire per il riconoscimento formale» Brinchi deglutì un paio di volte. «E avrei bisogno di sapere se alla palestra di Nina stavano preparando uno spettacolo, un saggio o qualcosa di simile.» Le due donne si guardarono scuotendo la testa. «No, maresciallo» rispose Simonetta. «Non c’era nessuno spettacolo in programma. Perché me lo chiede?» «E a scuola? Una festa in maschera, magari?» «No. Non che io sappia.» «Nina vi ha mai parlato di qualcuno che la infastidiva?» il maresciallo si girò per cercare Nardozzi; lo trovò che batteva il dito sul vetro dell’acquario, cercando di attirare l’attenzione di quei buffi pesci gialli pieni di aculei. Gli tirò dietro un’occhiata glaciale richiamandolo all’ordine. «Avete notato comportamenti che vi sono sembrati strani?» «No, era quella di sempre. Niente di strano.» «La bambina è stata trovata con addosso un costume. Sembra un vestito da ballerina di flamenco. Vi dice niente?» Clizia drizzò la schiena: Simonetta era appena nata quando l’Anguilla aveva messo a segno l’ultimo omicidio, ma lei quei delitti se li ricordava bene. Ricordava come suo padre fosse terrorizzato all’idea di farla tornare a casa da sola, quando usciva da scuola. Ricordava i servizi dei telegiornali, le troupe televisive che avevano invaso la zona, il panico che si era diffuso senza controllo. «È stato lui?» chiese a Brinchi. «L’Anguilla?» «Non lo so» ammise il maresciallo. «Certo, ci sono alcuni punti in comune, ma le modalità con cui ha fatto ritrovare il corpo, non combaciano. Potrebbe essere un emulatore, o una semplice coincidenza.» «Perché non l’avete arrestato trent’anni fa?» Per la prima volta, Clizia sembrò perdere la calma che fino a quel momento aveva cercato di mantenere. «Sappiamo tutti chi era, l’Anguilla. Perché lo avete lasciato libero di uccidere ancora?» Il maresciallo sentì una fitta alla bocca dello stomaco. Clizia aveva ragione: avrebbe dovuto arrestarlo trent’anni fa, quel gran figlio di puttana. «Perché non avevamo prove, signorina Barberis» Brinchi si alzò e andò verso l’uscita. «Ma ho fatto riaprire il fascicolo, se c’è qualcosa che ancora posso fare, stia tranquilla che lo farò.» I due carabinieri stavano per congedarsi, quando Clizia, accostando la porta per non farsi sentire dalla sorella, li bloccò. «Maresciallo» disse guardandolo dritto negli occhi. «Mia sorella è molto fragile, lo è sempre stata e ora lo è ancora di più. Ma a me può dirlo. La prego, voglio la verità. È stato lui?» «Non lo so, davvero. Vi chiedo di avere pazienza, e per quanto sia difficile, di lasciarci lavorare. Le prometto che troverò l’assassino di sua nipote, fosse l’ultima cosa che faccio in vita mia.» Tornato in ufficio, Brinchi spedì Nardozzi a recuperare in archivio i fascicoli del 1984: l’espressione dell’appuntato la diceva lunga sulla prospettiva di trascorrere un paio di giorni in quello sgabuzzino polveroso, a tossire l’anima per tirare fuori i faldoni di indagini di trent’anni prima. Non era nemmeno nato, lui, nel 1984, ma dell’Anguilla ne aveva sentito parlare, ovvio. Lo spettro di quello psicopatico che tagliava le gambe alle ballerine dopo averle strozzate aveva aleggiato per anni sul lago e su tutti i paesi che lì si affacciavano. Brinchi non ci sperava granché: c’erano troppi elementi divergenti rispetto agli omicidi dell’Anguilla, ma da qualche parte doveva pur iniziare. Le sue speranze erano legate soprattutto ai progressi della scienza: se fosse riuscito a recuperare qualche reperto in buono stato, avrebbe potuto provare a tirar fuori delle tracce di DNA, e magari sarebbe finalmente riuscito a incastrare quel pezzo di merda. Il maresciallo ricordava bene la frustrazione di quei mesi; l’Anguilla non lasciava impronte né altri indizi che potessero confermare le sue ipotesi. Eppure lui era convinto, straconvinto di sapere chi fosse il responsabile di quegli abomini. E non solo lui: Clizia Barberis aveva ragione, tutti sapevano chi fosse l’Anguilla. Ma Brinchi non aveva mai potuto provarlo. L’inchiesta si era arenata, e la posizione dell’unico indagato archiviata per insufficienza di prove. Appena tornato in servizio al lago, aveva chiesto la riapertura del fascicolo. Nonostante fosse andato a lavorare a centinaia di chilometri per dimenticare quel fallimento, per dimenticare gli sguardi dei parenti ormai rassegnati, l’Anguilla aveva continuato a perseguitarlo. E aveva giurato a se stesso che prima di andare in pensione, lo avrebbe preso. Era quella la cosa che doveva fare prima di togliersi per sempre la divisa. Doveva prenderlo. E forse, la morte di Nina Barberis era un segnale che le cose stavano per cambiare. Per sempre.
  24. Nanni Cristino

    Popobawa! - Nanni Cristino

    Titolo: Popobawa! Autore: Nanni Cristino Casa editrice: LFA Publisher ISBN: 978-8899972943 Data di pubblicazione: 24 novembre 2017 Prezzo: Euro 16,50 Genere: Giallo Pagine: 190 Quarta di copertina: Quando una notte, al largo di Uroa, a Zanzibar, Lucien Modigliani scorge un’isola in fiamme, pensa a un’allucinazione. Non ci sono isole, in quel tratto di costa. Per il vecchio Suleiman Makungu, invece, si tratta di un presagio di sventura. Il giorno dopo, nel villaggio viene ritrovato il corpo senza vita di una ragazza, Asha. Il modo in cui è stata ammazzata ricorda a Suleiman una vecchia leggenda: quella di un demone, il Popobawa, che si dice infesti l’isola. È stato davvero lui a uccidere la ragazza? Toccherà ad alcuni amici che gravitano intorno al Livingstone Café di Stone Town risolvere il mistero: Suleiman, vecchio e scorbutico abitante del posto, Lucien, un espatriato francese che sbarca il lunario scrivendo frasi per i biscotti della fortuna, Ronald, un inglese convinto che Freddie Mercury sia ancora vivo e Jabari, una guida turistica locale afflitta dalla «sindrome di Tourette». Link all'acquisto: https://www.libroco.it/dl/Nanni-Cristino/LFA-Publisher/9788899972943/Popobawa!/cw247483378180223.html https://www.ibs.it/popobawa-libro-nanni-cristino/e/9788899972943?inventoryId=93818517 http://www.mondadoristore.it/Popobawa-Nanni-Cristino/eai978889997294/
  25. Bastien de la Bastille

    Il Buco Nell'Acqua

    "Il Buco nell'Acqua" "Il Buco nell'Acqua" è un esperimento e una personale necessità di scrittura, di evasione e di condivisione. E' un portale che conduce verso ignote mete, un luogo virtuale, in divenire, il cui format sarà frutto di un'evoluzione spontanea e naturale. "Il Buco Nell'Acqua" é un'insieme di idee, scagliate in un oceano di parole. Queste potranno affondare, ma non senza aver prima creato nel lettore una piccola perturbazione. I racconti variano e varieranno dal gotico al pulp, dal thriller al noir. Il filo conduttore è la ricerca di una scrittura che mostri e che descriva immagini-per-immagini. Una scrittura cinematografica, in bianco e nero. Che evidenzi i contrasti. Una scrittura a volte violenta, in cui la penna si trasforma in coltello e graffia, erode, scava. Nel profondo dell'essere umano. Lasciatevi quindi sedurre dalla mia penna. E prendetemi per mano. Bastien de la Bastille http://unbuconellacqua.blogspot.nl/
×