Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Risultati per i tag 'giallo'.

  • Cerca per Tag

    Tag separati da virgole.
  • Cerca per Autore

Tipo di contenuto


Il mondo dell'editoria, senza filtri.

  • Inizia qui la tua avventura nella community
    • Regolamento del Forum
    • Ingresso
    • Bacheca
  • Il mondo dell'editoria
    • Case Editrici
    • Piattaforme Print on Demand
    • Agenzie Letterarie
    • Freelance
    • Questioni legali
    • Concorsi ed Eventi esterni
    • Varie ed eventuali
  • Officina
    • Narrativa
    • Poesia
    • Contest del Writer's Dream
    • I migliori racconti del WD
    • I nostri libri
  • Documentazione
    • Scrivere
    • Leggere
  • Area Relax
    • Agorà
    • WD Club
    • Il blog del Writer's Dream

Categorie

  • Arte, cinema e fotografia
  • Azione e avventura
  • Biografie, diari, memorie
  • Fantascienza, Horror, Fantasy
  • Gialli e Thriller
  • Letteratura non di genere
  • Letteratura erotica
  • Letteratura Rosa
  • Bambini e ragazzi
  • Società e Scienze sociali
  • Storia
  • Poesia

Categorie

  • Arte, cinema e fotografia
  • Azione, avventura
  • Biografia, diari e memorie
  • Fantascienza, Horror e Fantasy
  • Gialli e Thriller
  • Letteratura Erotica
  • Letteratura Rosa
  • Letteratura non di genere
  • Bambini e Ragazzi
  • Società e Scienze sociali
  • Storia
  • Poesia

Calendari

  • Presentazione in Libreria
  • Concorso Letterario
  • Corso di scrittura
  • Altro
  • Evento del Writer's Dream

Cerca risultati in...

Cerca risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per...

Iscritto

  • Inizio

    Fine


Gruppo


Sito personale


Skype


Facebook


Twitter


Provenienza


Interessi

Trovato 123 risultati

  1. bukowsky77

    Nero Press

    Nome: Nero Press Generi: Horror e Gotico, Noir, Giallo, Thriller Modalità di invio Manoscritti: http://neropress.it/invio-manoscritti/ Distribuzione: http://neropress.it/distribuzione/ Sito web: http://neropress.it/ Facebook: https://www.facebook.com/neropress.edizioni
  2. Marcello

    Il killer dei camerieri al Covo del Lovo

    Fino a
    Completamente riscritta, torna la prima avventura di Gretije de Witt, esaurita da anni. Presenterò il romanzo assieme all'amico Maurizio Gioiello, autore di "Adriatika"; possibilità per chi lo desidera di degustare l'aperitivo rustico dell'amico Spino. Vi aspetto.
  3. Salve, sono un autore che autopubblica i suoi libri in esclusiva su Amazon da circa tre anni, con alterne fortune: alcuni sono andati bene (una trilogia fantathriller; per bene, naturalmente, intendo entro i limiti dell’autopubblicazione) altri ( una paio di gialli pubblicati sotto pseudonimo) decisamente meno. Dopo tutto questo tempo mi sono fatto un’idea sul lettore medio di Amazon. Amazon, a mio avviso, ha avuto il merito di avvicinare ai libri una categoria di lettori che probabilmente ne sarebbe rimasta distante e di proporre all’attenzione del pubblico una serie di autori che altrimenti avrebbero avuto difficoltà ad emergere; tuttavia, credo che sia una categoria di lettori che difficilmente ha messo piede, o lo farà mai, in una libreria o in una biblioteca. Questo giudizio, forse ingeneroso, l’ho ricavato leggendo alcuni “bestseller” di Amazon, in particolare quelli pubblicati da Amazon stessa con l’etichetta Amazon Publishing e che quindi godono di un indubbio vantaggio promozionale, se non altro perché hanno un editore. Ebbene - tranne qualche eccezione che c’è, va riconosciuto – in genere sono di una pochezza imbarazzante, e si potrebbe affermare che più sono banali e più vendono. Io ho elaborato una mia personale equazione in proposito: Amazon sta alla (buona) letteratura, così come McDonald’s sta al (buon) cibo. E’ un po’ come quelle catene di negozi cinesi che offrono tutto a 99,€ (costo medio di un libro auto pubblicato su Amazon): in genere è paccottiglia. Allora perché ci pubblico? Per farmi le ossa cercando di capire il gusto del pubblico, senza cedere i diritti ad alcuno. Non mi piace pubblicare tanto per pubblicare e se devo cedere i diritti dei miei lavori a un editore deve essere un editore “vero”, se no aspetto e intanto genero qualche profitto pubblicando in proprio. Tornando ai bestseller di Amazon (ovviamente parlo dei libri di autori che pubblicano in proprio) ricevono centinaia di recensioni (molte ma molte di più di quelle di autori famosi) quasi tutte molto positive se non entusiastiche; allora dici: “Wow! Chissà che razza di capolavoro!” e ti viene voglia di leggerli; lo fai, cercando di restare il più possibile imparziale nel giudizio, e cominci a smadonnare di brutto fin dall’inizio, chiedendoti: ma come c…o si fa? E non una volta, spesso. Al contrario, ogni volta che provi a pubblicare qualcosa di un po’ meno banale e che richiede un maggior sforzo di comprensione sono critiche feroci. Io ad esempio ho pubblicato un giallo (tra l'altro con pseudonimo) chiaramente ispirato al Pasticciacccio di Gadda, in cui faccio largo uso dei dialetti ma solo nei dialoghi e non nell’esposizione (cosa che fa mirabilmente Camilleri, ad esempio) e subito una lettrice si è infuriata dicendo che un libro destinato a tutti (magari!) non può assolutamente avere dialoghi scritti in dialetto. Vai a sapere perché. In altre parole, a sentire la tizia, dovevo pubblicare il libro con i sottotitoli o abolire del tutto i dialetti, che tra l’altro, come potete immaginare, mi sono costati parecchia fatica, visto che ce ne sono almeno quattro. Alla tipa non andavano già i dialetti perché la distraevano dalla lettura, sosteneva; in poche parole, perché la sottoponevano a uno sforzo di comprensione probabilmente imprevisto e che non era disposta a sostenere. Questo per dirvi. È di oggi la conferma che noi italiani leggiamo sempre meno (sono in calo anche i libri per l’infanzia che negli ultimi anni erano gli unici con il segno più davanti) e siamo un popolo di analfabeti di ritorno, o analfabeti funzionali, con notevoli difficoltà a comprendere ciò che leggiamo. In un quadro simile, mi chiedo, ha senso proporre lavori per quanto possibile originali (e badate bene! sto parlando di romanzi di genere, non di saggi filosofici), o non è il caso di fare il compitino per il lettore zoppicante? (spesso zoppicano anche gli autori, va detto, me compreso). E mi domando ancora, quelli che vendono tanto è perché si sono adeguati al gusto e alle (scarse) capacità intellettive del pubblico di riferimento (insomma, detto in termini scorrettissimi, sanno di scrivere per degli ignoranti), o vendono perché sono come loro? E' sempre il solito dilemma: E' nato prima l'uovo o la gallina? Immagino che la risposta possa essere: dipende se vuoi andare sul sicuro e vendere, o vuoi proporre qualcosa di più originale e impegnativo, a tuo rischio e pericolo. Nel secondo caso, temo che Amazon non sia il luogo più adatto, occorre trovarsi un editore. Mi auguro che non sia un argomento già trattato altrove, nel qual caso mi scuso. Grazie.
  4. Fino a
    L’Associazione culturale e teatrale “Luce dell’Arte” di Roma indice il Premio di Poesia, Narrativa e Teatro “Memorial Giovanni Leone” – I valori della famiglia 1^ Edizione, in onore del rag. Giovanni Leone, un“uomo di grande spessore culturale”, ricco di una rara nobiltà d’animo, distintosi per l’impegno e l’ardore messi nel suo lavoro di impiegato postale, ma soprattutto per la forte sete di conoscenza che l’ha portato a studiare sempre libri di svariate discipline, costruendosi in casa un’enorme biblioteca, ed il senso di sacrificio, amore per la famiglia che l’ha accompagnato fin da giovanissimo, dandogli la forza di vincere ogni battaglia esistenziale. Ecco perché abbiamo voluto sottolineare il tema “I valori della famiglia”, ritenendolo il motore principale di questo uomo che ha lasciato tanto interiormente a chi ha avuto la fortuna di conoscerlo o averlo vicino. Il premio è suddiviso in Tre sezioni ed è aperto ad autori italiani e stranieri. Età minima autori per partecipare 18 anni; età massima nessun limite. Sezione A) Poesia a tema Libero: si può partecipare con poesie edite o inedite in lingua italiana o vernacolo con traduzione che trattino qualsiasi tematica. Il numero massimo di opere da inviare è di tre. Sono ammessi anche libri editi di poesia o e-book e raccolte poetiche inedite. Nessun limite di lunghezza per gli elaborati. N.B. E’ possibile inviare illustrazione o dipinto di propria creazione con annessa breve poesia o piccola raccolta poetica, in questo caso allegare copia opera artistica in formato jpeg 13 x18. Sezione B) Narrativa e Teatro a tema “I valori della famiglia”: si può partecipare con racconti, romanzi e testi teatrali editi o inediti con tema “I valori della famiglia”, in larga misura opere che trattino qualsiasi situazione e sentimento legato alla famiglia. Nel genere testi teatrali precisiamo che oltre a commedie e tragedie, sono ammessi per la partecipazione monologhi, corti teatrali e brevi sceneggiature. Il numero massimo di opere da inviare è di tre. Si possono inviare anche e-book. Nessun limite di lunghezza per gli elaborati. N.B. E’ possibile inviare illustrazione o dipinto di propria creazione con annesso racconto breve o monologo, in questo caso allegare copia opera artistica in formato jpeg 13 x18. Sez. C) Narrativa e Teatro a tema Libero: si può partecipare con racconti, romanzi e testi teatrali editi o inediti che trattino qualsiasi tematica. Nel genere testi teatrali precisiamo che oltre a commedie e tragedie, sono ammessi per la partecipazione monologhi, corti teatrali e brevi sceneggiature. Il numero massimo di opere da inviare è di tre. Si possono inviare anche e-book. Nessun limite di lunghezza per gli elaborati. N.B. E’ possibile inviare illustrazione o dipinto di propria creazione con annesso racconto breve o monologo, in questo caso allegare copia opera artistica in formato jpeg 13 x18. Premi per i Primi Quattro classificati, Premio Assoluto della Critica, Premio Miglior Giovane Autore, Menzioni Speciali, Segnalazioni di Merito e Diplomi d’Onore. Prevista quota di partecipazione base di 10 euro. Scadenza bando il 10/07/2017. Per richiesta di bando completo, contattare il Presidente dell'associazione, la dr.ssa Carmela Gabriele, al seguente indirizzo e-mail: associazionelucedellarte@live.it. Recapito telefonico Ass. Luce dell'Arte: 3481184968. Il sito da visitare è: www.lucedellarte.altervista.org Pagina Facebook Ass: Associazione culturale e teatrale Luce dell’Arte Pagina Facebook Premio: Premio di Poesia, Narrativa e Teatro “Memorial Giovanni Leone” Pagina Google Premio: Premio di Poesia, Narrativa e Teatro “Memorial Giovanni Leone”- I valori della famiglia
  5. maximod

    Todaro Editore

    Nome: Todaro editore Generi valutati: libri illustrati, giallo, noir, spy-story, romanzi di ambientazione storica, fantastico,itinerari di viaggio, cucina, fantascienza, storia Invio manoscritti: http://www.todaroeditore.com/contatti/ Distribuzione: http://www.todaroeditore.com/distributori/ Sito: http://www.todaroeditore.com/ Facebook: https://www.facebook.com/todaro.editore
  6. Antipodes Casa Editrice

    Antipodes a "Una Marina di libri 2019"

    Fino a
    Antipodes a "Una Marina di libri 2019" Antipodes partecipa alla decima edizione de "Una Marina di libri 2019"!! Festival del libro Orto botanico dell'Università di Palermo 6-9 giugno 2019 6 giugno: ore 18 - 24 (INGRESSO GRATUITO) 7 giugno: ore 10 - 14 e 16.30 - 24 8 giugno: ore 10 - 14 e 16.30 - 24 9 giugno: ore 10 - 24
  7. M.Writ

    Italialegge.it

    Sito: https://www.italialegge.it/ Per informazioni e contatti: https://www.italialegge.it/index.php/contact-us-2/ Il nuovo portale dedicato al mondo della letteratura, principalmente italiana, di genere thriller, noir e gialli – Con articoli, recensioni, segnalazioni di libri, consigli di scrittura creativa, biografie, focus su premi letterari, notizie riguardanti produzioni cinematografiche e serie televisive tratte da libri. E molto altro ancora… Il blog si propone anche di ricercare collaborazioni con altri appassionati di libri thriller, gialli e noir e di tutto il panorama letterario e cinematrografico legato a tali generi. Naturalmente ogni contatto richiederà una previa valutazione, perciò - mi raccomando - partecipate alle discussioni e non esitate a contattarci: troverete tutte le informazioni sul sito. Di seguito il link del nostro ultimo articolo: https://www.italialegge.it/index.php/2019/04/08/non-sono-un-assassino-il-best-seller-di-francesco-caringella-ora-anche-film-di-andrea-zaccariello/ Non mi resta che salutarvi con il nostro slogan: sentiti libero di leggere e di scoprire!
  8. Toy

    Edizioni Della Goccia

    [Non accetta altri manoscritti fino a primavera 2017] Nome: EDIZIONI DELLA GOCCIA Generi trattati: narrativa non di genere, giallo, thriller Modalità di invio dei manoscritti: per posta elettronica Distribuzione: satellitelibri e goodbook Sito web: http://www.edizionidellagoccia.it/ Dopo due libri pubblicati in self, ho recentemente pubblicato un romanzo con questa CE e posso testimoniare che è free.
  9. Luca Morandi - Aratak

    La Ruota Edizioni

    Nome: La Ruota Edizioni Generi trattati: Romanzi di narrativa; Fantasy; Horror; Antologie; Sillogi poetiche; Narrativa per l'infanzia Modalità di invio dei manoscritti: per email a proposte@laruotaedizioni.it Distribuzione: Directbook Sito: http://www.laruotaedizioni.it/ Facebook: https://www.facebook.com/laruotaedizioni/
  10. Ospite

    Argento Vivo Edizioni

    Nome: Argento Vivo Edizioni Generi trattati: / Modalità di invio dei manoscritti: http://www.argentovivoedizioni.it/#manoscritti Distribuzione: per il momento ci autodistribuiamo Sito web: www.argentovivoedizioni.it Facebook:https://www.facebook.com/argentovivoedizioni/ Instagram:https://www.instagram.com/argentovivoedizioni/ Twitter:https://twitter.com/ArgentoVivoEdiz Youtube:https://www.youtube.com/channel/UCy2PmAKXUJKVkZo5VdAAUDw Ciao a tutti! Sono il legale rappresentante di Argento Vivo Edizioni. La nostra è una casa editrice neonata (gennaio 2017, abbiamo il sito da pochi giorni) e... particolare: si affianca infatti a un'Academy che ha lo scopo di formare i talenti di domani attraverso corsi di scrittura creativa e giornalismo rivolti a giovani e a giovanissimi. I nostri corsi sono gratuiti e finalizzati all'esordio editoriale degli studenti dell'Academy, che seguiamo fino alla pubblicazione del loro primo romanzo o saggio. Pubblicazione a cura e a spese del marchio Argento Vivo Edizioni: siamo al 100% NO EAP, o "free" come dite su questo forum. Per informazioni sui corsi o di carattere generale potete scriverci a questo indirizzo: info@argentovivoedizioni.it. Cercheremo comunque di essere presenti sul forum per rispondere alle vostre eventuali domande. Grazie per l'attenzione e buon proseguimento.
  11. ilmandala***

    Il Mandala del Baku - Marco Melis

    Titolo: Il Mandala del Baku Autore: Marco Melis Autopubblicato: Youcanprint ISBN: versione cartacea 978-8827831373; versione ebook 9788827834930 Data di pubblicazione (o di uscita): 12 giugno 2018 Prezzo: versione cartacea 12,75 €; versione digitale 5,99 € Pagine: 192 Quarta di copertina o estratto del libro: Andrea Reju è un poliziotto della scientifica. Durante l'analisi di una scena del crimine comprende improvvisamente che qualcosa al di là della materia vuole comunicare con lui. Inizia un percorso di risveglio interiore che lo porterà a viaggiare in cerca di risposte. L'esoterica Torino, la misteriosa Milano, i boschi dell'Emilia Romagna e la magica Sardegna saranno gli scenari a sfondo di incredibili incontri con carismatici personaggi. Da un contattista a uno sciamano, da una sensitiva a un rabdomante, queste saranno solo alcune delle figure che condurranno Andrea verso il suo personale mandala del baku. Link all'acquisto: https://www.amazon.it/mandala-del-baku-Marco-Melis/dp/8827831371/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=1558169717&sr=8-1-fkmrnull
  12. Writer's Dream Staff

    Salani Editore

    Nome: Salani editore Sito: http://www.salani.it/ Genere valutati: azione e avventura, fantasy, horror, giallo, mistery, saggistica, letteratura per bambini e ragazzi Pubblicazione: Senza contributo. Distribuzione: Non si trovano informazioni riguardo la distribuzione. Invio manoscritti: segreteria-letteraria@salani.it Facebook: https://it-it.facebook.com/AdrianoSalaniEditore/?ref=page_internal Questa è l'unica pagina dove ci sono dei dati: http://www.salani.it/chi_siamo.php
  13. Ngannafoddi

    Aipsa Edizioni

    Nome: Aipsa Edizioni Sito: http://www.aipsa.com/ Catalogo: http://www.aipsa.com/catalogo-aipsa-edizioni Modalità di invio dei manoscritti: http://www.aipsa.com/spazio-autori Distribuzione: http://www.aipsa.com/distributori Facebook: https://www.facebook.com/aipsaedizionicagliari/ Con sede a Cagliari, membro dell’AES, pubblica prevalentemente sulla Sardegna, mostrando le diverse sfaccettature del patrimonio culturale dell’Isola (storia, memorialistica, poesia, narrativa, letteratura per ragazzi, cinema, giallistica, musica e lingua sarda), nonché aspetti e fenomeni della società dell’oggi. Particolarmente curati nella veste grafica, i volumi presentano un prezzo di copertina contenuto e sono rivolti ad un vasto pubblico.
  14. Ngannafoddi

    Carthago Edizioni

    Nome: Carthago Edizioni Sito: https://www.carthago.it/ Catalogo: https://www.carthago.it/catalogo/ Modalità di invio dei manoscritti: https://www.carthago.it/contact-us/ Distribuzione: Non specificata Facebook: https://www.facebook.com/CarthagoEdizioni/
  15. Marcello

    La pista portoghese – Marcello Nucciarelli

    Titolo: La pista portoghese Autore: Marcello Nucciarelli Collana: Gli occhi di tigre Casa editrice: Alcheringa Edizioni ISBN: 9788894897043 Data di pubblicazione (o di uscita): 20 giugno 2017 Prezzo: € 13,50 Genere: Poliziesco Pagine: 458 Quarta di copertina: Esiste un filo che collega l'assassinio di un politico lontano dalla scena pubblica da anni a quello di un deejay radiofonico molto discusso? E i presunti suicidi di due personaggi di spicco della comunità hanno qualcosa a che vedere con quegli omicidi? Al rientro in servizio dopo un anno di congedo a causa di una forte depressione, Gretije de Witt si trova di fronte questi dubbi angosciosi. Ma prima deve fare chiarezza con se stessa: è ancora in grado di condurre una squadra, dopo la malattia che l'ha messa a così dura prova? Il nuovo comandante, un arrogante presuntuoso più interessato all'immagine pubblica che a risolvere i casi, sembra volerle mettere i bastoni tra le ruote anziché agevolarla. Mai come questa volta Gretije avrà bisogno di tutte le persone che le sono accanto per venire a capo di un'inchiesta dai contorni inquietanti, che la farà inferocire ma le offrirà in cambio la possibilità quasi insperata di riallacciare i rapporti con il padre e la sua nuova famiglia. Link all'acquisto: sul sito dell'editore http://www.blomming.com/mm/alcheringaedizioni/items/la-pista-portoghese. IBS Amazon Libreria Universitaria Libro. Co e via via tutti gli altri distributori
  16. MonsieurNoir

    Anastasia, La Donna In Nero - Cap 1. Tre di Notte

    Tuona e piove ormai da un po di ore, e la lancetta del mio orologio Tissot segna le tre di notte precise e ancora non riesco a prendere sonno, probabilmente per il fatto che io sono in grado di rimanere sveglio fino a tarda ora e perché la mia insonnia mi perseguita da una vita, tanto da rendermi un nottambulo incallito. Ci sono giorni in cui rimango sveglio per tutta la notte, per poi addormentarmi all'alba, come se fossi un vampiro. Dal momento che i miei occhi sono ancora fin troppo lucidi e la mia mente non presenta nemmeno l'un per cento di stanchezza, ho deciso di sedermi sulla sedia della mia scrivania e riflettere su quello che intendo fare per far passare il tempo, in modo che non mi accorga della sua lentezza quando ci si annoia a morte. E' ormai da mezz'ora che sono seduto su questa sedia, con la testa chinata in direzione del mio diario, posto sul vetro lucido della mia scrivania, circondato dal silenzio e sopratutto abbracciato dalla quasi totale assenza di luce che ricopre questa stanza di una camera d'affitto, situata al sesto piano di un palazzo posto in un quartiere periferico della città di Milano. Sulla mia destra, accanto al diario, vi è una tazza in cera riempita con cioccolata calda al gusto 60% fondente e una bustina di dolcificante qualora non mi piacesse la sua punta di amaro che, per me, è fondamentale. Odio tutto ciò che può risultare troppo dolce. Dall'altro lato vi è il mio lettore musicale acceso che, tramite auricolare Bluetooth, riproduce la mia playlist di canzoni preferite, quella che riproduce adesso è la celebre canzone degli Aerosmith I Don't Wanna Miss a Thing, usata colonna sonora nel film Armageddon, e vi giuro che questa è la settima volta in due ore che l'ascolto, assieme a Paranoid dei Black Sabbath che ho ascoltato per tredici volte. Ammetto che mi piace ascoltare una canzone più di una volta se mi piace davvero tanto, una mia abitudine, non ho nulla da rimproverarmi per questo, non lo considero così strano. In tutto l'appartamento ho spento tutte le luci, l'unica che invece è rimasta accesa è quella di una lampadina a limitata capacità di illuminazione, quanto basta per mostrare la pagina ingiallita e vuota del mio diario che mi accingo a riempire con inchiostro nero. Da ciò che potreste pensare mi verrebbe da dire che balenate nella vostra mente l'idea che io sia così sciocco da rovinarmi la vista, dal momento che intendo scrivere qualcosa in una semi totale assenza di illuminazione, rappresentata da una insignificante lampada dalla luce fioca. Ma la verità è che a me questa oscurità serve sul serio, affinché io possa concentrarmi al meglio; quando una situazione richiede una tale concentrazione e una riflessione profonda io preferisco meditare al buio, con il conforto di una cioccolata, della musica nelle orecchie, oppure rilassandomi con il mio sigaro Montecristo e le sue colonne di fumo che, dal bordo escono per salire e volteggiare lentamente nella stanza, fino a dissolversi. E' importante che ci sia l'oscurità affinché io possa anche sciogliere, distruggere, rimuovere ogni mio pensiero inutile o qualche rumore che ho accumulato durante la giornata, in modo che io possa scrivere fluidamente e senza perdermi in inutili e patetici giri di parole. Voglio ricordare punto per punto e senza tralasciare nulla questa parte della mia storia, la parte a me più cara poiché essa modifica la mia noiosa routine, cambia alcune delle mie percezioni e soprattutto trasforma in maniera stupefacente e allo stesso tempo complicata la mia esistenza. Ora la mia concentrazione è altissima e sono rilassato a tal punto che posso anche cominciare, con la mano sinistra afferro la mia Dupont, la mia penna stilografica appartenuta a mio padre, e sollevo la tazza di cioccolata e la bevo. Dopodiché inizio a scrivere sulle pagine ingiallite dal tempo: La mia vita si susseguiva in una noiosissima routine da quando io avevo lasciato le facoltà di Anatomia e Biologia. Ogni giorno pareva uguale all'altro e non vi era alcuno stimolo che potesse rendere più interessante il tutto, fino a quando non arrivo il sesto giorno del mese di ottobre dell'anno 2009, due giorni dopo il mio ventiseiesimo compleanno. Dopo che io avevo volontariamente deciso di abbandonare le facoltà scientifiche avevo finalmente l'opportunità di poter iniziare a costruire il mio cammino verso il mio sogno segreto: diventare un'artista. Era ed è il mio obiettivo, ma ero l'unico che era riuscito a scoprirlo dal momento che chi avevo accanto non mi aveva mai capiva. Avevano sempre visto in me, per i miei progressi in campo scientifico, un futuro scienziato, un predestinato in quel campo e, anche se io avevo dato molte volte la prova che non si sbagliavano, io non volevo rincorrere questo destino. L'arte mi affascinava e desideravo tanto dipingere, era la mia passione fin da quando ero nato e finalmente avevo occasione di sfruttare questo mio lato nascosto. Il giorno in cui potetti cominciare a pensare al mio futuro da pittore fu proprio il sesto giorno del mese di ottobre del 2009, ovvero il primo giorno all'Accademia di Belle Arti di Brera. Potevo dare inizio alla mia visione, alla mia ribellione contro un destino già scritto, alla mia intenzione di suscitare e seguire nuove emozioni e tener fede alla mia volontà. Mi dicevano che io stavo inutilmente sprecando opportunità, una persona con un'attenta percezione delle cose e della realtà avrebbe pensato ciò e mi avrebbe rimproverato dal momento che fare fortuna con le belle arti equivale ad una percentuale dell'otto per cento, al giorno d'oggi. Malgrado mi ritenga tale, io ero davvero stufo di seguire i dettami della mia famiglia ( dal momento che i miei genitori erano medici), volevo tracciare un'altra via ed essere indipendente e quella era la mia grande occasione. Tuttavia non mi aspettavo che tutto sarebbe cominciato da lì, da quello stupido desiderio di cambiare la mia vita e scacciare quella routine noiosa. Io, che avevo immaginato tutto come un inizio e uno svolgimento normale, non mi sarei mai aspettato che in un anno e tre mesi la mia mente avrebbe potuto scoprire cose che andassero al di fuori delle parole "ragione" o "limiti". Ciò che io potetti sperimentare e vedere fu qualcosa di inaspettato, di complicato ma allo stesso tempo travolgente e stucchevole, e ancora adesso io sono desideroso di sapere di più e andare oltre i miei stessi limiti fino ad arrivare alla mia completezza, al desiderio supremo dell'umanità: superare il concetto di umano per diventare qualcosa di più. Non lo so se ci sono già riuscito, starà alla fine della vita scoprirlo. Inizierò proprio parlando di quel giorno in cui venne quella svolta che stavo cercando, ma prima voglio godermi le prime luci dell'alba.
  17. Fraudolente

    Il titolo "porno"

    Mi manca giusto (solo…) un centinaio di pagine per ultimare il nuovo romanzo. Si tratta di un giallo che si svolge in epoche diverse, con una trama abbastanza intricata e che lascia il lettore nel dubbio tra due ipotetiche soluzioni. Onde non farmi editare dallo staff, non posso citare il titolo: mi piace moltissimo, è una minisinossi, incuriosisce e “spiccherebbe” in libreria, ma… Ecco, si potrebbe equivocare con il titolo di un porno, e anche la copertina che avrei in mente, tutt’altro che pudica, sarebbe più o meno sulla stessa lunghezza d’onda. E il mio romanzo non è un porno. L’alternativa è il solito titolo da giallo normalissimo, appropriato ma non altrettanto “particolare”. Come fareste? Potrei lasciare la decisione all’editore, ma la tentazione a favore del “titolaccio” è forte…
  18. Federica M. Barone

    Chiado Editore

    Nome: Chiado Editore Generi trattati: narrativa, saggi, polizieschi, thriller, biografie, poesie, libri d’infanzi, libri di illustrazioni. Modalità di invio dei manoscritti: https://www.chiadobooks.it/invio-opere Distribuzione:https://www.chiadobooks.it/distribuzione Sito: https://www.chiadobooks.it/ Facebook: https://www.facebook.com/ChiadoEditore Chiado Editore è specializzata nella pubblicazione di autori italiani contemporanei, da quelli più affermati ai più promettenti artisti emergenti del nostro tempo. Dato il successo raggiunto in Portogallo e Brasile, abbiamo ampliato i nostri orizzonti verso nuovi Paesi e lingue differenti e si possono trovare le opere pubblicate dalle nostre sezioni internazionali tramite i rispettivi siti web. Pubblichiamo anche in America Latina, Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti d’America. La politica editoriale di Chiado Editore punta a democratizzare il mondo editoriale, creando le migliori opportunità per gli Autori e offrendo ai Lettori straordinarie opere di ogni genere, ad un giusto prezzo e senza pregiudizi. Se un Autore desidera pubblicare il suo libro con noi, non deve fare altro che inviarcelo con una breve biografia. Il nostro Consiglio Editoriale lo analizzerà e se sarà compatibile con la nostra linea editoriale, non esisteremo a presentare una proposta di pubblicazione. Tutti gli Autori famosi inizialmente erano sconosciuti. Chiado Editore sa che è così e per questo motivo presta la massima attenzione ai manoscritti che riceve, analizzandoli senza pregiudizio alcuno.Comunichiamo sempre all’Autore le nostre intenzioni, che ci sia, o meno, interesse nel pubblicare il manoscritto. Scrivere un libro è una grande sfida, ma anche una sensazione unica e irripetibile!
  19. Ospite

    Nord

    Nome: Casa editrice Nord (Gruppo GEMS) Sito: http://www.editricenord.it Genere valutati: Azione e avventura, Gialli e mystery, Letteratura, Narrativa fantastica, Narrativa non di genere, Thriller Invio manoscritti: http://www.editricenord.it/invio_manoscritto.php Distribuzione: non specificata Facebook: https://www.facebook.com/CasaEditriceNord/?fref=ts
  20. TempoPerso

    I Benefattori - Parte 2

    Commento Spalle al muro, Padre Manuel non potè che acconsentire. «Esatto, Natalia. La tua… generosità fa onore a te, alla tua famiglia e a tutta la Comunità. E’ deciso, allora: tornate ai vostri compiti, mi occuperò io di accogliere quest’uomo» Qualcuno borbottò, ma la parola di Padre Manuel era l’ultima. In breve, la folla si disperse e il parroco potè parlare in privato con lo straniero. «Da questa parte, buon uomo. Posso sapere il suo nome?» «Ma certo, Padre. Mi chiamo Noah» «Un nome davvero… interessante. Parlerei volentieri con te, Noah, ma il tuo aspetto mi dice che prima di tutto ti serve riposo e ristoro. Devo solo chiederti se hai un telefono cellulare con te» «No. Si è rotto quando sono caduto da cavallo» «Meglio così. La nostra è una Comunità molto riservata e non è permesso di avere strumenti del genere. Ora vieni, ti condurrò a quella che per il momento sarà la tua nuova casa» - Padre Manuel osservava la piazza del villaggio, nella quale i suoi abitanti avevano ripreso a svolgere freneticamente le loro faccende quotidiane. I Benefattori sarebbero arrivati tra soli tre giorni e c’era ancora molto lavoro da fare per tutti. “Soprattutto per me” pensò il prete rabbuiandosi. A passi lenti rientrò in chiesa. Non c’era nessuno a quell’ora, nella quale tutti erano impegnati con il duro lavoro, ma Padre Manuel sapeva che non avrebbe trovato l’agognata solitudine. Al contrario, erano proprio quelli i momenti nei quali si sentiva più osservato. E giudicato: il grande crocefisso di legno si stagliava imponente sulla navata principale, fissando il parroco come se si aspettasse una giustificazione. Padre Manuel sapeva di dovergliene, ben più di una, ma mai una volta era riuscito ad aprire bocca per la vergogna. Così, come tante altre volte in passato, egli passò a capo chino oltre il cieco sguardo di rimprovero e si diresse verso la sagrestia, dove si trovava una delle poche conquiste tecnologiche della Comunità: un telefono. Padre Manuel non aveva bisogno di alcuna agenda: conosceva il numero da comporre a memoria, l’unico che venisse mai digitato sull’apparecchio. Dopo una breve attesa, una fredda voce maschile rispose dall’altra parte della cornetta. «Pronto?» «Sono Padre Manuel» «Buongiorno, Padre. A cosa devo la sua chiamata? C’è qualche imprevisto per l’organizzazione dell’evento?» «Non lo chiamerei imprevisto… non ancora. Oggi è arrivato uno straniero al villaggio. Aveva bisogno di aiuto e non ho potuto dirgli di no, avrei attirato troppi sospetti» La voce si zittì alcuni istanti prima di rispondere nuovamente, ancora priva di emozione alcuna. «Ha agito bene. Lo tenga sotto controllo e lo tratti come ci si aspetterebbe. Io informerò i padroni, decideranno loro cosa farne durante l’evento» «Spero non…» «Padre, quel disgraziato ha segnato la sua sorte nel momento in cui ha attraversato le porte della Comunità. E comunque, meglio lui che qualcuno dei suoi, giusto?» La voce non attese una risposta perché già la conosceva. La chiamata venne terminata, lasciando Padre Manuel in balia di ciò che rimaneva della sua coscienza. - A Noah pareva di essersi appena sdraiato quando i suoni lo svegliarono. Invece, la luce che filtrava dalla finestra gli fece capire che il tramonto era ormai prossimo. Doveva avere dormito per almeno una decina di ore. Fu un risveglio piacevole: al suo capezzale vi erano due giovani ragazze, una dai capelli biondo cenere e l’altra dai capelli neri. Riconobbe la più giovane come quella che lo aveva invitato nella sua casa. «Natalia, giusto? Credo di esserti debitore» La ragazza lo fissò con sguardo penetrante, ma non disse nulla. Invece, fu la voce di un’altra donna a spezzare il silenzio. «Lilian, Natalia. Lasciate in pace il nostro ospite e preparate la cena, mentre io mi occupo di lui» Dalla porta fece capolino una donna, una delle più belle che Noah avesse mai visto. Doveva avere poco meno di quarant’anni, ma nemmeno i semplici e logori abiti da lavoro che indossava potevano nascondere le morbide curve del suo corpo. I capelli, biondo cenere come quelli della figlia maggiore, erano legati in una pratica coda di cavallo che le ricadeva fin sulle spalle. Quando le due ragazze si allontanarono, lasciandoli soli, l’uomo capì perfettamente perché i devoti abitanti del luogo erano sembrati così riluttanti a farlo dormire nella casa di quella donna. «Io sono…» «Noah, lo so. Padre Manuel mi ha detto di prendermi cura di te finchè non ti sarai ripreso» «Non volevo causare disturbo, ma quel dannato cavallo…» «Nessun disturbo. Anzi, a una madre fa sempre piacere conoscere l’uomo che la propria figlia invita a casa propria» Noah arrossì vistosamente e la donna scoppiò a ridere. «Non preoccuparti, stavo solo scherzando. Natalia è una cara ragazza ma è raro che leghi con qualcuno che non sia sua sorella. Considerati molto fortunato» L’uomo annuì. «La ringrazierò, allora… dopo che avrò ringraziato lei per l’ospitalità» «Chiamami Esmeralda: qui alla Comunità ci siamo lasciati alle spalle il passato e le sue formalità. E se vorrai davvero sdebitarti, Noah…» La donna gettò sul letto dei vestiti puliti. «Puoi fare onore alla cuoca. Lilian è molto suscettibile alle critiche, sai?» Esmeralda si congedò con un altro sorriso che strappò un battito al cuore dell’uomo, lasciandolo solo perché potesse cambiarsi. Recuperando la lucidità, Noah indossò i suoi nuovi abiti, di taglio semplice e adatti al lavoro fisico. Poi, con gesto rapido, ebbe cura di nascondere il proprio telefono cellulare perfettamente funzionante. - In una stanza buia molto lontana dalla Comunità, un uomo teneva lo sguardo fisso sul monitor di un portatile. Il sistema di geolocalizzazione mostrava solo numeri e codici di identificazione, ma per lui avevano un significato ben preciso. «Sembra che il nostro eroe sia riuscito a entrare nel villaggio» Una figura si portò alle sue spalle. «Notevole. Perfino da quegli inetti mi sarei aspettato misure di sicurezza migliori per proteggere il proprio pascolo. Meglio così, ci sarà più facile agire» «Quando?», disse l’uomo al terminale con un evidente tono eccitato. «Oh, non dovrai attendere a lungo, mio fedele amico. Lascia che il nostro eroe affronti i suoi mostri, noi ci limiteremo ad approfittare dell’occasione che ci ha gentilmente offerto»
  21. Joanna

    Edizioni Il Ciliegio

    Nome: Il Ciliegio Editore Generi: Narrativa, Saggistica, Noir e Gialli, Fantasy e Fantascienza, bambini e ragazzi, spiritualità e benessere Modalità invio manoscritti: http://www.edizioniilciliegio.com/pagina/manoscritti-2691.html Distribuzione: http://www.edizioniilciliegio.com/distribuzione.html Sito web: http://www.edizioniilciliegio.com/ Facebook: https://www.facebook.com/edizioniilciliegio Aggiornamento a luglio 2017 (dal loro sito): Segnaliamo che i piani editoriali del 2018 e 2019 sono completi. Qualsiasi proposta di pubblicazione sarà relativa al 2020.
  22. Miss Ribston

    College Green

    Titolo: College Green Autore: Amina Black Casa editrice: Aporema Edizioni ISBN: 978-88-943429-3-2 Data di pubblicazione: luglio 2018 Prezzo: €13,90 cartaceo, € 3,37 digitale Genere: True Crime, Storico Pagine: 268 Disponibilità del formato: cartaceo e digitale Quarta di copertina o estratto del libro: Bristol, anno 1754. La scaltra domestica di un ricco mercante cerca di sfruttare le ambizioni politiche del padrone per migliorare a sua volta la propria condizione sociale. Si tratta di un gioco pericoloso, che la porterà a misurarsi, a rischio della vita, con intrighi, tradimenti, ricatti, amanti segreti e lettere nascoste. Ispirandosi a un fatto di cronaca realmente accaduto, l’autrice tesse con abilità i fili della trama, trasportandoci tra grandezze e miserie della provincia inglese del XVIII secolo. Link all'acquisto: Sito dell'editore Amazon IBS.it Mondadori Store laFeltrinelli Libreria Universitaria Unilibro Per gli acquisti Kindle, il link ad Amazon. Per gli acquisti e-pub, il link a IBS.
  23. TempoPerso

    I Benefattori - Parte 1

    Commento Le campane risuonarono alle prime luci dell’alba, annunciando una nuova giornata di lavoro e di preghiera per la Comunità. Quel luogo non aveva un altro nome per i suoi abitanti e d’altronde non ne aveva alcun bisogno: gli uomini e le donne che entravano nella Comunità decidevano consapevolmente di abbandonare le loro vite peccaminose per abbracciare una nuova, umile esistenza alla ricerca del perdono del Signore. In effetti, l’umiltà non mancava in quel piccolo villaggio sperduto nella pampa argentina. Le modeste case di mattoni, erette con il sudore della fronte degli abitanti, ricevevano la corrente elettrica solo grazie a un generatore che, di certo, doveva avere visto giorni migliori. Tra le abitazioni però spiccava, in altezza e non solo, la chiesa locale: un edificio in pietra bianca dall’aspetto più solido degli altri, capace di trasmettere una sensazione di sicurezza tanto fisica quanto spirituale. Al fianco della chiesa si ergeva la torre campanaria, i cui molti gradini venivano regolarmente percorsi da Padre Manuel ogni mattina per annunciare la lieta novella al suo gregge. L’uomo, vestito con un semplice abito talare, aveva l’aspetto di chi non aveva sempre seguito il cammino di Dio: un aspetto ancora giovanile a dispetto dei quasi cinquant’anni raggiunti, i capelli neri come la fresca notte argentina e quello sguardo nel quale molte donne si erano perdute in passato. Ma ne era bastata una, una di troppo, a spingerlo a prendere i voti e a porsi alla guida della Comunità, nella speranza che almeno laggiù il demone della lussuria non lo avrebbe trovato. Troppo tardi Padre Manuel aveva imparato che non poteva fuggire da qualcosa che dimorava dentro di lui. - Le due sorelle erano già sveglie quando le campane iniziarono a richiamare i fedeli. Erano entrambe sedute sul tetto di casa, osservando la placida pianura al di là delle mura che cingevano la Comunità. «Dovremmo andare adesso, altrimenti Mamma si arrabbierà» disse Lilian, la maggiore delle due. Assomigliava molto alla madre: capelli biondo cenere, intriganti occhi grigi e un fisico che stava iniziando a sbocciare alle soglie della maggiore età. Eppure, lei aveva un modo di porsi più maturo di quanto avrebbe suggerito il suo aspetto, forse una conseguenza degli anni trascorsi a prendersi cura della sorella più piccola, Natalia. Solo un paio di anni di vita separavano le due ragazze, eppure ben poche persone avrebbero potuto riconoscerle come sorelle: Natalia aveva lunghi capelli neri e, di contrasto, gli occhi verdi come la pianura che ora stava osservando, sognando una vita al di là del muro. «Oppure potremmo prendere Mamma con noi e andarcene da qui», rispose la ragazza più giovane. Aveva un tono di voce assente, di chi sogna a occhi aperti pur di non affrontare la dura realtà. «Ancora con questa storia. Questa è la nostra casa, Natalia. Non potremmo andare da nessun’altra parte e lo sai» «A meno che uno dei Benefattori non si decida finalmente a prenderti con sé… e noi potremmo seguirti» Lilian scosse il capo. I Benefattori di cui parlava Natalia erano uomini che occasionalmente facevano visita alla Comunità, portando regali per i bambini, omaggi per le ragazze e aiuti al villaggio. Come suggeriva il nome con il quale erano conosciuti, il loro sostegno economico era fondamentale per la sopravvivenza della Comunità e il loro arrivo era sempre accolto con una grande festa, l’unica concessa al di fuori di quelle religiose. Naturalmente, non era un segreto che anche i generosi Benefattori avessero le loro preferenze e Lilian era una di loro: quando le ragazze ricevevano un vestito nuovo, a lei veniva donato anche un mazzo di fiori. Quando si aprivano le danze, la ragazza non doveva mai attendere molto prima che uno di loro, sempre lo stesso, la invitasse a ballare. Dal canto suo, Lilian preferiva non pensarci troppo. Apprezzava le attenzioni di quell’uomo, ma non la gelosia delle altre giovani donne della Comunità. «Se avesse voluto portarmi con sè lo avrebbe già fatto. Quindi vatti a preparare, siamo in ritardo!» Natalia sbuffò, con quell’espressione che la faceva sembrare più bambina di quanto non fosse davvero. «Va bene, ma stai calma. Non sta per finire il mondo…» Poi, le campane suonarono il segnale di allarme. - Quando le due sorelle arrivarono al cancello d’ingresso del villaggio, gli abitanti della Comunità si erano già riuniti. La folla impediva alle ragazze di vedere cosa stesse accadendo, ma riuscirono comunque a sentire la voce di Padre Manuel. «Vede, buon uomo, questa non è una località turistica. Siamo gente semplice e timorata di Dio, non desideriamo altro che essere lasciati in pace» La voce che gli rispose era anch’essa maschile, ma appartenente a un uomo più giovane. «Le credo, Padre. Ma come può vedere dalle mie misere condizioni, non sono certo un turista. Mi ritrovavo a percorrere la pampa quando il mio cavallo mi ha disarcionato ed è fuggito. Mi sono smarrito, ho camminato per giorni sotto il sole senza trovare uno straccio di riparo. Non voglio arrecare disturbo… ma mi serve aiuto, la supplico» La Comunità era caduta nel silenzio più totale. Gli unici visitatori che il villaggio riceveva erano i Benefattori e neppure loro si fermavano per più di un paio di giorni. Al contrario, quell’uomo era evidentemente in condizioni disperate e avrebbe avuto bisogno di assistenza per giorni. Ma per una qualche misteriosa ragione, Padre Manuel sembrava esitante nel concedere la dovuta carità cristiana. Nessuno degli abitanti della Comunità gradiva gli stranieri, ma a tutti sembrava assurdo abbandonare un uomo al suo destino. Dal canto suo, Padre Manuel sentì gli sguardi della gente su di lui. Sapeva cosa si stavano chiedendo e, se avesse esitato ancora, qualcuno avrebbe potuto dare voce al proprio pensiero. Rovinando tutto. Il parroco dovette reprimere un sospiro prima di rispondere. «La nostra Comunità accoglie con gioia tutti i bisognosi, buon uomo. Se sarà pronto ad accettare le nostre regole di pacifica… e riservata… convivenza, qui troverà sempre una porta aperta, un pasto caldo e un letto dove riposare» La voce di una donna anziana si levò dalla folla. Dal suo tono, doveva nutrire più di un sospetto sul nuovo arrivato e non pareva preoccuparsi di nasconderlo. «A tal riguardo, Padre… dove dormirà lo straniero?» L’espressione del prete si accigliò ulteriormente. La Comunità non voleva ospiti e, pertanto, non era attrezzata per riceverne. I Benefattori avevano le loro stanze, ma era impensabile che vi accedesse qualcun altro. «Ecco, naturalmente potremmo…» «Può dormire da noi» Il silenzio cadde su tutti i presenti come un macigno quando Natalia parlò. Nessuno si voltò a guardarla, ma la ragazza insistette con ostinazione. «Io posso dormire con mia sorella e lasciare il mio letto allo straniero. E’ questo che farebbe Gesù, vero?” Le labbra di alcuni dei presenti fremettero e per ottimi motivi: la ragione per la quale Lilian e Natalia, pur se sorelle, erano di aspetto così diverso era nota a tutti nella piccola e puritana Comunità. La madre delle due ragazze era una peccatrice che più di una volta aveva ceduto agli impulsi della carne, finendo per dare alla luce bambine con padri diversi. Un uomo sotto il suo tetto avrebbe potuto rievocare pensieri… e atti… impuri. Tuttavia, nessuno aprì bocca: quello era un argomento di cui tutti mormoravano solo a bassa voce.
  24. Fino a
    Giorno 30 marzo 2019, presso la Libreria Feltrinelli Point di Messina, alle ore 18.00, presentazione del romanzo di Gianandrea Parisi, "Cristallo Imperfetto", un giallo, con venature thriller, horror e fantascienza, edito dalla Argento Vivo Edizioni. Interverranno il presidente dell'Ordine degli avvocati di Messina, Vincenzo Ciraolo e la giornalista della Gazzetta del Sud, Marianna Barone.
  25. dfense

    Edizioni il viandante

    Nome: Edizioni il viandante Generi trattati: Narrativa, narrativa per bambini, saggistica, poesia, gialli. Modalità di invio dei manoscritti: tramite form https://www.edizioniilviandante.it/invio-manoscritti/ Distribuzione: Libri&co.* Sito: https://www.edizioniilviandante.it Facebook: https://www.facebook.com/viandante12/
×