Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Risultati per i tag 'giallo'.

  • Cerca per Tag

    Tag separati da virgole.
  • Cerca per Autore

Tipo di contenuto


Il mondo dell'editoria, senza filtri.

  • Inizia qui la tua avventura nella community
    • Regolamento del Forum
    • Ingresso
    • Bacheca
  • Il mondo dell'editoria
    • Case Editrici
    • Piattaforme Print on Demand
    • Agenzie Letterarie
    • Freelance
    • Questioni legali
    • Concorsi ed Eventi esterni
    • Varie ed eventuali
  • Officina
    • Narrativa
    • Poesia
    • Contest del Writer's Dream
    • I migliori racconti del WD
    • I nostri libri
  • Documentazione
    • Scrivere
    • Leggere
  • Area Relax
    • Agorà
    • WD Club
    • Il blog del Writer's Dream

Categorie

  • Arte, cinema e fotografia
  • Azione e avventura
  • Biografie, diari, memorie
  • Fantascienza, Horror, Fantasy
  • Gialli e Thriller
  • Letteratura non di genere
  • Letteratura erotica
  • Letteratura Rosa
  • Bambini e ragazzi
  • Società e Scienze sociali
  • Storia
  • Poesia

Categorie

  • Arte, cinema e fotografia
  • Azione, avventura
  • Biografia, diari e memorie
  • Fantascienza, Horror e Fantasy
  • Gialli e Thriller
  • Letteratura Erotica
  • Letteratura Rosa
  • Letteratura non di genere
  • Bambini e Ragazzi
  • Società e Scienze sociali
  • Storia
  • Poesia

Calendari

  • Presentazione in Libreria
  • Concorso Letterario
  • Corso di scrittura
  • Altro
  • Evento del Writer's Dream

Cerca risultati in...

Cerca risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Inizio

    Fine


Filtra per...

Iscritto

  • Inizio

    Fine


Gruppo


Sito personale


Skype


Facebook


Twitter


Provenienza


Interessi

Trovato 105 risultati

  1. Miss Ribston

    College Green

    Titolo: College Green Autore: Amina Black Casa editrice: Aporema Edizioni ISBN: 978-88-943429-3-2 Data di pubblicazione: luglio 2018 Prezzo: €13,90 Genere: True Crime, Storico Pagine: 268 Disponibilità del formato: cartaceo Quarta di copertina o estratto del libro: Bristol, anno 1754. La scaltra domestica di un ricco mercante cerca di sfruttare le ambizioni politiche del padrone per migliorare a sua volta la propria condizione sociale. Si tratta di un gioco pericoloso, che la porterà a misurarsi, a rischio della vita, con intrighi, tradimenti, ricatti, amanti segreti e lettere nascoste. Ispirandosi a un fatto di cronaca realmente accaduto, l’autrice tesse con abilità i fili della trama, trasportandoci tra grandezze e miserie della provincia inglese del XVIII secolo. Link all'acquisto: Sito dell'editore Amazon IBS.it Mondadori Store laFeltrinelli Libreria Universitaria Unilibro
  2. bukowsky77

    Nero Press

    Nome: Nero Press Generi: Horror e Gotico, Noir, Giallo, Thriller Modalità di invio Manoscritti: http://neropress.it/invio-manoscritti/ Distribuzione: http://neropress.it/distribuzione/ Sito web: http://neropress.it/ Facebook: https://www.facebook.com/neropress.edizioni Casa editrice giovane e del tutto free, nasce come marchio editoriale dell'associazione culturale Nero Cafè. Hanno esordito traducendo in italiano l'horror Exilium - L'inferno di Dante di Kim Paffenroth, e in questi giorni esce il nuovo romanzo di Danilo Arona, L'autunno di Montebuio.
  3. SCADENZA DEL BANDO DELLA VI EDIZIONE: 20 GIUGNO 2019 Per agevolare il lavoro della Giuria e del Comitato di lettura, si consiglia vivamente di spedire gli elaborati con ampio anticipo rispetto alla scadenza del Bando. Il Premio Città di Como è libero, autonomo, indipendente e riconosce pari dignità a tutti i partecipanti garantendo la totale imparzialità di giudizio. Il Premio Città di Como opera in ambito nazionale ed internazionale: gli elaborati in lingua originale non italiana dovranno pervenire corredati di traduzione in lingua italiana. SEZIONE EDITI POESIA in omaggio ad ALDA MERINI: partecipano a questa sezione le opere edite di poesia a tema libero. NARRATIVA in omaggio a GIUSEPPE PONTIGGIA: partecipano a questa sezione le opere edite di narrativa a tema libero di ogni genere: romanzo, raccolta di racconti, fiabe, memorialistica, biografie, libri per ragazzi, testi teatrali. Sono previsti premi speciali per la narrativa di genere. Sono richieste una breve sinossi dell’opera e una breve nota biografica dell’autore. SAGGISTICA: partecipano a questa sezione opere edite di saggistica, a carattere scientifico o divulgativo, di qualsiasi argomento senza limiti di ambito di trattazione. Sono richieste una breve sinossi dell’opera e una breve nota biografica dell’autore. SEZIONE INEDITI Partecipano a questa sezione opere mai pubblicate in versione cartacea o digitale in versione ebook nei vari formati o sui siti internet, blog o social network. Opere di Poesia: sia una singola poesia, sia una raccolta di poesie, sia un’antologia di più autori. Opere di Narrativa di ogni genere: romanzo, raccolta di racconti, fiabe, memorialistica, biografie, libri per ragazzi, testi teatrali. Sono richieste una breve sinossi dell’opera e una breve nota biografica dell’autore. SEZIONE MULTIMEDIALE Partecipano a questa sezione opere multimediali, sia edite che inedite: A) “Raccontano”: un testo letterario (in prosa o in poesia, edito o inedito, di qualsiasi autore), un paesaggio o un viaggio raccontato attraverso immagini e/o testo e/o musica. B) “Espressioni del volto”: volti ed emozioni (di uno o più soggetti) che esprimano delle emozioni attraverso immagini e/o testo e/o musica. C) “Videopoesie”: un testo poetico recitato attraverso il libero abbinamento di immagini e/o testo e/o suoni. D) “Book-trailer”: audiovisivo di breve durata per promuovere una pubblicazione. E) “Reportage fotografico” di qualsiasi genere. PRESENTAZIONE DEGLI ELABORATI La partecipazione al Premio avviene tramite la presentazione degli elaborati. Qui di seguito le indicazioni per la presentazione. SEZIONE EDITI Per le opere edite in formato cartaceo: inviare n. 2 copie del volume stampato. Per le opere edite in formato elettronico: inviare per e-mail e-book in formato pdf con accesso libero. SEZIONE INEDITI Per le opere inedite in formato cartaceo: inviare n. 2 copie stampate in formato A4, in b/n o a colori. Per le opere inedite in formato elettronico: inviare per e-mail l’elaborato in un unico file in formato pdf con accesso libero. SEZIONE MULTIMEDIALE Per le opere realizzate come sequenze fotografiche digitali: inviare la sequenza – costituita da un minimo di 5 e da un massimo di 10 immagini, progressivamente numerate, in formato JPG, peso massimo 2 MB l’una – per e-mail (per invii superiori a 5 MB, utilizzare modalità WeTransfer o simili). Per i reportage da un minimo di 30 a un massimo di 50 immagini. Per le opere realizzate come video: inviare il video – realizzato in un unico file, in formato Wav-Avi-Mp4-Mov della durata massima di 10 minuti – per e-mail (con modalità WeTransfer o simili). I video pervenuti saranno inseriti sul canale YouTube del Premio. Tutte le lavorazioni audio-video saranno ammesse se nel rispetto delle normative di YouTube. Con l’invio, si autorizza la pubblicazione del video sul sito www.premiocittadicomo.it e sui social network di riferimento. NORME DI PARTECIPAZIONE I partecipanti (Autori e Case editrici) possono concorrere a una o più Sezioni del Premio, senza limiti. Ogni partecipazione richiede un’iscrizione separata. Le case editrici concorrono con volumi di loro pubblicazione, garantendo l’autorizzazione alla partecipazione da parte dell’autore. Alle case editrici si raccomanda di dotare di idonea fascetta l’opera che risulterà vincitrice del Premio per le sezioni editi e speciali. INVIO DEGLI ELABORATI IN FORMA CARTACEA Gli elaborati in forma cartacea dovranno essere inviati per posta – secondo le modalità indicate in “Presentazione degli Elaborati” – unitamente alla scheda di iscrizione (SCHEDA ISCRIZIONE scaricabile e compilabile dal sito) e alla certificazione (fotocopia della ricevuta) del pagamento della quota di partecipazione (vedi “Quota di Partecipazione”) a: C.P. n°260 c/o Poste Centrali, via Gallio, 6 – 22100 Comooppure Associazione Eleutheria, via Oriani 8 – 22100 Como (per la Svizzera: Fermo Posta 6830 – Chiasso 1). INVIO DEGLI ELABORATI IN FORMA DIGITALE Gli elaborati in forma digitale potranno essere anche inviati – secondo le modalità indicate al punto “Presentazione degli Elaborati” – per e-mail unitamente alla scheda di iscrizione (SCHEDA ISCRIZIONE scaricabile e compilabile dal sito) e alla certificazione (scansione in pdf della ricevuta) del pagamento della quota di partecipazione (vedi “Quota di Partecipazione”) all’indirizzo: Per le sezioni letterarie editi e inediti: info@premiocittadicomo.it Per la sezione multimediale (sequenze fotografiche e video): sezioneimmagine@premiocittadicomo.it ATTENZIONE: Per motivi organizzativi – sia per invio in forma cartacea sia per invio in forma digitale – la scheda di iscrizione (o uno scritto equivalente), l’opera in concorso e la certificazione del versamento della quota di partecipazione devono giungere uniti e contemporaneamente. Non verranno ammessi al concorso elaborati spediti non unitamente alla scheda di iscrizione e alla certificazione del pagamento della quota di partecipazione. QUOTA DI PARTECIPAZIONE La quota di partecipazione – per tutti i partecipanti, autori e case editrici – è di € 20,00 – Euro Venti/00 (ogni partecipazione richiede una quota separata). Gli scritti provenienti da istituti penitenziari sono esenti. La quota potrà essere versata: tramite assegno o contanti presso la Segreteria del Premio; tramite versamento sul c/c postale n°1016359752 intestato ad Associazione Eleutheria tramite bonifico bancario: BPS – IBAN: IT 72M0569610901000009091X44 – BIC / SWIFT: POSOIT22 Filiale: 073 Como- ag.1 intestato ad Associazione Eleutheria. DESTINAZIONE DEGLI ELABORATI Al termine del Concorso, gli elaborati non verranno restituiti. Le opere edite verranno donate a Biblioteche del territorio insubrico. Le opere inedite verranno distrutte a tutela del Copyright. COMUNICAZIONE DEI FINALISTI, VINCITORI E CERIMONIA FINALE Gli elaborati pervenuti entro la data di scadenza del bando (vedi “Scadenza Bando del Concorso”) verranno puntualmente esaminati. Dopo la prima selezione si determinerà una rosa di selezionati. Nella rosa dei selezionati, i finalisti verranno scelti e avvisati dalla Segreteria del Premio. Tra i finalisti verranno scelti i vincitori. Gli elenchi della rosa dei selezionati e, successivamente, l’elenco dei finalisti verrà reso noto tramite pubblicazione sul sito del Premio. La Cerimonia di Premiazione si svolgerà nel mese di Ottobre (presumibilmente sabato 19/Ottobre) a Como, in una sede di prestigio e sarà aperta al pubblico a ingresso libero. Tutte le informazioni relative alla data e l’ora della cerimonia di premiazione saranno consultabili sul sito. I vincitori verranno proclamati all’atto della Cerimonia e saranno tenuti a parteciparvi per la riscossione dei premi. I premi in denaro non ritirati personalmente o tramite delegato durante la Cerimonia, rimarranno a disposizione del Premio per l’edizione successiva. Le spese di trasferimento e di soggiorno per la presenza alla Cerimonia di Premiazione saranno a carico dei singoli partecipanti. Il Premio ha tuttavia stipulato apposite convenzioni con alberghi per pernottamenti a prezzi speciali (informazioni presso la Segreteria o sul sito del premio). ACCORDI EDITORIALI, CONSULENZE L’Associazione si riserva la possibilità di stipulare accordi di rappresentanza e consulenza editoriale con gli autori delle opere inedite ritenute più meritevoli di pubblicazione. Gli autori di inediti che desiderassero una valutazione puntuale del testo, potranno richiederla contestualmente all’invio del loro manoscritto in regola con la sottoscrizione (20 euro). Il Premio Città di Como si appoggerà quindi, per questa prestazione allo Studio Pym di Via G.Pascoli 32, Milano, che leggerà e analizzerà entro la data di premiazione i testi più brevi (fino a un massimo di 100 cartelle da 2000 battute spazi inclusi) al costo di € 100, mentre per i testi più lunghi (oltre le 100 cartelle da 2000 battute spazi inclusi) il costo salirà a € 200. TALI COSTI, SARANNO VERSATI DALL’AUTORE DIRETTAMENTE ALL’AGENZIA CHE PROVVEDERA’ ALLA RELATIVA FATTURA. Oltre alla valutazione, nella scheda di lettura lo Studio Pym includerà dei consigli di lavorazione per migliorare il manoscritto. L’autore potrà in seguito decidere se commissionare un vero e proprio lavoro di editing all’agenzia. La partecipazione al Concorso deve essere formalizzata entro la data di scadenza del Bando. La Segreteria del Premio, a chiusura del Bando, resta a disposizione per un periodo tassativo di giorni 15 per eventuali avvisi, omissioni, refusi o segnalazioni: oltre il suddetto periodo non verrà presa in esame alcuna richiesta in merito alle opere oggetto del Concorso. A chiusura del Bando verranno pubblicati sul sito del Premio gli elenchi dei partecipanti al concorso. La partecipazione al concorso implica l’accettazione del presente regolamento. Ai sensi del DLGS 196/2003 e della precedente Legge 675/1996 i partecipanti acconsentono al trattamento, diffusione ed utilizzazione dei dati personali da parte dell’organizzazione o di terzi per lo svolgimento degli adempimenti inerenti al concorso. I partecipanti dichiarano di esseri autori delle loro opere. La partecipazione al concorso comporta automaticamente da parte dell’Autore la concessione all’Ente Promotore il diritto di riprodurre le immagini presentate al concorso su cataloghi ed altre pubblicazioni che abbiano finalità di propagandare la manifestazione e i luoghi dove ambientata l’immagine, senza fini di lucro. Ai sensi della Risoluzione n.8/1251 del 28/10/1976 il Premio non verrà assoggettato a ritenuta alla fonte. Resta pertanto a carico del percettore del premio l’obbligo di comprendere il valore del riconoscimento e le somme complessive a tale titolo conseguite nella propria dichiarazione annuale alla fine della determinazione del reddito. Per i minorenni occorrerà la firma di un genitore o di chi esercita la patria potestà sulla scheda di partecipazione. Tutti i dati sensibili pervenuti da quanti partecipano al Premio verranno trattati nel rispetto del Decreto legislativo 30/06/2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali, noto anche come “Testo unico sulla privacy”) ed utilizzati esclusivamente per i fini del Premio stesso. I CONCORRENTI, SOTTOSCRIVENDO LA SCHEDA DI ISCRIZIONE, ACCETTANO TUTTE LE CONDIZIONI DEL PRESENTE BANDO. PREMI SEZIONE EDITI VOLUME EDITO DI POESIA Primo classificato € 2.000 VOLUME EDITO DI NARRATIVA Primo classificato € 2.000 Premi speciali per generi: Romanzo storico € 500 Romanzo d’avventura € 500 Romanzo thriller € 500 Romanzo per ragazzi € 500 Romanzo fantastico (fantasy, horror, fantascientifico) € 500 Volume edito di genere teatrale € 500 VOLUME EDITO DI SAGGISTICA Primo classificato € 2.000 Premi speciali per generi: Divulgazione scientifica € 500 Libro di inchiesta € 500 SEZIONE INEDITI Il testo inedito che risulterà vincitore – sia esso romanzo o raccolta di racconti, per adulti o per ragazzi – verrà pubblicato dall’Editore Francesco Brioschi di Milano o da altri, con il consenso dell’autore e dopo un accurato Editing al fine di migliorare se necessario la struttura del testo. Potranno essere pubblicati anche altri inediti ritenuti meritevoli di attenzione. La segreteria del premio dovrà essere tempestivamente avvisata qualora un testo inedito inviato in partecipazione raggiungesse accordi editoriali nel periodo del concorso.Alla data di premiazione le opere vincitrici, pena l’esclusione, dovranno risultare inedite e svincolate da qualsiasi diritto di terzi. POESIA SINGOLA O FINO A 5 POESIE INEDITE Primo classificato € 1.000 SEZIONE RACCONTO SINGOLO EDITO O INEDITO Primo classificato € 1.000 Miglior racconto a tema il lago, qualsiasi lago e in ogni sua eccezione € 500 SEZIONE MULTIMEDIALE PREMIO UNICO Primo classificato € 1.000 OPERA PRIMA (Sezione a scelta della Giuria) Primo classificato € 1.000 OPERA DALL’ESTERO O TRADOTTA IN ITALIANO DA LINGUA STRANIERA Primo classificato € 1.000 OPERA SUL TEMA “IL VIAGGIO” (saggistica, narrativa, reportage) Premio Unico € 500 Il Premio e la Giuria potranno: conferire riconoscimenti con diplomi e targhe, premi speciali della Giuria e assegnare ulteriori premi in denaro o equivalente ai secondi e terzi classificati o al romanzo inedito, in caso di impossibilità alla pubblicazione. Assegnare premi speciali, per opere di prosa o poesia, a persone in regime di detenzione. Referente per gli scritti provenienti da istituti penitenziari: Avv. Marcello Iantorno assegnare Soggiorni Premio nei primari alberghi del territorio elencati sul sito del Premio. accrescere il montepremi. Durante la Cerimonia verranno assegnati: un premio alla memoria del Prof. Augusto Cirla, già eminente clinico dell’Ospedale Sant’Anna di Como. un premio a una personalità o a un Ente che si siano distinti per la diffusione della cultura o per particolari meriti in campo umanitario. GIURIA TECNICA Presidente Andrea Vitali Scrittore Edoardo Boncinelli Scienziato e scrittore Francesco Cevasco Già Responsabile delle Pagine Culturali del Corriere della Sera Milo De Angelis Poeta e critico Giovanni Gastel Fotografo Giulio Giorello Filosofo Dacia Maraini Scrittrice Armando Massarenti Giornalista e scrittore Pierluigi Panza Giornalista del Corriere della Sera e docente universitario Flavio Santi Scrittore e docente all’Università Insubria Laura Scarpelli Editor Mario Schiani Responsabile pagine culturali quotidiano La Provincia LE DELIBERAZIONI DELLA GIURIA SONO INSINDACABILI ED INAPPELLABILI. COMITATO DI LETTURA (SEMPRE AGGIORNATO) Marco Albonico Fiorella Bianchi Mafalda Bianchi Anna Falezza Boracchi Paola Linda Pedraglio Luciana Schnyder Giorgio Albonico Lorenzo Morandotti Sergio Mestrinaro Daniela Baratta Greta Albonico Marielina Confalonieri Raffaella Rizzo STUDENTI LICEO VOLTA: I nomi degli studenti qui Insegnante di riferimento: Prof.ssa Marina Doria coordinatrice progetto “Leggere per davvero” RETE DI BIBLIOTECHE DELLA PROVINCIA DI COMO: Fabio Della Valle Paolo Cadenazzi Carlo Romanò Simona Molteni Stefania Molteni Maddalena Bellini Eva Cariboni Silvia D’Arrigoni Nicoletta Sterlocchi Daniele Bianchi Maria Ida Pozzoli Alessandra Scansiani Lorenza Calcaterra Barbara Mascarucci Alessandra Rossini Francesca Trabella Iris Bellini Monica Neroni Gabriele Nuttini Silvia Bonfanti Laura Furlanetto Celestina Lietti Donatella Gaetani Marcel Paolini Leila Laze Maria Emilia Peroschi Maria Giovanna Bullock Elisabetta Beltrami Silvana Selva Christiane Colombo Cristina Mauri Piera Cattaneo Sonia Molteni Franca Giossi Pinuccia Nogara Lorenza Calcaterra BIBLIOTECA DI BORMIO Cinzia Sosio Luisa Pozzi Massimo Favaron Maurizio Favaron Maria Bruna Peruviani Federica Bormetti Consuelo Peccedi Sabina Colturi Assunta Giacomelli Franca Colturi Federica Lumina Assunta Giacomelli BIBLIOTECA DI CREMONA Consuelo Cabrini Sabrina Pamela Miglio Maria Anita Pasquale Rebecca Rossi Marinella Seghizzi Annamaria Sorgente Nicoletta Trovato Laura Vincenzi LIBRERIA TORRIANI DI CANZO Luigi Torriani Massimo Autieri Monica Galanti Nello Evangelisti Margherita Conforti Alberto Riolo Daniela Cattaneo Riolo Piera Polti STUDIO PYM DI MILANO (Via G.Pascoli n° 32, Milano 20129) www.studiopym.com: lavora con tutti i principali gruppi editoriali italiani (Gruppo Mondadori, Giunti, Feltrinelli, HarperCollins, Gruppo GeMS, DeA Planeta, San Paolo, Amazon Publishing) LIBRAI DEL TERRITORIO INSUBRICO Ennio Monticelli (Libreria Ubik) Paola Cattaneo (Libreria Via Mentana Como) Debora Aloi (Libreria Mondadori) Silvia De Carli (Nonsololibri) LEGGER-MENTE (Cesenatico) Marco Bazzocchi Monica Biselli Patrizia Borgioli Maria Farnedi Anna Lelli Mami Elena Naldi Graziella Nasolini Dina Paganelli Alma Perego Alessandra Senni COMITATO ESECUTIVO Ideatore e organizzatore premio: Giorgio Albonico – giorgio.albonico@premiocittadicomo.it Per informazioni: Segreteria Organizzativa Daniela Baratta Via Oriani 8 – Como Telefono: 031 241.392 Cellulare: +39 334 5482855 – +39 340 9439256 – +39 329 3336183 ORARIO UFFICIO 9:00-12:00 15:00-17:30 Email: info@premiocittadicomo.it URL: www.premiocittadicomo.it Responsabile sezione fotografica: Greta Albonico – gretaalbonico@yahoo.it In collaborazione con Guido Taroni Responsabile Comunicazione – Eventi: Barbara Sardella barbara.sardella@ubiklibri.it Promozione e contenuti digitali : Lorenzo Morandotti lorenzomorandotti@gmail.com Progettazione grafica e realizzazione sito internet: Partners.co.it
  4. Ospite

    Argento Vivo Edizioni

    Nome: Argento Vivo Edizioni Generi trattati: / Modalità di invio dei manoscritti: http://www.argentovivoedizioni.it/#manoscritti Distribuzione: per il momento ci autodistribuiamo Sito web: www.argentovivoedizioni.it Facebook:https://www.facebook.com/argentovivoedizioni/ Instagram:https://www.instagram.com/argentovivoedizioni/ Twitter:https://twitter.com/ArgentoVivoEdiz Youtube:https://www.youtube.com/channel/UCy2PmAKXUJKVkZo5VdAAUDw Ciao a tutti! Sono il legale rappresentante di Argento Vivo Edizioni. La nostra è una casa editrice neonata (gennaio 2017, abbiamo il sito da pochi giorni) e... particolare: si affianca infatti a un'Academy che ha lo scopo di formare i talenti di domani attraverso corsi di scrittura creativa e giornalismo rivolti a giovani e a giovanissimi. I nostri corsi sono gratuiti e finalizzati all'esordio editoriale degli studenti dell'Academy, che seguiamo fino alla pubblicazione del loro primo romanzo o saggio. Pubblicazione a cura e a spese del marchio Argento Vivo Edizioni: siamo al 100% NO EAP, o "free" come dite su questo forum. Per informazioni sui corsi o di carattere generale potete scriverci a questo indirizzo: info@argentovivoedizioni.it. Cercheremo comunque di essere presenti sul forum per rispondere alle vostre eventuali domande. Grazie per l'attenzione e buon proseguimento.
  5. Titolo: Devi orzare, Baal! Autrice: Virginia Less Editore: Lettere animate Pagine: 180 ISBN: 9788871120683 Genere: Giallo Formato: Cartaceo (o EPUB) Prezzo: Euro 14,00 (o 2,99) Trama: Un circuito di regate veliche è funestato da una serie di strani incidenti mortali. L’equipaggio di Excalibur, agli ordini dello skipper Annibale Sulpizi, detto Baal, che partecipa alle competizioni, assiste con sgomento e crescente sospetto ai fatti: troppo singolari i sinistri, troppo esperte le vittime, per poter credere a disattenzioni o fatalità. La polizia doverosamente indaga, ma gli elementi che consentano collegare gli “incidenti” tra loro non sono tali da creare subito allarme. Paolo, prodiere su Excalibur, e Micaela, figlia di un vecchio compagno di regate di Baal, oggi “avversario”, seguono parallelamente gli indizi a loro disposizione e maturano il sospetto che altri partecipanti al circuito possano trovarsi in pericolo. Tra loro nasce anche una relazione e l’intimità li porta a condividere, oltre a momenti che per Paolo resteranno indimenticabili, una discreta e personalissima indagine. Baal stesso e il padre di Micaela sembrano sapere molto più di quanto non vogliano far credere e, pur continuando con le loro imbarcazioni a partecipare al campionato di regate, si fanno sempre più sospettosi, da un lato, e nervosi, dall’altro. Può davvero esserci un assassino seriale in azione? Cosa lega il passato delle vittime? Cosa muove chi si starebbe macchiando dei delitti? Sete di vendetta? Folle invidia? O addirittura cieca e assurda fame di vittoria? "Toccherà proprio a Baal, anch’egli in pericolo di vita, risolvere il giallo?" Contenuti: In questo romanzo si può trovare il mondo della vela come davvero lo si vedrebbe sulle imbarcazioni, nei circoli nautici, solcando le onde. Ma con un risvolto drammatico: l’autrice decide di dare un’ambientazione decisamente originale ad un giallo classico, con una prima morte che parrebbe casuale, una seconda che genera più di un dubbio e poi una serie di indizi e sospetti, ed un cerchio che progressivamente si stringe fino a svelare il mistero. Ambientazione e personaggi: La storia si svolge fra diverse località del Tirreno: Punta Ala, Cala Galera, Nettuno, Capri, dove hanno sede le regate del circuito. Traspare chiaramente la bellezza delle nostre coste e la conoscenza che l’autrice ne ha. Certamente non c’è bisogno di essere navigatori per poter apprezzare questo aspetto della storia. L’ambiente e il clima delle regate veliche sono fedelmente narrati, così come precise ed estremamente dettagliate sono le descrizioni delle imbarcazioni e delle loro attrezzature, nonché le operazioni in navigazione. Tuttavia, sotto questo profilo, una conoscenza, almeno sommaria, della terminologia marinara e della conduzione di un’imbarcazione a vela risultano, se non proprio indispansabili, di grande aiuto al lettore, nel dipanarsi della storia. I personaggi principali sono molto ben tratteggiati, la narrazione e le loro azioni consentono far arrivare al lettore con naturalezza le storie personali che li caratterizzano e la grande passione per il mare che li accomuna. Andare a vela è uno sport. Andare a vela è uno svago. È passione e dedizione. Ma anche una filosofia di vita, dopotutto: l’autrice la conosce e la fa rappresentare deliziosamente ai suoi personaggi. Sile e forma: Lo stile è preciso: dettagliato dove serve, senza eccessivi appesantimenti tecnici (che comunque in alcuni passaggi risultano necessari per la fedeltà dalla narrazione). Il registro narrativo è medio, quello dei personaggi è opportunamente adattato ai caratteri e alle eterogenee fasce socioculturali cui appartengono protagonisti e comprimari. La padronanza della lingua dell’autrice e la sua capacità narrativa sono indiscutibili, anche se alcune scelte prettamente tipografiche (nella rappresentazione dei dialoghi) lasciano quantomeno perplessi. È presente qualche refuso che denuncia un editing non impeccabile. Giudizio finale: Un buon giallo, ben contestualizzato nell’ambiente nel quale si svolgono i fatti, con avvenimenti verosimili e uno scioglimento conclusivo credibile. Bel finale, non banale, impreziosito da una battuta non detta, che resta nell’immaginazione di uno dei protagonisti e può essere considerata di valore universale. Il recensore non può più dire di essere un vero velista, ma un tempo lo è stato e ricorda bene tutti i termini specialistici utilizzati nella storia. E ha conosciuto anche (un po’) l’ambiente delle regate amatoriali. Non ha trovato, pertanto, alcuna difficoltà nel seguire passo per passo ogni azione, ogni descrizione del romanzo. Tuttavia non sa valutare se chi, invece, completamente profano possa trovare la lettura difficile o adirittura ostica. E la consultazione del glossario, presente in appendice, rischia di penalizzare la scorrevolezza del testo, frammentando la lettura e catalizzando l’attenzione, anziché sull’essenza della storia, alla ricerca della visualizzazione mentale delle azioni in regata e delle ambientazioni nei porti. “Distrazione”, questa, che per un poliziesco non pare proprio ideale. Pertanto c'è qualche riserva sul fatto che questo sia un romanzo “per tutti”. Consigliatissimo, invece, (addirittura imperdibile per l’ambientazione senz’altro familiare e fedelissima al vero) per ogni appassionato di vela.
  6. Marcello

    La pista portoghese – Marcello Nucciarelli

    Titolo: La pista portoghese Autore: Marcello Nucciarelli Collana: Gli occhi di tigre Casa editrice: Alcheringa Edizioni ISBN: 9788894897043 Data di pubblicazione (o di uscita): 20 giugno 2017 Prezzo: € 13,50 Genere: Poliziesco Pagine: 458 Quarta di copertina: Esiste un filo che collega l'assassinio di un politico lontano dalla scena pubblica da anni a quello di un deejay radiofonico molto discusso? E i presunti suicidi di due personaggi di spicco della comunità hanno qualcosa a che vedere con quegli omicidi? Al rientro in servizio dopo un anno di congedo a causa di una forte depressione, Gretije de Witt si trova di fronte questi dubbi angosciosi. Ma prima deve fare chiarezza con se stessa: è ancora in grado di condurre una squadra, dopo la malattia che l'ha messa a così dura prova? Il nuovo comandante, un arrogante presuntuoso più interessato all'immagine pubblica che a risolvere i casi, sembra volerle mettere i bastoni tra le ruote anziché agevolarla. Mai come questa volta Gretije avrà bisogno di tutte le persone che le sono accanto per venire a capo di un'inchiesta dai contorni inquietanti, che la farà inferocire ma le offrirà in cambio la possibilità quasi insperata di riallacciare i rapporti con il padre e la sua nuova famiglia. Link all'acquisto: sul sito dell'editore http://www.blomming.com/mm/alcheringaedizioni/items/la-pista-portoghese. IBS Amazon Libreria Universitaria Libro. Co e via via tutti gli altri distributori
  7. Marcello

    Il segreto di Groningen - Marcello Nucciarelli

    Marcello Nucciarelli Il segreto di Groningen (le inchieste di Gretije de Witt 2) Alcheringa Edizioni ISBN 978-88.98621-31-1 Pagine 546 Euro 13,50 Poliziesco Quarta di copertina: Quando un commissario di polizia viene ucciso, l'intero distretto si mobilita per scoprire il colpevole. Se poi quell'uomo è il tuo superiore e ha conquistato la stima e l'affetto di tutti i suoi uomini, ognuno metterà nell'impresa tutte le energie possibili. È ciò che farà Gretije de Witt, ispettrice di Amsterdam, insieme alla sua squadra quando la notizia del brutale assassinio a Groningen di Tobias Wilder e della moglie sconvolgerà la routine del commissariato. Fra le pagine del diario di Rikhart, antiquario morto ad Auschwitz e nonno di Tobias, emergeranno inquietanti l'immane tragedia del popolo ebreo e una rivelazione rimasta sopita per anni che, arrivata fino a loro, ha scoperchiato un formicaio pericolosissimo. Il romanzo è uscito ieri e per qualche giorno ancora sarà disponibile solo all'editore, qui: http://www.blomming.com/mm/alcheringaedizioni/items/il-segreto-di-groningen poi verrà distribuito in tutti i principali store e nelle librerie che ne faranno richiesta.
  8. Writer's Dream Staff

    Salani Editore

    Nome: Salani editore Sito: http://www.salani.it/ Genere valutati: azione e avventura, fantasy, horror, giallo, mistery, saggistica, letteratura per bambini e ragazzi Pubblicazione: Senza contributo. Distribuzione: Non si trovano informazioni riguardo la distribuzione. Invio manoscritti: segreteria-letteraria@salani.it Facebook: https://it-it.facebook.com/AdrianoSalaniEditore/?ref=page_internal Questa è l'unica pagina dove ci sono dei dati: http://www.salani.it/chi_siamo.php
  9. Luca Morandi - Aratak

    La Ruota Edizioni

    Nome: La Ruota Edizioni Generi trattati: Casa editrice generalista, ha collane per: - Romanzi di narrativa; - Fantasy; - Horror; - Antologie; - Sillogi poetiche; - Narrativa per l'infanzia Modalità di invio dei manoscritti: Inviare proposte a: proposte@laruotaedizioni.it Distribuzione: Directbook Sito: http://www.laruotaedizioni.it/ Facebook: https://www.facebook.com/laruotaedizioni/
  10. Nowhere Books

    Selezioni Progetto Breaking Book > ANIMA LIQUIDA

    Fino a
    A breve avranno inizio le selezioni dei prossimi 8 autori da inserire all'interno del Progetto Breaking Book per la produzione del terzo romanzo della serie: ANIMA LIQUIDA. Non sai così è un Breaking Book? Qui tutti i dettagli.
  11. dfense

    21 Editore

    Nome: 21 Editore Generi trattati: Quattro, le collane descritte nella prima pagina del sito. Modalità di invio dei manoscritti: via mail - autori@21editore.it Distribuzione: non specificata Sito: http://www.21editore.it/ Facebook: https://www.facebook.com/21editore/ N.b. Dal sito: "21 Editore si chiama così in onore dell’omonimo articolo della Costituzione italiana. La casa editrice è nata a Palermo nel 2011 e la prima pubblicazione è stata una rivista (21 Magazine) dedicata prevalentemente alla Sicilia".
  12. pietroc67

    Runa Editrice

    Nome: Runa editrice Genere: Noir, Giallo, Avventura, Narrativa, Saggistica Invio manoscritti: non specificato (contatti: http://www.runaeditrice.it/index.php/contatti.html) Sito web: http://www.runaeditrice.it/ Distribuzione: http://www.runaeditrice.it/index.php/promozione.html Facebook: https://www.facebook.com/runaeditrice
  13. L’interno era come me l’aspettavo. Nelle varie sale c’era un qualcosa che ricordava vagamente il rococò seicentesco: erano eccessive, strane, inusuali per una famiglia di americani. Li avevo sempre immaginati amanti delle forme semplici ed equilibrate, vista la passione dei Padri Fondatori per il Neoclassicismo. Improvvisamente, percepì nell’aria un disfacimento, come se qualcosa in quella casa stesse divenendo lentamente fatiscente. Non riuscì a capire che cosa mi desse questa idea… Giungemmo infine alla sala da pranzo. Le tovaglie, i pizzi, l’argenteria e le candele disposte sul tavolo erano in perfetta armonia. Tuttavia, i colori sgargianti mi diedero lo stesso senso di decadimento che avevo sentito nel resto della casa. Annabelle e Zacharias si disposero a capotavola, mentre il professore fu messo al lato sinistro di quest’ultimo. Io mi sedetti vicino a lui, e notai con sorpresa che Arnold si era sistemato al mio fianco e a quello di Annabelle. Rimasi sorpreso, poiché ero convinto che un tipo come Arnold avrebbe voluto sedere accanto al padre. Invece sul lato destro di Zacharias trovai Phineas, che con sguardo assorto si guardava le ginocchia, seguito da Angela e i due gemelli. Un maggiordomo suonò il campanello e annunciò che la cena stava per essere servita. Immediatamente, i camerieri uscirono dalle cucine e cominciarono a servirci da mangiare. Il professore chiese, mentre dello stufato di manzo veniva versato nella sua scodella: «Allora, signor Young. Come si trova qui a Croydon?» «Molto bene, devo dire. Il paesaggio mi ricorda il nord della Pennsylvania, che è dove sono nato io e la mia fortuna. Inoltre, sono contento di essermi allontanato dagli Stati Uniti. Ultimamente tira una brutta aria grazie al governo...» «Intende gli stati che hanno deciso di lasciare l’Unione, in protesta verso l’elezione di Lincoln?» «Oh sì, ma le assicuro che la cosa si risolverà in due modi: o questi poveri scemi di “confederati” la smetteranno con questa farsa e accetteranno la fine della schiavitù, o Washington li rimetterà in riga con le maniere forti.» «Mi fa piacere sentire che lei è un abolizionista. Non è proprio la vostra Costituzione a dire che tutti gli uomini sono uguali?» «Io? Diciamo che da industriale so bene che un operaio pagato è più motivato di uno schiavo.» disse il signor Young, facendosi versare altro vino «Inoltre, l’industrializzazione di cui gode l’Unione è ciò che le permetterà di vincere: per i sudisti sarà come andare in guerra contro una potenza europea.» Il signor Young bevve tutto il bicchiere di vino, per poi contemplarne il fondo quasi vuoto. «Sì, si sta proprio bene qui. Se non fosse...» «... se non fosse, per ciò di cui mi ha accennato nella sua lettera. Vero, signor Young?» concluse il mio mentore. Zacharias alzò gli occhi. Era visibilmente nervoso. «Sì professore. Proprio per quello.» «Mi ha scritto» iniziò il professor Edwards: «di membri della servitù che affermano di aver visto un fantasma vagare in questa casa durante le ore notturne.» «Sì, i due custodi, marito e moglie. Dicono di aver visto due settimane fa una luce da una delle vetrate. Si sono avvicinati, ma è subito svanita. Mi hanno giurato di aver visto per un breve istante una figura umana.» «Non è stata l’ultima volta che un simile avvistamento è avvenuto, vero?» «No. La sera dopo ho chiesto al mio maggiordomo di controllare la casa di notte. Ha svegliato tutta la casa verso le tre e mezza del mattino, dopo aver cacciato un urlo...» Zacharias si passò una mano sul volto. «... beh, diciamo che non credevo che un uomo potesse urlare in quel modo. Una volta calmatosi, mi ha detto di aver visto lo spettro che aleggiava nella stanza sul retro, davanti alla porta del seminterrato...» «Mmm... Avete quindi chiesto l’aiuto della polizia locale, che ha sorvegliato la casa nei successivi giorni, fino a che due giorni fa si sono rifiutati di proseguire il loro incarico. Lo spettro li ha forse spaventati a mor...» «Basta così!» lo interruppe Zacharias, cercando di suonare il più cordiale possibile «temo che questi siano dettagli da discutere in diversa sede...» Il mio sguardo cadde sui bambini, che non stavano prestando minimamente attenzione a ciò di cui si stava discutendo. Come potevano quei bimbi essere così allegri e spensierati, sapendo che uno spettro infestava la loro casa? “Alcuni spiriti comunicano attraverso i bambini”, pensai, “che c’entri qualcosa con la loro indifferenza verso le apparizioni?” Altre chiacchiere si susseguirono a tavola. Gli unici due a parlare per tutto il tempo furono il signor Young e il professor Edwards, mentre noialtri restammo in silenzio a mangiare. Finita la cena, il signor Young ci portò nel suo studio privato.
  14. Un rintocco lugubre, vibrato da un orologio a pendolo, ci avvertì dello scoccare della mezzanotte. La casa era ormai completamente avvolta dalle tenebre e non mi dava più solo un vago senso di decomposizione. Sembrava di essere nella vecchia casa di un qualche principe medievale, abbandonata da tempo e dimenticata dai vivi e da Dio. Le forme sinuose degli arredamenti mi parvero non più eccentriche, ma grottesche: l’oro sembrava il bianco delle ossa, il rosso accesso delle tende ricordava il sangue e i marmi riflettevano i raggi lunari come specchi. Mi chiesi se era la stessa villa dove avevo appena cenato. Sentì l’inquietudine pervadere il mio animo, ma la voce profonda e perentoria del mio mentore mi riscosse. «Muoviamoci, signor Kennedy. La caccia ha inizio» «Da dove cominciamo, professore?» chiesi, mentre sollevavo la mia lampada. «Mmm» rimuginò il professore, strofinandosi la barba con fare assorto. «Direi di cominciare dal lato est del piano terra. La maggior parte degli avvistamenti sono stati fatti lì, quindi è probabile che lo spettro preferisca aggirarsi da quelle parti. Sorveglierò io quella zona» «Ed io, professore?» «Tu, mio caro ragazzo, coprirai il resto del piano. Poiché tutti gli avvistamenti sono stati fatti qui, c’è da credere che l’apparizione eviti di mostrarsi al piano superiore o al dì fuori dell’edificio. In ogni caso, non dimenticare mai la prima regola: non cedere alla paura. Se vedi lo spettro, non urlare e non fare gesti bruschi; se avrai fortuna, non si avvedrà della tua presenza e potrai verificare, con cautela e precisione, se sia veramente ciò che sembra. Nel caso invece ti dovesse notare, sappiamo per certo che una volta che ti farai prendere dal panico, fuggirà. Questo non deve succedere! Dobbiamo accertarci della veridicità dei sospetti del signor Young questa sera stessa» «Molto bene, professore» Il professore stofinò gli occhiali sulla sua veste, afferrò l’altra lampada e si avviò verso la zona est. «Professore» esclamai, prima che si allontanasse troppo. «Per Diana, signor Kennedy! Che cosa le ho appena detto, riguardo al non farsi notare dallo spettro?» rispose il mio mentore, con voce tutt’altro che discreta. «Chiedo scusa, ma... se dovessi avvistare lo spettro, come dovrei fare per chiamarla?» «Non lo farà» disse paco il professore «oramai ha quasi le competenze di un vero demonologo. Se perfino il Ghost Club è capace di riconoscere un fantasma da un gioco di luci da quattro soldi, sono sicuro che lei riuscirà a fare altrettanto, se non di meglio» «Ma, professo...» Il professore si avviò verso l’ala est, ignorandomi. Solo e intimorito, mi avviai dalla parte opposta. Camminavo nella semioscurità, illuminando il mio cammino con una lampada ad olio. Mentre mi assicuravo che la fiamma fosse abbastanza bassa da non essere notabile da uno spettro, mi venne in mente un ricordo di qualche anno fa. Il professor Edwards aveva portato i pochi studenti della nostra classe - quelli che non avevano mollato - davanti ad una casa inabitata, poco fuori Oxford. A quanto pareva, l’edificio era stato abbandonato settant’anni prima, chiuso al pubblico poiché ancora proprietà privata. Inutile è forse dire che quell’esercitazione richiedeva quindi... «Un’effrazione!» disse Matthew Jenkins. «Sì, signor Jenkins. Entrare in questa casa è un reato, ed è infatti stato per un po’ di tempo uno svago dei monelli di strada il cercare di intrufolarvisi e dormirvi per una notte, a fronte di provare il proprio coraggio» «Immagino che l’unico motivo per cui la trovavano una sfida non fosse il fatto che la polizia li avrebbe sbattuti fuori, giusto?» chiesi. «Certo che no. I più… “fortunati” venivano scoperti dai poliziotti in poche ore. Sembra infatti che i superiori degli stessi gli dessero direttamente l’ordine di andare a prendere i ragazzi, stati informati da qualcuno. Ma come potete vedere...» Il professore alzò le braccia e fece una piroetta, in modo da indicarci il circondario. «... qui non vi è anima viva. Nessuno ha mai capito chi desse questa informazione alla polizia» «E cosa succedeva ai meno fortunati?» chiese Martin Knox. Il professore sorrise, compiaciuto dalla nostra curiosità: «Loro sono rimasti più a lungo... abbastanza da assistere ad episodi strani e inusuali. Alcuni avevano la sensazione, a volte confermata dai loro stessi occhi, di quadri le cui pupille seguivano i loro movimenti. Altri giurano che le loro immagini negli specchi restavano ottusamente ferme a fissarli, anche quando i ragazzi saltavano o si muovevano. In due casi videro, ad aspettarli alla fine di un corridoio, ciò che i tedeschi chiamano Doppelgänger» «Ma, professore...» iniziò Edward Wood «I doppelganger sono solo il risultato di allucinazioni ed isteria, non è possibile che dei ragazzi abbiano visto i fantasmi di se stessi» «Ed è per questo che non possiamo fare affidamento sulle loro testimonianze. Quindi, manderò voi ad osservare questi fenomeni. Resterete qui tutta la notte, a raccogliere dati» «E la polizia? Se venissimo arrestati, ci espellerebbero!» esclamò Jenkins. «I poliziotti non saranno un problema, me ne occuperò io» Il professore estese quindi la mano verso la carrozza. «Chi di voi non se la sente, è libero di tornare con me ad Oxford. Sappiate però, che non partecipare a questo esame pratico equivarrà all’immediata bocciatura in questo corso» Esplosero subito le proteste dei miei colleghi, scioccati da una dichiarazione tanto drastica. C’era chi volle ricordargli quanto i loro genitori pagassero in retta e donazioni, altri minacciarono che sarebbero ricorsi agli avvocati se li avesse costretti a partecipare ad un atto illegale. A nulla valsero le loro lamentele dinanzi alla stoicità del professore. «La demonologia è una branca della scienza che mal si adatta a chi ama restare dietro una scrivania, al sicuro dai rischi e pericoli della vita» ci disse deciso «Le creature che affronterete saranno per la maggior parte delle semplici seccature per i vostri assistiti, ma alcuni spettri saranno violenti e potenzialmente letali. Ve lo dissi il primo giorno del mio corso, ve lo ripeto ancora: le mie lezioni sono per pochi eletti. Sta a voi capire se siate fra di essi, o no» Restammo solo in quattro: io, Edward Wood, Jacob Maudsley e Andrew Kerfoot. Gli altri salirono sulla carrozza, rifiutandosi di guardarci in faccia. Jenkins non si degnò neanche di salutarci, mentre si sedeva schiumante di rabbia al fianco del professor Edwards. «Buona fortuna, signori. Tornerò a prendervi all’alba… se sarete ancora qui.» ci disse il nostro insegnante, sorridendoci mentre chiudeva la porta del veicolo. La carrozza si avviò giù per il sentiero, lasciandoci davanti a quella vecchia casupola fatisciente. Mi chiedo se fossi l’unico, allora, ad essere eccitato al pensiero della notte che
  15. Le vicende che vado a riportarvi sono eventi accaduti circa tre mesi fa, in Croydon,South London. Su consiglio del mio mentore, il professor Griswold Edwards, insegnante di Demonologia e Esorcismo Pratico Scientifico alla Università di Oxford, ho annotato su un taccuino tutti gli eventi accaduti a Young House. Ho deciso di riscriverli sotto forma di diario, così da essere di più facile comprensione a coloro a cui intendo sottoporre questi documenti: il Vice-Cancelliere dell’Università di Oxford Francis Jeune,il Capo della sezione Attività Paranormali e Occulto di Scotland Yard Charles Burns, ed infine il mio carissimo amico e compatriota Abraham Stoker. Dominus Illuminatio Mei Croydon, Settembre 1863 Era tardi quando arrivammo a Young House. La nostra carrozza si fermò davanti al cancello della villa, dietro il quale potei vedere un viale circondato da giardini e decorazioni in pietra. Ricordo in particolar modo come il cielo fosse nascosto dalle nuvole. Il prematuro calare delle tenebre annunciava la fine dell’estate, rendendo il paesaggio più tetro ed inquietante di quanto già non fosse. Le statue degli angeli chinati a pregare sembravano, nella penombra notturna, intenti a piangere. Le figure che ritraevano varie bestie, come leoni e lupi , mi apparvero come bestie in carne ed ossa; immobili, la mia mente suggestionata le vide come se fossero in attesa di una preda incauta, pronte a ghermirla e farla a pezzi con le loro fauci. «Hic sunt leones.» esclamai, pensando ad alta voce. «Non siamo così lontani da Oxford, signor Kennedy. Temo che a parte quelle orripilanti statue, vedremo ben pochi leoni nel South London». A parlare era stato il mio mentore, il professor Griswold Edwards. Lo conobbi per la prima volta durante il mio primo anno ad Oxford, alla lezione di Demonologia e Esorcismo Pratico Scientifico. Quando m’iscrissi al corso, il nome era soltanto Demonologia. Tuttavia, il professor Edwards specificava che il suo corso non trattava solo metodi per riconoscere le attività demoniache e paranormali, ma anche come occuparsene. L’aggettivo “Scientifico” era stato aggiunto per indicare che i suoi metodi non si basavano su alcun tipo di superstizione, leggenda o diceria popolare. I suoi sistemi usavano esclusivamente l’analisi scientifica per compredere questi fenomeni e su esperimenti ideati da lui stesso o da altri. Il termine “Pratico” era stato aggiunto per indicare che il suo corso non era solo sulla teoria, ma anche sulla pratica. Il mio mentore era quello che alcuni chiamavano un cacciatore di fantasmi. Ed era per questo che ci trovavamo lì in quel momento. «Magari vedremo qualche aquila calva. In fondo gli Young sono americani» «Americani che si sono trasferiti in Inghilterra, speranzosi di confondersi con l’alta società locale. Se posso dire, questi yankee mi ricordano tanto i nuovi ricchi della Roma di Petronio: dei Trimalchioni elevatisi tanto in fretta da dimenticarsi di non essere nati nell’ambiente altolocato. Convinti di essersi mischiati bene fra gli alti ceti sociali, si ritrovano ad essere solo una pessima caricatura di quest’ultimi. Un po’ come un maiale con un frac addosso.» Il cocchiere aprì la porta della nostra carrozza, mostrandoci la famiglia Young e servitù ad aspettarci davanti al portone. La facciata della casa era piena di grandi vetrate, con infissi e telaiature indorate. Nonostante sapessi che il mio mentore esagerava a dichiarare gli Americani immigrati in Inghilterra un branco di cafoni ripuliti, non potei non fare a meno di notare che nel caso della famiglia Young non aveva sbagliato di troppo: se la casa era così pomposa ed eccessiva dall’esterno, chissà come doveva esser internamente. «Professor Edwards! Finalmente ho il grandissimo piacere di conoscerla». Zacharias Young, grande industriale del carbone sia qui in Inghilterra che nei suoi natii Stati Uniti, si avvicinò al mio mentore per stringergli la mano. Dietro di lui, vi erano la sua seconda moglie Annabelle, di vent’anni più giovane. Vi era poi il figlio maggiore Arnold, alto, muscoloso e dotato di una chioma di capelli corvini così scuri che, se non fosse stato per le forti luci provenienti dalla casa, si sarebbero potuti confondere con l’oscurità circostante. Al suo fianco viddi il secondogenito Phineas, più basso e decisamente meno attraente del fratello maggiore, la terza figlia Angela e i due figli più piccoli, i gemelli Edward e Albert, chiamati così in onore al padre e al marito della regina della loro nuova patria. Notai come Angela cercasse di restare il più lontano possibile da Annabelle. Immaginai che fosse dovuto a come, poco dopo la nascita dei due gemelli, la loro madre Elizabeth si fosse ammalata gravemente e avesse spirato in tempi recenti. Suo padre si era risposato subito dopo con Annabelle, che era solo di pochi anni più vecchia di lei e praticamente coetanea di Arnold. Il professor Edwards strinse la mano di Zacharias con fermezza. «Il piacere è tutto mio, Signor Young. Una villa veramente deliziosa la sua.» «Ah, la ringrazio. Dovrebbe vedere gli interni: l’arredamento lo scelse la mia prima moglie, riposi in pace...» A quelle parole Annabelle ebbe un leggero, quasi invisibile spasmo al lato destro della bocca. «Mi dica, chi è il giovane che la accomapagna.» «Il mio assistente An...» «A. Thomas Kennedy, signore!» esclamai all’improvviso, tendendo la mano al signor Young ed interrompendo in tempo il mio mentore «È un vero onore per me conoscere una personalità di spicco dell’industria come lei.» Mentre mi stringeva la mano, Zacharias mi fissò negli occhi con uno sguardo sarcastico: «Ammetto di non vivere da molto tempo in Inghilterra, ma di solito non si tende anche qui a dire il primo nome per esteso e l’iniziale del secondo?» «Sissignore.» risposi, ricambiando lo sguardo sarcastico «Di solito è così.» C’introdusse ai suoi familiari e, dalle strette di mano con gli uomini e dai baciamano alle donne, cercai d’intuire chi fossero. Arnold aveva una stretta forte. La sua mano energica si chiuse sulla mia come una presa meccanica, trasmettendomi tutto il suo vigore. Capì che doveva essere un tipo sicuro di sé, forse anche arrogante: sembrava volermi sopraffare. Phineas invece era l’esatto opposto: la sua mano si attorcigliò intorno alla mia stancamente. Sembrava che non si fosse accorto di me, indicando quanto fosse distaccato dagli eventi intorno. Il braccio si mosse comunque contemporaneamente al mio: non era distratto da qualcosa, ma semplicemente disinteressato. Notai che prima che il mio mentore prendesse la mano di Angela, Annabelle si era spostata direttamente davanti a lei, porgendo la mano. Chiunque avrebbe capito che le due non potevano sopportarsi. Da un baciamano non sarei stato in grado di capire molto, poichè non ci poteva essere nessun vero contatto fisico, ma mi bastò osservare altri dettagli. Annabelle allungò la mano verso di me quasi di scatto. Non fu altrettanto rapida quanto con il mio mentore, ma viddi che le piaceva essere omaggiata e che pretendeva di esserlo da chiunque. Mentre tendeva il braccio verso di me, gonfiò lievement il petto. Non lo faceva intenzionalmente, era dovuto alla sua indole orgogliosa. Passai ad Angela, che mi sorrise con dolcezza. Mi tese la mano molto più lentamente della matrigna e, guardandola mentre avvicinavo le mie labbra ad essa, represse l’istinto di abbassare la testa, così da chiudersi la gola. A quanto pareva, la loro antipatia doveva essere dovuta anche alle loro personalità opposte. Infine strinsi la mano ai due gemelli, identici come due gocce d’acqua. Entrambi la strinsero con vivacità e allegrezza, tipica dei bambini della loro età che ancora si preoccupavano solo di giocare e di mangiare la merenda. «Non saremo arrivati troppo tardi per la cena spero» disse il mio mentore, rivolgendosi pacatamente al nostro anfitrione. «Oh no, tutt’altro. Mi segua.» E mentre la famiglia Young cominciava a farci strada verso l’entrata, io ed il mio mentore ci lanciammo un breve sguardo d’intesa. Era iniziata la caccia.
  16. Lo studio era molto più sobrio ed essenziale del resto della casa. Almeno questa stanza, Zacharias se l’era arredata da solo. Il signor Young ci fece accomodare su due poltroncine davanti alla scrivania. «Del brandy?» ci chiese, sedendosi davanti a noi. «Perché no, signor Young. Brinderemo alla vostra salute.» Il signor Young tirò fuori tre bicchieri da uno scomparto dietro la sua sedia. Li riempì con del brandy di discreta annata, con movimenti rapidi e precisi di chi è abituato a maneggiare bevande ricercate. Una volta bevuto il primo sorso, il mio mentore andò dritto al nocciolo della questione. «Molto bene, signor Young. Mi dica tutto ciò che sa su questo fantasma. Per esempio, se è riuscito a vederlo.» «No, e chiunque l’abbia fato non sembra sia in grado di descriverlo. Chi si è ripreso dice di non riuscire a ricordarne la figura, come se la loro memoria fosse stata soppressa dallo spavento…» «Mi sorprende che non vi siate sistemati da qualche altra parte. Credete che il fantasma stia perseguitando voi e non la casa?» esclamai all’improvviso. «Sono stato io a chiedergli di non farlo, signor Kennedy.» disse il professor Edwards: «Dobbiamo prima appurare che non sia una messinscena. Se si trattasse di ciò, il nostro ingannatore potrebbe decidere di non mandare in scena i suoi trucchi, per evitare di essere scovato. Questo avrebbe l’effetto di far apparire l’assenza della famiglia Young come il motivo per cui il fantasma non si è mostrato, e non semplicemente il suo timore di essere scoperto da due veri professionisti. Una volta che avremo quindi appurato che sia un vero spettro, dobbiamo essere sicuri che non diventi aggressivo nel caso la famiglia lasci la casa. Potrebbe inseguirli ed attaccarli, mentre noi resteremmo qui. Ignari di tutto.» «Oh ma andiamo, professor Edwards!» intervenne il signor Young: «Non penserà davvero che sia stato un uomo a spaventare quelle persone così! E comunque, se dovessimo lasciare temporaneamente la casa, ci faremmo proteggere dalla polizia.» «Capisco il suo desiderio di lasciare la tenuta, ma voi sottovalutate il potere della mente umana. Ci sono stati casi in cui, se suggestionata a dovere, potrebbe perfino far emergere nel corpo i sintomi della peste bubbonica. Figuriamoci quindi, se non può bloccare i ricordi di un certo evento! Specie se non si è certi di cosa si è visto...» Il mio mentore sorseggiò un altro sorso, schioccò le labbra e proseguì. «Inoltre, Scotland Yard ha cominciato ad addestrarsi per questo genere di situazioni da meno di tre anni: si fidi, io ed il signor Kennedy siamo la vostra migliore chance.» «E non vi è nessun altro ad Oxford o in questo paese in grado di farci da guardia del corpo contro quell’affare?» Il mio mentore ed io sapevamo la risposta, ma per il professor Edwards era già stato difficile abituarsi alla mia presenza. Non avrebbe mai accettato che un altro demonologo s’impicciasse nelle sue indagini. «No» rispose, con un sorriso accondiscendente «temo di essere l’unico a poter garantire totalmente l’incolumità vostra e della vostra famiglia» Il signor Young cominciò a sfregarsi le mani nervosamente. Era chiaro che un conflitto interiore lo stesse corrodendo, ma d’altro canto non c’era da meravigliarsi: affidare completamente se stessi e la propria famiglia ad un totale sconosciuto non è mai cosa facile. Tuttavia, di una cosa ero e sono tuttora certo: se esisteva qualcuno in grado di risolvere quel problema, quel qualcuno era senz’ombra di dubbio Griswold Edwards. «E va bene, professor Edwards. Io e la mia famiglia resteremo qui. Ma solo per un tempo limitato.» «Posso identificare la natura dello spettro entro due notti, massimo tre. Quanto al liberarsene, beh, questo dipende...» «Avete due giorni e due notti, professore. Dopodiché, le permetterò di proseguire il suo lavoro, ma non lascerò che mia moglie e i miei figli restino qui dentro un solo minuto di più.» Io aprì bocca per protestare, ma il professore m’interruppe battendo le mani ed esclamando: «Allora non c’è tempo da perdere! Signor Kennedy, l’orario se non le dispiace.» Controllai il mio orologio da taschino. «Sono le dieci e mezza, signore.» «Dobbiamo sbrigarci. Di solito le apparizioni di questo spettro sembrano avvenire dopo la mezzanotte, ma è meglio trovarsi pronti.» Io ed il mio mentore facemmo per alzarci, ma il signor Young ci bloccò con un gesto della mano. «Penso sia inutile sottolineare, professore, che il vostro principale scopo è preservare i miei familiari. Dovrete assolutamente impedire che quel... la cosa, si avvicini a loro.» Il professore si alzò, subitamente seguito dal sottoscritto. Una volta raggiunta la porta, si voltò verso il padrone di casa. «Vada a riposare, signor Young. Lasci fare a chi di notti come questa ne ha passate tante.»
  17. William L. Chioccini

    Presentazione del romanzo "Il vicino di casa"

    Ciao a tutti! Domenica 18 novembre 2018, alle ore 18:00, ci sarà la presentazione del mio romanzo, "Il vicino di casa". La presentazione avverrà presso il Mondadori Bookstore di Valle Aurelia, Roma (Centro Commerciale Aura). Sono felicissimo, e anche molto emozionato: questa sarà la prima volta che presento uno dei miei romanzi davanti a un pubblico! Naturalmente siete tutti invitati! Più siamo e meglio è! ;-) Non mancherò di postare qui e sulla mia pagina Facebook (https://www.facebook.com/williamluciochioccini.scrittore/) aggiornamenti o modifiche. Grazie!
  18. syllon

    Greco&greco Editori

    Nome: Greco&Greco Editori Generi valutati: giallo, fantascienza, politica, saggistica, narrativa, eros, memorie, letteratura classica e contemporanea e umoristica Invio manoscritti:http://www.grecoegrecoeditori.it/invio-manoscritti/ Distribuzione:http://www.grecoegrecoeditori.it/distributori/ Sito: http://www.grecoegrecoeditori.it/ Facebook: https://www.facebook.com/pages/GrecoGreco-editori-Official/1496908373913073?ref=bookmarks Dal loro sito (ottobre 2018): Al momento non prendiamo in esame testi da valutare.
  19. Federica M. Barone

    Chiado Editore

    Nome: Chiado Editore Generi trattati: narrativa, saggi, polizieschi, thriller, biografie, poesie, libri d’infanzi, libri di illustrazioni. Modalità di invio dei manoscritti: https://www.chiadoeditore.it/invio-opere Distribuzione: https://www.chiadoeditore.it/distribuzione Sito: https://www.chiadoeditore.it/ Facebook: https://www.facebook.com/ChiadoEditore Chiado Editore è specializzata nella pubblicazione di autori italiani contemporanei, da quelli più affermati ai più promettenti artisti emergenti del nostro tempo. Dato il successo raggiunto in Portogallo e Brasile, abbiamo ampliato i nostri orizzonti verso nuovi Paesi e lingue differenti e si possono trovare le opere pubblicate dalle nostre sezioni internazionali tramite i rispettivi siti web. Pubblichiamo anche in America Latina, Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo, Regno Unito, Spagna e Stati Uniti d’America. La politica editoriale di Chiado Editore punta a democratizzare il mondo editoriale, creando le migliori opportunità per gli Autori e offrendo ai Lettori straordinarie opere di ogni genere, ad un giusto prezzo e senza pregiudizi. Se un Autore desidera pubblicare il suo libro con noi, non deve fare altro che inviarcelo con una breve biografia. Il nostro Consiglio Editoriale lo analizzerà e se sarà compatibile con la nostra linea editoriale, non esisteremo a presentare una proposta di pubblicazione. Tutti gli Autori famosi inizialmente erano sconosciuti. Chiado Editore sa che è così e per questo motivo presta la massima attenzione ai manoscritti che riceve, analizzandoli senza pregiudizio alcuno.Comunichiamo sempre all’Autore le nostre intenzioni, che ci sia, o meno, interesse nel pubblicare il manoscritto. Scrivere un libro è una grande sfida, ma anche una sensazione unica e irripetibile!
  20. Marcello

    Tour umbro – Assisi – Appuntamento n. 2

    Fino a
    Tre libri – Tre autori venerdì, 28 settembre ore 17,30 presso Mondadori S.Maria degli Angeli – Assisi incontro con Gabriele Giuliani, autore di Il giorno delle nozze, Montag edizioni, 2018 Giovanni Staibano, autore di La madre, LFA publisher, 2018 Marcello Nucciarelli, autore di La pista portoghese, Alcheringa Edizioni, 2017 Nasce dall’iniziativa di tre autori, che pubblicano con tre diverse case editrici, l’idea di un incontro letterario a più voci in cui sono gli autori stessi a presentare il libro del collega. Giuliani, nato a Roma, ha scritto un romanzo introspettivo, familiare, a sfondo sociale; Staibano, di Foligno, presenta un thriller ambientato in America; Marcello Nucciarelli, di Forlì, ha dato vita alla serie di inchieste della poliziotta olandese Gretije de Witt. @Jhonjey @nemesis74
  21. Marcello

    Tour umbro 2018 – Terni – appuntamento n.1

    Fino a
    Presso la Biblioteca comunale di Terni (http://www.bct.comune.terni.it/) dal programma di settembre (http://www.bct.comune.terni.it/uploads/programma_settembre_2018.pdf) giovedì 27 settembre caffè letterario ore 17.00 incontro con Gabriele Giuliani, autore di Il giorno delle nozze, Montag edizioni, 2018 Giovanni Staibano, autore di La madre, LFA publisher, 2018 Marcello Nucciarelli, autore di La pista portoghese, Alcheringa Edizioni, 2017 Nasce dall’iniziativa di tre autori, che pubblicano con tre diverse case editrici, l’idea di un incontro letterario a più voci in cui sono gli autori stessi a presentare il libro del collega. Giuliani, nato a Roma, ha scritto un romanzo introspettivo, familiare, a sfondo sociale; Staibano, di Foligno, presenta un thriller ambientato in America; Marcello Nucciarelli, di Forlì, ha dato vita alla serie di inchieste della poliziotta olandese Gretije de Witt. @Jhonjey @nemesis74
  22. Ospite

    Nord

    Nome: Casa editrice Nord (Gruppo GEMS) Sito: http://www.editricenord.it Genere valutati: Azione e avventura, Gialli e mystery, Letteratura, Narrativa fantastica, Narrativa non di genere, Thriller Invio manoscritti: http://www.editricenord.it/invio_manoscritto.php Distribuzione: non specificata Facebook: https://www.facebook.com/CasaEditriceNord/?fref=ts
  23. Riccardo Bertoldi

    New-Book Edizioni

    Nome: New Book Edizioni Generi valutati: thriller, giallo, rosa, storico, per ragazzi. Invio manoscritti: http://www.new-bookedizioni.it/contatti.php Distribuzione: librerie fiduciarie, Amazon, IBS e altri store on-line Sito: http://www.new-bookedizioni.it/ Facebook: https://www.facebook.com/New-Book-Edizioni-389523121122968/ La casa editrice New-Book Edizioni, con sede in Trentino Alto Adige lavora con una fitta rete di librerie di propria fiducia, pubblicizza il libro sul suo sito web, sui Social Network, su Amazon, IBS, Libreria Universitaria e attraverso la consegna di alcune copie alla stampa. Realizza, inoltre, anche le versioni e-book (acquistabili dal sito web e direttamente dal Kindle Store di Amazon). Offre l'opportunità di girare un book-trailer del libro, a chi fosse interessato.
  24. Ospite

    Dbooks.it

    Nome: DBooks Generi valutati: narrativa, fantasy e fantascienza, poesia, gialli e thriller, sentimentale, scolastica, horror, comico, narrativa per ragazzi, teatro, guide e saggi, periodici Invio Manoscritti: non specificato (https://www.dbooks.it/contact-us/) Distribuzione: Pubblicano solo in formato digitale Sito: http://www.dbooks.it/ Facebook: https://it-it.facebook.com/dbooks.it/
  25. dfense

    Edizioni Eventualmente

    Nome: Edizioni Eventualmente Generi trattati: dal sito: "Edizioni EventualMente® seleziona opere letterarie inedite di poesia, noir, gialli, racconti, cucina, romanzi, narrativa, storia, arte e storia locale, etc". Modalità di invio dei manoscritti: http://www.edizionieventualmente.it/NuoviTalenti.html Distribuzione: http://www.edizionieventualmente.it/Distribuzione.html Sito: http://www.edizionieventualmente.it Facebook: https://www.facebook.com/edizioni.eventualmente
×