Vai al contenuto
  • Mosche bianche


    Pier Doglio

    Essere mosche bianche fa vibrare il cuore.
    Piu di 15 anni fa lessi una lettera di un mio caro amico che parlava di mosche bianche e di cosa voleva dire esserlo. Oggi mi rendo conto di quanto certe cose siano in grado di entrarti dentro e a quel punto non ti lasciano più. 
    Essere una mosca bianca vuol dire sorprendersi ogni giorno per qualcosa, vuol dire sentirsi utili nonostante la monotonia della quotidianità, vuole dire rincorrere l impossibile.
    Una mosca bianca si sente triste e sola la sera prima di andare a letto ma è consapevole dell importanza che dà al proprio ruolo.
    Il compito di una mosca bianca è dimostrare a chi gli sta intorno che si può essere migliori nonostante gli errori e le paure, nonostante la cattiveria e l orgoglio, nonostante l invidia e il rancore.
    Essere un anomalia fa si che il mondo si renda conto che esisti. Un anomalia rende il sistema meno protetto dalle proprie stupide regole, in questo modo sei tu che cambi il sistema e non esso che cambia te.
    Bisogna prendersi la responsabilità del proprio ruolo e condividerlo con ciò che ci sta intorno; credere di essere qualcuno non è esistere ma voler essere qualcuno e dimostrare di poterlo essere ti da la possibilita di esistere sul serio.
    Bianco in un mondo nero, anomalia in un mondo di monotonia, essere e non sopravvivere.


    Libro Collegato: Capitolo Precedente: Capitolo Successivo:


    Feedback utente

    Commenti raccomandati

    Non ci sono commenti da visualizzare.



    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    Devi essere un utente per inserire un commento.

    Crea un account

    Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×