Vai al contenuto
  • Primo capitolo


    Doriana Pesciaioli

    11 Novembre 1974                                       1

    Il lutto era solo una piccola  parola

    su un dizionario ma, dopo la tua morte

    è diventato uno strano modo di vivere per me.

     

    Non ricordo precisamente quando ti ho salutata, ricordo solo il vuoto ed il rombo di un motore, le ruote che scivolavano sul selciato ed il viso di mia sorella, attento come me a guardare ciò che non sarebbe più tornato.

    Ricordo una musica che ancora mi accompagna ogni volta che ti penso, Chopin Spring Waltz , questa è la tua musica, quella che ti rappresenta, quella che pulsa nelle mie vene, quella che mi ricorda che tu sei ancora qui , ogni giorno accanto a me.

    La finestra si chiude sopra di noi, siamo io, mia sorella e le grandi mani di mio nonno.

    “ E’ ora di andare signorine, il pullman  non aspetta chi se la prende comoda “

    C’era una strana luce quel giorno ed un silenzio assordante in quella via di paese, come se la gente sapesse  e la natura aspettasse il ritorno di chi, non lo fece mai più.


    Libro Collegato: Capitolo Precedente: Capitolo Successivo:


    Feedback utente

    Commenti raccomandati



    Per favore accedi per lasciare un commento

    Potrai inserire un commento dopo aver effettuato l'accesso.



    Accedi Ora

×