Vai al contenuto

valsiwho

Scrittore
  • Numero contenuti

    93
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

38 Piacevole

5 Seguaci

Su valsiwho

  • Rank
    nascon fiori dove cammina
  • Compleanno 13/07/1992

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Roma

Visite recenti

1.442 visite nel profilo
  1. valsiwho

    Richieste correzione titolo di una discussione o racconto

    Grazie mille!
  2. valsiwho

    Richieste correzione titolo di una discussione o racconto

    Buonasera, sul sito del Calvino hanno aggiornato la data di scadenza del concorso: è stata prolungata al 28/10/2019. è possibile modificare la scadenza nel titolo e nel post? Grazie mille
  3. Hanno pubblicato il bando per la XXXIII edizione del Premio Calvino. Le opere devono essere inviate alla segreteria del Premio a partire dal 5 luglio 2019 ed entro e non oltre il successivo 28 ottobre 2019 (fa fede la data del timbro postale di invio). L’autore non deve aver pubblicato nessun’altra opera narrativa in forma di libro autonomo, sia cartaceo che e-book, e deve essere in possesso dei diritti sull’opera presentata. Sono ammesse le autopubblicazioni (sia cartacee sia e-book), le pubblicazioni sostenute in qualsiasi forma da un contributo dell’autore, le pubblicazioni su riviste cartacee o online, su antologie, leedizioni a distribuzione locale o a cura di associazioni ed enti locali, le pubblicazioni con basse tirature (inferiori alle 300 copie) o con un ridotto numero di copie vendute (inferiore a 200 se cartacea oppure inferiore a 400 download se digitale), le pubblicazioni tramite crowdfunding. Qualora l’autore abbia pubblicato opere appartenenti alla suddetta tipologia e ne possegga i diritti può partecipare al concorso con queste stesse opere, qualora invece non sia più in possesso dei relativi diritti, può partecipare ma con altro materiale. C'è il pagamento di una tassa di iscrizione, in base alle battute (spazi inclusi), e l'età: Per testi inferiori alle seicentomila battute (spazi inclusi) la quota di iscrizione è euro 100,00. Per testi superiori alle seicentomila battute (spazi inclusi) la quota di iscrizione è euro 120,00. Per i testi superiori alle novecentomila battute (spazi inclusi) la quota di iscrizione è euro 150,00. Per i concorrenti di età inferiore ai 26 anni all’atto dell’iscrizione la quota è di euro 50,00 (di euro 70,00 per opere che superino le seicentomila battute, spazi inclusi, e di euro 90,00 oltre le novecentomila battute). La Giuria designerà l’opera vincitrice, al cui autore sarà attribuito un premio di € 1.500 e, in linea di massima, individuerà altri due testi per una menzione, a ciascuno dei quali sarà attribuito un premio di € 500. A uno dei finalisti verrà inoltre assegnata, a cura dell’Istituto Treccani, una speciale menzione per “originalità linguistica e creatività espressiva”. Per leggere il bando completo, vi lascio qua il link bando XXXIII edizione Premio Calvino.
  4. Grazie a tutti! Purtroppo l'unico racconto che abbiamo letto è quello che poi ha vinto. Mi sarebbe piaciuto dare una sbirciatina agli altri. A me piace molto "Nella sera d'inverno" e "La giostra".
  5. Eccomi, seppur in ritardo Sono rientrata nella rosa dei 10, e la finale si è svolta al Salone. Però non ho vinto. L'importante però è stata la selezione, almeno per me. Già essere lì è stata una vittoria. In ogni caso, sarà per la prossima volta.
  6. valsiwho

    Cosa state leggendo?

    Sì, c'è un secondo libro, che però non ho ancora letto. Il protagonista è lo stesso, Marcus Goldman. Dovrebbe essere di Sky, credo. La seguo in streaming, quindi non ho idea. Infatti non è male, anche se Shining sta a un livello superiore
  7. valsiwho

    Cosa state leggendo?

    Oddio, non mi dire così le prime pagine non sono male, la prosa scorre, anche se è chiaro il distacco Shining/Doctor Sleep. Ti saprò dire quando l'avrò finito
  8. valsiwho

    Cosa state leggendo?

    Dopo anni che ce l'ho in lista, ho finalmente iniziato Doctor Sleep. Sono curiosissima di leggere il seguito di Shining, anche se ho un terrore tremendo. Però è sempre opera del maestro
  9. valsiwho

    Cosa state leggendo?

    Sto leggendo "La verità sul caso Harry Quebert". Me lo sto divorando, la prosa scorre piacevolmente e il mistero s'infittisce. Poi mi ritrovo molto con il personaggio principale, che è uno scrittore bloccato con la stesura del suo romanzo. Di recente sono usciti degli episodi della serie tv; li ho visti e sono fedelissimi al libro. Per ora lo consiglio, poi vedremo come si risolve.
  10. valsiwho

    Come imparare a scrivere?

    Io, se fossi in te, leggerei libri e scriverei qualcosa, tanto per provare. Come dicevo prima: una lettera, un diario, semplici pensieri. Al manuale avvicinati più tardi, quando hai un po' di dimestichezza con la scrittura. Devi avvicinarti a piccoli passi alla scrittura. E' un legame intimo, tra te e lei, che devi creare. Ci vuole tempo, e pazienza, tanta pazienza, ma non è impossibile. In bocca al lupo!
  11. valsiwho

    Come imparare a scrivere?

    Mi è capitato di descrivere una moka per il caffè. Sì, una moka per il caffè. Mi piacciono le azioni in cucina alla Murakami. Capisco cosa intendi, e hai trovato la risposta: Google. Quando non so come descrivere una cosa, mi affido a Google o meglio, a Treccani. Il sito è perfetto. Gli esercizi di scrittura partono per livelli. Essendo tu un principiante, credo che puoi trovare facilmente esercizi inerenti alle tue capacità. Puoi, in alternativa, cominciare a scrivere e basta. Narrare la tua giornata, la spesa che hai fatto al supermercato o l'ora interminabile in fila alle poste. Puoi scrivere una lettera a un amico, a te stesso, oppure a una persona che ti sta antipatica. Puoi iniziare a scrivere un diario, che ne so. Di una cosa sono certa, però: per scrivere bisogna vivere. Inizia a buttare giù quello che fai, in modo minuzioso. E' roba per te, mica la devi pubblicare. Mi viene in mente di nuovo Murakami, ha questo modo di scrivere che t'incanta, anche se il personaggio sta preparando la cena o spolverando casa. Gli autori del forum scrivono nella sezione "Narrativa", lì ci sono i racconti degli utenti che puoi leggere e commentare. Puoi scrivere anche tu, se vuoi, basta seguire le regole. Ci si aiuta tra di noi, ed è una sezione molto carina. Fino a qualche tempo fa non lavoravo, e leggevo esclusivamente i libri della biblioteca. Poi, ho cominciato a lavorare e a fare a meno di una maglietta, di una cena, ed ecco che la mia libreria si è ingrandita. Ma se ti trovi meglio con un Kindle, fai tu. Ho capito a che cosa ti riferissi, ma non so consigliartene alcuno. Non so nemmeno se esiste una roba del genere. Mi viene in mente il sito di Treccani, che è un dizionario perfetto, con tanto di sinonimi e contrari. Ciao!
  12. valsiwho

    Cosa fate quando non avete idee?

    Eccomi, sembra che tu abbia scritto il post per me! Mi mancano tre capitoli alla fine del romanzo. Tre. Non ci credo ancora, sono eccitatissima, eppure sono bloccata. Ferma. Scrivo, cancello, riscrivo. E non va bene. Non riesco a proseguire, ho un blocco tremendo ormai da giorni. Ho provato a leggere un libro, guardare una serie tv, uscire con gli amici. Mi sono messa a pulire casa. Ci manca solo che comincio a sfornare dolci, ed è finita: non so come proseguire. E mi rode un sacco perché procedevo spedita, e quei tre capitoli mancanti sono la chiusura di tutto. Il problema è che non riesco a "saltare" questo capitolo e scrivere il successivo. Come dice @nanoFatato, anche io scrivo in modo sequenziale. Aspetto che arrivi il colpo di genio, perché la situazione comincia a farsi ostica
  13. valsiwho

    Come imparare a scrivere?

    Ciao October, cercherò di risponderti in base alle mie esperienze di vita (perché è da lì che ognuno di noi dovrebbe partire). Credo fermamente che prima di scrivere bisogna leggere tanto. Non conosco scrittore che legga poco o niente. Ti faccio un esempio: ho un amico, più piccolo di me di diversi anni, che si sta approcciando alla scrittura. Mi passa dei pezzi che scrive, stralci di un "ipotetico" romanzo che ha in mente. Più di una volta gli ho evidenziato degli errori importanti, a cominciare dalla grammatica (verbi coniugati male, e così via) e dalla costruzione della storia in sé, come dialoghi irreali, personaggi piatti, trama inesistente. Insomma, gli ho suggerito di leggere tanto. Tantissimo. Infatti alla mia domanda: "Quanti libri leggi in un mese?", lui mi ha risposto: "Nessuno". Perché sì, il primo esercizio di uno scrittore è la lettura. Non c'è nulla da fare. Leggendo arricchisco il mio lessico, e mi interfaccio a stili di scrittura differenti. Poi, per l'amor del cielo, un po' di umiltà. Come si può pretendere di scrivere bene, se non si legge? Il talento esiste eccome, c'è chi non ce l'ha, e c'è chi c'è nato. Come i cantanti, o i pittori, o gli attori, e via dicendo. Ciò comunque non vuol dire che tramite tanti esercizi e tanta lettura non si possa migliorare la propria scrittura e partorire una bella storia. Di esercizi di scrittura creativa Google ne è pieno. Ci sono un sacco di blog e siti web. Su Amazon trovi dei manuali, se vuoi posso consigliartene diversi. Anche se a mio parere, preferisco le scuole di scrittura creativa. Che ci vuoi fare, gli insegnanti hanno più fascino. Leggi e basta, che devi studiare? Prima di studiare un certo romanzo o autore, comincia a leggere e basta. Lo studio verrà dopo. Se no che scrivi a fare? Non ho idea dei dizionari di cui parli, magari gli altri possono indicarteli. Ma scusami, ma come fai a descrivere qualcosa che non conosci? Quando scrivo, inserisco le mie esperienze di vita. Non parlo di cose che non conosco. Che mi metto a raccontare, come è vivere sulla Stazione Spaziale Internazionale con la Cristoforetti? E chi c'è mai stato? Certo! Se narri un certo periodo storico, devi studiare. Studiare tanto. Mica puoi dire una cosa non vera. Un domani, se uno storico leggerà il tuo libro e troverà degli errori (esempio banalissimo: nel Medioevo si spostavano con le auto), perderai credibilità con i lettori (a meno che non sia un libro sci fi, e quella è un'altra cosa). Vuoi davvero fare questa fine? Io ho frequentato la Scuola Palomar, si trova a Rovigo. E' stata una bella esperienza, e mi ha insegnato tanto. Però prima di approcciarti a una scuola di scrittura (e spendere tanti soldi), io se fossi in te dedicherei quest'anno a leggere. Ci sono tanti autori che possono aiutarti, sul forum troverai i topic dedicati alle loro opere. Classici, opere contemporanee, ma anche i fumetti di Topolino. L'importante è leggere. Se vuoi te ne posso consigliare alcuni, non preoccuparti di scrivere in privato. Ciao!
  14. valsiwho

    [Curatore editoriale] Giulio Mozzi

    Ciao a tutti ragazzi, non so se è inerente al post, ma seguo Mozzi su Facebook, e volevo segnalarvi che il 22 settembre sarà a disposizione per chi vuole fargli leggere il proprio testo a Pordenone, in ambito della manifestazione letteraria. Vi lascio il link al post Facebook, dove c'è scritto tutto in dettaglio, anche i modi di prenotazione. In bocca al lupo!
  15. valsiwho

    Cosa state leggendo?

    Certo! Presumo che ci vorrà un bel po' prima che lo finisca... ma ti farò sicuramente sapere. Per ora mi piace.
×