Vai al contenuto

Alexmusic

Sostenitore
  • Numero contenuti

    1.613
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    5

Alexmusic ha vinto il 14 novembre 2019

Alexmusic ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

1.082 Più unico che raro

Su Alexmusic

  • Rank
    Aporematicos
  • Compleanno 3 ottobre

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Prov. Varese
  • Interessi
    Lettura, scrittura, musica, politica, sociologia, psicologia, tennis (praticante), scacchi (idem), cucina, fai da te (...E non fate battute!).

Visite recenti

4.887 visite nel profilo
  1. Ne abbiamo inserita una per ciascuno dei capitoli principali, ma volendo si poteva illustrare anche l'appendice, perché anche lì gli spunti non mancavano. Lo scopo è quello di far capire che, pur trattando argomenti seri, a volte è meglio non prendersi troppo sul serio. I toni scherzosi sono gli stessi che adoperiamo ai nostri corsi di scrittura, pure quelli sconsigliati ai permalosi. L'uscita è prevista per domani, giorni in cui, volendo, almeno una delle vignette ve la potremo mostrare in anteprima. Grazie per il tuo "in bocca al lupo", @Ippolita2018 , a cui rispondiamo con un bel "viva il lupo!": per ora le prevendite stanno andando bene e speriamo di continuare su questa strada.
  2. Alexmusic

    Sibrium

    Per chi volesse vedere com'è oggi il sito archeologico di Castelseprio visto dall'alto, ecco un breve ma emozionante video. Purtroppo non è visibile la parte a valle, a pochi metri dal fiume Olona, che oggi è sotto la tutela del FAI. In questo caso vi consiglio una visita al sito.
  3. Alexmusic

    "Il Segreto di Sibrium" di Alessandro Cuccuru

    Per chi volesse vedere com'è oggi il sito archeologico di Castelseprio visto dall'alto, ecco un breve ma emozionante video. Purtroppo non è visibile la parte a valle, a pochi metri dal fiume Olona, che oggi è sotto la tutela del FAI. In questo caso vi consiglio una visita al sito.
  4. Alexmusic

    ISBN a pagamento.

    Va bene, @franciesmorrone_scrittore , abbiamo capito che il codice l'hai comprato tu; ma la cosa più importante da sapere è questa: hai già compilato la scheda col titolo del libro, il nome dell'autore, il numero di pagine? Sì o No?
  5. Alexmusic

    ISBN a pagamento.

    Credo che però @franciesmorrone_scrittore si riferisse a una pubblicazione in self, dato che afferma di averlo acquistato personalmente. Attendiamo lumi dall'interessato.
  6. Alexmusic

    ISBN a pagamento.

    La situazione non è chiara, prima di tutto perché i codici ISBN sono gestiti da EDISER, non dall'AIE. Poi bisogna capire se a questo codice ISBN tu abbia già abbinato un determinato titolo, compilando l'apposita scheda, dove devi inserire i vari dati: titolo, autore, copyright, numero di pagine, copertina ecc... Se sì, quel codice è ormai indissolubilmente legato a quel titolo e non lo puoi utilizzare per altri; se no, potrai utilizzare quando ti pare per il titolo che ti pare: non è prevista alcuna scadenza, che io sappia. In ogni caso, per qualsiasi informazione puoi contattare EDISER, anche telefonicamente. Vai su questa pagina: https://www.isbn.it/
  7. Alexmusic

    [MI 140] L'origine del male

    virgola non necessaria meglio "dalle quali era composta" altra virgola non necessaria qui le virgole non necessarie sono due: se lasci la prima, dovresti metterne un'altra dopo "laggiù", per chiudere "ogni tanto" in un inciso ennesima virgola fuori posto anacoluto e d eufonica non necessaria Qui invece la virgola manca dopo "stizza" e dato che hai scritto "sembrava", sarebbe stato meglio scrivere "intuiva". Perché questo strano passaggio al trapassato prossimo, che per giunta non mantieni fino alla fine del capoverso? Qui ci vorrebbe la virgola dopo "nata", ma sarebbe molto meglio tagliare del tutto l'osservazione superflua sul fatto che "non era ancora nata"; molto meglio scrivere semplicemente: "Allora la piccola, immersa per più di metà nel grembo materno, ..." Meglio i punti interrogativi che i puntini di sospensione. Ho appena finito di editare, con il contributo di @Melanie, il primo romanzo di @caipiroska , di cui vi parlerà lei nell'apposita sezione dedicata ai nostri libri. Il lavoro è stato lungo e faticoso, ma alla fine credo che entrambi ci si possa dichiarare soddisfatti del risultato raggiunto. Come avrete potuto notare, non sono riuscito a fermarmi nemmeno in questa occasione; è più forte di me: appena lei scrive qualcosa, ormai mi scappa l'editing, anche perché mi è parso di capire che tutti i precedenti commentatori, soggiogati e spaventati dalla sua potente vena horror, non abbiamo osato muoverle le dovute critiche formali. Sul contenuto nulla da eccepire, ma sul resto qualcosa dovevate dirle... E no, ragazzi, così non va bene, così me la viziate e vanificate mesi di predicozzi e commenti vari! Sappiate che ho preso nota di tutti i vostri nomi e quando comincerà l'editing del prossimo romanzo, vi toccherà aiutarmi, revisionando almeno un capitolo a testa!
  8. Alexmusic

    Cerco editor sardo/a.

    Il mio cognome è sardo (Cuccuru), ma io sono nato a Busto Arsizio e quindi non posso aiutarti. Ecco però due persone che potrebbero fare al caso tuo, che ho conosciuto in rete e con le quali ho avuto il piacere di conversare al telefono. Per contattarle devi avere un profilo facebook, perché di sicuro avranno anche un sito internet, ma io non lo conosco. Eccoti i due link. Marcella Garau e Giulio Pisano. La prima è stata per diversi anni a capo di una casa editrice, il secondo lavora per agenzie di un certo livello.
  9. Alexmusic

    L'aquila tra i giganti

    Ecco, bravo, vedi di sbrigarti perché i Cimbri si stanno annoiando nei loro accampamenti e non vedono l'ora di raggiungere nuove terre.
  10. Alexmusic

    Noia

    Bravo, @Evilelf , conservala questa paura, come un dono assai prezioso per uno scrittore: ti consentirà di non cadere in uno degli errori più gravi, e purtroppo più comuni, che capitano agli esordienti, ovvero il dare per scontato che le loro storie debbano risultare sempre interessanti. In modo molto brutale, in uno dei capitoli di un prontuario che sto scrivendo, io consiglio agli autori di partire proprio da questo presupposto: mettetevi in testa che, specie all'inizio del libro, al lettore dei vostri personaggi non importa assolutamente nulla. Quindi che non vi venga in mente di raccontargli chi sono, di chi sono figli, chi hanno sposato, dove abitano, cosa fanno per vivere e, peggio che peggio, cosa pensano! Fateli muovere, fateli agire, rendeteli particolari, seducenti, incuriosenti. E solo dopo, cum grano salis, cominciate a dire qualcosa in più su di loro. La paura di annoiare non è un nemico, ma un validissimo alleato: tenetevela sempre al fianco.
  11. Alexmusic

    Comprereste un libro che vi aiuti a non cadere negli errori più frequenti?

    No, da parte mia non lo scuso, perché se uno già da principio si rende conto di andare fuori argomento, non dovrebbe andarci, punto e basta. Sul discorso avverbi (specie quelli con desinenza in mente) sono state aperte nel forum fior di discussioni e se tu ti fossi preso la briga di andare a cercarle, ci avresti risparmiato il tuo inutile sarcasmo e le tue dotte citazioni. Per la cronaca, non esiste alcuna regola e alcuna proibizione, come la definisci tu: è una questione di scorrevolezza e modernità dello stile, che ciascuno è libero di seguire oppure no.
  12. Alexmusic

    Le domande più ricorrenti alle presentazioni dei libri

    Questa è una delle frasi peggiori da sentire, sia che si tratti di una scusa per non comprarlo, sia che effettivamente il cliente lo compri on line. Nel primo caso, ovvio, ci si resta male, perché si tratta di una balla gigantesca e neanche originale; nel secondo, perché l'autore pensa "Ma razza di taccagno! Ti fa schifo spendere il 15% in più e prenderlo adesso con la mia firma?"
  13. Un altro fattore che sta affossando il fantasy, mi riferisco soprattutto all'Italia, è il self publishing, dove approdano buona parte degli autori cestinati dalle CE. Spesso tali autori non prendono minimamente in considerazione di essere stati scartati a causa della scarsissima qualità della loro opera e perciò non si prendono la briga di farla esaminare da professionisti: la pubblicano così com'è. Il risultato? Be', andate un po' a leggervi qualche anteprima, scegliendo a caso tra i romanzi di questo genere e poi ne parliamo.
  14. Alexmusic

    "Il Segreto di Sibrium" di Alessandro Cuccuru

    Mi sono accorto di postare spesso link, che poi, per un motivo o per l'altro, fanno riferimento a pagine che spariscono dalla rete. A questo punto, copio e incollo le recensioni, così sono sicuro che rimarranno qui. Questa è di Ivan Gianesini, un attento lettore di romanzi storici, e l'ha postata sulla pagina facebook di Aporema. "Il Segreto di Sibrium mi ha veramente colpito. Ciò che appare più evidente è la rapidissima evoluzione dello stile dell’autore, Cuccuru, rispetto al primo romanzo. La struttura, la fluidità, l’individuazione di trama e protagonisti, l’inserimento di un linguaggio “moderno” nei dialoghi perché più intuitivo ed immediato ha finalmente un suo perché ed il risultato è ottimo. Sebbene non sia il seguito del primo romanzo, Il Segreto di Sibrium condivide con esso l’orografia e la logistica; anch’esso si snoda, quantomeno nei riferimenti evocativi, tra Ravenna, Sibrium, le Alpi e altri posti chiave dell’era longobarda. L’incedere degli avvenimenti è molto coinvolgente, il sentore che il dominio longobardo abbia raggiunto in soli due secoli la stessa decadenza degli ultimi anni dell’Impero Romano d’Occidente è presente in ogni pagina. Così come la difficoltà, dovuta al breve tempo di dominio, dei longobardi stessi ad adattarsi ad una politica comune stabilizzante; la strategia dei ducati aveva bisogno di secoli di preparazione prima di essere applicata. Come tutte le invasioni “vincenti”, partendo da quelle di Alessandro Magno, l’occupazione di territori nuovi necessita di molto tempo per essere metabolizzata e radicata al punto giusto per poter pensare ad una stabilità a lungo termine. Dentro al libro si capiscono in maniera molto chiara i contrasti interni dell’essenza antropologica del popolo longobardo e della loro attitudine alla guerra con il dovere di gestire prolungati tempi di pace senza ricorrere a tributi pesanti, di fronte a nuovi invasori. La presenza di Carlo Magno è disegnata benissimo; si rende omaggio anche al padre, il mai troppo celebre Pipino il Breve, spesso citato più per la facile ironia sul nome più che per il suo innegabile ruolo di pioniere dell’epoca dei Franchi. Cuccuru però non dimentica la sua radice popolare e racconta i suoi protagonisti anche nel loro quotidiano, ciascuno con le proprie ansie, paure, gioie, vittorie e sconfitte personali. Personaggi molto gradevoli, nessuno escluso, che insieme compongono una trama avvincente, storicamente fondata nei suoi punti chiave. Molto indovinata la figura di Runfrido, novello anarchico in tempi non sospetti, che risulta essere la vera sorpresa del vulnus del libro. Proprio un bel romanzo storico: leggibilissimo, gradevole, mai pedante. Lo consiglio caldamente."
  15. Alexmusic

    Gelido inverno

    Domanda difficile, per la quale posso solo azzardare una risposta: temo di no, non credo che avresti evitato il conflitto. Il motivo è semplice. Si percepisce subito che ti piace un certo modo di scrivere, con frasi un po' ricercate e costruite, che magari ben si addicono alla tua persona, ma non al carattere della protagonista. Usare la narrazione in terza persona non ti mette al riparo da un contrasto stridente, che salterebbe subito all'occhio del lettore. Avremmo, insomma, un narratore dandy e un personaggio scaricatore di porto, se mi permetti il paragone. Non devi confondere poi la narrazione in terza persona con il POV, perché anche in questo tipo di stile lo scrittore può, anzi deve, entrare spesso nella testa dei suoi personaggi, renderli empatici prima di tutto a se stesso e, se è bravo, al lettore. Angela ci appare distante anni luce da @Annuccella, e se così non è, se invece tu ti senti davvero in empatia con lei, poco importa: purtroppo non sei riuscita a trasmettere questo sentimento a chi ti legge, non questa volta. P.S. Visto l'impegno e la fatica che ha profuso @Eudes nel commentare il tuo incipit, io al tuo posto, se non proprio un bonifico, gli invierei qualche specialità gastronomica tipica della tua terra . P.P.S Condivido buona parte dei consigli che ti ha dato: snellire, snellire e poi ancora snellire.
×