Vai al contenuto

Merlino9dita

Scrittore
  • Numero contenuti

    634
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Merlino9dita

  1. Merlino9dita

    scusa...perchè scrivi?

    Ciao a tutti sono nuovissimo della community, ma ho letto attentamente molti post nei vari argomenti. Ho notato, ma forse qualcuno mi smentirà, che non c'è alcuna discussione sulla causa che spinge ognuno di noi a scrivere: così ho deciso di buttare io il sasso nello stagno... e vedere cosa viene a galla. Sinceramente mi sembra un buon modo di conoscervi meglio e di farmi conoscere. Come molti di voi anch'io ho moltissime passioni (fotografia, musica...) che ho seguito per diverso tempo con aspettative più o meno ambiziose. Beh, ogni volta sono rimasto deluso e affranto nel ritrovarmi limitato nel mio scarso talento. Seguendo i consigli di un fortunato R.Bach - letture della mia giovane età - il quale afferma che mettendocela tutta si riesce sempre a realizzare i propri sogni, restavo invece ogni volta più deluso e amareggiato. Ho sempre guardato con un po' d'invidia, quella sana che ci sprona a rendere il meglio di noi, chi riusciva a raggiungere le vette che per me erano evidentemente irraggiungibili; rimanevo affascinato da loro, dalle loro capacità e talenti, così cercavo con più foga di applicarmi per diventare come loro. Solo ora capisco che nel vivere l'ansia dei traguardi irraggiunti, nella tristezza di non considerarmi all'altezza di chi è più talentuoso, ho perso e malvissuto quello che quelle passioni al momento mi stavano dando. Si perchè le passioni riflettono su noi stessi l'amore che riversiamo su di loro; e bisogna essere pronti a dare tutto, ma ugualmente bisogna essere pronti a raccogliere i frutti che da queste vengono senza disprezzarli. Così ho lavorato e tanto ho seminato, ma tanto poco ho raccolto. Le mie motivazioni erano sbagliate. Non dovevo vivere le mie passioni per gli altri, ma per me stesso. Tutta sta sviolinata per dirvi che ora scrivo. Scrivo per me, perchè mi piace. Scrivo con lo stesso gusto con cui leggo. Non leggo per arricchire chi scrive, ma leggo per vivere delle avventure. Così scrivo per vivere situazioni che altrimenti mai potrei vivere. Il fatto è che sono un tipo esigente. Pochi libri che ho letto sono entrati a far parte di me. E poco di ciò che ho scritto è entrato nel gotha dei miei lavori ben fatti; ma i racconti che mi hanno coinvolto mentre li scrivevo, nel rileggerli nel correggerli, hanno pienamente appagato la mia passione facendomi sognare. E ora scrivo alla ricerca di rivivere quei momenti tanto piacevoli. Non scrivo per essere pubblicato, certo mi piacerebbe fare qualche soldo in più, ma è il gioco che mi coinvolge e mi appassiona non il risultato che valuto negli apprezzamenti altrui. E' quella sensazione d'onnipotenza nel decidere le sorti più ad effetto dei vari personaggi e le svolte nella storia che ricerco. In quei momenti ci si sente Dio... essere pubblicati sarebbe un surplus alle mie necessità. E' come giocare a calcio: quanti giocano a pallone per il gusto dello sport e quanti sono stipendiati per giocare? E' come mettere al superenalotto... molti giocano, nessuno vince... si gioca per il gusto di giocare, per comprare un sogno che metta le ali alla nostra fantasia. Alcuni potranno accusarmi d'ipocrisia, che la gioia dello scrivere fine a se stesso è un sogno a metà, una fatica inutile e inconcludente... può essere, ma è molto stupido cimentarsi in questo gioco per il desiderio di divenire ricchi: come per il calcio e le lotterie. Lo faccio per sognare. Ps: scusate il momento logorroico e introspettivo... sono appena tornato dalle ferie....
  2. Merlino9dita

    Paronomàsia

    In una notte di bagordi trascorsa in un pub con un mio amico, ci siamo divertiti in un gioco di parole. Scritte su un tovagliolo di carta sepolto per lunghi mesi nelle tasche di un giaccone invernale, sono ora rispuntate fuori. Il gioco verte nella "extreme paranomasia" (paranomasia è una figura retorica dove si accostano parole di senso compiuto diverso e con sonorità simile) dove si prendono due parole (sostantivi e/o aggettivi) e una preposizione o un articolo per creare frasi assurde e divertenti. E' più difficile da spiegare che da mettere in pratica, perciò vi elenco alcuni esempi riportati sul famigerato tovagliolo: - Prati di preti - Regna la rogna - Mucchi di mucche - Menta del monte Vi ripropongo il giochetto scellerato: serve pazienza, intelligenza, senso comico e fantasia... a voi la palla!
  3. Merlino9dita

    La nostra wishlist

    Non so voi, ma io, nascosta e sempre disponibile nel portafoglio, ho una lista di libri da acquistare. Sono libri di cui sono rimasto incuriosito leggendone la recensione sul giornale, libri consigliati da amici o di cui ho sentito parlare su radio3, libri citati in saggi letti, libri che pigramente non ho ancora acquistato e letto, libri mancanti alla collezione di un determinato (e amato) autore, o ancora libri fuori catalogo che, cerca che ti ricerca (è necessario anche qualche anno a volte), si finisce col trovare su ebay o all'usato. Scopriamo gli altarini? Riveliamo i nostri desideri segreti? Magari nelle nostre liste c'è un romanzo che qualcuno ha già letto e può consigliarci nell'acquisto... o smontare la nostra bramosia di possedere il testo. Ho buttato il sasso, doveroso cominciare da me: Greg Egan: Axiomatic Luminous Frederick Pohl La porta dell'infinito Arthur C.Clarke Rama II Rod Serling L'odissea del volo 33 Pullman Philip Queste materie oscure Douglas Hofstadter Godel, Escher, Bach: un'eterna ghirlanda brillante così può bastare (ma la lista continuerebbe in verità)... a voi la palla!
  4. Merlino9dita

    Le donne sono esseri inferiori?

  5. Merlino9dita

    Kindle Touch

    Scusa: l'iva è al 21%, è vero... ancora per poco!
  6. Merlino9dita

    Kindle Touch

    Ebook a parte, il prezzo del kindle 4 su amazon.it è invariato rispetto alla stesso su amazon.com. Dagli Usa, infatti, lo stesso costa 109$ che sono 80,5€ circa. Aggiungendo l'iva al 23% l'ereader importato costerebbe 100€. Quindi il costo risulta invariato (spero che i conti siano corretti). La magagna è che il kindle 4 è il solo disponibile per ora in Italia, per il touch o gli altri bisogna farseli spedire come ha fatto Visio...
  7. Merlino9dita

    Kindle Touch

    Già... avevo visto anch'io delle magagne... sob!
  8. Merlino9dita

    Kindle Touch

    Oggi primo dicembre 2011: aperto il kindle store italia di amazon! U-A-U!!!
  9. Merlino9dita

    Kindle Touch

    Seeee... vedrai, l'equazione teutonica a noi italiani ci fa una lippa! La nostra conversione sarà piuttosto simile a 99.00$ = 140€! Si accettano scommesse...
  10. Merlino9dita

    Kindle Touch

    Aggiungo: pare imminente l'apertura del kindle store italiano (entro la fine di novembre). Se così fosse, e se i prezzi restano quelli di amazon.com, non ci saranno problemi per l'acquisto diretto su amazon.it! Incrociamo i diti!
  11. Merlino9dita

    Kindle Touch

    Purtroppo il pagare o meno lo sdoganamento è puramente questione di fortuna. Il pacco spedito viaggia con la propria bolla d'accompagnamento che riporta, tra le altre cose, il valore dell'oggetto. Alla consegna il corriere vi richiederà il 21% di iva dovuta per spese doganali. Non importa se l'oggetto è nuovo o usato, acquistato o spedito in regalo, il pagamento delle tasse è dovuto. Se poi avete la fortuna che il pacco passi la dogana inosservato... Personalmente ho acquistato un obiettivo usato dagli Usa che costava un capitale e, alla consegna, ho dovuto sborsare circa 100€ per l'iva... poi altri acquisti dal Giappone o Hong Kong sono arrivati puliti senza sorprese... bah! Bisognerà trovare lo sbirro della dogana simpatico...
  12. Merlino9dita

    Auguri Swetty!

    Pepèpepepepe-pepèpepepe (ad libitum) AUGURI Sweety! *s'attacca al trenino*
  13. Merlino9dita

    Bambina di due anni morta investita e ignorata da tutti

    Non ci sono motivazioni che possano reggere per simili azioni. Ho visto il filmato, letto le cronache, ma non riesco a capacitarmi su come ciò possa essere reale. Eppure è realtà... Non esiste condanna sufficiente per fare giustizia, né nei confronti degli autisti che l'hanno investita né per chi è rimasto indifferente e non ha prestato soccorso. Vorrei non essere umano, per non dovermi vergognare così tanto, ma lo sono. A poco serve la locazione lontana dell'accaduto... simili situazioni succedono anche qui da noi e, come altri hanno notato, sembrano essere effetti diretti della costituzione dell'uomo. In simili situazioni l'umanità cessa d'esistere, perché non vi è nessuna emozione umana, né d'amore né d'odio, ma solo indifferenza. In simili situazioni l'umanità scompare, vittima di sé stessa, in un apocalisse talmente meschina e crudele che nessuna fantasia sarebbe mai stata in grado di immaginare.
  14. Merlino9dita

    Paronomàsia

    Mi hai spalancato un mondo Kiss! M'appecorono davanti al maestro!
  15. Merlino9dita

    Paronomàsia

    Buttiamola in politica: oggi si vota il veto per svuotar il water e mandar il vate a viti... ma se il water è vuoto il voto torna in vetta e torna ancor diretto nel retto rotto di chi da il voto a vuoto.
  16. Merlino9dita

    Paronomàsia

    Saccente non s'accenta né s'accenta succinto, chissà che c'entra? Fermi? La forma ferma forma farmaci, Fermi era in forma e non fermò la firma furba!
  17. Merlino9dita

    Paronomàsia

    Col rito del baratto del ratto che rutta sulla retta rotta, mi hai diretto rotto il retto a rotta di collo il giochetto sta prendendo una bella piega...
  18. Merlino9dita

    Paronomàsia

    Scusami non avevo visto la prima PARTE del rapPORTO (ok la faccio finita) I vecchi libri di grammatica sono i migliori, non v'è dubbio! Anche a me risulta giusto il significato che hai riportato di paronomasia.
  19. Merlino9dita

    Paronomàsia

    ma a chi vuoi che imPORTI chi PORTI al PORTO! PORTA pure chi vuoi: basta che uscendo tu chiuda la PORTA, che è la cosa più imPORTAnte in un rapPORTO... -- Alain se tira vento non c'è vanto d'andare al porto col riporto, io la porto in sala parto che le gestanti son già estinte.
  20. Merlino9dita

    80° Contest: DÉJÀ VU DA INCUBO

    Ucci ucci: partecipo alla consueta carneficina annuale del contest su Aulin, se ce la fò; e se nun ce la fò possa morìammazzato nei vostri truculenti scritti!
  21. Merlino9dita

    Paronomàsia

    Vincenzo, otterresti punteggi migliori solo con combinazioni sconce...
  22. Merlino9dita

    Paronomàsia

    triplo salto mortale carpiato foss'antani... Getta la gatta è ok, ma il ghetto è paromeosi (almeno credo)! Anche Roberto è caduto nel tranello paromeos...tico (?!?) Le triplette sono difficili, ma non impossibili: Le beffe su buffi baffi.
  23. Merlino9dita

    Paronomàsia

    Sì, avevo omesso che si possono usare verbi! (pullula di pillole) Ma attenti a non cadere nella paronimia o nella paromeosi... (non è un gioco poi così semplice!)
  24. Merlino9dita

    La letteratura ha un Orientamento Sessuale?

    Anch’io mi ritrovo nei pensieri dei post precedenti. Personalmente non mi sono mai posto un simile quesito, perciò ogni mia opinione può benissimo valere una cicca. Credo che catalogare la letteratura per orientamento sessuale dell'autore o dei contenuti sessuali non abbia molto significato. La sola situazione in cui credo necessaria una simile distinzione è nella letteratura erotica (cercando quindi d’indirizzare l’opera al giusto target di lettori). Non credo nemmeno sia possibile la definizione di un genere letterario che tenga esclusivamente in considerazione la sessualità degli autori. D’altronde un autore narra situazioni che spesso non rientrano nel suo bagaglio d’esperienze, perciò un autore omosessuale può benissimo scrivere di sessualità etero o viceversa. Credo, infine, che una simile catalogazione sia da attribuirsi ad un preciso progetto pubblicitario che, definendo in tal modo delle opere intenda orientarne le vendite a una precisa gamma di consumatori.
  25. Merlino9dita

    Paronomàsia

    Professionista agonistico, eh?
×