Vai al contenuto

Merlino9dita

Scrittore
  • Numero contenuti

    634
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Merlino9dita

  1. Merlino9dita

    Finto scrittore al Salone del libro

    Ho paura anch'io di questa cosa... Timore condivisibile, il vostro. D'altronde il biasimo per le pubblicità ingannevoli è proprio perchè ingannano! Certo le truffe attecchiscono proprio sulle persone meno informate e non solo in letteratura. Siamo tutti possibili vittime, quante fregature al supermercato o altrove (riviste specializzate per consumatori o Mi manda rai 3 sono piene di storie anche molto drammatiche di truffe pubblicitarie), perciò non ritengo sia colpa della gente che ci casca, bensì delle persone che affermano cose false per proprio tornaconto. Servirebbero regole più rigide in materia, per cui chi dovesse dire balle fosse anche responsabile delle proprie affermazioni e dei disagi da esse derivanti se ritenute false. Certo, non si va in galera per una finta pubblicità ad un libro... male che vada il truffato butta 20€, ma il procedimento della truffa è identico a chi promette guarigioni miracolose, accattivandosi le speranze delle persone, che poi si rivelano bufale. La gravità è diversa, beninteso, ma il principio d'ingiustizia è lo stesso.
  2. Merlino9dita

    In quali altri modi date sfogo alla vostra creatività?

    Se solo avessi abbastanza tempo per tutto! Faccio foto da circa 15 anni, con alti e bassi. Suono la chitarra e la tromba (non fate battute su quest'ultima), la prima in compagnia la seconda prima nella banda paesana, poi nell'esercito, ora da solo Non sono né Amstrong né Page, ma per le serate in compagnia strimpello più che bene, mentre strombazzo quando devo digerire le arrabbiatura del lavoro.
  3. Merlino9dita

    Finto scrittore al Salone del libro

    Niente di nuovo sotto il sole, concordo con te swetty. Non credo nessuno si stupisca più di nulla ormai. E' questo il problema. Si è talmente assuefatti dagli scandali della società, dalle ingiustizie e approssimazioni politiche e di marketing che nessuno si stupisce più di nulla. Il sentimento che provo non è stupore, ma (ancora) indignazione. Certamente vivo fuori dalle leggi del mercato, dello spettacolo e della politica. Certamente sono un ingenuo di 34 anni che ancora crede che la gente faccia il proprio lavoro con spirito professionale e critico. Di sicuro lotto ogni giorno nella mia vita contro questa assuefazione ai furbi e rassegnazione alle ingiustizie o, almeno, ci provo. Nessuno si stupisce Swetty: è che credo necessaria la divulgazione di certe prese per il culo, e altrettanto il parlarne in forma critica affinché la gente non sia ancora in balia di falsi giudizi, pregiudizi e falsità create per vendere personaggi vuoti. Dopo una sana chiacchierata sull'argomento nessuno, tra chi vi ha partecipato, crederà ad una recensione di Tizio o Caio o, quantomeno, darà il giusto peso ai loro giudizi. Il marketing è una cosa, l'imbroglio è un altra...
  4. Merlino9dita

    L'apocalisse è arrivata

    Dall'altra parte della barricata. Ho lottato, eccome. Gli ultimi tre giorni sono stati un vero inferno. Con alcuni conoscenti abbiamo organizzato una piccola resistenza. Alcuni di questi, biologi, hanno compiuto analisi sul fenomeno: un virus. Benché il loro lavoro sia rimasto incompiuto, hanno dedotto sia di origine naturale. Come se il pianeta si fosse ribellato alla degenerazione della vita e avesse dato l'ennesimo giro di vite all'evoluzione animale: sterminando l'umanità come, fin'ora, l'avevamo concepita. Ad uno ad uno sono tutti morti; sono rimasto solo. Solo, nascosto nelle caverne scavate durante la prima guerra mondiale vicino Recoaro, al passo del granatiere. Da li, dove avevamo allestito il nostro quartier generale, qualsiasi movimento attorno al monte non poteva sfuggire. E infatti li ho visti arrivare. Non incursioni isolate, come quelle che hanno fatto fuori i miei compagni, ma un'incursione di massa. Non ho mai avuto tanta paura, ma ciò non mi ha bloccato. La paura mi ha dato il coraggio di metter mano alle armi. La paura ha scavalcato i miei limiti morali: io o loro. Tante armi, tante creature sterminate, ma l'orda era inarrestabile. Alla fine è rimasta solo un'accetta. Un'accetta ed io. Io ero il limite. La fatica e il disgusto hanno lentamente lacerato la mia corazza di sopravvivenza, lasciando solo la disperazione e numerose teste frantumate. L'irosa disperazione, infine, s'è fermata. S'è fermata difronte ad una piccola creatura: una bambina. Una bambina e i suoi occhi: puri, ingenui, privi d'ogni malvagità. Non ho saputo, non ho potuto ferirla. Non "io o lei" è stato il dilemma in quel momento; ma "io o la mia umanità". Ho pianto, non lo nego, inginocchiato a contemplare quegli occhi limpidi e quelle membra putrescenti; ho pianto, ed ho capito. Mia la colpa, mio il disgusto, mia la responsabilità... anche mia. Tutto quello che accade è colpa nostra, noi l'abbiamo creato. A noi spetta pagarne il conto. Un attimo. La bimba s'è avvicinata, guardandomi piangere. Quasi amorevolmente mi ha mostrato l'orsacchiotto che teneva in braccio. Un peluche sporco di fango e sangue. Quasi amorevolmente mi ha preso la mano con cui tenevo l'accetta facendomela riporre al suolo. Allungate le braccia per farsi abbracciare, l'ho avvicinata; e il freddo contatto del suo corpicino è preceduto ai fiotti del mio sangue, bollente per l'adrenalina e la fatica, sgorgato da un suo piccolo morso. Il bosco ha iniziato a girare nella mia testa, e una fitta nebbia ha limitato la mia visuale. Il corpo riverso, rigido. La mente vacillante, incerta. Non so cos'ho fatto in queste ultime 24 ore, non ho idea di dove sia stato. Ho ripreso coscienza circa un'ora fa. Dentro un bozzolo gigante, appeso a una quercia, mi sono risvegliato. Non più paura, non più angoscia: queste hanno lasciato il posto alla serenità, alla pace. Uscito del bozzolo ho scoperto il mio nuovo essere, la mia nuova coscienza, l'evoluzione raggiunta. Non una cruda evoluzione affidata al caso e alla legge del più forte, che ha prodotto fin'ora violenza e sofferenza e... l'uomo. Quest'ultima evoluzione è decisa non dal caso. Decisa dal pianeta e da tutti gli esseri viventi in esso. Tutti noi l'abbiamo progettata, giorno per giorno, nelle nostre menti. L'abbiamo desiderata, considerata inevitabile, auspicata. Questa nuova fase rende solidali e unici col pianeta e tutti gli esseri. Una nuova coscienza dell'essere estesa e non più accentrata in ogni singola mente. Non opponete resistenza, con la vostra finta umanità... perché generare ulteriore sofferenza a voi e ad altri per cercare d'arrestare questa evoluzione globale? Sta iniziando un nuovo mondo e voi, resistenza della vecchia coscienza, preparate armi e distruzione per opporvi. Volete sopravvivere al rinnovamento arroccandovi sulla vostra morale e sul vostro senso di giustizia, riempendo molotov e caricando fucili. Il pianeta chiama... e la Terra siete anche voi... inutile cercare d'opporsi.
  5. Merlino9dita

    Auguri Sansa!

    Auguri!
  6. Merlino9dita

    Finto scrittore al Salone del libro

    quoto Emma; si sa che c'è chi dell'ipocrisia ne fa una professione ma, personalmente, ammiro la sincerità. Che siano personaggi costruiti non c'è ombra di dubbio, ma credo che lo staff che sta dietro loro abbia approntato le fondamenta del personaggio nell'ego della persona. Non si tratta di stracciarsi le vesti: niente di nuovo sotto il sole... questa è solo l'ennesima occasione di rivendicare il fascino della schiettezza e dell'umiltà a scapito dell'arroganza e dell'ipocrisia. E' sbagliato?
  7. Merlino9dita

    Finto scrittore al Salone del libro

    S'è persa la lezione più preziosa della cultura: l'umiltà. Per questo ovunque abbondano i tuttologi. Sempre più spesso la gente è arroccata nelle proprie convinzioni e non può, non deve, dichiararsi ignorante in alcun contesto culturale per non perdere il proprio egocentrismo. Meglio un'opinione infondata, un'opinione di parte che ammettere la scarsa conoscenza e rinviare una dichiarazione dopo l'essersi documentato. La curiosità dell'individuo ho lasciato il posto alle giustificazioni dell'amor proprio e al valore del proprio pensiero anche se, come qui, non si basa su nulla. Il tuttologo è oggi fondamentalmente un sordo che ascolta solo la voce del suo pensiero ignorando, in realtà, il problema di cui sta disquisendo. Giornalisti, politici, critici... da molto tempo hanno assunto, per comodità e pigrizia, il ruolo del tuttologo evitando, in tal modo, il proprio ruolo professionale. Che dire: meglio un ignorante consapevole della propria cultura, benché minima, che un sapientone troppo ebbro di sé per compiere un ragionamento sincero.
  8. Merlino9dita

    Che auto guidate?

    t'invidio l'estetica... non tanto l'affidabilità (la 132 era famigerata per la tenuta... alcuni la piombavano per darle miglior assetto!) La prima era un polo SW comprata usata (mai più usato d'allora), poi la punto 1.3 portata a 150.000 km in tre anni. ora una fiat Idea acquistata nel 2007 con quasi 200.000 km... odio la strada, odio guidare, ma faccio i chilometri di un rappresentante...
  9. Merlino9dita

    Romanzi molto in breve

    "Qui a Teresina non succede mai niente. Quasi quasi vado a fare un giro in Europa... - Ehi tu! con quell'epsilon di differenza, fai finta d'essere me...- Tornato a Teresina: "ma chi cazzo è quello che finge d'essere me... usurpatore, l'ammazzo!"
  10. Merlino9dita

    Referendum del 12 giugno...Si o No? Perché?

    PS: Il referendum sul nucleare, in caso di approvazione della moratoria da parte della cassazione (all'incirca verso il 25-30 maggio si saprà), non si farà il prossimo anno: il governo sta già legiferando per apportare modifiche alla legge in questione così che, per accedere ancora alle urne, sarà necessaria una nuova raccolta di firme per un nuovo referendum. Come dire... vediamo chi si stanca prima...
  11. Merlino9dita

    Referendum del 12 giugno...Si o No? Perché?

    Condivido pienamente quanto scritto da Electra. L'astensione è un voto a tutti gli effetti: chi rinuncia a votare l'abrogazione di una legge (puntando a non raggiungere il quorum), infatti, intende legittimare a tutti gli effetti le leggi in quesito. Chi annulla la scheda o la consegna in bianco lascia, di fatto, la responsabilità della decisione alla maggioranza dei voti (se si raggiunge il quorum). Dopo il disastro di Fukashima il governo ha promulgato una moratoria con cui intende ritardare di un anno l'avvio del programma sul nucleare. Le ragioni di tale moratoria, da dichiarazioni di Berlusconi, sono l'incapacità del popolo italiano di decidere, sull'onda dell'emotività del disastro Giapponese, sul progetto energetico nel paese. A parer mio simili discorsi sono di carattere totalmente antidemocratico: il governo vuole dare voce al popolo solo nel caso che quest'ultimo assecondi la linea di governo mentre, nel caso che la cittadinanza abbia parere discordante, racchiude la democrazia nel cassetto degli incapaci di decidere del proprio futuro. Con tutta probabilità il referendum sul nucleare è l'unico quesito che può smuovere il popolo per recarsi alle urne. Se fosse abrogato questo quesito probabilmente non si raggiungerebbe il quorum e passerebbero le leggi sulla privatizzazione dell'acqua e il legittimo impedimento, lasciando al prossimo anno l'avvio del programma sul nucleare. Io voterò.
  12. Merlino9dita

    Referendum del 12 giugno...Si o No? Perché?

    Ecco i quesiti: http://it.wikipedia.org/wiki/Referendum_abrogativi_del_2011_in_Italia il referendum è abrogativo in tutti i tre i casi, votando sì abroghi le leggi vigenti (ovvero tre sì per chi è contro al nucleare, privatizzazione dell'acqua e legittimo impedimento.
  13. Merlino9dita

    La vostra casa editrice preferita?

    Adoravo la Nord, ma poi ha cambiato politica sulle pubblicazioni (quanto mi manca , e quanto belli sono i libri Nord che ho acquistato... ), ora mi piace Fanucci perché ripropone le opere di Dick e, prossimamente, altri autori classici di fantascienza e Mursia (sempre le edizioni fantascienza) e trovo epica Urania!
  14. Merlino9dita

    Auguri Villegas!

    È masculo Auguri Villegas! Mi si perdoni l'errore... mi capita sovente di confondere il sesso... nei forum intendo! Auguri veciO!
  15. Merlino9dita

    Auguri Villegas!

    Torta a merenda! Auguri coetanea !!!!
  16. Merlino9dita

    ...e il film?

    Solitamente sono impermeabile alle lacrime... ma per non farsi venire il groppo in gola durante l'inizio di up, bisogna non avere un cuore... A me commuove il finale di "Qualcuno volò sul nido del cuculo", quando Billy (succube della madre e di Ms.Ratched) si suicida e Mc viene lobotomizzato... L'ho rivisto ieri sera e non ho potuto mettere come avatar Christopher Lloyd (il pazzo meglio riuscito!).
  17. Merlino9dita

    Un utente = un proverbio (da spiegare)

    Beh, a dire il vero il proverbio non fa riferimento a ragazze facili al tradimento, ma alla furbizia femminile superiore a quella maschile: tanto da, volendo, farla in barba al fidanzato! Ho visto che sei di verona! Ecco un proverbio in veronese che mi piace: cul che gaga non ghe oro che paga... (mi sembra di facile traduzione anche per chi non è veneto...)
  18. Merlino9dita

    Un utente = un proverbio (da spiegare)

    Sempre dal padovano: Spalare a neve, batare e nose e tendare e tose. Sarebbe: Spalare la neve, battere le noci (per farle cadere dall'albero) e tenere d'occhio la propria ragazza. Ovvero 3 cose che risulta inutile compiere, tanto la neve si scioglie, le noci quando sono mature cadono da sole, e la ragazza se intende tradire ci riesce senza farsi scoprire... triste realtà!
  19. Merlino9dita

    Più alto e Più basso

    Anch'io voglio partecipare alla gara antropometrica... Ewan 1,96?ma vaff... non vinco niente... sigh... H: 1,88 m P: 90 Kg (variabile da 85 a 95... sì, non mi so proprio regolare...) Piede: 45-46 (dipende dalle scarpe)
  20. Merlino9dita

    Hanno ucciso Osama bin Laden!

    E' questione di sensibilità personale l'essere più o meno pessimista. Io sono, evidentemente, pessimista più di te. Trovo realistico lo scenario in cui ci siano pochi e potenti che, per proprio tornaconto, scatenino guerre tra i popoli. Nessuna guerra, che io sappia, è mai stata combattuta per ideali alti e nobili, come la libertà, ma tutte sono state disputate per gestire influenze di potere ed economiche. Forse è questo il pensiero che separa noi due? Io vedo la guerra come un effetto, mentre l'interesse politico credo sia la causa (propriamente incravattata da pretesti di difesa, democrazia o libertà); mentre mi pare di capire che, per te, siano invertiti causa ed effetto. Per i terremoti, che non si possono gestire o scatenare, sono d'accordo con te... si tratta di atti di sciacallaggio che, probabilmente, esistono anche quale effetto minore delle guerre. Tuttavia gli sciacalli s'aggirano attorno alla tragedia compiuta per approfittare delle carcasse... non sono causa del decesso.
  21. Merlino9dita

    Hanno ucciso Osama bin Laden!

    http://www.contropiano.org/it/esteri/item/1174-gli-sceneggiatori-del-raid-potevano-fare-di-meglio?tmpl=component&print=1 La faccenda sembra aver creato maggiori problemi internazionali per l'illegalità dell'azione compiuta, che aver chiuso un triste capitolo di terrore. Più che un caso chiuso, a me sembra che azioni simili alimentino la violenza e l'illegalità, in una spirale che, purtroppo, non può trovare fine dopo la morte, naturale o voluta, dello sceicco del terrore. Chi ci sta guadagnando, e continua anche dopo le dichiarazioni di nuovi atti terroristici di Al Qaeda, sono ancora i signori della guerra e i signori dell'economia (che poi sembrano essere gli stessi). Complottisti o realisti, creduloni o disincantati, siamo tutti immersi in questo gioco. Il mio pensiero, forse troppo semplicistico, istintivamente mi fa additare come burattinai del teatrino che ci scorre sotto gli occhi, coloro che alla fine dello spettacolo ritirano l'incasso...
  22. Merlino9dita

    Hanno ucciso Osama bin Laden!

    http://www.wikio.it/news/Jamal+Ismail Ciò renderebbe più plausibile la fretta dimostrata per sbarazzarsi del cadavere e le diverse versioni del blitz date dalle autorità Usa?
  23. Merlino9dita

    Hanno ucciso Osama bin Laden!

    Parto dal presupposto di non sapere niente e ritenere valida ogni ipotesi. Ma su questa frase mi vengono due riflessioni: 1- immagino sia comunque una notizia girata in rete o su qualche giornale, dubito che tu o chi te l'abbia raccontata abbiate parlato col proprietario direttamente o abbiate visto il contratto o simili. Quindi, ai miei occhi questa notizia ha lo stesso valore che può avere l'annuncio di Obama della morte di Bin Laden. 2- per quel poco che so di assicurazioni, non esiste compagnia che ti paghi dopo pochi giorni dalla stipula. Ma neppure dopo poche settimana. Ma neppure dopo due mesi. A parte l'assicurazione auto, che è immediata dal giorno della stipula, e poche altre, per moltissime assicurazioni ci vuole un minimo di tempo. E in America sono molto più fiscali di noi. Si sa che, per l'assicurazione sanitaria per esempio, è impossibile trovare qualchuno che assicuri chi è già malato, e se ti ammali dopo un mese non ti paghino. Perfino l'Inps italiana non ti paga la maternità se non sei iscritto da almeno un anno o due (non ricordo i dettagli), figurati negli Usa, patria di avvocati e assicurazioni. Perché dovrei credere a questa notizia? Dai, neanche nei telefilm della Signora in giallo uno si fa scoprire così... Infatti: la frase seguente lo indicava come puro complottismo che neanch'io approvo.
  24. Merlino9dita

    Hanno ucciso Osama bin Laden!

    Come dire che se io do fuoco a una macchina con la benzina la lamiera non fonde perché la benzina è il normale carburante delle automobili. Hai centrato il punto, anche se per scherzare.... bisognerebbe fare un conteggio adeguato misurando calorie e tutto il resto, ma non ho mai visto nessuna macchina fusa perché sia stata incendiata, perciò mi limito a alencare che il ferro ha un punto di fusione di 1535°C, l'acciaio il ferro dolce della lamiera e la ghisa del motore raggiungono punti di fusione leggermente maggiori. La benzina nel motore raggiunge temperature misurabili tra i 1000 e i 1100 °C a pressione più alte di quella atmosferica... ergo la combustione in aria di benzina non può fondere l'acciaio dell'auto. Se così non fosse, ovvero se la benzina permettesse la fusione dell'acciaio, i motori si auto fonderebbero: allo stesso modo come i motori del boeing 757 in Pennsylvania e del pentagono si sono fusi. Questo è tuo Per il resto che hai scritto approvo! :queen:
  25. Merlino9dita

    Hanno ucciso Osama bin Laden!

    Ewan, non voglio arrampicarmi su ipotesi che probabilmente reggono fino ad un certo punto, ne sparare cazzate lette nei blog che lasciano il tempo che trovano cercando di dare spiegazioni plausibili. sui motivi.. forse è più importante capire che un simile danno collaterale dovuto al crollo delle due torri, non sarebbe potuto accadere. Si potrebbe parlare del proprietario che, pochi giorni prima, aveva stipulato un'assicurazione per un fantastiliardo in caso di crollo per attacco terroristico, del fatto che in un secondo momento avrebbe dovuto demolire anche quell'edificio per poi ricostruire, ma queste solo illazioni complottistiche... Il fatto che l'ingegnere che ha progettato e costruito gli edifici crollati e altri architetti e tecnici, all'esame delle sollecitazioni degli edifici sulla base della loro costruzione, dicano che il crollo alla velocità di caduta libera sia impossibile, forse un minimo di credibilità ce l'hanno! E poi, com'è possibile che il crollo sia avvenuto senza una minima resistenza da parte della struttura sottostante lo schianto e non ancora intaccata? Com'è possibile non sia rimasto in piedi un solo pilastro a terra che, prima, sorreggeva una simile struttura?!? E' possibile secondo te? Questa è fisica e ingegneria edile! La fisica se ne sbatte degli intrighi, o delle divagazioni dei complottisti... la fisica è un terreno di confronto sopra le parti, universalmente riconosciuta. O dobbiamo credere al rapporto anche se questo mette in dubbio la scienza?
×