Vai al contenuto

KMR

Scrittore
  • Numero contenuti

    1.155
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    2

KMR ha vinto il 16 ottobre 2015

KMR ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

211 Strepitoso

Su KMR

  • Rank
    Il Commentatore Del Mese Di Febbraio Emerito®
  • Compleanno 25/12/1979

Contatti & Social

  • Skype
    cabb34@gmail.com

Informazioni Profilo

  • Genere
    Non lo dice

Visite recenti

3.770 visite nel profilo
  1. KMR

    [Editor] Domenico Russo

    Con Niko Russo ho da poco concluso la nostra prima collaborazione. Più di due anni fa gli ho incaricato l'editing di un romanzo corposo e complesso, circa 700 pagine. Avevo conosciuto Niko nel forum di Writers Dream, e ai tempi era un semplice membro con cui ci scambiavamo commenti. Ma già allora dimostrava una grande padronanza della lingua e delle tecniche Narrative. Il suo approccio è sempre stato eccellente dal punto di vista della calibrazione degli interventi e dell'acutezza delle osservazioni, e già dai suoi primi commenti nel forum dimostrava una straordinaria sensibilità nella lettura critica. Dal canto mio, avevo per le mani un romanzo che sapevo aveva dei difetti, anche difficili da risolvere, e sapevo di avere bisogno di affidarlo a un editor con cui potessi instaurare un discorso, un dialogo che potesse affrontare e districare i vari problemi del testo, con pazienza e ingegno. Poiché con Niko avevamo già un rapporto in corso, nel novembre 2016 mi sono sentito sicuro nell'affidargli la mia opera. La qualità e l'estensione del suo lavoro sono andate oltre ogni mia aspettativa. La competenza e il talento di Niko ha portato il mio romanzo a uscire da un grave problema strutturale che ne comprometteva la capacità di catturare il lettore nella fase iniziale. Un problema enorme, vista la complessità della storia e l'abbondanza di colpi di scena che non si poteva decidere di eliminare o spostare in modo semplice, senza rovinarne le sorprese. La soluzione che Niko ha trovato e mi ha suggerito, ha permesso di far quadrare tutto, con intervento piccolo ma decisivo che ha fatto brillare l'incipit dando forza a tutto il resto del romanzo. Superato questo primo problema, siamo venuti alla limatura generale del testo. E anche qui Niko ha saputo sorprendermi per rapidità e acume. I suoi invii non erano semplici correzioni con suggerimenti tecnici e stilistici, ma un'analisi perspicace e profonda di quei passaggi che necessitavano un intervento. Le sue indicazioni hanno sempre mostrato una sensibilità e un rispetto estremi per il testo originale, in cui Niko dimostra sempre di comprendere e cogliere fino in fondo le varie sfumature della trama, dei sotto-testi, delle caratteristiche dei vari personaggi. Spesso mi sono ritrovato difronte agli occhi alcune sue correzioni in cui avevo l'impressione che Niko conoscesse i miei personaggi meglio di me! Niko si è dimostrato esperto in tecnica della lingua, tecnica narrativa, struttura del testo, registro linguistico, contesto emotivo, gestione del punto di vista, appropriatezza e rilevanza dei dialoghi, leggibilità e snellezza delle frasi, estetica e "fonetica" del lessico. Il tutto mirato alla specifica utenza, o bacino di lettori del romanzo. Qualora qualcosa non fosse stato chiaro da parte mia, Niko ha sempre tenuto a comprendere bene e approfondire prima di lanciarsi in una correzione. Il suo stile di lavoro però non è lento o appesantito dalla necessità di ricevere eventuali chiarimenti. Il più delle volte propone diverse alternative, spiegando in quali casi sarebbe meglio adottare l'una o l'altra. Con Niko siamo riusciti a tagliare, ampliare, ristrutturare e pulire tutto il testo a un ritmo in cui l'unico freno era la mia disponibilità a esaminare le sue correzioni prima di passare alla parte successiva. La collaborazione con lui, fatta di invii rivisti con le sue correzioni, suggerimenti e spiegazioni, email con chiarimenti e chiamate per fare il punto della situazione quando ce ne è stato il bisogno, è stata non solo un lavoro di perfezionamento del mio testo, ma un vero laboratorio di tecnica di scrittura creativa, in cui ho imparato tantissimo, nonostante a livello di lingua io fossi già a un buon punto e avessi già una certa esperienza grazie anche al lungo tempo trascorso nel forum: il più dei chiarimenti con Niko vertevano su questioni filologiche ed evoluzione della lingua, ma anche laddove io inciampassi su questioni elementari, Niko ha saputo spiegarmi i miei errori in modo semplice e alla mano, con la grandissima umiltà ed efficienze che lo contraddistinguono nella sua professione. Non posso non raccomandare spassionatamente i suoi servizi letterari, che si tratti di una revisione di bozza, consultazione in questione di lingua e grammatica, o un editing con necessità di correzioni alla struttura e allo stile, soprattutto vista lo straordinario rapporto qualità/costo che è in grado di offrire grazie all'efficienza e la rapidità con cui riesce a lavorare.
  2. KMR

    Dialoghi credibili

    @Kotobi Da parte mia posso assicurarti che tutto ciò che si fa con il cervello si può imparare e perfezionare con l'esercizio. In questo senso la scrittura non ti pone limiti se non la tua stessa volontà di continuare o di rinunciare a migliorarti. Ho visto che hai ancora un numero relativamente basso di interventi nel forum, e l'esercizio che secondo me è il migliore che si possa fare per imparare abilità nuove nel campo della scrittura è quello di mettersi a fare commenti approfonditi agli altri utenti. Prenditi l'impegno di fare un'analisi critica dei testi, degli autori bravi e dei meno bravi, esplora, confronta, affina la tua percezione dei dettagli quanto a tecnica e stile, piano piano vedrai che il tuo cervello e il tuo pensiero "farà il muscolo" che ti permetterà di replicare le performance degli altri. Se il tuo punto debole sono i dialoghi, prendi racconti pieni di dialoghi e mettiti giù a commentarli a esaminarli parola per parola. Oltre alla lettura dei testi, prenditi il tempo per leggere anche i commenti degli altri e ci troverai dei tesori di insegnamenti che ti aiuteranno a imparare in fretta un mucchio di cose. Potrei suggerirti @Lo scrittore incolore e @Bango Skank come due dei dialoghisti e caratterizzatori più capaci che abbia avuto modo di leggere qui nel forum, ma fai altrettanto esercizio con chi è alle prime armi. Sarai capace di apprezzare la differenza e piano piano ti si schiarirà la visione di quali siano le tecniche e le sottigliezze del mestiere.
  3. KMR

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Laringoiologia disciplina medica che studia l'area comune tra scienze della nutrizione e determinati tipi di arti amatorie. BSYDMQILXAOPZKRTNVWCFGHUEJ
  4. KMR

    [MI91] Mogli e buoi delle galassie che vuoi

    9 parole per rendere l'incipit accattivante. Per me sei da record mondiale. L'ho riletto non so quante volte e ancora non sono sicuro di aver capito. Forse dopo "grande" ci vanno due punti? Il trattino prima di abatjour poi mi disorienta. magari "Abat-jour" con trattino e maiuscola perché nome proprio di società? Il nome della società tutto in corsivo? Non so proprio come vada letta la frase. ... sono andato avanti e mi sembra che "abatjour" sia un nomignolo, in tal caso ti proporrei "Edgar "abat-jour" Nier" con il nick racchiuso tra virgolette. Poi non so che dire... Mi manca il cortazariano colpo da KO a fine storia, ma qui già al secondo paragrafo ci si sente storditi forte, e il fatto che la sospensione d'incredulità tenga ha del miracoloso.
  5. KMR

    [MI 91] - Giugno, 1981

    ---> Scuoto la busta, nella speranza che tu ci abbia messo qualcos'altro. La narrazione in seconda persona la paleserei subito, a me scoprirla al terzo capoverso mi ha un po' disorientato. Visto che poi nell'analessi si va in terza persona, direi che è ancora più importante far capire l'impostazione nel narratore. se non è davvero bella, non sarebbe meglio dire "con grafia incerta" ? dovrebbe essere "ché", se ho ben capito. È proprio tanto piccola questa saletta, vero? Io segherei o l'aggettivo o il diminutivo. Refuso, manca la preposizione. Va be', minuzie... per i complimenti non saprei da dove partire, dalla struttura e l'uso delle persone narrative efficacissimi, alla caratterizzazione del protagonista narratore attraverso il registro, all'efficienza delle descrizioni che rendono le immagini nitide e complete con pennellate mirate e invisibili... Fortissimo l'impatto emotivo, roba cui ci hai abituati e non mi sorprende quasi più. Quasi. Poi ti meriti una menzione d'onore, mi sa che i prompti di questo MI erano due bestie nere per te. Un piacere rileggerti, come sempre!
  6. KMR

    [MI87] Sentinella

    Ciao@libero_s , sono fuori forma e non mi soffermo molto sulle sbavature linguistiche che possano esserci. Vado dritto alla struttura e all'idea. Già dal titolo "Sentinella" e dalla descrizione iniziale mi sono subito ricordato del "La sentinella" di Brown, quindi il ribaltamento di trama l'ho indovinato da subito. Ciononostante devo dire che hai condotto tutto benissimo e il climax con cui hai seminato gli indizi l'ho trovato equilibratissimo e appropriato allo scopo. Non ho letto ancora la traccia di questo MI, ma già di per sé questo mi sembra un racconto valido con tutti i crismi. Io sono un fan particolare dell'ideologia che vuole i racconti "vincitori per KO" e non "ai punti", cioè con un finale che esploda tutto il potere narrativo del testo, tu secondo me qui ci sei riuscito in pieno con una congruenza straordinaria, un livello di complessità adeguatissimo alla brevità del testo, e senza neanche trascurare descrizioni, ambientazione, ritmo e caratterizzazione del protagonista - punto di vista.
  7. KMR

    [MI86] Hai detto che si chiamano prompd, vero?

    Mwahahaha... Inc, oggi ho aperto per caso il WD, vedo il tuo titolo tra le mie notifiche e mi dico "dai mi guardo solo il primo paragrafo per curiosità..." invece mi hai tenuto incollato a ghignare a ogni frase... se ho ben capito sei anche riuscito a piazzare un mash-up dei due prompd con tanto di aderenza alle boe... che dire, sei un maestro ormai. Unica nota che mi sento di avanzarti è di caratterizzare un po' di più le "voci" dei dialoganti perché ogni tanto ho avuto la sensazione di non ricordare chi dicesse cosa, e se ricordo bene questa è un'imperfezione che ti segnalai già tempo fa. Ma capisco che nella fretta di seguire uno, o anche due prompd certi dettagli sfuggano. Poi, oh, che ti devo dire, applausi, mi hai costretto a commentarti anche se ero ibernato nella mia assenza dal WD. Approfitto per inviare un saluto a tutti gli amici con il pensiero di tornare presto a essere un meccanico assiduo dell'officina. Mi accorgo adesso di "Morgan tira fuori il tablet dalla custodia in ecopelle e digita il nome e cognome appena pronunciato dal collega." [...] «Ancora? Mah. Cosa cazzo ci sarà da ridere.» il ritratto sputato di Marcello... la prima battuta vale da sola tutto il brano.
  8. KMR

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Niente è perenne: chiunque lotti ha molte virtù innegabili, benché, usando zooprofilassi occasionali, giustapponga una sua etica destabilizzante qualunque, avallando truci ignominie farraginose. Ragionandoci, nessuno eredita pene colpevoli. Lacchè honduregni adulano mellifluamente virili indù, bruciando una zattera ormeggiata, gustando uova saporite e datteri quadrangolari acerbi. Timide inerzie fanno restare notevoli ematomi peritoneali: caduche languide haitiane amoreggiano malcontente violando iniqui bassifondi uggiosi. Zaffate odiose giungono urticanti soffocando Eudes. Diamo qualche antistaminico: terfenadina in formulazione ? Rapidamente Nerio, Eudes presente, (Cicciuzza latitava), ha agguantato Marcello, venerabile informatico. Bisognava ungerlo zippato oppure goderselo uppando software RNEPCLHAMVIBUZOGUSEDQATIF
  9. KMR

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Niente è perenne: chiunque lotti ha molte virtù innegabili, benché, usando zooprofilassi occasionali, giustapponga una sua etica destabilizzante qualunque, avallando truci ignominie farraginose. Ragionandoci, nessuno eredita pene colpevoli. Lacchè honduregni adulano mellifluamente virili indù, bruciando una zattera ormeggiata, gustando uova saporite e datteri quadrangolari acerbi. Timide inerzie fanno restare notevoli ematomi peritoneali: caduche languide haitiane amoreggiano malcontente violando iniqui bassifondi uggiosi. Zaffate odiose giungono urticanti soffocando Eudes. Diamo qualche antistaminico: terfenadina in formulazione ? Rapidamente Nerio, Eudes presente, (Cicciuzza latitava), ha agguantato Marcello, venerabile informatico. Bisognava ungerlo zippato oppure goderselo RNEPCLHAMVIBUZOGUSEDQATIF
  10. KMR

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Niente è perenne: chiunque lotti ha molte virtù innegabili, benché, usando zooprofilassi occasionali, giustapponga una sua etica destabilizzante qualunque, avallando truci ignominie farraginose. Ragionandoci, nessuno eredita pene colpevoli. Lacchè honduregni adulano mellifluamente virili indù, bruciando una zattera ormeggiata, gustando uova saporite e datteri quadrangolari acerbi. Timide inerzie fanno restare notevoli ematomi peritoneali: caduche languide haitiane amoreggiano malcontente violando iniqui bassifondi uggiosi. Zaffate odiose giungono urticanti soffocando Eudes. Diamo qualche antistaminico: terfenadina in formulazione ? Rapidamente Nerio, Eudes presente, (Cicciuzza latitava), ha agguantato Marcello, venerabile RNEPCLHAMVIBUZOGUSEDQATIF *nessun problema per il quote, mi chiedo solo cosa tu abbia contro le mammelle!
  11. KMR

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Niente è perenne: chiunque lotti ha molte virtù innegabili, benché, usando zooprofilassi occasionali, giustapponga una sua etica destabilizzante qualunque, avallando truci ignominie farraginose. Ragionandoci, nessuno eredita pene colpevoli. Lacchè honduregni adulano mellifluamente virili indù, bruciando una zattera ormeggiata, gustando uova saporite e datteri quadrangolari acerbi. Timide inerzie fanno restare notevoli ematomi peritoneali: caduche languide haitiane amoreggiano malcontente violando iniqui bassifondi uggiosi. Zaffate odiose giungono urticanti soffocando Eudes. Diamo qualche antistaminico: terfenadina in formulazione ? Rapidamente Nerio, Eudes presente, (Cicciuzza latitava), ha RNEPCLHAMVIBUZOGUSEDQATIF *beh dai, io guardavo avanti alla H, metterci quattro o cinque soggetti per "hanno" mi sembrava una buona idea.
  12. KMR

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Niente è perenne: chiunque lotti ha molte virtù innegabili, benché, usando zooprofilassi occasionali, giustapponga una sua etica destabilizzante qualunque, avallando truci ignominie farraginose. Ragionandoci, nessuno eredita pene colpevoli. Lacchè honduregni adulano mellifluamente virili indù, bruciando una zattera ormeggiata, gustando uova saporite e datteri quadrangolari acerbi. Timide inerzie fanno restare notevoli ematomi peritoneali: caduche languide haitiane amoreggiano malcontente violando iniqui bassifondi uggiosi. Zaffate odiose giungono urticanti soffocando Eudes. Diamo qualche antistaminico: terfenadina in formulazione ? Rapidamente Nerio, Eudes presente, Cicciuzza, RNEPCLHAMVIBUZOGUSEDQATIF
  13. KMR

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Niente è perenne: chiunque lotti ha molte virtù innegabili, benché, usando zooprofilassi occasionali, giustapponga una sua etica destabilizzante qualunque, avallando truci ignominie farraginose. Ragionandoci, nessuno eredita pene colpevoli. Lacchè honduregni adulano mellifluamente virili indù, bruciando una zattera ormeggiata, gustando uova saporite e datteri quadrangolari acerbi. Timide inerzie fanno restare notevoli ematomi peritoneali: caduche languide haitiane amoreggiano malcontente violando iniqui bassifondi uggiosi. Zaffate odiose giungono urticanti soffocando Eudes. Diamo qualche antistaminico: terfenadina in formulazione ? Rapidamente Nerio, @Eudes, RNEPCLHAMVIBUZOGUSEDQATIF
  14. KMR

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Niente è perenne: chiunque lotti ha molte virtù innegabili, benché, usando zooprofilassi occasionali, giustapponga una sua etica destabilizzante qualunque, avallando truci ignominie farraginose. Ragionandoci, nessuno eredita pene colpevoli. Lacchè honduregni adulano mellifluamente virili indù, bruciando una zattera ormeggiata, gustando uova saporite e datteri quadrangolari acerbi. Timide inerzie fanno restare notevoli ematomi peritoneali: caduche languide haitiane amoreggiano malcontente violando iniqui bassifondi uggiosi. Zaffate odiose giungono urticanti soffocando Eudes. Diamo qualche antistaminico: terfenadina in? RNEPCLHAMVIBUZOGUSEDQATIF
  15. KMR

    La Leggenda de Grande Lupo Bianco (primo capitolo)

    È un piacere rileggere questo "frammento", riveduto, arricchito e corretto dopo il passaggio nell'altra sezione! Voglio subito rimarcare che la struttura e l'equilibrio nell'esposizione funzionano alla perfezione ora, ci si immerge subito nella descrizione, nell'atmosfera, ci si lascia accompagnare e guidare dalla narrazione in prima persona del protagonista senza scossoni o virate brusche. Si entra e si esce in modo fluido e invisibile dalle varie analessi che adesso sono bene amalgamate nella narrazione e generano curiosità per il mondo del personaggio e per la sua storia. Per me, questo incipit cattura in modo deciso l'attenzione e l'interesse del lettore Anche se a livello di lingua non mi pare di avere trovato sbavature, ci sono ancora delle piccolezze a livello stilistico e formale che proverei a limare , ma il brano adesso nel suo insieme e nel suo registro funziona benissimo. L'unica nota che ti posso fare è una lievissima monotonia nel fraseggio, specialmente nella prima parte, ma è davvero poco rilevante secondo me, e comunque si può correggere molto facilmente aggiungendo qualche congiunzione e giocando un po' sulla punteggiatura. Provo a darti qualche suggerimento su passaggi puntuali: Funziona benissimo! Ti vorrei fare un appunto però proponendoti una punteggiatura diversa visto che hai infilato due serie di punti sospensivi di fila, con ho imparato che bisogna essere piuttosto parsimoniosi. Giusto come idea, io lo vedrei più efficace così: Apro lo scrigno dei miei ricordi per sfogliare le pagine del mio passato ...eventi che hanno forgiato il flusso della mia vita. oppure: Apro lo scrigno dei miei ricordi per sfogliare le pagine del mio passato: eventi che hanno forgiato il flusso della mia vita... L'avverbio qui è ridondante e astratto, per me toglie forza all'immagine anziché rinforzarla. L'aggiunta di questo avverbio, per come la vedo io, qui ti fa tutta la differenza tra una frase "mostrata" e una "detta". C'è qualcosa che non funziona in queste specificazioni temporali. Poiché si è in un tempo generico, non trovo che l'espressione "Dopo ancora qualche ora" abbia qualcosa a cui legarsi nel paragrafo precedente. Immagino che ciò che tu intendi chiarire sia il fatto che la marcia sotto la neve si prolunga già da ore. Proverei a rielaborare così: Le ginocchia esauste reggevano appena il mio corpo, zuppo e indolenzito già da un pezzo [o "già da tempo" se non ti piace il colloquialismo] . [...] La mia espressione si fece leggermente più distesa quando, dopo ore di marcia ininterrotta, notai delle figure somiglianti a delle abitazioni. Ora, sull'avverbio, di suggerisco o di eliminarlo del tutto, o di cambiare con "il mio volto si fece meno teso" , in modo che specifichi che è ancora relativamente teso. Preferirei "volto" a "espressione" per un puro fatto di aderenza al punto di vista. La seconda proposizione senza verbi per me non si armonizza bene nel registro e nel ritmo narrativo, te potrei suggerire di rivedere così: [...] notai delle figure somiglianti a delle abitazioni, un piccolo villaggio che contava pressappoco una ventina di capanne. Alternativamente, secondo il tipo di enfasi che tu voglia dare, potresti usare i due punti invece della virgola. Oppure, se provo a indovinare le tue intenzioni: [...] notai delle figure somiglianti a delle abitazioni. Quindi/Poco dopo/Poi potei distinguere un piccolo villaggio che contava pressappoco una ventina di capanne. Oltre alla ripetizione, c'è una piccola sbavatura (che però per amor di retorica potrebbe anche rimanere così secondo me) di costruzione sintattica: "in quanto guide spirituali" credo che voglia come soggetto della proposizione "gli sciamani" (ed era il caso mi pare nella tua versione originale). La frase invece ha come soggetto "la guida". Ti propongo di metterla così: Poiché gli sciamani erano maestri spirituali, alla loro grande saggezza si affidava la guida della comunità. Passo alla seconda parte e spero di poterla commentare presto!
×