Vai al contenuto

birrificio

Scrittore
  • Numero contenuti

    47
  • Iscritto

  • Ultima visita

Risposte risposto da birrificio


  1. Ciao a tutti,

    io ho inviato mail con file richiesti il 19 gennaio, a oggi nulla di nulla.

     

    Detto tra noi comunque non mi riguarda più. La strada delle agenzie (mio parere personale) non serve che a far perdere tempo. Proporre direttamente alle case editrici medio-piccole ma con una politica di espansione  e di cura verso l'autore. Importante la distribuzione e vi sono molte case editrici NOEAP con distribuzione nazionale. Ecco dove rivolgersi.

     

    buona sera


  2. Buona sera a tutti.

    Caspita questa è una brutta notizia, passare da free a doppio binario quantomeno.

    A parte che 200 copie se vere (non ho motivo di dubitare delle parole di Webandcad) sono tante tante.

     

    Supponendo un prezzo di copertina di 12 euro con uno sconto generoso del 30% si andrebbe incontro a una spesa di ben 1680 euro.

     

    Brividi!

     


  3. 2 ore fa, don Durito dice:

    OK, recepito. Però, è anche questione di punti di vista. Vale a dire, nel mio caso, copie supplementari (rispetto a quelle poche solitamente fornite gratis dalle CE all'autore) le comprerei in ogni modo, per fare un po' di pubblicità a un eventuale mio libro, soprattutto visto che molte piccole CE non fanno promozione con invii gratis di copie a critici o concorsi letterari.

    @birrificioForse è OT, ma visto che sei di Torino, hai esperienze o conosci la CE Robin? Per non andare troppo OT, se vuoi puoi rispondermi alla discussione su Robin in "Doppio binario"

    Non conosco!


  4. Questo scrissi in data 30 ottobre 2015.

     

     

    Chiedo subito scusa a tutti gli amici Writer's Dream Forum, io non sono nessuno a livello di scrittura e di questo ne sono consapevole tuttavia voglio esternare un sentimento che provo nel leggere la modalità di invio dei manoscritti di amici presenti qui.

     

    Sono rattristato e costernato per una modalità inaccettabile, offensiva nei confronti di chi nutre speranze nel proprio lavoro scritto.

     

    Esistono moltissime agenzie che accolgono i nostri file senza inventarsi strani artifici. Chiaramente anche loro hanno dei limiti (chi è senza?) io per primo ma continuo a non essere d'accordo.

     

    Non è bello giocare con i sogni.

     

    Naturalmente rinnovo le mie scuse a chi non la pensa come me.

     

    Buona giornata

    • Mi piace 1

  5. Ciao Frantoio, io ho parlato delle copie poiché avevo letto sopra in qualche post questo numero.

     

    Non era critica o altro verso la casa editrice.

    Ripeto se le cose che ho elencato rientrano in un rapporto di lavoro tra autore e editore, allora si può inviare il file.

     

    Grazie ancora per la tua attenzione e disponibilità. 

     0

  6. @frantoio Buona sera a tutti coloro che leggeranno questo commento e alla casa editrice (bellissimo il nome).

    Io penso questo sull'autore esordiente che lavora insieme all'editore.

    Collabora a stretto contatto per editing e tutto ciò che porti miglioramenti allo scritto.

    Si muove tra le sue conoscenze e amicizie per trovare location atte alla presentazione del libro, lasciando però alla casa editrice tutta la parte di definizione data e locandine varie con la libreria di turno (anche per un fatto di peso e di pubblicità alla stessa)

    Non si spaventa per eventuali distanze da percorrere ma anzi si organizza al meglio con l'editore anche per cercare supporti di persone durante le presentazioni.

    Decide che oltre la sua zona di residenza (io vivo a Torino) deve portare e far conoscere il suo libro in giro per la penisola a più persone possibili.

    Il discorso delle eventuali copie deve essere da sprone all'attività e non da ostacolo (in una prima presentazione sul territorio si possono vendere dalle 30 alle 40 copie, esperienza personale)

     

    Ecco se tutto questo per la casa editrice significa collaborazione, allora si può provare a inviare il file del romanzo.

     

    Saluto tutti con simpatia. 

     

     

     

     

    Ciao Frantoio, io ho parlato delle copie poiché avevo letto sopra in qualche post questo numero.

     

    Non era critica o altro verso la casa editrice.

    Ripeto se le cose che ho elencato rientrano in un rapporto di lavoro tra autore e editore, allora si può inviare il file.

     

    Grazie ancora per la tua attenzione e disponibilità. 


  7. Buona sera a tutti coloro che leggeranno questo commento e alla casa editrice (bellissimo il nome).

    Io penso questo sull'autore esordiente che lavora insieme all'editore.

    Collabora a stretto contatto per editing e tutto ciò che porti miglioramenti allo scritto.

    Si muove tra le sue conoscenze e amicizie per trovare location atte alla presentazione del libro, lasciando però alla casa editrice tutta la parte di definizione data e locandine varie con la libreria di turno (anche per un fatto di peso e di pubblicità alla stessa)

    Non si spaventa per eventuali distanze da percorrere ma anzi si organizza al meglio con l'editore anche per cercare supporti di persone durante le presentazioni.

    Decide che oltre la sua zona di residenza (io vivo a Torino) deve portare e far conoscere il suo libro in giro per la penisola a più persone possibili.

    Il discorso delle eventuali copie deve essere da sprone all'attività e non da ostacolo (in una prima presentazione sul territorio si possono vendere dalle 30 alle 40 copie, esperienza personale)

     

    Ecco se tutto questo per la casa editrice significa collaborazione, allora si può provare a inviare il file del romanzo.

     

    Saluto tutti con simpatia. 

    • Mi piace 1

  8. Buon pomeriggio a tutti e alla Genesis Publishing.

     

    Vorrei sottoporre una domanda all'editore.

    Per quanto concerne le presentazioni dei libri preso librerie e/o altri luoghi preposti qual è la vostra politica.

    Un ringraziamento per la risposta.

    • Mi piace 1

  9. Chiedo subito scusa a tutti gli amici Writer's Dream Forum, io non sono nessuno a livello di scrittura e di questo ne sono consapevole tuttavia voglio esternare un sentimento che provo nel leggere la modalità di invio dei manoscritti di amici presenti qui.

     

    Sono rattristato e costernato per una modalità inaccettabile, offensiva nei confronti di chi nutre speranze nel proprio lavoro scritto.

     

    Esistono moltissime agenzie che accolgono i nostri file senza inventarsi strani artifici. Chiaramente anche loro hanno dei limiti (chi è senza?) io per primo ma continuo a non essere d'accordo.

     

    Non è bello giocare con i sogni.

     

    Naturalmente rinnovo le mie scuse a chi non la pensa come me.

     

    Buona giornata


  10.  

    Buongiorno a tutti. Qualcuno sa quali sono le case editrici che collaborano con Psocoidea?

     

    Grazie. 

    Oi Birrificio, So che lavora con C.E. piccoli e medi in non a.Pagamento.. Li ho contattati perche me ha consigliati un amico fidato che ha un contratto con Vertigolibri e ho avuto una buona impressione in generale. Pero ora ho deciso di fare un EBOOK da sola e magari gli chiedo per una revisione della grammatica. Sono madrelingua portoghese e ho bisogno sempre di un occhio in piu. Tanta fortuna !

     

    Grazie Federica e tanta fortuna per i tuoi progetti.

    • Mi piace 1
×