Vai al contenuto

Il Palombaro

Blogger
  • Numero contenuti

    118
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

42 Piacevole

2 Seguaci

Su Il Palombaro

  • Rank
    Sognatore

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Napoli
  • Interessi
    Fantasy (Urban fantasy, Dark fantasy...)
    Steampunk (Clockpunk, Dieselpunk...)
    Fantascienza
    New Weird
    Narrativa Speculativa (Speculative Fiction)

Visite recenti

1.137 visite nel profilo
  1. Il Palombaro

    I piccoli editori sono ignoranti (?)

    A proposito di scarsa qualità "tecnica" o "contenutistica": mi sono reso conto, per esperienza personale, che una fetta importante di libri pubblicati sono un miscuglio di frasi a effetto, prosa altisonante, trip introspettivi e, in generale, storie (se così si può chiamarle) autoreferenziali. Queste velleità pseudo-letterarie sono più comuni di quanto non si pensi nella nostra produzione e, cosa peggiore, sono considerate "norma". Che significa? Che il lettore appassionato si farà coraggio e leggerà romanzi del genere, perché ci è abituato. Magari riuscirà a finirne qualcuno; condividerà qualche frase fica su Facebook; resterà colpito da alcuni messaggi; potrebbe perfino ritrovarsi nei contenuti e, pertanto, apprezzarli particolarmente. Proprio per tale natura personale e spontanea, però, se non ci si ritrova nelle suddette riflessioni o situazioni, il libro non può piacere. Ed è ciò che succederà alla maggioranza dei lettori. Ma, ripeto, stiamo parlando di lettori appassionati. La verità è che i suddetti romanzi risulteranno illegibili dal 95% delle persone che non appartengono alla categoria. Detto questo, la colpa è anche degli editori che pubblicano queste opere. È vero che sono la maggioranza degli invii, ma non la totalità. Spesso, per ignoranza e impreparazione, si predilige il libro che piace a titolo personale rispetto a quello che risponde meno alla soggettività (fermo restando il punto prioritario: smuovere più copie possibili nel minor tempo possibile).
  2. Il Palombaro

    I piccoli editori sono ignoranti (?)

    Secondo me la stragrande maggioranza di piccoli editori free vivono di "usa e getta". Mi spiego: prendo un autore alle prime armi (magari alla prima pubblicazione), investo per editing, correzione, copertina, stampa ecc. nella migliore delle ipotesi, gli do una miseria in termini di royalties e scontistica (non per cattiveria ma perché è "inevitabile"), faccio un po' di pubblicità. Si aprono quindi due scenari: o il volume tira sin da subito e mi permette di investire ulteriormente sia sull'autore che sull'opera, o incasso ciò che posso dall'autore stesso e dal suo circolo + copie vendute alle fiere, ai saldi eccetera. Risultato: un autore su dieci, tanto per sparare una cifra, mi permette di tirare avanti mentre l'altro riesco più o meno a ri-assorbirlo. Il problema di questa visione è ovvio: un libro può tirare all'inizio per i motivi più disparati e scomparire già a medio termine. Per esempio, il libro potrebbe riscuotere successo per una copertina particolarmente attraente; per una premessa super-stuzzicante; perché l'autore ha una cerchia estesa di conoscenze o è, addirittura, un nome nel suo campo. Quasi mai, a mio parere, un libro tira sin da subito per la sua "qualità" o, in altri termini, perché piace ai lettori. Per quel tipo di riscontro ci vuole tempo! Ed ecco che il serpente si mangia la coda, perché l'editore si ritrova con le sue perle che iniziano ad andare meno bene, vecchi autori che, nella maggioranza dei casi, smettono di dedicarsi alla scrittura (che non paga), sfornano scritti meno fortunati al primo impatto o cambiano casa editrice (per una che offre di più) e così via. Dunque, servono nuovi volumi che tirano subito per mandare avanti la baracca. In tutto questo, il fatto che l'editore "creda" o meno nei libri che pubblica va a farsi benedire, perché conta soltanto la capacità si smuovere un determinato numero di copie nel minor tempo possibile...
  3. Il Palombaro

    Gainsworth Publishing

    Ciao Paolo, sì, mi risposero pochi giorni dopo con un gentile rifiuto. Fossi in te aspetterei ancora un po'.
  4. Il Palombaro

    Immersività — Scrivere X Annegare

    Nuovo articolo! Presentazione Cuore di Tufo, Cantine dell’Averno, Pozzuoli (17/11/2018) Sabato 17 novembre, presso le Cantine dell’Averno di Pozzuoli, è stato presentato il romanzo Cuore di Tufo di Giuseppe Chiodi, edito da DARK ZONE edizioni. L’incontro è stato moderato da Michele Chiodi, con letture a cura di Adalgisa Avino. Qui le foto e i video dell’evento. Continua a leggere (e commenta)!
  5. Il Palombaro

    Immersività — Scrivere X Annegare

    Nuovo articolo! Costruire una storia & Scrivere narrativa 7: Conflitto, Tensione drammatica e Ritmo narrativo. Scrivere un Page-turner I Page-turner sono quei romanzi che si leggono tutti d’un fiato. Ma come realizzarne uno? Col Conflitto, la Tensione drammatica e il Ritmo narrativo, 3 strumenti fondamentali per ogni scrittore. Vediamo insieme come impiegarli al meglio. Continua a leggere (e commenta)!
  6. Il Palombaro

    Immersività — Scrivere X Annegare

    Nuovo articolo! Racconto: Qui Giace Mida disponibile gratis su tutti gli store! (Dark/Mythic fantasy) Da Giuseppe Chiodi, il “Palombaro” del blog letterario Immersivita.it e autore del romanzo Cuore di Tufo, un ebook gratis contenente il racconto breve Qui Giace Mida, nonché la storia extra Lo Scuotiterra. Dark fantasy emozionante e senza compromessi. L’opera è ispirata alla favola The Golden Touch di Nathaniel Hawthorne. Continua a leggere…
  7. Il Palombaro

    Mi presento...

    To'... benvenuta!
  8. Il Palombaro

    Immersività — Scrivere X Annegare

    Nuovo articolo! Vi presento “I Librosi”, il negozio di artigianato per gli amanti del fantasy! I Librosi è il negozio online di Carmen, una ragazza innamorata del fantastico. Tra gli oggetti in vendita troverete ciondoli, portachiavi, soprammobili e quant'altro ispirati al mondo fantasy. Ma soprattutto, è possibile acquistare un bustino personalizzato del proprio personaggio preferito! Come si fa a resistere a una versione da comodino dei propri eroi? Continua a leggere (e commenta)!
  9. Il Palombaro

    Immersività — Scrivere X Annegare

    Nuovo articolo! Recensione: Il Libro dei Teschi, di Robert Silverberg Continua il nostro ciclo di recensioni sulle opere del grande autore newyorchese. Il Libro dei Teschi è uno dei suoi lavori più noti e celebri, tanto negli USA quanto nel Bel Paese. Esso si pone, dal punto di vista cronologico, successivamente alla fase di consumo e immediatamente prima a quella di rilievo letterario dell’autore. In altre parole, Il Libro dei Teschi precede il libro della svolta, cioè Morire Dentro. Prima di calarci nell’opera, è necessario specificare una caratteristica fondamentale della stessa... Continua a leggere (e commenta)!
  10. Regolamento contest di microstorie: Un uomo entra in un caffè… Concorso: Un uomo entra in un caffè… Tipo di Contest: Letterario. Non a scopo di lucro, gratuito e senza alcun obbligo di acquisto. Inizio: Adesso! Scadenza: 15 Dicembre 2018. Premiazione: Entro il 20 Gennaio 2019. Condizioni di Partecipazione: La partecipazione è assolutamente gratuita! Iscrizione obbligatoria al sito web Immersivita.it. Se non siete iscritti al blog sarete esclusi dal concorso! Inviare la microstoria attraverso il form. Usate l’indirizzo email con cui vi siete iscritti al blog! Massimo due invii a persona. Non inviate immagini! Caratteristiche obbligatorie dei racconti: Componimento in lingua italiana. La microstoria deve obbligatoriamente iniziare con questo incipit: “Un uomo entra in un caffè…”. Senza virgolette, s’intende, e i puntini sospensivi sono a discrezione dell’autore. Importante: ricordate che la lunghezza minima e massima non sono influenzate né dall’incipit né dal titolo! Lunghezza minima: 6 parole (esclusi incipit e titolo). Lunghezza massima: 1000 parole (esclusi incipit e titolo). Tema: libero. Tendo a premiare l’originalità. Come specificato, la lunghezza può essere estremamente variabile; tuttavia, darò la stessa importanza alle opere più brevi come alle più lunghe (sempre entro i limiti sopra riportati). Sì: un racconto di 6 parole ha le stesse probabilità di vittoria di uno di mille. Ambientazione: libera. Premi: Una copia autografata del mio romanzo Cuore di Tufo, edito da Dark Zone edizioni. Un segnalibro con tazzina di caffè fatta a mano in paste polimeriche, come da foto. Realizzata dallo splendido shop handmade I Librosi. Un buono di Ibs (Happy Card) da 20€ per l’acquisto di libri. Spedizione a carico mio con tracciamento. Il vincitore sarà contattato per l’ottenimento dei dati. I dati personali saranno trattati nel rispetto del codice sulla privacy, ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs n. 196/2003. La pubblicazione del racconto vincitore sul mio blog, ovviamente. E un’intervista al vincitore, nel caso gli faccia piacere. Una POTENZIALE pubblicazione dei racconti più meritevoli in un’antologia GRATUITA in formato ebook sui principali store online. Ogni racconto verrà attribuito al relativo autore. Procederò alla relazione dell’antologia SE e soltanto SE riceverò abbastanza invii di un certo livello. In quel caso, gli interessati saranno avvertiti dal sottoscritto e avranno tutto il diritto di tirarsi indietro, se lo vorranno. Qui trovate la pagina col bando. Buon divertimento e che vinca il più creativo!
  11. Il Palombaro

    Cuore di Tufo — Giuseppe Chiodi

    Super News! Venerdì 5 ottobre presenterò Cuore di Tufo alla libreria Mondadori di Piazza Vanvitelli (Napoli). Si parlerà del libro e del suo tema principe: il folklore partenopeo! Nonché del fantastico all'italiana e delle infinite suggestioni che offre il Bel Paese. Siete tutti invitati! Qui il link dell'evento.
  12. Il Palombaro

    Cuore di Tufo — Giuseppe Chiodi

    Tempo di aggiornamenti! A questo indirizzo trovate la recensione (un po' critica ) a cura del blog Bosco dei Sogni Fantastici! E allego un breve video in cui leggo qualche passo del romanzo () https://www.youtube.com/watch?v=BnFaVkfydCg
  13. Il Palombaro

    Immersività — Scrivere X Annegare

    Nuovo articolo! Folklore Italiano tra media e realtà: ‘O Munaciello (il Monaciello) napoletano Alla scoperta di ‘O Munaciello, il dispettoso spiritello napoletano che «a chi arricchisce e a chi appezzentisce», tra folclore e vecchi e nuovi media. Primo articolo della rubrica Folklore italiano tra media e realtà. Continua a leggere (e commenta)!
  14. Il Palombaro

    Immersività — Scrivere X Annegare

    Ciao Valentina! Purtroppo non credo che il sistema invii notifiche di ricezione. Ma posso confermarti che la tua microstoria è arrivata Grazie per aver partecipato! (Ricorda che, se vorrai, potrai inviare una seconda microstoria).
  15. Il Palombaro

    Immersività — Scrivere X Annegare

    Nuovo articolo! Contest di Microstorie: Un Uomo Entra in un Caffè… Bentrovati a tutti i miei lettori! Come avevo già accennato precedentemente, ho pensato di lanciare un contest letterario di microstorie. Partecipare è semplicissimo e i premi sono di tutto rispetto. Mi raccomando, leggete con attenzione e, se avete domande, chiedete pure nei commenti. Un appunto: vi suggerisco di leggere il mio articolo sulla Flash fiction (o Microstorie) per partire col piede giusto. Continua a leggere (e commenta)!
×