Vai al contenuto

bioseum

Scrittore
  • Numero contenuti

    35
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

17 Piacevole

Su bioseum

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Non lo dice

Visite recenti

1.252 visite nel profilo
  1. bioseum

    Watson Edizioni

    Io sono ancora in attesa. Da mesi. Mi spettava una copia essendo autore di un racconto scelto per un'antologia. Mai ricevuta. Per sostenere la causa decido di acquistarla (prezzo pieno più le spese di spedizione con corriere): mai ricevuta neanche quella... ho chiesto (molto cortesemente) spiegazioni e ho ricevuto (più di una volta) rassicurazioni che avrei ricevuto a breve una copia del libro.
  2. bioseum

    Edizioni CentoAutori

    Io sono uno dei vincitori del secondo contest Narratopoli. Il mio racconto avrebbero dovuto pubblicarlo nella collana apposita ma non se n'è fatto nulla (è trascorso un anno) e non ne conosco il motivo.
  3. bioseum

    Spartaco Edizioni

    Il mio romanzo uscirà a fine mese per Edizioni Spartaco. Ho inviato il manoscritto prima dell'estate e sono stato contattato dopo qualche settimana. Si è instaurato subito il feeling giusto, fin dal primo contatto mi sono sembrate persone molto serie e professionali. Sono molto soddisfatto.
  4. bioseum

    Watson Edizioni

    già fatto. il 1° settembre... pazienza, lo ordinerò in libreria.
  5. bioseum

    Watson Edizioni

    la mia copia invece non mi è mai arrivata... pensa che a luglio ne ho pure acquistata una copia direttamente dal sito e non mi è arrivata neanche quella
  6. bioseum

    Edizioni e/o

    @Blackbeard intanto finisci la tua Grande Opera e poi, dopo che avrai mosso i primi passi nel "panorama editoriale italiano", ne riparliamo. In bocca al lupo
  7. bioseum

    Edizioni e/o

    @Blackbeard tu hai mandato il manoscritto a edizioni e/o?
  8. bioseum

    Baldini & Castoldi Editore

    Io credo che l'ultimo dei problemi per un editore siano i testi da pubblicare. Hanno sovrabbondanza di proposte: agenzie letterarie, segnalazioni attraverso i propri autori e collaboratori, traduzioni di romanzi esteri, giovani promesse provenienti dalle varie scuole di scrittura e premi letterari (tipo il Calvino). Se si aggiungono i testi che arrivano dagli scrittori che già appartengono alla scuderia della casa editrice, è facile capire che l'enorme mole di manoscritti (non filtrati e non selezionati) che arrivano in segreteria sono destinati a raccogliere la polvere. Qualcuno magari ci guarda (tipo B&C), ma in realtà affinché un manoscritto possa attirare la dovuta attenzione è necessario che li faccia saltare dalla sedia già con poche pagine. Chi non ha il contatto "giusto" deve lavorare sodo per farsi notare, armarsi di pazienza e attendere il momento opportuno. Qualcuno riesce a mantenere la perseveranza giusta, qualcun altro inevitabilmente si arrende. Quanto detto ovviamente dando per scontato che i propri lavori siano all'altezza di essere pubblicati, ma questo è un altro discorso.
  9. bioseum

    IoScrittore

    @Beppecoraggio da cosa si intuisce che si tratta di una scrittrice?
  10. bioseum

    La truffa dei Ghost Writer

    @Mirtillasmile Io non sono uno scrittore famoso, ma ti posso garantire che anch'io amerei molto il mio lavoro pubblicando libri tipo catena di montaggio, steso su amaca a sorseggiare una capirinha mentre i "miei" romanzi li scrivono altri
  11. bioseum

    La truffa dei Ghost Writer

    @Mirtillasmile No, io guardo il libro con gli occhi lettore, e quando vado in libreria per comprare il libro di un autore mi aspetto l'abbia scritto lui. Punto. Delle problematiche legate ai contratti editoriali, o di come funzionino le CE mi interessa allo stesso modo del perché Pellé abbia fatto quel gesto.
  12. bioseum

    La truffa dei Ghost Writer

    @JaV Non sono d'accordo. Un conto è acquistare un manuale, un altro un romanzo di uno dei miei scrittori preferiti. Se esce il nuovo di DeLillo, io corro a comprarlo a scatola chiusa, e se poi scopro che in realtà l'ha scritto Tullio P. ci resto di merda. E non poco. E come se si scoprisse che il nuovo album dei Radiohead in realtà è stato composto dai Kolors, o se il nuovo film dei Coen diretto da Pieraccioni. Forse non è una truffa, ma si avvicina tantissimo. Se c'è davvero bisogno di "massa critica", bisogna escogitare strategie più oneste. E se Stephen King non fa uscire un libro a ogni cambio di stagione, i suoi fan non credo si buttino dalla finestra, anzi, forse nella "spasmodica" attesa potrebbero scoprire anche qualche bravo nuovo autore e certamente non il bimbominkia con i pizzini sgrammaticati.
  13. bioseum

    L'editing è davvero utile?

    E potresti dirci qual è il grosso editore con cui hai firmato?
  14. bioseum

    L'editing è davvero utile?

    @Marco Scaldini ma sei lo stesso che ha pubblicato tre libri per 0111?
×