Vai al contenuto

Floriana

Sostenitore
  • Numero contenuti

    1.599
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

158 Strepitoso

Su Floriana

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 30/11/1985

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Varese
  • Interessi
    Scrivere ciò che mi suggerisce la mia anima..

Visite recenti

6.571 visite nel profilo
  1. Floriana

    La scatola

    Ciao @Marf piacere di leggerti, ti dò già un'osservazione. Sono stata catturata dal tuo titolo. Semplice ma molto curioso. Da questo testo mi aspetto tanto, non sò il perchè. Ora veniamo a noi Idea geniale fare un incipit con un dialogo oltretutto davvero curioso.Metterei i punti caporali però al posto delle virgolette. Testo molto scorrevole e ben lineare che ragazze spugne! (tanto per ridere un pò) Metterei i punti caporali però al posto delle virgolette. Inoltre personalmente inserirei un ? alla fine. che tutti loro nascessero non mi convince. Suggerisco ma non sono sicura che voi nasceste Metterei i punti caporali però al posto delle virgolette. Cancellerei: e inventò quel particolare sul momento Concetto molto interessante Non mi piace che ripeti l'aggettivo quello. Bel pensiero ma non ho compreso se Giorgio parla per se o per tutti gli uomini? Invertirei: questo appartamento a noi Non mi piace: gli aveva preferito Suona male secondo me. Non amo particolarmente questa espressione: Giorgio fece spallucce Cancellerei quello. Suggerisco: il nostro è un divano letto Non mi piace a tutta forza. Qui non capisco. Conclusione: racconto carino, scorrevole, sentito e ben scritto. La struttura del tuo racconto mi piace molto anche se sistemerei i dialoghi inserendo i punti caporali. I dialoghi sono diretti e con toni ben sentiti. Rilevi pian piano un'amara verità anche questo mi piace . Buon appetito - Floriana-
  2. Floriana

    La Catena

    @GiuliaShumaniTutanka accetta i pareri degli altri anche se non li condividi. Per le correzioni può darsi che abbia sbagliato io. Ripeto a me sembra una storia d'amore tra due uomini. (magari sbaglio) Buona serata
  3. Floriana

    La Catena

    Buona domenica @GiuliaShumaniTutanka (che nome lungo e complesso) Piacere sono Flo. Prima di incominciare a commentare il tuo testo, ti volevo segnalare che il doppio invio disturba parecchio. Il mio è un suggerimento che puoi o no prendere in considerazione. L'incipit sarebbe buono con una struttura diversa. Troppi invii. Domanda: perchè f maiuscola in Festa? Anche qui toglierei l'invio. La frase sarebbe più compatta e avrebbe un effetto più deciso. Verde acido. Questo era il colore dei pantaloncini che indossava la prima volta che mi imbattei in lui. La frase è troppo lunga, dividerei in due parti. La motivazione è poco chiara. Cancellerei la virgola Frase poetica. Ti suggerisco: la calda sera. Pensiero poco chiaro. Ti suggerisco di mettere una e tutte le corde... Non ripetere la congiunzione. Qui non sono convinta, forse ci sta bene nel farlo mio. Che vuol dire questa frase? Non mi piace: da mali del mondo. Che cosa significa: Sicuro di poterlo schiacciare in ogni istante.? Frase incomprensibile. Suggerimento: La notte confessò per colpa dell'alcol. Non ho capito cosa? Non ripeterei: l'ho sentito. Non mi sembra adatto il termine galoppava, sostituirei con batteva in maniera detto che dopo che Non suona bene. Suggerimento: detto che dopo il nostro allontanamento, mi aveva pensato. Errore comune. Cancellerei: neanche Inserirei una virgola dopo in realtà, Spiegherei meglio questa frase. Parole sante! Parere personale: non è sempre così. Bellissima frase. Cancellerei: la seconda coniugazione , potesse finire come è finita. Conclusione: Perdonami se ti dico che sono stata distratta dalle molte correzioni che ho fatto ma soprattutto da troppi invii e spazzi bianchi.Non so darti una motivazione precisa ma mentre leggevo, ho immaginato una relazione tra due uomini. Nel testo non ho "respirato" tratti femminili. Mi dispiace se non ho compreso la tua trama. Ti auguro una buona permanenza nel Writer's Dream. Floriana
  4. Floriana

    Sulla spiaggia d'autunno

    Ciao @Fraudolente buon sabato, molto coinvolgente questo frammento. Scorrevole e ben scritto. Un quadro ben delineato che narra il dramma di Yemane e Futsum. L'unica frase che non mi convince è: Aggiungerei: erano in Norvegia La fine mi pare frettolosa. Buon week-end Flo
  5. Floriana

    Goccia

    Buon pomeriggio a tutti vi ringrazio dei commenti sempre graditi e utilissimi alla mia crescita tra un foglio e l'altro. @Valiant (nome della mia caldaia) profumo è un refuso già segnalato da un'utente prima di te. Ho scritto questo racconto veloce, pensavo d'aver fatto molti errori Ciaone -Flo-
  6. Floriana

    L'autore sono io

    Buondì@Hella Woland piacere di leggerti, commento rapido. Bell'incipit, quasi poetico ma avverto un pò di pesantezza. Forse la frase è troppo lunga. Descrivi molto bene con un ritmo adatto. Perchè è vero il suo dolcevita? Che vuoldire e terra smarrite nell'aria? La frase è troppo lunga. Refuso: sguardo Cancellerei di gesti e metterei abbi pietà di me tra i trattini. Secondo me, fai le frasi troppo lunghe Cercherei un sinonimo di ridere. L'ho fatto anch'io. Cancellerei l'intera frase. Nella struttura dei dialoghi, è meglio utilizzare i punti capolari. Rivedrei questo pezzo.Non mi piace ottenere Cambi veloce scena, risulta poco chiara. Non ripetere: finestra. Finale molto profondo. Conclusione: frammento profondo, scorrevole e originale con ottimi spunti. Devi essere più chiara secondo me, scrivere frasi più corte e donare ai dialoghi una struttura adeguata e un tono. Evita le ripetizioni. Buona giornata Floriana
  7. Floriana

    Quattro personaggi evasi dall'autore

    Buon pomeriggio cara @Poeta Zaza, che titolo geniale, curioso e se vogliamo anche impegnativo. Eliminerei: una. Sembra suoni meglio. Non mi convince: chi in carcere da anni, chi da poco tempo, fantastico. Mitica Questa parte non l'ho capita. Descrivi alla perfezione una scena cruda e drammatica. Bellissima poesia. Conclusione: mi è molto piaciuta la poesia che dà un valore aggiunto al resto. L'unica cosa che non ho compreso sono le prime parti in corsivo. Per il resto, gran bel esercizio di stile a rileggerti. Flo
  8. Floriana

    Goccia

    Grazie mille @Alessiomantelli per i complimenti Mi dispiace ma la prima parte non la voglio eliminare, è poetica e secondo me introduce il testo. Ti auguro una buona settimana Floriana
  9. Floriana

    Arcobaleno

    Buongiorno @Sleep piacere di leggere, è la prima volta che ti incrocio. Bel titolo, immagino che sia "colorato" L'incipit mi fa venire in mente un gladiatore Preferirei: dominava il mare Bell'immagine. Concordo con Kikki inoltre inserirei i punti caporali. Questa frase mi piace. Il dialogo mi sembra troppo affrettato. Non capisco quel non abbiamo, forse ti sei dimenticato il che? La frase è poco chiara. Troppe virgole nella parte iniziale. Chi dice questa frase? Domanda: che significa il viandante solcò in molti tipi di terreno? La frase risulterebbe scorrevole se cancelli o artigiani di villaggi, La frase è poco chiara. Chi ne fece? Due annotazioni. Non ripetere sparare. Elimina a, Suggerimento: due colpi alla volta. Suggerimento: che lanciava frecce Il ritmo è troppo veloce. Sempre nel sogno? Pezzo scorrevole. La frase è troppo lunga. Non ripeterei: scavata nella roccia. (secondo rigo) Porte sotto terra? Scriverei: trecce L'azione è troppo frettolosa. Lo sappiamo già che è a forma di croce. Non ripetere. Preferirei: Si riprese chiedendo: Cancellerei: una trecciolina. Interessante Bella riflessione . Troppe domande. Non si capiscono i toni. Pezzo curioso e stuzzicante. Perchè questo vuoto? Racconterei in breve le regole del gioco. Se non ha vinto, perchè ha aperto la porta? Riscriverei la frase. Eliminerei i punti di sospensione e inserirei: e assunsero Non mi piace. Non mi piace. Finale troppo frettoloso. Conclusione: racconto interessante ma poco coinvolgente forse per la troppa fretta che si ha di voler narrare. I dialoghi sono i tuoi punti deboli, rivedrei tutta la loro struttura inserendo i punti caporali. Attenzione a non ripetere i termini, alcune frasi sono molto interessanti altre invece mancano di chiarezza. Rivedrei il ritmo con il quale si svolgono le azioni\scene, secondo me le narri con troppa fretta. A rileggerti. Floriana
  10. Floriana

    Il profumo dei fiori

    Buona domenica dolce @Thea che bel titolo per chi ama i fiori, me per esempio. Questo verso mi impressiona un pò perchè vedo un'immagine drammatica. Bellissimo questo verso. Non sò darti una spiegazione ma dà un profumo intenso d'amicizia. Perchè il collo? Intrecciati ai capelli. (accarezzano il capo) Vedo benissimo la gelosia Qui ti devo fare i miei compimenti. Verso favoloso. Secondo me, stona: quello Della tua pelle. Finale semplice. Conclusione: poesia dal tatto sensibile, delicata e materna. Con semplicità descrivi i profumi dei fiori, un tocco davvero di grande maestria. L'unica cosa che rivedrei è la ridondanza della parola Ricordo, personalmente mi disturba. Le maiuscole e la punteggiatura fanno parte del tuo stile che possono o no piacere a chi ti legge. Ti auguro una buona continuazione. Floriana
  11. Floriana

    Goccia

    Commento: Una mela al giorno Goccia dedicato ai bambini che non hanno voce «Perchè piangete?» Chiese il mondo. - Bluff … Una nuvola bianca di passaggio – E quel pensiero se ne va. Nessuno risponde. Tutti sorridono. Soddisfatti. Vivono. Emanuele sta giocando con il suo trenino di legno sul pavimento del salotto. È meravigliato del suo gioco nuovo. Con la bocca riproduce il rumore della locomotiva, prende aria pura e ingenua fra le guance, la coccola e la riscalda un po' e poi la soffia via come un pensiero colorato. Dopo un po' di gioco, il pavimento si macchia di gocce e il trenino di Emanuele affronta la sua prima tempesta. Uma è la bambina più bella del mondo. Il cielo di Roma le ha donato i suoi occhi. Nell’azzurro limpidissimo sta il suo coraggio di saper sognare. Uma è nella sua cameretta rosa tutta sola ma non ha paura, sta giocando anche lei come fa ogni bambino della sua età nella propria cameretta. È aggrappata alla sponda del letto e si guarda allo specchio. Tenta e ritenta di prendere per mano il signor equilibro che, spesso e volentieri, gioca a nascondino. La bimba si guarda allo specchio, sorride perché si sente bella anche se, tenta da nove anni di fare un passo in completa autonomia. A volte sembra un burattino, il suo corpo barcolla e si snoda. Le sue braccia, ali piegate da troppo vento, si muovono in continuazione. Son molle allegre che l’aiutano a trovare uno slancio. Una goccia dopo l’altra cade dall’alto, la cameretta di Uma si bagna di vita finalmente vissuta. L’orologio segna le sedici in punto, l’ora della terapia. Valentina è già sul tappeto, distesa come un fiore sul mare dalle mille opportunità. Si guarda attorno con dolcezza, l’unico movimento che conquista la sua libertà. Intanto una mano raggiunge il suo volto che far nascere sul suo volo una carezza. Valentina ha degli occhi grandi, così immensi che tutto il mondo si potrebbe rispecchiare. Ma tutti fanno finta di niente, tanto la bimba gigante non parla. È vero, Valentina non parla ma è ugualmente una forza della natura. Spesso muta in cascata, specialmente quando fa attenzione. Ama molto stare sul tappetto ed è proprio per questo che inzuppa la spugna color grigio delimitata da un bordino rosso. Vale è una fonte di vita in piena. Cesare, Massimo e Stefano invece sono bimbi cresciuti troppo in fretta. Vestono da adulti ma non sanno il perché. Loro giocano come allora; chi a palla, chi colora un foglio bianco immaginando chissà cosa e chi stringe a sé un morbido teletabis. Di giorno, Cesare, Massimo e Stefano frequentano un centro diurno. Loro si accontentano con poco. Basta essere in compagnia. L’associazione che non sempre sa di famiglia. Ma loro son contenti e sorridono anche davanti ad un socio-santitario, un clown che sa far stare bene. Ma non sempre è così. Tutti hanno giorni no, anche i ragazzi del centro diurno li hanno. Quando fanno un attimo di pausa dalla vita, rifugiandosi in un angolo come lepri impaurite, iniziano a gocciolare lacrime amare. Le loro, sono le uniche che profumo. La chiamano chimica artificiale, camice bianco in corsia. I tre ragazzi gocciolano ma non piangono. Certe volte schiumano come il mare ma per loro è tutto regolare. Arianna e Cristina invece giocano con la barbie dai capelli lunghi. Cristina si sente bella, è bionda e ha due occhioni chiari, troppo sinceri per la sua età. Invece Arianna è sempre curiosa del gioco altrui, sorride anche se si muove a scatti. Ha due condini che la rendono simpatica. Giocare in due però non è sempre facile per due bimbe che dispongono solo di una barbie. Chi tira a destra e chi tira a sinistra e… cade una goccia sulla nuca di plastica. Il volto della tragedia cancella l’anima buona di Arianna. Cristina corre in bagno, non sa se essere più schifata o spaventata. Chiude la porta a soffietto, apre l’acqua e insapona la testa della sua barbie. Compie l’operazione due o tre volte con insistenza e poi risciacqua con sollievo. - Contaminazione scampata – Pensa Cristina quando ritorna tutta fiera dal bagno. Non appena si avvicina alla cugina, le sue orecchie sentono un timido scusa. Arianna aveva capito già tutto. Il mondo può gocciolare in qualsiasi momento, tante gocce di fatica, di meraviglia, di attenzione e di liberazione. Son piccole sorgenti d’acqua davvero speciale, cedevole ad ogni tipo di suolo non ancora irrigato. Vietato aprile gli ombrelli neri, disse un giorno un tale. Il colore dell’indifferenza, del malumore, del sofistico e dell’ipocondria non serve nulla a questo mondo. Ogni goccia ha bisogno del suo “recipiente” che la raccoglie nel modo più rispettoso possibile, che sia un corpo rigido o una mano fragile poco importa, basta che dia un senso alla sua caduta. Credetemi, da quel solco può nascere sempre qualcosa. Un germoglio di speranza. Vi chiedo solo dei piccoli tentativi, aprite le vostre mani e il vostro cuore e, credete a ciò che vi bagna. Dissetarvi. Questa è pura vita senza pioggia e tristezza. Goccia che non ha timore di cadere.
  12. Floriana

    Una mela al giorno

    Buon sabato pomeriggio@luca c.che bello leggerti! Spero che stai bene. Molto curioso il tuo titolo, spero che faccia ridere Domanda: Che cos'è il costrutto idiomatico? Pezzo scorrevole. Secondo me Amerigo è un pò stupidotto. che catena di riproduzione Vedo l''immagine. Curiosità: l'agenda conteneva gli appunti del padre? Dialogo molto scorrevole con una buona struttura . Che vuol dire il termine baldanzoso? Il gruppo nel senso la famiglia di Amerigo e Carla? Faccio fatica a capire questa frase. Stona: per non farlo cadere. Suggerisco: per non far cadere le mele. Secondo me questa frase è poco intuitiva. Idea geniale. che spiritoso. Che significa: radente? Dei pomi in eccesso ne fecero tutti gli usi possibili: pomi cioè? Diventò una volpe? Non mi piace: Le sue avventure mano a mano . Prendeva per il fondo schiena la moglie? Troppe virgole secondo me. Dividerei in due la frase. Vedo l'immagine. Qui non capisco quel Gianni chi è? Ahia, qui si mette male Cancellerei: rigonfie ma Gianni e Beatrice ... I polli? Gulliver...Il carro? Animali fedelissimi! Perchè in essere? e portavano la gioia ecct.. Preferirei: in cui si diceva deciso di rifiutare i pasti offerti dal carcere. Secondo me questa frase è troppo lunga. Suggerimento: prendendo di girare per la cella con fare circospetto; Poco chiaro: ugualmente la stessa bramosia cresceva in Amerigo, che già si figurava quei bei tuorli succulenti scendergli nello stomaco. che tenero. Preferisco: si immaginava. Grande idea. Bel finale, ottima morale. Conclusione: racconto che svela pian piano. Amerigo è un padre di una grande famiglia, direi una squadra di calcio che è costretto a rubare per sfamarla. Cresciuto a suon di proverbi dal padre che rimanda, a sua volta ai suoi figli. Ci sono molte battute che fanno ridere ma in alcune situazioni vedo il dramma di non potercela fare. Da qui in poi, l'inventiva di rubare con quel poco che si ha a disposizione. Il racconto è ben scritto, scorrevole e senza refusi. I tuoi dialoghi sono ben strutturati con toni sentiti ma semplici. Ho trovato molti termini che non conoscevo e ho provato a suggerirti parole secondo il mio stile. La parte verso la fine mi ha colpito, trovo tenero il protagonista che sfama i suoi polli e trovo geniale l'idea dell'orto fuori dalla cella. Alla fin fine Amerigo non è stupido per niente. Buon week-end. Flo
  13. Floriana

    Onde lambenti

    Buon pomeriggio @Eudes, spero che stai bene. Devo ammettere che il tuo titolo mi ha incuriosito. Ha classe e interesse. Vediamo il resto. Preferirei: ritrovarsi, la scelta di chi è capace ecct... Mi pare un ritmo troppo veloce. Anche qui il ritmo pare veloce. Questa frase non mi piace. Non mi piace l'inizio di questa frase. Incipit interessante, stile particolare e insolito. Non mi piace quando una frase inizia con E. Descrivi molto bene La fine del II capitolo rileva molto. Non mi convincono due frasi: Oggi non sfigurerebbe in un concorso di miss. quando mi chiese di accettarlo per come sentiva di essere e non per quello che la natura aveva scelto di farne. Dividerei le due frasi. Avevo preso da solo ecct... Eliminerei la e Non sono sicura: toccò \ toccarono ? Frase poco chiara. Questa parte è molto profonda. Non riesco a capire questa parte. Non mi piace: dopo il naturale periodo di ambientamento Errore: A me sono sembra sembrati molto pragmatici. Sembra che sta ricordando qualcosa. sta ricordando la vita passata del figlio? E' il figlio a ricordare... Bell'incipit. Frase poco chiara. Rivedrei la sua struttura Bella frase. C'è un a di troppo. Attenzione. Bel pensiero Geniale: mentre prendeva forma. Per i dialoghi meglio utilizzare i caporali Il finale lascia molto in sospeso. Conclusione: testo molto scorrevole e ben scritto. Il tuo stile è singolare, c'è qualche piccolo refuso. Occhio alla struttura fondamentale dei dialoghi. Non ho compreso bene le parti in grassetto verso la fine dove mi sembrava di perdere il filo narrante. Molte frasi sono magnifiche. E' un racconto che tratta un tema importante ma perchè Onde lambenti? L'oscillazione del rapporto tra padre e figlio? Ti auguro una buona serata. Floriana
  14. Floriana

    Mezzanotti opposte

    Buon pomeriggio @Elisa Audino , molto interessante il tuo testo, il titolo suscita molta curiosità. Leggendo le prime righe, si respira aria musicale. Sembra una canzone. Questa parte mi piace molto anche se non condivido il grassetto. Che cosa significa: Le leggi infami infamano gli amori? Mi piace davvero tanto: Io scrivo a un uomo Partito da qualche anno in più L'ultimo verso pare sfuggente. Secondo me è un pò caotico ma è anche vero che lo si può interpretare come un gioco di parole. Conclusione: due facce messe al confronto, senza pause e senza punteggiatura. Leggere tutto ad un fiato. Narra di ripensamenti ritardatari, di identità rubate. ( Silvia vola da ieri sera, Tu hai chiuso il locale. Aspettava una chiamata) Qui ho pensato ad un fatto drammatico. Buona continuazione Flo
  15. Floriana

    Black out rain - (3/3)

    Rieccomi amico mio, buon mercoledì. Tranquillo, a tutti può succedere di scrivere un finale di ripiego. Dove eravamo rimasti? Ah, alla morte di Ramon. Incipit curioso ma cercherei sinonimi per all'incontrario e arrotolandosi Questa frase mi piace. Frase poco chiara. Cancellerei: la giovane ragazza. Periodo scorrevole ma scriverei: Pareva volerlo stritolare, nel mimare il gesto. Spiegherei meglio questa frase. Non posso leggere : più importante era allora era più importante allora conoscere... Riscriverei questa frase. Spiegherei meglio questa frase. Spiegherei meglio questa frase: Lei provava a chiamarlo, ma la voce non usciva dal petto. Spiegherei meglio la seguente frase: Ogni brillante, a guardarci dentro, avrebbe rispecchiato un urlo soffocato, una vita spezzata. Non ripetere il termine perfetta. Spiegherei meglio: scoprirono in pochi minuti di essere due parti della stessa goccia d'acqua. Pezzo scorrevole ma spiegherei: i due ragazzi avrebbe certo rimpianto, un giorno, il “più bel periodo della loro vita”. Cos'è l'adepto? Questa frase secondo me è poco chiara. Personalmente non mi piacciono le frasi che iniziano con E. Qui il pezzo risulta poco chiaro. Anche qui faccio fatica a seguire. Qui mi mandi in crisi. Che significa per ovviare al problema? Secondo me il pezzo è troppo carico. Dopo come Inserirei i : Qui è davvero poco chiara. Inoltre non mi piace il termine orchestrarla. Non ho capito chi era il dio dei dati ? Buon dialogo, scorrevole con un'ottima struttura. Il finale è abbastanza chiaro. Per quanto ho capito è un inno alla libertà. Conclusione: il racconto si presenta come un quadro dove si vedono e non immagini, il problema principale è la narrazione poco chiara, a volte sbrigativa. Non ho notato refusi, i dialoghi che redatti sono ottimi. Consiglio di riscrivere tutto il racconto con maggior chiarezza. Buon appetito Flo
×