Vai al contenuto

_Mari_

Scrittore
  • Numero contenuti

    1.345
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su _Mari_

  • Rank
    shattered dream
  • Compleanno 18/08/1969

Contatti & Social

  • Sito personale
    https://www.facebook.com/pagina.mari/?ref=hl

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    provincia di Pisa
  • Interessi
    la lettura e la scrittura occupano i primi due posti.
    Leggo un po' di tutto basta che sia qualcosa che mi coinvolga emotivamente e mi faccia viaggiare con la fantasia. Poi amo disegnare, ascoltare musica, quella rock in maniera particolare.

Visite recenti

12.389 visite nel profilo
  1. _Mari_

    Il gioco delle Consonanti

    La campana della pieve Di slancio il volo, d'inerzia la discesa, a piedi flessi sulle corde di canapa incrociata. i rintocchi scandiscono e riecheggiano messaggi ridondanti e scadenzati, mentre drg _ l'appello del priore.  Non ci riesco, chiedo l'aiuto del pubblico
  2. _Mari_

    Il gioco delle Consonanti

    Non mi convincono alcune parole, ma ci provo: La campana della pieve Di slancio il volo, d'inerzia la discesa, a piedi flessi sulle corde di canapa incrociate. i rintocchi scandiscono e riecheggiano messaggio ridondante e scadenzato, mentre dirige è l'appello del priore.
  3. _Mari_

    Mezzogiorno d'inchiostro 127 - Topic ufficiale

    Congratulazioni 🎉🎊🎉🎊🎉🎊🎉
  4. _Mari_

    [MI 127 - Fuori Concorso] Alabama

    Ciao @libero_s , era da tanto tempo che non ti leggevo e sono felice di averlo fatto con questo racconto. Molto forte, terribile e agghiacciante. La figura della donna emerge in maniera prepotente nonostante la sua inerzia. La storia mi ha lasciato un odio per il marito aguzzino (il registro volgare del suo modo di parlare mi è piaciuto in modo particolare) e per suo padre che non ha saputo amarla e proteggerla come avrebbe dovuto. Non sopporto di vedere come tratta la moglie e viene la tentazione di entrare nella storia e trascinare quella povera donna e la sua bambina via di lì. Terribile la remissività della protagonista, è rassegnata e vorrei potesse salvarsi e soprattutto salvare la sciagurata creatura che sta per nascere. Vorrei avessi estremizzato, ma purtroppo la cronaca è piena di storie come questa, credo che tu abbia perfettamente messo a fuoco una ipotetica situazione di abuso fisico e psicologico, quindi grazie. Il fatto che tu sia uomo e che tu sia riuscito a trattare questo argomento con tanto tatto mi fa ben sperare negli uomini. Non commento il tuo stile che, al netto di qualche imprecisione, è sempre impeccabile e ricercato. Bellissimo racconto, peccato non sia in gara per il MI. A rileggerti presto.
  5. _Mari_

    [MI 127] Pari e patta

    Lettura (commentare col cellulare è un delirio)
  6. _Mari_

    [MI 127] Pari e patta

    Letto e piaciuto. Lettura cinica e dissacrante della vita di coppia del giorno d'oggi. Mi è arrivata tutta la sua "immobilità", il sui voler essere neutrale a tutti i costi e credo anche un po' di insoddisfazione personale. Non c'è una parte in cui sottolinea il bello di essere single, ma solo i vantaggi di non essere cascati nella trappola del matrimonio. È uscito un bel personaggio ironico e un po' cinico. Hai mantenuto il giusto regostro dall'inizio alla fine. Secondo me il finale è molto azzeccato, nella.sua indolenza ha saputo almeno ricavarne una soddisfazione. Bella lettuta, grazie.
  7. _Mari_

    [MI 127] Terraformazione

    Originale l'idea, mi è piaciuto anche come l'hai sviluppata. Ia morale ecologista che sta alla base l'ho molto apprezzata. Hai saputo dipingere un mondo post-apocalittico in pochi caratteri; molto ben fatto. Brava
  8. _Mari_

    [MI 127] Mamma- nome comune di persona, femminile, singolare.

    Bellissima lettura. Purtroppo le madri anaffettive esistono e fanno dei bei danni ai loro figli. Mi piace però come l'hai descritta, e sono d'accordo con chi ha detto che essere madre non dà automaticamente la garanzia di essere in grado di fare un buon lavoro. Certo, avrebbe potuto fermarsi prima e fare meno figli, ma noi non sappiamo cosa abbia trasformato la ragazza piena di gioia di vivere in una grassa e stanca madre che a stento sopporta la presenza dei figli. Forse questa è l'unica pecca del racconto: non è chiaro cosa sia successo a questa mamma e magari sarebbe stato interessante capire cosa l'ha realmente trasformata. Comunque resta una racconto scritto molto bene, amaro, che trasmette esattamente lo stato di indolenza della donna. Traccia pienamente centrata al tema. Complimenti.
  9. _Mari_

    [MI 127] La felicità non esiste

    Ahahah, dai che Lisa è stata solo un po' acida, ma mettiti nei suoi panni... Mi sono divertita un po' con dei luoghi comuni, perdonatemi maschietti, personalmente vi adoro tutti (quasi tutti: non generalizziamo ) A rileggerci
  10. _Mari_

    [MI 127] La felicità non esiste

    @Rica mi fa piacere che ti sia divertita leggendolo, anche scriverlo è stato divertente. Non saprei a quale racconto ti riferisca, forse potrebbe essere la staffetta di Natale . @lean e io abbiamo messo due sorelle e una renna in una baita e ne hanno dette di tutti i colori. Forse la formula molto dialogata potrebbe ricordare quei racconti. Grazie. @Andrea28, @Alba360, vi ringrazio molto per l'apprezzamento. Mi piacciono i dialoghi, li uso spesso, a volte fin troppo. Mi fa piacere tu abbia apprezzato. Lisa concorderebbe con te. Io sono molto più tollerante col vostro genere, logicamente ho forzato un po' la mano per strappare un sorriso, sperp di non essere stata eccessivamente cattiva, non vorrei aver ferito qualche maschietto. Ahahah, può darsi che insorgeremmo, ma fossi in voi, correrei il rischio, un po' di ironia è l'unica cosa che ci salva la vita. In conclusione: grazie per le belle parole, dai speranza che qualche uomo gentile e intelligente allora esista davvero (cit. Lisa) @James Noonesolo un <3. Non servono parole, sei sempre squisito. @Macleo hai ragione, sorry. Sicuramente il discorso vale anche dal punto di vista maschile. È un'idea assurda, ma pesca dalla realtà: la felicità esiste, ma è fugace, incostante, a volte costa cara. Grazie per essere passato. @Adelaide J. Pellitteri grazie per avermi segnalato i refusi. Grazie anche per le belle cose che hai scritto sul mio racconto, mi hanno fatto molto piacere. a tutti
  11. _Mari_

    Compleanni nel WD

    Odio il mio cellulare... scusa gli errori riscrivo: Auguri a una delle mie compagne di chat preferite. .. ecc ecc
  12. _Mari_

    Compleanni nel WD

    Auguri una delle miale compagnale di chat preferite. L'adoro perché ha sempre una buona parola, una battuta o un pensiero. Grazie per la tua infernale presenza e per l tua mefistofelica simpatia 💜
  13. _Mari_

    Molleggio mistico

    @Adelaide J. Pellitteri invidio un sacco la tua capacità di dire così tanto in così poco spazio. Un uso dei caratteri invidiabile. Io sforo sempre di almeno mille caratteri e mi tocca poi tagliare, tagliare, tagliare… non ho proprio il dono della sinesi, io. Mi è piaciuto Vincenzo, mi è piaciuta la moglie e mi è piaciuto il modo con cui hai rappresentato l'indolenza del protagonista: quasi quasi gli do ragione, ma perché ci affanniamo sempre tanto? Piaciuto!
  14. _Mari_

    [MI 127] La felicità non esiste

    Grazie a chi ha letto e commentato fin qui. @@caipiroska forse ho forzato un po' la mano, ma l'ho fatto per rendere la protagonista credibile nella spiegazione del presunto complotto. sicuramente generalizza . Certamente secondo Lisa sì, se non è colpa dei maschietti dovrebbe mettersi in discussione, quindi preferisce addossare la colpa agli uomini e al grande complotto. Sono contenta che ti sia piaciuto @Talia troppo gentile: Era quello che speravo, ti ringrazio molto. Sul discorso delle favole, io credo fermamente che abbiano influenzato molto una certa visione dell'amore di generazioni di bambine che, crescendo, pensano davvero che debbano essere salvate da un principe. @Ivana Librici grazie anche a te per i complimenti. @Emy sei troppo generosa nei miei confronti, grazie di cuore, sono felice che ti sia piaciuto. @Poeta Zaza grazie anche a te per il commento La dolcezza aiuta sempre, e la Nutella è una soluzione a tanti grattacapi . Nella vita, le delusioni ci sono, si può reagire come Lisa, inacidendosi e accanendosi con i poveri esemplari maschili della nostra specie, oppure come Lucy, che incassa i colpi del destino senza perdere la speranza nel genere umano e consolandosi come può. Grazie per l'apprezzamento al mio racconto A rileggervi presto
  15. _Mari_

    [MI 127] Dadà e Niffula

    Bel racconto, scorrevole, divertente e scritto bene. Hai reso bene la follia delle sue padrone dei cagnolini, mi ha fatta molto sorridere la parte con il POV del cagnolino. Finale tragicomico originale. Complimenti
×