Vai al contenuto

Sara A.

Utente
  • Numero contenuti

    8
  • Iscritto

  • Ultima visita

1 Seguace

Su Sara A.

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 11/09/1976

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Vivo vicino Milano
  • Interessi
    Libri, animali,cinema, storia.

Visite recenti

969 visite nel profilo
  1. Sara A.

    notte fredda

    Ciao, ti dico che impressione viene a me. La scena è familiare, più o meno tutti ci siamo trovati a vivere un momento così e viene qundi più facile immedesimarsi. Quello che secondo me toglie allo scorrere del racconto è come hai distribuito il pezzo. Inizi citando il freddo e poi ne fai un richiamo alla fine sull'effetto che ha sul personaggio: acquisterebbe più impatto se mettessi insieme i due pezzi e poi passassi a descrivere il tuo stato di stanchezza per il fine serata. In generale penso che potresti lavorare meglio sullo scorrere del racconto, basterebbe poco, ad esempio ridistribuire il testo. Mi lascia un po' perplessa il luogo: hai parcheggiato, non ci sono foglie nè insetti, però riesci a vedere le stelle: rimane un po' la curiosità di sapere dove ti trovi e se è coerente col racconto.
  2. Sara A.

    Poche idee ma confuse :)

    Grazie del benvenuto, il regolamento l'ho già letto e col tempo magari pubblicherò anche qualcosa. Io non lo so se esiste o no una divinità, credo esista il bisogno dell'uomo di andare oltre se stesso, un dolore di fondo diciamo. Spero che la marea si abbassi ma vorrei chiederti una cosa: riguardo a quel corso di cui parlo sopra, hai qualche informazione da darmi? Ci sto pensando seriamente. Grazie
  3. Sara A.

    Poche idee ma confuse :)

    Inizio a sentirmi a casa
  4. Sara A.

    A quale personaggio vi sentite più simili?

    In realtà non penso di poter scegliere stabilmente un personaggio, ma in questa stagione della vita sarebbe Hal Incandenza, uno dei personaggi principali di Infinite Jest, per i suoi molti talenti, le sue difficoltà a trovare un'identità e questo sensazione di qualcosa di perso che lo accompagna per tutto il libro mentre cerca di capire cosa lo circonda.
  5. Sara A.

    Poche idee ma confuse :)

    Grazie e grazie
  6. Sara A.

    Poche idee ma confuse :)

    In realtà quella è la mia gatta, anche se pare finta grazie dell'accoglienza e della fiducia sulla parola
  7. Sara A.

    Poche idee ma confuse :)

    Ciao per il benvenuto
  8. Sara A.

    Poche idee ma confuse :)

    Vi dico come sono arrivata qui prima di parlarvi di me e spero che la narrazione in sé mi aiuti in quel che segue. Non sono giovanissima, non sono neanche vecchia, sto attraversando questa crisi economica come molti di voi e, come (molti?) voi ne sto uscendo con le ossa rotte. Se a questo aggiungete una crisi personale e coniugale... eccomi qua. Questi giorni mi interrogo su come cambiare la mia vita: l'illuminazione divina mi è preclusa perchè sono irrimediabilmente atea (con un buon grado di disperazione da parte mia, sarebbe bello trovare qualcosa in cui credere); un marito nuovo non credo sia la soluzione, il mio è a malapena usato e non nutro molte speranze che col cambio ci guadagnerei. Stavo pensando, com'è ovvio, ad un corso di studi, di formazione, di qualifica... A qualcosa insomma! Saltuariamente aiuto una mia amica con la revisione dei suoi copioni e ho scoperto che, se anche non fossi bravina, è un'attività in cui trovo soddisfazione: mette a frutto tutta la mia esperienza di lettura e la mia attitudine alla critica Allora forse un corso per correttori di bozze? Ho digitato sulla barra di ricerca con poca convinzione per scoprire che ci sono corsi on-line, corsi a distanza, corsi in presa diretta, tutti costosi ma non inaccessibili e, spulciando spulciando, sono arrivata qui da voi che magari potete darmi anche qualche consiglio sull'attendibilità dell'uno rispetto all'altro. Detto questo... Mi chiamo Sara,ho 38 anni, leggo da quando ho l'età per farlo e non ho mai smesso. Sono ancora una sostenitrice della carta stampata rispetto all'e-book, perchè niente può equiparare la sensazione di un libro tra le mani ed ultimamente, causa difficoltà economiche, ho anche riscoperto la biblioteca pubblica (integrandola con quella virtuale). Sono un lettore onnivoro, al momento orientata sulla narrativa americana e gli scrittori giapponesi. Il libro che ha toccato il mio cuore è "Il maestro e Margherita" di Bulgakov mentre l'autore... Amo e ripeto amo David Foster Wallace, a ognuno il suo. Ciao a tutti! Sara
×