Vai al contenuto

fantasywings8

Utente
  • Numero contenuti

    8
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di fantasywings8

  1. fantasywings8

    Estate passata di un giovane corridore.

    qui. Il sole capeggiava in quel giorno di luglio, riscaldando coi suoi raggi già dal primo mattino, un giorno ideale per gareggiare con quel suo modellino. Sopperendo alla mancanza del componente adeguato, un piccolo e rozzo stratagemma, ma di grande effetto, aveva trovato. Il motorino in freezer aveva collocato, tirandolo fuori al momento desiderato, rimontandolo sulla vettura, per poi correr fuori all'aperto, raggiungendo il punto d'inizio. Incontrandosi con l'amico, che lo aveva sfidato, in quella pista ciclabile poco frequentata che costeggiava la lunga via principale. Tutti in posizione, che si accendino gli interruttori, partenza, via! L'amico scattò in avanti seguendo la sua mini vettura, ma si fermò presto, nel vedere che il veicolo avversario non aveva fatto neanche un miglio. Ma ecco la sorpresa, lentamente ingranò per poi partire a razzo grazie al motorino un pò raffreddato per non farsi bruciar dal sole rovente, e con grande sorpresa l'amico si affrettò a rimetter l'auto in pista. Quella gara si rivelò quasi tutta un testa a testa. Ma a causa di un sassolino, un auto deviò, uscendo dalla pista e attraversando la vera strada d'asfalto. Il ragazzino divenne disperato perchè 2 auto che stavano per passare quasi all'unisono nei due sensi di marcia la stavano per far perire. Chiuse gli occhi ormai rassegnato. Ma poco dopo un rumorino inaspettato lo fece sobbalzare, passata sotto ad entrambe con velocità sorprendente, sul ciglio del marciapiede opposto, stava ancora scalpitando, quel motorino rosso, percorrendo il bordo della strada, per continuar senza incontrare ostacoli, quell'improvvisata gara. Tutto contento il suo corridore che non sia finita in frantumi, nonostante arrivò secondo, orgoglioso di quel modellino che veloce e coraggioso aveva a suo dir battuto quelle vere auto!
  2. fantasywings8

    Celata in un velo d'oscurità

    Tuoni e fulmini scuotevano il cielo di quella notte piovosa di Marzo. Max fu svegliato di soprassalto da un potente rombo di tuono. Nonostante volesse con tutte le sue forze riaddormentarsi, il temporale glielo impediva, così decise di alzarsi e recarsi in bagno. Nonostante avesse dodici anni, non aveva timore a restare a casa da solo di notte a causa della reperibilità dei suoi genitori, entrambi medici nell'ospedale della città. Quella era una delle sere in cui furono chiamati d'urgenza per fare un turno di notte. Il maltempo stava causando non pochi problemi alla gente. La casa non era grande, ed era abitudine tenere sempre una luce accesa in modo da raggiungere di notte il bagno facilmente. Uscito dal bagno, un violento tuono scosse quelle quatro mura e la corrente elettrica decise di scappare altrove facendo cadere sulla casa un velo di oscurità, forse spaventata dal temporale. A tentoni Max riuscì a prendere la torcia a led nello sgabuzzino, quella si che illuminava bene! Di solito quando la luce viene a mancare era indice che stava per accadere qualcosa di poco piacevole, almeno nei film e telefilm. Improvvisamente un brivido percorse la sua schiena, perchè udì come un lieve rumore di passi provenire dalle stanze adiacenti. Max si voltò di scatto scansionando la zona con la luce della torcia. No, forse se lo era immaginato, suggestionato da quella situazione: il temporale, l'essere da solo in casa, e la luce venuta a mancare. Tornò nella sua stanza, ma lo sentì di nuovo, passi, leggeri, quasi impercettibili, provenire dal salotto. Tornò indietro, dirigendosi lentamente verso il salotto, chiedendo con una flebile voce tremolante se c'era qualcuno, nessuno rispose. Perlustrò il salotto, e non trovò nulla, finché non guardò alle sue spalle, in direzione della finestra, una voce lontana cercava di gridare tendendo una mano verso di lui: "Aiutami"... Corse via senza alcuna esitazione. Si chiuse in camera come se questo potesse fermare quello che aveva visto, non poteva essere vero, quelle cose non esistono, continuava a ripetere da sotto le coperte con la torcia sempre più stretta tra le mani... Ora era alla sua porta, continuava a chiedere aiuto con quella lugubre voce flebile che sembrava sempre più lontana ma ancora percepibile, Max si tappò le orecchie con le mani e gridò con quanta più voce riuscì a tirar fuori: "Vai viaaa". Una bambina dall'abito bianco, dai capelli neri, gli occhi vuoti e dal viso deforme avvolta in un velo di oscurità, non era più lì. Max non poteva credere a ciò. Continuò a ripetersi per ore che fu solo un incubo...
  3. fantasywings8

    Celata in un velo d'oscurità

    Accidenti e dire che ho riletto e credevo di non aver fatto certi errori. Devo stare attento. Grazie.
  4. fantasywings8

    Estate passata di un giovane corridore.

    Sarà il caso che spieghi. Rime son volute, ed è una storiella per bambini con protagonisti bambini... Da ragazzino assistetti ad una gara di altri due ragazzini con le loro mini 4wd, vecchio hobby modellistico appunto di auto modellini da corsa elettrici ma non radiocomandati a 4 ruote motrici. Possono andare sulle piste apposite e con gli adeguati componenti possono andare anche su terreni accidentati. Ricordando un pochino l'accaduto e rinfrescando la mia conoscenza tecnica riguardo l'hobby tramite internet ho concepito questo frammento. Essendo un principiante si faccio molti errori lo ammetto e spero di migliorare. Critiche ben accette. Ringrazio tutti.
  5. fantasywings8

    Salve a tutti da un principiante!

    Ho trovato questo sito e mi ha invogliato ad entrare... Sono un ragazzo con più di 20 anni... dalla nascita con problemi di salute vari... c'è crisi... e allora che si fa oltre a cercare remunerazione monetaria? Si apre il cassetto e si tirano fuori vecchie passioni come il cercar di scrivere! Sono un principiante, cerco di trarre ispirazione non solo dalla mia fantasia ma anche da cose reali e cerco di trasmutarli in brevi racconti! Credo che mi troverò bene... e cercherò di seguire bene le regole! E' un piacere conoscervi!
  6. fantasywings8

    Estate passata di un giovane corridore.

    Grazie, si le rime erano volute, in un primo episodio raccontato, e non avendo molto esperienza mi sono limitato... spero di migliorare di frammento in frammento gradualmente.
  7. fantasywings8

    Invisibilità

    è il primo racconto che leggo e non sò se riuscirò ad esprimere un commento esaustivo essendo un principiante, ma ci provo... Il titolo mi ha molto incuriosito e già solo quello mi aveva fatto pensare a una storia alternativa su appunto il potere dell'invisibilità, e il fatto che parli di un fantasma e la sua vendetta mi ha veramente sorpreso, ma non in negativo, lo trovato molto interessante... Però appunto anche io ho trovato una leggera difficoltà... diciamo a immaginare nella mia menta la storia nella mia mente... anche la mia mente è andata alla memoria a follet quando lo leggevo a scuola, e questo è positivo. in sostanza, mi è piaciuta la trama generalmente e mi ha sorpreso positivamente il titolo accostato alla trama. Mi è piaciuto!
  8. fantasywings8

    E poi tornò.

    Leggere questo frammento e le sue ottime descrizioni ha suscitato in me non poca emozione e nostalgia dei tempi andati quando anche io sfidavo il sole estivo a ogni ora con la mia pelle bianca armato di crema solare alta protezione. Non ci sono parti in particolare che mi sono piaciuti, tutto il frammento è emozionante, anche se devo dire che mi ha commosso il finale, il ragazzino che affronta tutte le altre intemperie per poi ritrovarsi in primavera di nuovo col sole che accetta la sua carezza anche se con riluttanza perché significava sconfitta. Molto Bello.
×