Vai al contenuto

Skylar

Utente
  • Numero contenuti

    29
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

4 Neutrale

1 Seguace

Su Skylar

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  1. Skylar

    Editing si, editing no

    Nessuno è perfetto.
  2. Skylar

    Editing si, editing no

    Questa cosa l'ho notata anch'io e in più di un' occasione. Credo abbia molto poco a che vedere con il comune editing, ma si tratti di un qualcosa di molto più complesso, un lavoro organico che coinvolge più attori, quasi sempre persone estremamente qualificate del settore dell'editoria. In "Acqua agli elefanti" ad esempio, l'autrice Sara Gruen fa esplicito riferimento a un gruppo di scrittura ( di cui lei fa parte), oltre che a una critique partner, all'editor e all'agente. Ringrazia inoltre chi le ha fornito il titolo per il libro. Ma potrei citarne a iosa di casi simili. Insomma, dalla bozza al best seller, ne passa di acqua sotto i ponti.
  3. Skylar

    Editing si, editing no

    Esiste la possibilità di avere delle valutazioni gratuite, e conviene sfruttarla fino a farsi un'idea ben precisa dei punti di forza e di debolezza della propria opera, per capire cosa andrebbe cambiato/migliorato e se avvalersi o meno di un editor. Chiarissimo. Ma questo non potrebbe farlo anche una CE?
  4. Skylar

    Editing si, editing no

    Innazitutto ringrazio tutti voi per le risposte, per me davvero preziose. Riguardo la mia vicenda, ho iniziato ad inviare il manoscritto da troppo poco tempo per poter fare un bilancio: dalle CE blasonate non ho ricevuto alcuna risposta, la bozza è attualmente in lettura da parte di due editori medio-piccoli, dai quali attendo un responso a breve. Il quesito è sorto da qualche giorno, dopo che un piccolo editore mi ha dato, dopo appena due giorni dall'invio, una risposta non risposta che non riguardava il contenuto dell'opera, ma "qualche refuso da sistemare, prima di poter proporre il testo a un editore". Come a dire, impara prima a scrivere e poi leggerò qualcosa di tuo. Premesso che credo fermamente che ciascuno di noi (aspirante esordiente o meno) sia dotato di sufficiente lucidità per poter giudicare se la propria opera sia presentabile o meno, sono corsa a leggere ancora una volta il manoscritto a caccia di chissà quale obbrobrio, e francamente non ne ho trovati. Ovvio, non è perfetto, se lo fosse sarei andata già di self-publishing. Ecco, lì sono andata in tilt. D'accordo anch'io. Ma in che modo? E soprattutto, come trovarlo?
  5. Skylar

    Editing si, editing no

    Letto e riletto un'infinità di volte, per la revisione mi sono sempre affidata al self-editing con l'ausilio di manuali in lingua inglese e non, ma sembra non bastare mai.
  6. Skylar

    Ti pubblica un editore? Siamo nel futuro, il formato è digitale!

    I miei alunni (dai 15 in su) per leggere utilizzano prevalentemente il telefonino o il tablet, sebbene tra mille distrazioni (FB, Wattsapp e chi più ne ha più ne metta). Ma leggono Per il resto, condivido in toto quello che hanno scritto i Nativi: il futuro dell'editoria è il digitale, è solo questione di tempo.
  7. Skylar

    Editing si, editing no

    Non so se è la sezione giusta, ma avrei un quesito da porre a tutti voi: è giusto/consigliabile affidarsi a un editing professionale, prima di sottoporre il proprio manoscritto all'attenzione delle CE? Cosa ne pensate?
  8. Skylar

    Fanucci Editore

    Mi riferivo all'iniziativa scritta in calce sul sito riguardo un nuovo progetto per aspiranti scrittori. E' da luglio che è messa lì, senza che vi sia alcun aggiornamento. Personalmente non ho inviato alcun manoscritto, dal momento che lo accettano solo e unicamente in formato cartaceo.
  9. Skylar

    Fanucci Editore

    Più di due mesi e ancora niente
  10. Skylar

    Fanucci Editore

    Qualche giorno fa ho inviato loro una mail in cui chiedevo se era possibile l'invio in digitale di un estratto del manoscritto, mi hanno risposto con il link alla pagina autori, in cui si richiede di inviare esclusivamente in formato cartaceo: qualcuno saprebbe spiegarmi le ragioni di cotanto astio nei confronti della tecnologia? Comunque nella pagina citata è riportato in calce un messaggio per gli aspiranti scrittori, si fa cenno a un progetto che sarà pubblicizzato tra pochi giorni, stay tuned.
  11. Skylar

    goWare Editions

    Confermo, ho inviato iun estratto via mail, mi hanno risposto subito con una prima mail di cortesia dove indicavano anche i tempi, all'incirca un mese, e in effetti dopo un mese mi hanno risposto che il manoscritto non era in linea con le loro scelte editoriali.
  12. Skylar

    Interesse costante

    Abbiamo molto in comune, spero di poterti essere d'aiuto in qualche modo: Consiglio n.1 I tuoi personaggi sono vivi, ascolta quello che hanno da dirti Consiglio n.2 Cerca musica che si adatti al genere che stai scrivendo, mentre la ascolti immagina le singole scene, la tua fantasia diventerà un fiume in piena Consiglio n.3 Una storia ti frulla da giorni nella testa, una strana tensione anima le tue dita, corri al pc, la frenesia ti fa scrivere di getto, ma quando si esaurisce lascia il posto alla noia? Esci, fai lunghe passeggiate, muoviti in auto, guardati intorno, tutto è ispirazione, dalla foglia morta alla nuvola che passa veloce nel cielo, al foglio che rotola a terra, alla gigantografia pubblicitaria che campeggia sui muri in città. Qualcuno suggeriva le serie TV, condivido, a volte basta un passaggio all'apparenza insignificante per dare nuova linfa a ciò che scrivi. Consiglio n.5 Se ancora non l'avevi capito sono una che scrive di getto, in quanto tale so che la prima stesura è solo l'impalcatura attorno a cui dovrò lentamente costruire l'edificio del racconto, aggiungere pezzi, siano essi situazioni, ambienti o personaggi, poco importa. Solitamente non do nulla per scontato, neppure il finale, aspetto che la storia si evolva da sé, l'ispirazione farà la sua parte.
  13. Skylar

    Crisi dell'editoria italiana: quali sono le soluzioni?

    Mi spiace che qualcuno l'abbia presa male, non intendevo offendere nessuno, le mie parole non avevano alcun tono polemico, né l'accezione smart voleva essere negativa, la mia era semplicemente una presa d'atto. Gli adolescenti li conosco bene, sono il mio pane quotidiano.
  14. Skylar

    Crisi dell'editoria italiana: quali sono le soluzioni?

    Generazione smart, è così che la chiamo e credetemi, il termine non intende in alcun modo essere offensivo. Il loro è un mondo dove tutto deve essere immediato, sono nati e cresciuti col pc, basta schiacciare un tasto e voilà, eccoti la ricerca su Petrarca bell'e fatta, si inviano sms incomprensibili, si dichiarano sui social e si lasciano sui social, il tutto per risparmiare tempo e non perchè sia prezioso, (quello che ne rimane, ed è tanto, è fatto di noia assoluta) ma perchè tutto ciò che non è smart non è cool e soprattutto è più noioso della noia. Soluzioni? L'idea dei bignami sarebbe perfetta, ma volendo spezzare una lancia a loro favore al di là dei classici, che sono costretti a leggere per motivi di studio, cosa offre loro l'editoria italiana così com'è oggi? E soprattutto perchè, nell'intento di appassionarli alla lettura, si è costretti a pescare necessariamente tra i titoli stranieri? Dicono che sia un settore in crisi, eppure di scrittori pare ce ne siano a iosa, le CE non fanno che lamentarsi del troppo materiale ricevuto (cosa a cui non ho mai creduto) e quindi i problema dov'è, in chi scrive o in chi non pubblica (e non rischia)? E non mi si venga a dire che in giro c'è solo spazzatura, perchè non è vero.
  15. Devo ammettere che quando scrivo leggo meno e questo non è certamente un bene. Non sono una lettrice vorace, alterno periodi di bulimia a periodi di totale anoressia, dipende dal periodo, dalle stagioni e anche dai libri, se poco attraenti chiudo dopo la prima pagina, se mi prendono fin dalle prime battute allora sono capace di divorarli anche in una sola notte.
×