Vai al contenuto

Cloto

Utente
  • Numero contenuti

    202
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    3

Cloto ha vinto il 5 dicembre 2014

Cloto ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

81 Popolare

Su Cloto

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna

Visite recenti

3.101 visite nel profilo
  1. Cloto

    Jukebox

    Am I wrong- Sigma feat. Shakka
  2. Cloto

    Jukebox

    Imagine Dragons
  3. Cloto

    Quale personaggio di un romanzo vorreste essere?

    Catarella. Una delle più riuscite figure di Camilleri.
  4. Cloto

    Lubrificante per macchine belliche antiche.

    Sego di bue e montone. Olio di ricino (usato per illuminazione). Grassi vegetali formati dalla mescolanza di piante differenti. Saluti Cloto
  5. Cloto

    Mezzogiorno d'Inchiostro nr.64

    Congratulazioni vivissime a Black e a Talete!!!! Giudici e Arbitro come al solito esemplari. Un forte abbraccio a tutti i partecipanti e ai futuri giudici. :flower: La Cloto nuovamente italica
  6. Cloto

    Mezzogiorno d'Inchiostro nr.64

    Finalmente a casa con 6500 notifiche da leggere (vi siete dati molto da fare a quanto vedo) esprimo anche io la mia personale classifica: sul podio salgono... (rullo di tamburi). Rewind con il suo inquietante #Non piaci manco a Joy con il suo profondo Nel sole e nel vento Black con il suo intenso La Guerra, La Follia e La Pecora ( a cui personalmente cambierei titolo perchè lievemente spiazzante rispetto al contenuto.) Approfitto anche di questo spazio per ringraziare chi ha già commentato la mia storia (non so mai quale sia la giusta netiquette nel caso dei MI: rispondere nel thread mi sembra appesantisca la lettura ma non dire nulla mi sa di maleducato) e scusarmi con chi la leggerà e forse commenterà nei prossimi giorni in cui non sarò presente. Spero di rientrare in Italia giovedì sera per poter assistere all'incoronazione premiazione dei vincitori/vincitrici a cui lancio un'idea: La prima MI Trash Edition dove il politically correct nelle trame, nei commenti e nelle votazioni vada a farsi benedire. Ho già pronti i miei commenti più sferzanti e cattivi: "La trama era interessante quanto quella della storia riproduttiva dei parameci". "Questo racconto ha le stesse probabilità di avere successo della biografia di Solange". "I dialoghi sono simili a quelli creati da due sceneggiatori che scrivono assieme di cui uno non vedente e l'altro non-udente." Voglio anche che il Supremo Giudice/Giudichessa abbia l'imparzialità e la correttezza del commentatore Russo dell'Eurovision. Scherzi a parte, grazie di nuovo. Ultime cose e poi smetto di blaterare. Signore/Signorine _Mari_ e Joy: complimenti vivissimi, girls: in questa edizione dove il testosterone si sprecava ( a meno che non abbia capito nulla dei nick ) voi avete controbilanciato alle sciabolate dei maschietti con racconti che erano affondi di fioretto se mi permettete la metafora sportiva. Chapeau a entrambe. Queffe,Marcello e Gigiskan grazie per i prompt e per l'attenta supervisione: se l'edizione è stata così proficua lo dobbiamo al vostro imput. Marcello: grazie perchè in una domenica veramente no mi hai restituito uno squarcio di serenità che credevo di non poter più provare. Alla prossima La quasi svizzera Cloto
  7. Cloto

    [MI 64] Vegas

    Ciao Bango Skank, Last but non least arrivo a commentarti scusandomi per il ritardo ma ieri sera ero talmente stanca che avrei scritto "Il mattino ha l'oro in bocca" per una trentina di volte corredando il commento con una emojj dotata di ascia e sorriso sbilenco. Ho trovato il tuo racconto molto banghiano nello stile (si può dire?), nella ricerca delle aggettivazioni, nella limpidezza del plot e nella creazione del personaggio la cui voice è perfettamente in character con le azione che compie (e che non compie). L'idea di ambientarlo a Vegas, novella Sodoma che già nello Stand kinghiano riuniva i peggiori, la feccia della società, mi ha intrigato notevolmente. Il punto più riuscito a mio parere è proprio quello della distorta percezione dei rapporti fra il protagonista e Lui: un rapporto non basato su amore, devozione o rispetto ma che negli accenni che ne dai si configura talvolta come un vero e proprio abuso. La debolezza strutturale del testo di contro è insita in questa premessa: poichè la rivelazione dell'identità del secondo personaggio deve risultare come colpo di scena finale, la natura dei rapporti tra i due protagonisti rimane nebulosa, oscillante tanto che in alcuni momenti mi era parso che il rapporto fosse simile a quello tra aguzzino/ vittima o tra due familiari dalle distorte dinamiche sociali. Tu e altri scrittori del forum (alcuni dei quali partecipano anche a questo contest) siete a mio parere la nuova generazione scrittoria che, ereditando quello strano appellativo di "cannibali" dato ad un gruppo di autori (non più tanto) giovani, ha portato in alto l'asticella qualitativa del racconto breve. Nella mia testa vi definisco "onnivori" per la capacità di assimilare varie fonti, spunti, idee e trasformarle in soggetti sempre attuali e d'impatto. Rispetto ad altri tuoi lavori questo racconto l'ho sentito meno convincente ma non per questo meno valido. Alla prossima Cloto
  8. Cloto

    Un politico [MI64]

    Ciao Scrittore Incolore, ho faticato non poco ad andare oltre al prologo del tuo racconto dal momento che, essendo amante dei gatti, mi ha decisamente angosciato la tua perfetta descrizione della crudele tortura a cui il micio viene sottoposto senza un perchè. Mi ha ricordato molto da vicino episodi di cronaca recenti e mi è montata dentro una grande furia nei confronti del protagonista, così cinico, così feroce nel manovrare l'odio e la stupidità altrui. Il futuro distopico da te presentato colpisce soprattutto per la sua profonda attualità/realtà e le sempre più eccessive e ingiustificabili richieste/ordini avanzate dal protagonista contribuiscono a creare quel climi angosciante, claustrofobico della migliore sci-fi degli anni d'oro della social-science. Riconosco in alcune tue scelte narrative l'eco di Ursula K De Guin ma soprattutto delle short-stories di Richard Matheson, di cui sono stata sempre una grande fan. La brevità del testo però non consente al lettore di assaporare interamente la discesa nella follia di questo Politico e lascia nel finale una sorta di vacuum emotivo, pronto a essere riempito con le proprie interpretazioni. A rileggerci a presto (nel forum se non in libreria)
  9. Cloto

    [MI64] You are the elected

    Ciao Matt, per prima cosa complimenti per l'originalità dell'idea. L'idea dell'Eletto come Campione di Dance Dance Revolution (o affini) non mi avrebbe mai sfiorato neppure l'anticamera del cervello. Trovo realistico il fatto che Luigi cerchi compensazione nell'unica cosa in cui riesce bene mentre la sua vita di trentacinquenne a casa lo relegherebbe sicuramente nella categoria dei losers. La sfida finale è descritta con un sottile umorismo e con dettagli vividi (la preparazione alla Rocky, la groupie che sviene etc etc..). Se alcune imperfezioni formali ti sono state già fatte notare io ne aggiungo una piccola piccola...a quanto ho inteso il racconto si svolge a Padova ma nelle interazioni fra Luigi e la Madre talvolta mi è sembrato di avvertire nella costruzione della frase un nonsoche di dialettale romanesco. Sarà una mia impressione, ma stona leggermente con il resto del racconto. «Che ti serve dico io, che c’hai la panza lo stesso.» «Shh» la zittì lui «Non ti intromettere in cose che non sai.» Un sibilo nell’aria e la mano di sua madre impattò contro la capoccia di Luigi, facendogli finire la faccia sul piatto. «A disgraziato! Non parlare così a tua madre, che come ti ho fatto ti distruggo!» A rileggerti Cloto
  10. Cloto

    [MI64] La Guerra, la Follia e la Pecora.

    Ciao Black, In un futuro post-apocalittico o quasi la tua storia risplende come una gemma grezza. Dal valore incomparabile. Ho apprezzato moltissimo l’ambiguità della fine che lascia trasparire un briciolo di speranza fra i due personaggi anche se rimane i dubbio che il ragazzo sia solo quello che appare: un giovane fragile e segnato dalla tragedia. Il linguaggio semplice e diretto si sposa benissimo con la missione del protagonista e la sua interazione con il ragazzino è bellissima. Bravo. La tua fan-Cloto
  11. Cloto

    [MI 64] Mi prendi, per favore, una stella?

    Ciao Niko, plaudo alla tua coraggiosa scelta di creare un pastiche omaggiando De Saint-Exupéry con tributi e citazioni. Non è facile riuscire a inserirsi nella voce di uno scrittore mantenendo un delicato equilibrio tra la propria idea originale e lo spirito con cui il prompt è stato concepito. Le note divergenti sono davvero poche e trascurabili. I personaggi interagiscono in modo naturale tra di loro e sebbene in alcuni punti il dialogo possa risultare un po’ troppo concettuale, la freschezza dello stile unita ad un’indubbia capacità di sintesi narrativa, permettono al lettore di arrivare fino in fondo alla lettura con un sorriso sulle labbra. Un bel lavoro, complimenti Cloto
  12. Cloto

    [MI 64] Nemesis

    Ciao Skorpio, ho dovuto rileggere la parte dell’interludio più volte per poter cogliere la complessità del ruolo affidato alle “memorie” rintracciate da una razza evoluta (aliena?) riguardanti la vita sulla terra. A quanto mi è dato di capire tu hai prefigurato l’Inizio della Fine e affidato il ruolo di “mano sulla culla” che muove il mondo a quello di una bambina in coma apparentemente irreversibile. L’ipotesi seppur inquietante è decisamente originale. Trovo però che la brevità del testo non aiuti il lettore a collegare immediatamente i due fili narrativi. C’è un prima, un durante e un dopo che ho fatto fatica a seguire ma che, ritengo, sia una tua scelta a particolare cifra stilistica. A rileggerti Cloto
  13. Cloto

    [MI64] Kevin e il Soffio del Vento

    Ciao Pietro 31, L’idea dell’Eletto come Campione del Bene, come Prescelto si sposa bene con il tono favolistico della narrazione specialmente nella seconda parte. Vi è una certa forza nelle tue descrizioni della vita familiare di Kevin con i nonni, nell’affetto che traspare dai gesti quotidiani,dai piccoli segreti da condividere insieme. La scorrevolezza del brano è però gravata da numerose incertezze grammaticali e stilistiche dall’uso di pronomi maschili per soggetti femminili e da numerosi passaggi affrettati tra prima e terza persona. Sicuramente causati della fretta di pubblicare, ma che non permettono al lettore di gustare appieno la narrazione. Alla prossima Cloto
  14. Cloto

    [MI64]Ci pensa Michele

    Ciao Talete, Confesso di aver sghignazzato come una iena in un paio di momenti mentre leggevo il tuo racconto. Quel Chievo in Champions e Sasha Grey… Ehm, anyway. Permettimi di dirti che il registro comico umoristico è decisamente nelle tue corde scrittorie. Vi sono alcune battute fulminanti all’interno della storia, che illuminano la narrazione come lampi al magnesio. La boriosa tracotanza di Michele è poi da sola una co-protagonista, come il suo atteggiamento da “ghi pens mi” comune al giorno d’oggi a buona parte della popolazione italica. Sebbene l’idea di fondo sia stata già sfruttata, hai saputo inserirvi il tuo tocco taletiano e l’hai resa tua. Il mio personale primo premio però andrà in secula seculorum all’alabarda di carne che ti ruberò sicuramente. Saluti ridanciani Cloto
  15. Cloto

    [MI64] La più grande lezione

    Ciao KMR, confesso che ho dovuto rileggere più volte il tuo racconto e poi soffermarmi su alcuni passaggi in particolare sulle sequenze dialogate ricche di citazioni filosofiche, religiose e in generale piene di spunti di riflessioni. Pur apprezzando il fatto che tu sia riuscito a condensare in soli 7000 caratteri un intero world-building, ho trovato non perfettamente equilibrata l’alternanza tra i momenti d’azione e le parti riflessive/dialogate. I due avversari usano il corpo e le parole come armi ma la loro lotta certamente trae origine da un passato che, solo accennato, non può rendere loro appieno giustizia. Mi è piaciuto molto il tono epico dello scontro e la lenta e inesorabile realizzazione del protagonista riguardante la fallacità di alcune sue supposizioni iniziali. I nomen omen sono particolarmente azzeccati. Un bel lavoro che però a mio parere necessiterebbe di poter respirare oltre il limite di parole imposto. Alla prossima Cloto.
×