Vai al contenuto

Knives

Utente
  • Numero contenuti

    43
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Knives

  1. Knives

    Bertoni Editore

    Nome: Bertoni Editore Generi trattati: Narrativa, poesia (nel sito non è specificato) Modalità di invio dei manoscritti: http://www.bertonieditore.com/shop/content/8-Pubblica_con_noi accettano manoscritti di esordienti tramite e-mail: info@bertonieditore.com Distribuzione: http://www.bertonieditore.com/shop/content/15-contatti_librerie Sito: http://www.bertonieditore.com/shop/ Facebook: https://it-it.facebook.com/bertonieditore/
  2. Knives

    96 rue de La Fontaine Edizioni

    Confermo tutto quello scritto finora sul sig. Calzone, è raro trovare persone alla mano come lui nel mondo dell'editoria. Ho ricevuto una proprosta di pubblicazione ma non so se accetterò visto che vorrei aspettare alcuni riscontri prima. Indubbiamente sono una piccola realtà ma seri, il che non è mai scontato
  3. Knives

    Francesca Costantino

    Ho controllato nel sito gli autori che ha pubblicato e 3 CE sono stati pubblicati da editori a pagamento mentre un altro, non a pagamento, c'ero arrivato senza intermediazione. Ergo, secondo me, con una piccola si riesce a pubblicare anche senza agente. Non oso immaginare pero quello che ha pagato la CE e in più ha dovuto anche versare il 20% delle royalities per delle copie comprate, sostanzialmente, da lui
  4. Knives

    Discussione materialista

    Si grazie della segnalazione. Mi sono messo a spulciarne una per una e Il Quadrotto è una di quelle che avevo già segnato, visti anche i commenti. Peccato che non facciano anche rappresentanza
  5. Knives

    Discussione materialista

    Il titolo potrebbe trarre in inganno. Diciamo che essendo un argomento non molto romantico mi scuso in anticipo se posso risultare troppo venale riguardo al vile denaro. Stavo pensando di rivolgermi ad un agenzia per avere qualche riscontro in più sul mio testo e/o trovare rappresentanza. Detto che quelle totalmente free per una semplice lettura si contano sulle dita di una mano monca, senza dover mandare mille mail alle rispettive agenzie, visto che in molti casi, quasi si vergognassero anche loro, non hanno un tariffario preciso ma fanno preventivi solo dopo aver ricevuto il materiale, mi chiedevo (e qui arriva la parte materialista) se voi conoscevate, siete già venuti a contatto, con agenzie con un range di costo sui 150 euro max. Vi anticipo, Neanch'io vorrei lesinare sulla qualità, ci mancherebbe, il problema è che avendo uno stipendio da mortale usufruire di un servizio di 500 euro a botta sarebbe cosa alquanta complicata se intendo anche sopravvivere. E' (scusate questo E' ma non ho il tasto bindato per i forum) brutto dirlo ma anche uno scrittore deve mangiare, e io sono anche una buona forchetta.
  6. Knives

    Thèsis contents

    Secondo voi ha senso mandare il proprio lavoro a Thesis se si è già stati rifiutati da goware? Diciamo che questo rapporto CE/agenzia lo vedo un po' contorto
  7. Knives

    Discussione materialista

    Sì in effetti suona un po' male, mi scuso ma non avevo considerato i freelance, diciamo che avevo in mente un'altra tipologia di agenzia, una più strutturata che lo fa di mestiere. Nel mio caso specifico parliamo di un testo sulle 173 cartelle, cartella più, cartella meno, quindi un romanzo standard, niente di particolarmente corposo. Il thread più che altro l'ho aperto perché c'è un dislivello di prezzi incredibile fra un'agenzia e l'altra. Tralasciando magari quelle più blasonate che te lo aspetti anche, non vorrei dovermi ritrovare a contattare singolarmente ogni singola agenzia quando appunto basterebbe un semplice listino visto che come dici alla fine l'unica cosa che fa la differenza lo fa il numero di caratteri. Se c'era già un thread con tematiche simili potete anche brasare questo e accorpare il messaggio iniziale. Ho cercato qualcosa di simile ma non ho trovato nulla
  8. Knives

    Eris Edizioni

    Rifiutato. Se non altro risposta arrivata dopo 3 mesi. Molto celeri. Mi dispiace un po' di più rispetto ad altri perché hanno un catalogo che mi piace molto e calza molto con il mio scritto, quindi credo che non gli sia proprio piaciuto per nulla. Peccato.
  9. Knives

    Nulla Die

    Più che altro perché chiedere di scrivere un'ipotetica quarta di copertina che fra tutte le cose che puoi chiedere è tipo la seicentesima in ordine di importanza quando ancora non sanno se e quando ti pubblicheranno e non hanno ancora letto una riga del libro. Se vogliono avere un'idea del libro la sinossi c'è apposta.
  10. Knives

    Nulla Die

    Io invece credo di aver fatto un po' di casino. Avevo compilato il form sul sito e mi avevano chiesto di inviargli il manoscritto completo ma invece che fare reply e compilare un allegato alla loro mail ho inviato una mail ex-novo senza compilare il loro allegato. Ho paura che mi cestitino a priori anche perché mi è arrivata una nuova mail automatico in cui mi danno ulteriori e diverse indicazioni Percorso tortuoso
  11. Knives

    Plesio Editore

    Anch'io scartato dopo neanche un mese. Record.
  12. Knives

    Adelphi

    Risposero anche a me, negativamente ovviamente. Anche se non lo hanno letto, sicuramente una cortesia maggiore e inaspettata rispetto a tante altre big. Detto che Adelphi è nel mio personale olimpo delle CE per chi ha pubblicato e pubblica. Penso la CE più autorevole in Italia. Fuck Mondadori
  13. Knives

    Edizioni Il Ciliegio

    A me è arrivato il rifiuto da parte della casa editrice Il Ciliegio il 22 Maggio 2017 e avevo inviato il tutto il 9 Giugno 2016. Ad ogni modo devo dire che sono stati cortesi: prima la mail di avvenuta ricezione (quasi subito dopo l'invio), e poi la mail di rifiuto un paio di giorni fa, quando onestamente neanche pensavo avrei più ricevuto nulla. Parlando più in generale e leggendo anche in altri topic delle altre CE credo proprio che ci stiamo avvicinando (se non ci siamo già) ai 12 mesi di attesa in qualsiasi caso.
  14. Knives

    Bertoni Editore

    Non credo abbiano preferenze. Pero pubblicano anche tanta poesia che credo sia l' ultima cosa che in genere una CE pubblica. Personalmente sono restio ad inviare loro del materiale perché credo che siano limitati molto nel territorio pur essendo (all' apparenza) un' ottima realtà. Sono rimasto comunque sorpreso di vedere i loro libri anche su Amazon e su IBS (anche se qui nessuno aveva la copertina ad identificarlo).
  15. Knives

    Luce d'agosto Faulkner

    Il primo romanzo che ho comprato in vita mia.... Il primo che lessi volantariamente a diciasette anni fu Oggi si vola (un romanzo minore di Faulkner) Insieme a Mentre morivo e Palme selvagge è fra i miei preferiti di sempre anche per un valore nostalgico/affettivo personale Parlando del romanzo in sè per sè direi che è quello più equilibrato di Faulkner in assoluto dal punto di vista della scrittura.
  16. Knives

    Palahniuk, Chuck

    Survivor e Soffocare su tutti. Fight club mi farebbe strano leggerlo dopo aver amato così tanto il film. Attenzione all'' edizione, ne presi una di Survivor allucinante (confondeva il baseball con il basket o viceversa e tante altre cose) Unica critica quella citata un po' da alcuni: alla lunga potrebbe risultare ripetitivo. E' vero che cambiano le ambientazione etc ma si ha come la sensazione che il protagonista sia sempre quello e la storia sempre quella, detto in maniera molto grezza.
  17. Knives

    Bertoni Editore

    Riguardo alla promozione sul territorio con molte e varie iniziative posso confermare. Fossero presenti anche su Amazon o ibs sarebbero la piccola casa editrice perfetta. Pero credo che riescano a fare tutto quello che fanno perchè rimangono molto radicati nel territorio
  18. Knives

    Autopubblicarsi per farsi notare dalle CE

    Si tranquillo, lo avevo intuito, ed in effetti tutta questa retrosia nel forum non me la sarei mai aspettata ma credo derivi da diffidenza in primis per tutto quello che non è appunto la norma. Io personalmente sono contento che tu abbia aperto questo post, e sono contento che tu abbia condiviso la tua storia. Anche il thread di Mattia Signorini era molto bello perchè offriva una visione da uno che era stato (è) dentro al sistema dell' editoria, eppure anche lui è stato subito attaccato e visto con diffidenza. Credo e capisco che sia un po' il riflesso spontaneo da parti di molti dopo essere venuti a contatto con questa realtà senza capirne o conoscerne le regole pero bho. Di mio non userò l' autopubblicazione così come sono molto indeciso di accettare offerte da piccole CE per le ragioni che ho esposto prima. Semplicemente basta capire quale sia a livello personale la strada migliore da seguire per proporre al meglio il proprio lavoro.
  19. Knives

    Autopubblicarsi per farsi notare dalle CE

    Sicuramente è una bella storia, pero rientra sicuramente nelle eccezioni del caso. Anche un esordiente che pubblica con un piccola CE può arrivare a vendere un botto pero rimane una mosca bianca e non la regola. Penso che la grossa diatriba di un esordiente sia fra pubblicare con una piccola CE o autopubblicarsi. In entrambi casi hai i pro e contro del caso che non sto qui ad elencare perchè forse richiederebbero una discussione a parte. Ritornando alla vicenda in sè per sè, leggendo qualche sprazzo qua e là, mi pare di aver capito che Francesco (scusa se mi permetto di darti del tu) comunque avesse un blog abbastanza frequentato già prima dell' autopubblicazione del testo, e che fosse attivo e conosciuto anche nel lato social (accenna ad una pubblicazione offerta su FB). A mio avviso inizialmente quello ha fatto la differenza. E' ovvio che chiunque segua il blog è perchè gli piaccia l' autore del blog stesso o apprezzi le tematiche lì trattate, il resto viene da sè. Non ne conosco i dati o le statistiche ma anche un bacino d' utenza iniziale di 200-300 persone che sono 'stuzzicate' a comprare poi il tuo libro sono un punto di partenza invidiabile per qualsiasi esordiente. Poi il mix del valore/interesse/particolarità dell' opera e il passaparola susseguente avranno fatto il resto. Diciamo che Fracesco è riuscito a saltare il passo iniziale e cruciale per qualsiasi lavoro pubblicato da un esordiente: la visibilità e promozione, che in questo caso è avvenuta da sola e in modo naturale (che è poi anche la migliore). Riuscire non a farsi apprezzare, ma a far sapere che il tuo romanzo esiste per quella fetta di potenziali lettori che invece nel 99% dei casi non lo sapranno mai perchè non sei riuscito ad usare i canali giusti per farglielo pervenire. Giustamente, come ha detto qualcuno nella discussione, cercare di interessare persone controvoglia o a cui non interessa per nulla l' argomento trattato non serve a nulla o quasi. Personalmente se mi autopublicassi o publicassi con una piccola non avrei neanche il sostegno di parenti/conoscenti o amici perchè credo che a nessuno interessi un libro come quello che ho scritto. P.S. Adesso non andate tutti a creare blog. Oltre agli aspiranti scrittori sono un' altra di quelle piaghe da debellare perchè ne esistono già troppi di cui la maggior parte non interessanti/fatti male.
  20. Knives

    GDS Edizioni

    Allora in ambito privato mi sto confrontando da un po' di tempo con un altro utente che ha ricevuto un offerta di pubblicazione dalla suddetta casa editrice. Detto che sembrano seri ed onesti, sono una piccola Ce e quindi offrono di conseguenza i pro e i contro di tutte le piccole realtà. Per il momento, ed in un modo che un po' mi dispiace, li ho messi in stand-by per tastare se il testo possa avere uno sbocco diverso. Detto questo e cercando di inserire qualcosa di utile alla discussione quando ero ancora indeciso ho contattato un autrice che ha già pubblicato con loro (in caso posso dare in privato il nome dell' autrice se pensate di dover verificare l' informazione). Vi lascio un estratto diciamo che in sintesi offrono quello che tutte le piccole CE possono offrire
  21. Knives

    Psocoidea

    Onestamente a me invece interesserebbe sapere se fanno anche rappresentanza (ok c'è scritto di si nelle info ma si sa chi, o soprattutto, con chi?) Ok, sono gentili. Ok sono seri etc Tutto quello che volete. Ma di un giudizio, seppur valido, se poi non porta da nessuna parte, personalmente, a questo punto, non me ne faccio nulla. Quindi vorrei capire se è un agenzia vera e propria o se (sarò sempre io che penso sempre male) attraverso la lettura gratuita poi non vogliano arrivare solo all' editing a pagamento e finita lì. Per caso quindi qualcuno conosce la risposta al mio quesito? Se è già stato specificato in altre pagine della discussione me ne scuso ma sono 5 pagine e sto spulciando un po' fra tutte le agenzie nel sito per farmi un idea. P.S. traspare un post un po' aggressivo, in realtà non vuole propriamente esserlo, nè nei confronti della suddetta agenzia (che non conosco) nè nei confronti degli altri utenti che hanno postato le loro idee/esperienze
  22. Knives

    Edizioni Haiku

    Stesse modalità anche con me Nella premessa sembra che abbiano letto il testo perlomeno. Poi pero coaching letterario etc etc 1129 euro
  23. Knives

    GDS Edizioni

    Mi è arrivata oggi una mail in cui si dicono disposti a pubblicare il mio libro in modo assolutamente free. Solo che dopo mille rifiuti uno diventa sospettoso anche quando riceve un Si come risposta, quindi domani mi spulcio il topic per bene che ora devo scappare. Leggendo solo gli ultimi commenti mi pare di capire si tratti di casa piccolissima che vende soprattutto tramite e-book e con zero o quasi promozione. Per quelli che hanno pubblicato con loro: fanno editing? vi hanno organizzato almeno una presentazione? In che modo pubblicizzano maggiormente? P.S. Spulciando anche il contratto leggevo di 6 anni di cessione dei diritti che si rinnova tacitamente dopo ogni 5. E' prassi comune? mi sembrano tantini 6 anni
  24. Knives

    Robin

    A me hanno rifiutato a priori
  25. Knives

    Golem Edizioni

    Comunque per tornare un po' in topic, ribadisco che nonostante non mi sia rivolto all' agenzia di editing da loro consigliata e che quindi la mia esperienza con questa CE si ferma molto probabilmente qui, il mio giudizio rimane più che positivo. Dopo ripeto, doppio binario o meno, al contrario di molte altre case editrici se non altro leggono tutto o una parte del testo e ne danno un analisi non banale ed abbastanza esaustiva. Se non altro è stato come ricevere una valutazione gratis laddove in molti altri chiedono soldi anche per un servizio del genere.
×