Vai al contenuto

LuckyLuccs

Scrittore
  • Numero contenuti

    350
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

171 Strepitoso

4 Seguaci

Su LuckyLuccs

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 15 luglio

Contatti & Social

  • Sito personale
    lucabuggio.wordpress.com

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Torino

Visite recenti

2.099 visite nel profilo
  1. IoScrittore

    Purtroppo è fortissimo il sospetto che questa non sia un'iniziativa editoriale, ma commerciale. Rivolta non ai lettori, ma agli scrittori.
  2. Fare Network (al WD e fuori)

    Credo tantissimo nell'opportunità di fare rete. Sulla mia provincia (Torino) contate pure su di me!
  3. Fratelli Frilli

    con questo editore specializzato nel noir e nel giallo mi sa tanto di sì. altrimenti si rientra nel fantasy, che però mi sa che non sia un genere di loro interesse
  4. Fratelli Frilli

    Evviva. Bravo Dale!
  5. Nuova Santelli edizioni

    Ho qualche perplessità. Premesso che sono assolutamente d'accordo sul fatto che l'autore debba metterci del suo nella promozione del libro, credo che se l'editore vuole essere certo dell'impegno dell'autore in campo promozionale dovrebbe indicarlo nero su bianco sul contratto: partecipazione a n. presentazioni, presenza di almeno n. ore alla manifestazione X e Y, e così via. L'autore non può prendersi in carico, per esempio, la responsabilità del numero di copie vendute (che è ciò che capita nell'editoria a pagamento e nella sua recente estensione, il crowfunding). L'editore è senza dubbio titolato e con notevole esperienza sul campo della saggistica/scolastica. Forse invece è un po' ai suoi primi passi nella jungla della narrativa (cosa che mi è parsa emergere sin dall'inizio, dal modo con cui è stato gestito lo scouting sui vari gruppi facebook). Quello che è capitato è senz'altro stato sgradevole per gli interessati, ma come ha detto giustamente @Giuseppe Milisendasono cose che possono capitare, quando si lavora. Nulla di grave, anzi: un'occasione per capire cosa non ha funzionato e cercare di fare meglio la prossima volta. In bocca al lupo sia all'editore che alla dottoressa Colacione.
  6. Quanto tempo di vita costa ad un editore inviare un email?

    Da quanto so, quelli veramente inguardabili vengono scartati immediatamente, così come quelli palesemente non in linea con le scelte editoriali. Eh sì, perché capita anche questo. Un editore che non pubblica poesie che riceve sillogi poetiche, per esempio. Ne restano comunque un bel numero.
  7. Quanto tempo di vita costa ad un editore inviare un email?

    Guarda che di maleducati ne basta uno ogni dieci e di stalker uno ogni cento... Di editori ne sono già intervenuti due in questa discussione e mi pare le risposte siano chiare
  8. Quanto tempo di vita costa ad un editore inviare un email?

    I veri motivi te li stanno dicendo. Un editore giovane e pieno di entusiasmo che parte con le migliori intenzioni e dà risposta motivata a tutti ma già sta dicendo che se va avanti di questo passo a trattare con autori arroganti E maleducati finirà per cambiare politica. Editori che sono sul mercato da più anni e che erano partiti dando risposta motivata a tutti adesso non rispondono più a nessuno a causa di autori arroganti e maleducati che li hanno anche stalkerizzati. Poi invece possiamo anche cantarsela e suonarsela dicendo che la colpa è solo della maleducazione degli editori che se la tirano ma non è questa la verità. Non del tutto almeno
  9. Quanto tempo di vita costa ad un editore inviare un email?

    E ancora: a proposito dello spam. Io editore creo una casella apposta per ricevere manoscritti. Se è vero che può capitare che dei messaggi finiscano in spam io editore controllerei la casella spam proprio come faccio io con la mia casella postale personale. A maggior ragione correndo il rischio che mi ia finito in spam il manoscritto di u n nuovo Harry Potter. Alla fine la non risposta all invio del manoscritto non è un reale problema suvvia.
  10. Quanto tempo di vita costa ad un editore inviare un email?

    Sulla base di cosa "credi" o "non credi"? Conosci editori, ci hai parlato? Sai le loro ragioni? Uno può essere d accordo o meno con le scelte altrui ma non deve trarre conclusioni sulle ragioni altrui senza essere più che sicuro di cosa sta parlando.
  11. Quanto tempo di vita costa ad un editore inviare un email?

    Per quanto riguarda la mail di ricezione... se uno segue le indicazioni di invio del file mi sembra improbabile che il file non arrivi. A meno che uno non sbagli a scrivere l'indirizzo, ovviamente. Inoltre, se un indirizzo di posta elettronica è stato attrezzato appositamente per ricevere files di manoscritti, mi sembra altrettanto improbabile l'eventualità che le mail inviate a quell'indirizzo finiscano nello spam. Insomma, la mancata risposta a fronte dell'invio mi sembra un problema decisamente di poco conto. Altra cosa è la mail con cui l'editore dovrebbe o no comunicare che il manoscritto non è stato selezionato. Penso che il tempo necessario a mandare una mail di rifiuto sia l'ultimo dei problemi degli editori. il problema temo stia nelle brutte esperienze maturate con l'incapacità di molti autori di tollerare un rifiuto del proprio manoscritto. Credo che i volumi di manoscritti ricevuti e di autori contattati vadano di pari passo in percentuale con il numero di autori che si offendono per il rifiuto, con le brutte esperienze maturate che portano l'editore a decidere di non dare più risposta. Poi magari mi sbaglio.
  12. Quanto tempo di vita costa ad un editore inviare un email?

    macché santo! cerco di essere una persona ragionevole e di mettermi nei panni di tutti. Ho un minimo di esperienza di redattore di rivista di narrativa, e ho spesso a che fare con autori per collaborazioni teatrali, ricavando la sensazione che talento ed ego non vanno sempre di pari passo.
  13. Questo tipo di esperienza coincide con quella che mi risulta essere comune agli editori con cui ho avuto modo di confrontarmi sul tema. Reazioni spropositate, insulti, stalking. Il numero di autori che si offendono facilmente in caso di un no è molto più alto di quello che sembra. Massima stima e gratitudine, comunque, per tutti gli editori che riescono (finché ci riescono) a dare risposta motivata a un rifiuto.
  14. Quanto tempo di vita costa ad un editore inviare un email?

    una cinquantina, a quanto so. Anche io mi accodo a chi vorrebbe una risposta in caso di rifiuto. Sono una persona ragionevole e di buon senso, e un rifiuto mi metterebbe l'animo in pace. Altrettanto ragionevole e di buon senso (oltre che di buona educazione) sembrerebbe, da parte di un editore, impostare un sistema di risposte standard sia per il ricevimento del manoscritto che in caso di rifiuto. Perché allora non lo fa quasi nessuno? A quanto pare, non tutti gli autori hanno lo stesso concetto di "ragionevole e di buon senso". A quanto pare, non tutti accolgono favorevolmente una risposta di rifiuto automatico. Tanto meno una di rifiuto personalizzato. Le reazioni a un rifiuto spesso comportano altre mail, meno gentili, o altre azioni ancora meno gentili. Sia chiaro, non condivido la scelta di non dare un feedback all'autore. Però riesco a capire perché non la si dia. La ragione spesso va ricercata non solo in editori arroganti, ma anche in autori maleducati e al limite dello stalking.
  15. La Corte Editore

    congratulazioni! da mia esperienza diretta, i tempi purtroppo tendono a essere ancora un po' lunghi dopo il passaggio della prima fase, anche perché questo è il mese che precede il Salone del Libro di Torino ed è un periodo a dir poco esplosivo. Se entro il mese però hai la risposta (auspicabilmente positiva) sono doppiamente felice per te!
×