Vai al contenuto

Naif1988

Scrittore
  • Numero contenuti

    74
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

10 Piacevole

Su Naif1988

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Maschio

Visite recenti

998 visite nel profilo
  1. Naif1988

    Porto Seguro Editore

    @Gianfranco Micheletti Non te ne pentirai.
  2. Naif1988

    Come evitare una violenza di gruppo.

    Alla fine non sono ancora riuscito a finirlo. I dubbi erano troppi e lo sono tuttora. La soluzione che ho adottato è la seguente: uno dei tre ragazzi scopre il suicidio della madre e viene prelevato dai Carabinieri per essere affidato agli assistenti sociali. Un altro, rimasto solo, capisce che non ha altre alternative e decide così di consegnarsi alla polizia raccontando tutto, facendo i nomi dei suoi amici e portandoli sul luogo dove si sta consumando la violenza. Aurora però insieme alla sua amica e a un conoscente di questa, ha messo in atto il suo piano per vendicarsi dello stalker che la tormenta da sempre e che dovrebbe, insieme agli altri, violentarla. In realtà non è proprio una vendetta. E' più una resa dei conti senza spargimenti di sangue. Una volta tramortito Tommaso, così si chiama il ragazzo, e portato in un fienile abbandonato, Aurora e l'amica (presente anche lei nel video del ricatto) lo costringono a consegnarsi da solo alle autorità e in cambio loro lo lasciano andare (o non lo denunciano). Lui fa finta di accettare e quando Aurora non se lo aspetta lui l'attacca, la insegue nel bosco e cerca di violentarla. L'arrivo però della polizia evita la tragedia. Il dubbio è: pur ammettendo che il piano ideato da Aurora e l'amica funzioni, sia cioè plausibile, non verrebbe comunque incriminata avendo legato e imbavagliato Tommaso? Senza contare che prima l'ha fatto tramortire? A.A.A. cercasi delucidazioni in merito.
  3. Naif1988

    Porto Seguro Editore

    @Marika Bafaro Solo cartaceo.
  4. Naif1988

    Richieste abilitazione Narrativa over 18

    Grazie.
  5. Naif1988

    Richieste abilitazione Narrativa over 18

    Dichiaro di essere maggiorenne.
  6. Naif1988

    Porto Seguro Editore

    Scusate, ho sbagliato tag. @Stevesteve
  7. Naif1988

    Porto Seguro Editore

    Io avevo già risposto a un altro utente spiegando che, dopo la pubblicazione, la casa editrice organizza solitamente all'autore due presentazioni a carico loro. Poi, una volta al mese, ne fanno una collettiva in cui presentano le novità e in cui ogni autore ha la possibilità di presentare il proprio libro. Questo vale sia per i nuovi che per i più "anziani". Lo spazio è poco: diciamo 5 minuti. Ma più breve sei meglio è, per loro. Dopodiché, come fanno la maggior parte delle case editrici, ti dicono in poche parole di muoverti per organizzarti da solo le presentazioni. Se hai bisogno e non hai nessun presentatore/relatore da portarti dietro, loro comunque ci sono. Impegni permettendo vengono per presenziare. Ma te lo sconsiglio, almeno per ciò che riguarda la mia esperienza. Perché i libri, o non li leggono, oppure lo fanno in maniera molto superficiale. O comunque leggono solo quelli che riescono a leggere. Questa non vuole essere una critica. Io riporto la mia esperienza. Ci sta che le cose siano cambiate dall'anno scorso quando ho pubblicato. E comunque ogni CE ha diritto di seguire la propria linea editoriale come meglio crede. Alla fine sta sempre a noi "autori" decidere. L'importante è farlo con la giusta cognizione di causa.
  8. Naif1988

    Cercasi Beta Reader

    Buonasera, qualcuno sarebbe disposto a farmi da beta per un romanzo ancora da terminare? In pratica sono arrivato al punto centrale della storia e ho esaurito un po' le energie. Avrei bisogno di una spinta per continuare prima di sbattere la testa da qualche parte . Genere: Young Adult/thriller/romanzo di formazione a sfondo sociale Lunghezza: per ora 300 pagine Numero di beta reader che desidero: più siete meglio è Requisiti beta reader (facoltativo): esperienza, professionalità, serietà e spietatezza. Tipo di commento richiesto (facoltativo): giudizio su quanto scritto finora e confronto con l'autore sullo sviluppo della trama Data entro cui desidero il commento (facoltativo): nessuna. Grazie a tutti coloro che decideranno, se decideranno, di darmi una mano. Saluti.
  9. Naif1988

    Porto Seguro Editore

    @LupoNon fanno promozione. Te la devi sbrigare da te. Ti organizzano una o due presentazioni all'inizio, al momento della pubblicazione del libro, e poi vai avanti da solo. Una volta al mese ne organizzano una collettiva dove presentano le nuove uscite e in cui ogni autore, compresi quelli che hanno già pubblicato con loro, ha uno spazio di pochi minuti per far conoscere il proprio libro. Una sorta di vetrina. Se hai bisogno di qualsiasi cosa per carità, loro ci sono, soprattutto se sei di Firenze. Ma per il resto non si differenziano dalle altre CE. Su Facebook pubblicizzano gli eventi e magari le recensioni che sei riuscito a farti fare da solo. Nota: io dopo un anno devo ancora ricevere le royalties, loro di certo non si fanno sentire, per cui state attenti a quello che firmate e ponderate bene la situazione.
  10. Naif1988

    Come evitare una violenza di gruppo.

    Grazie a tutti, ho trovato il finale. Quando uscirà il libro vi inserirò tutti nei Ringraziamenti
  11. Naif1988

    Come evitare una violenza di gruppo.

    Mi ero dimenticato un elemento fondamentale: l'amica è stata violentata in passato. E infatti mette in guardia la protagonista affinché non le capiti la stessa cosa. Per cui nel momento in cui viene ricattata non è verosimile che la tradisca. La mia idea era che insieme cercassero una soluzione avvalendosi dell'aiuto di qualcuno ma che questo all'ultimo si tirasse indietro costringendole a sbrigarsela da sole. E qui poi si arriva alla rottura tra le due ragazze quando la protagonista si rende conto che stava scappando solo per l'amore nei suoi confronti e non per una reale necessità o desiderio. Che lei ha altri progetti per la sua vita. Il leader del branco rimane solo, abbandonato per vari motivi dai suoi gregari, e si ritrova faccia a faccia con lei che a questo punto deciderà come far finire la storia rivelandosi per quella che è realmente senza magari il bisogno di scappare e diventando finalmente libera. Tipo...
  12. Naif1988

    Come evitare una violenza di gruppo.

    @leopardmi dispiace un sacco sciogliere la coppia protagonista-amica perché poteva diventare, a differenza degli altre ragazzi, un rapporto che si consolidava proprio in funzione di questo fatto. Ma è anche vero che da sola diventerebbe davvero difficile sbarazzarsi dei tre solo facendoli condannare. Almeno un delitto ci vuole. E quello dell'amica mi sembra perfetto. Solo che ragionandoci e, considerando il realismo del romanzo, forse devo trovare un altro modus: la testa mozzata per una storia sugli adolescenti credo sia troppo "hardcore". Sarebbe bello se da questo evento i destini dei tre ragazzi si dividessero per sempre e ognuno prendesse la propria strada. Chi in meglio, chi in peggio.
  13. Naif1988

    Come evitare una violenza di gruppo.

    Dico che è molto interessante. Per l'appunto mi è venuto in mente il film "Passion" di Brian De Palma, in cui la protagonista uccide la rivale ma lo scopriamo solo alla fine tramite flashback e dettagli. Prima, quando è indagata, niente fa o quasi fa pensare che sia proprio lei l'assassino.
  14. Naif1988

    Come evitare una violenza di gruppo.

    @meryj Quindi in pratica la ragazza uccide l'amica e getta il corpo nel fiume facendo credere che si tratti di lei? Okay, ci sta. Unico dubbio: come si comporta l'amica tenendo conto del fatto che nel video c'è anche lei? Per arrivare a ucciderla le opzioni sono due: o l'abbandona, oppure la protagonista ha un ripensamento in merito alla loro fuga dal momento che ha un problema più importante da risolvere. E che, forse, è ben più importante che scappare per motivi più futili. Così facendo ci sarebbe un colpo di scena interessante: l'amica, sentendosi tradita, passa dall'altra parte: per non finire sul web decide di aiutare lo stalker non sapendo che la ragazza però ha già in mente il suo piano diabolico.
  15. Naif1988

    Come evitare una violenza di gruppo.

    Esatto @leopard. Anche se a loro della diffusione del video importa il giusto: vogliono averla, quindi è solo una minaccia per intimorirla e farla cedere. La mia domanda è: ma basta un ricatto per uccidere delle persone? E' vero che è una storia che va avanti da tanto tempo, ed è vero che lei sa che vogliono violentarla, però la logica a mio avviso dovrebbe essere questa: se io me ne voglio andare e sto progettando una fuga insieme alla mia amica la prima cosa da fare, a logica, sarebbe quella o di recuperare in qualche modo il video oppure di cogliere la palla al balzo per fuggire stavolta per un motivo ben più serio. Solo che... sarebbe un bel finale quello in cui due amiche uccidono o fanno uccidere tre ragazzi e poi scappano? O anche solo uno? Sento che manca qualcosa. Mi era venuto in mente che, dopo un ripensamento sulla fuga da parte della ragazza, ci fosse uno scontro tra lei e l'amica. E quest'ultima moriva. Così la protagonista per non essere coinvolta faceva ricadere la responsabilità del delitto su uno dei tre ragazzi.
×