Vai al contenuto

Piero

Scrittore
  • Numero contenuti

    24
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

4 Neutrale

Su Piero

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 26/04/1966

Informazioni Profilo

  • Genere
    Maschio

Visite recenti

1.217 visite nel profilo
  1. Piero

    R. Vivian Literary Agency

    Ciao a tutti, ho appena inviato il mio lavoro. Sono riuscito al terzo tentativo, dopo due messaggi di mancato riconoscimento dell'indirizzo mail. Forse è solo questione di fortuna? Chi può saperlo? Farò sapere il risultato. Buona serata
  2. Piero

    Cellar Door

    Ciao a tutti. Cellar Door ha mantenuto la promessa. Ecco il testo della mail che mi hanno inviato. Buongiorno, rinnoviamo la nostra gratitudine nei suoi confronti, le comunichiamo però che la valutazione del suo manoscritto non ha avuto esito positivo per la pubblicazione. Le auguriamo buona fortuna per la sua carriera da scrittore, e la invitiamo ad inviarci le sue future opere per la valutazione. Cordiali saluti. E io contraccambio i saluti e auguro a loro e ai loro autori le più belle cose del mondo,
  3. Piero

    Cellar Door

    Certamente hanno rifiutato anche il mio. L'unico rammarico è che, ai tempi, dissero che avrebbero risposto anche in caso di esito negativo. Preferisco una risposta automatica che il nulla. In fondo se io ricevo una proposta di pubblicazione mi preoccupo di avvisare coloro ai quali ho inviato il manoscritto. E' solo questione di rispetto per e tra chi lavora.
  4. Piero

    Cellar Door

    Anch'io credo di essere nello stesso calderone di Sheelin: invio 18 aprile e nessuna risposta. Sarà per la prossima.
  5. Piero

    Cellar Door

    Io sono in attesa ma credo che ci vorrà pazienza. Secondo me, anche se sono nuovi, hanno una marea di manoscritti da vagliare. Quando sono andato al salone di Torino ho parlato con l'editore di Gainsworth e mi ha detto che loro, pur di piccole dimensioni, ne ricevono a migliaia!
  6. Piero

    Adelphi

    Io ho avuto una risposta negativa dopo quasi quattro mesi dall'invio. Non aspettavo nemmeno una risposta per cui sono stato (quasi) piacevolmente sorpreso.
  7. Piero

    Cellar Door

    Oggi ho inviato un manoscritto. La ricezione dello stesso è stata rapida. Farò conoscere l'esito. Mi piace l'idea di una casa editrice nuovissima. Avranno un inizio difficile e tumultuoso in questo ambiente saturo di scrittori, un po' meno di lettori e, peraltro, travagliato da una crisi che logora l'intero tessuto sociale. E' proprio per questo che spero - a prescindere da me - di vederli in libreria anche quando mi daranno il Nobel per la letteratura e quello per la modestia d'intenti
  8. Piero

    Editrice Il Castoro

    Io ho mandato una favola ad agosto 2012 e mi hanno risposto dopo circa due mesi. Esito negativo ma almeno me lo hanno detto.
  9. Piero

    come scriviamo?

    Sei o sette cartelle per me sono un miraggio. Fatico a scriverne due (a stima). Complimenti!
  10. Piero

    come scriviamo?

    E' una fortuna avere così tanto tempo e riuscire a produrre tre cartelle al giorno. Presumo che tu abbia una gran quantità di materiale. Bravo! Io sono lentissimo. Quando arrivo a 1000 parole (faccio un conteggio rapido) è un caso. Mi stanco in fretta. Grazie per la risposta.
  11. Piero

    come scriviamo?

    Non trovo assurdo quanto hai scritto. Ricordo perfettamente il giorno in cui ho terminato il romanzo con cui sto partecipando a IoScrittore: sapevo di essere alla fine (in quel momento non sapevo che avevo davanti ancora solo due pagine) e mi son fermato dicendomi: "Cavolo! Chissà come va a finire?" Nella commedia che sto scrivendo adesso, invece, la protagonista ha avuto un paio di reazioni che mi hanno lasciato sbalordito. E' bellissimo quando succede. Magari non verrò mai pubblicato ma questa "magia" è impagabile. Buona serata
  12. Piero

    come scriviamo?

    Ciao a tutti. La domanda che pongo non è riferita allo stile ma alla modalità. Sono curioso di apprendere abitudini diverse dalle mie ma solo come osservatore: dubito che cambierò le mie abitudini per "provare" altri metodi. Ovviamente mi butto in prima linea e descrivo come faccio. Mi alzo la mattina presto perché ho la mente fresca. Scrivo rigorosamente a penna perché la velocità con cui scrivo è più adatta alle idee e i pensieri che si sviluppano rimbalzanti tra dendriti e sinapsi. Ho provato a scrivere col portatile ma sono troppo veloce per le mie necessità, per cui demando in pausa pranzo la fase di copiatura su file. A questo punto stampo (fogli di banche e volantini vari stampati solo da una parte ce ne sono a bizzeffe). Il mattino seguente correggo ciò che ho stampato e riprendo "il filo" scrivendo a penna. E così via in un circolo vizioso che ha deciso di non abbandonarmi. Riservo lo spazio per la lettura in ogni angolo che sfugge alle altre necessità (e poi di file dal dottore o in posta tutti ne facciamo!) Una felice serata a tutto il mondo.
  13. Piero

    Siete bravi a scrivere?

    Sono bravo a scrivere? Se mi pubblicheranno, visto che di editoria a pagamento non ne voglio sentire parlare, dirò che ho dei numeri. Sarò un Hemingway (oooooooooops! ho sbagliato esempio perché credo di essere l'unico umano al quale non piace)? Non credo. Talvolta, come oggi, scrivo delle frasi che ritengo assolutamente pregevoli, poi leggo gli scritti di altri e penso che non riuscirò mai a scrivere bene come loro. Alla fine ciò che conta è divertirsi. Nella vita già si lavora e non sempre è una passeggiata, se poi ci danniamo per l'hobby che abbiamo scelto, non arriviamo molto lontani. Ho scritto tre romanzi: uno brutterello, uno da revisionare e al quale manca un personaggio (e resterà inconcluso) e uno che ritengo piuttosto piacevole col quale sto partecipando al torneo IoScrittore. Ebbene, pur essendo diversi, anche come impatto emotivo, mi è sempre piaciuto il momento in cui diventavo il personaggio di cui scrivevo. Bellissimo! Anche quando ho scritto il copione di una commedia surreale ridevo durante la stesura e dicevo a mia moglie: "Questo qui è troppo scemo!" Credo che la scrittura debba essere così: piacere puro, a prescindere dalla capacità. Buona serata
  14. Piero

    Ogni giorno una riga?

    Io scrivo tutti i giorni. Mi alzo alle cinque e mezza, leggo e scrivo - prendo anche nota dell'ora cui inizio e finisco. Alle sette e un quarto smetto perché alle sette e trenta vado a infornare brioches e preparare dolci. Particolari a parte. Scrivo la mattina presto perché dove abito c'è molto silenzio, mia moglie dorme, non ho distrazioni di sorta e il mio neurone (solo soletto) è riposato. La qualità degli scritti varia dal fantastico (per me) all'oltrelapena (penso per molti). Però mi piace e soprattutto amo scrivere a penna, ricopiare su computer e correggere poi lo stampato o a video. Perché scrivo a penna? Perché, senza falsa modestia, sono molto veloce a scrivere, troppo per il mio cervello che necessita di un ritmo più "manuale". Infatti noto che se compongo a penna la mia qualità è leggermente superiore. E' giusto? Non so. Credo sia giusto ciò che piace e che ci si sente di fare. Personalmente ho bisogno di una spinta per combattere la pigrizia che mi avvolge come la tela di un metifico ragno. Il pensiero di ciò che devo scrivere mi fa alzare con voglia. Soprattutto, e qui concludo, ho assoluta necessità di scrivere tutti i giorni quando sono in fase di stesura, come in questo momento. Se m'interrompo rischio di vedere il mio romanzo annegare nel mare dell'incuria
  15. Piero

    Aboliamo il punto e virgola?

    Come faccio a eliminare il punto e virgola? Ormai sono suo ostaggio e nessuno è disposto a pagare il riscatto. Lo uso, lo userò. Mi piace ma qui non l'ho usato.
×