Vai al contenuto

appassionato

Utente
  • Numero contenuti

    89
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

10 Piacevole

Su appassionato

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo

Visite recenti

1.328 visite nel profilo
  1. appassionato

    Argento Vivo Edizioni

    Sorrido; sono nella tua stessa identica situazione, arrivato l'ok di Argento Vivo, in attesa per Divergenze per i tuoi stessi motivi...
  2. appassionato

    Divergenze Edizioni

    Ciao, complimenti! Quanto tempo fa avevi inviato?
  3. appassionato

    Casta Editore

    Dovrei essere tra i 57 (avendo ricevuto conferma di ricezione in ottobre e non ancora la mail di stroncatura ;-) ), ma indipendentemente da ciò, mi piace molto il percorso che avete seguito da autore in fuga dagli EAP a editore molto attento e scrupoloso; è assolutamente apprezzabile che siate presenti nel forum e siate "raggiungibili" per comunicare in tempi brevi. Grazie!
  4. appassionato

    Casta Editore

    Vista la gentilezza e prontezza...ne approfitto: a occhio e croce in quanto tempo pensa si saprà chi sarà l'eletto fra i 57? ;-)
  5. appassionato

    Casta Editore

    Caspita, mi fa sempre impressione constatare quanti abbiano la passione di scrivere (e speriamo sia altrettanto forte la passione per la lettura!).
  6. appassionato

    Casta Editore

    Grazie per l'aggiornamento, solo una curiosità se lecito: 264 manoscritti esaminati, dei quali 207 non idonei...ma tutti questi invii ricevuti in che lasso di tempo?
  7. appassionato

    96 rue de La Fontaine Edizioni

    Sì confermo, hanno cambiato proprietà ma, per adesso, rimane Sergio Calzone come editor.
  8. appassionato

    Selfpublishing: voi cosa ne pensate?

    Giusto, è questo il messaggio che deve passare! Self non significa mettersi su un piedistallo convinti di essere i nuovi Roth senza aver avuto confronti e giudizi. Self dopo essersi fatti consigliare e "sgrassare" da professionisti, assolutamente sì. La mia paura è che non si pensi che basti il correttore di word o simili e il controllo dell'amica/o del cuore.
  9. appassionato

    Selfpublishing: voi cosa ne pensate?

    La differenza (secondo me sostanziale) è che se la piccola casa editrice effettua un editing decente, ti aiuta a crescere e a presentare un prodotto "esperto". Con il self, a meno che non ti appoggi a qualcuno a pagamento, il tuo prodotto rischia di essere acerbo e condito da imprecisioni.
  10. appassionato

    Selfpublishing: voi cosa ne pensate?

    Riuscire a pubblicare in self o con una piccola CE, significa poco o niente. E' tutto il lavoro dietro, durante e davanti che crea differenza.
  11. appassionato

    Selfpublishing: voi cosa ne pensate?

    Onanismo letterario che può anche avere senso. Io scrivo per me, principalmente. Dai tre romanzi che ho pubblicato con due case editrici piccole ho racimolato poco, ma in effetti, non mi sono assolutamente sbattuto. Onanismo letterario,.
  12. appassionato

    Selfpublishing: voi cosa ne pensate?

    Che sia selfpublishing, piccola CE o edicolante di strada ... dovrebbe esserci una regola/diploma ... puoi scrivere e tentare di pubblicare, ma tesoro bello, leggi almeno 100 libri di vario genere prima di buttare inchiostro su carta bianca. Poi sentiti pure Manzoni, Roth o Volo (!), ma prima di qualsiasi passo, fatti leggere da qualcuno di fiducia, per revisionare/correggere/ampliare ... e quindi, va' pure alla ricerca della gloria e dell'immortalità!
  13. appassionato

    96 rue de La Fontaine Edizioni

    Ciao M.Bamboo G. la CE in questione è seria e affidabile, effettua un attento editing e mette in commercio libri di buona fattura (sia di contenuti che di materiale); è presente su IBS e Amazon oltre che sul proprio sito; la distribuzione è però su richiesta (quindi il libro arriva per l'Italia solo se qualcuno lo acquista). Il lavoro di promozione e vendita è quasi totalmente a carico tuo; probabilmente la CE parteciperà a qualche fiera, ma nelle vicinanze di Torino. Poi sta a te avere persone che siano interessate ai tuoi scritti e vadano a cercare un modo per acquistarli. E' comunque una situazione comune per molte piccole CE (e qui però hai la fortuna di essere seguita da Sergio Calzone che molto ne sa); logico che se dovessi avere la fortuna di suscitare l'interesse di una CE media ... devi armarti di pazienza e attendere tempi di lettura molto lunghi.
  14. Fuggire, scappare, ripercorrere il filo languido della vita che si dipana imperterrita e non lascia respirare. Cinque amici, un weekend scanzonato, le personalità che si accavallano e puntellano le une sulle altre. Risate, mugugni, i fogli del calendario che si staccano impetuosi, volteggiano e non si possono riciclare. L'amore di una sera, rimpianto che ti insegue e spinge a ricordare...
  15. appassionato

    La libertà della vertigine

    Quali tinte ricercare per il ritratto della felicità? È la vita a segnarci indelebilmente o esiste il modo per essere protagonisti delle stagioni che scolorano costanti? Un uomo rimasto solo, un percorso interiore difficile da intraprendere e da accettare, una donna che ha sofferto e non è riuscita a convivere con il suo segreto. Gli amici, le sbornie, le amiche, un viaggio per rinascere. Basteranno? “Erano tasti di un pianoforte, uno bianco, uno nero, in successione, con suono individuale e diverso: per trovare un’armonia, un’aria suadente, si doveva scegliere il corretto abbinamento, quasi a occhi chiusi, guidati esclusivamente dalla propria indole, rappacificata o guerriera, piangente o sferzante, cieca o captante. Echi di canzoni dimesse, le memorie erano fuggite, accatastate e ammuffite, andavano cercate con pazienza: scovare un pertugio e spalare con veemenza, per far filtrare nuovamente la forza radiante del sole. Con questo intento, la scelta di recludersi a distanza prendeva senso e aveva ragione e motivo di essere percorsa. Tentare.” Premio Speciale Giuria dei Lettori alla 3° edizione del Premio Letterario Nazionale "Un libro amico per l'inverno".
×