Vai al contenuto

Luc

Utente
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutrale

Su Luc

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 17/03/1964

Informazioni Profilo

  • Genere
    Maschio
  • Provenienza
    Roma
  • Interessi
    Racconti, fantascienza, cinema, teatro, poesia

Visite recenti

1.258 visite nel profilo
  1. Anche a me come Fiorella hanno telefonato dicendo che gli era piaciuta tantissimo la mia poesia, anzi recitandomela anche al telefono. Poi mi ha chiesto un pacchetto promozione con tanto di video su Youtube - che avrebbero fatto loro scegliendo immagini e musica (orrore) e alla fine mi hanno chiesto 184 euro per la promozione. Io gli ho risposto di no e mi hanno risposto molto acidamente dicendo che se uno non crede in sé stesso è normale che non investa in sé stessa.
  2. Luc

    Ciao a tutti

    Grazie mille! :-)
  3. Luc

    Ciao a tutti

    Ciao a tutti, sono Luc, mi sono laureato in lettere indirizzo spettacolo con una tesi sui finti documentari (Zelig, This is Spinal Tap, District 9, Forgotten silver, etc.) ovvero quei testi che veicolano storie di fantasia per mezzo di forme solitamente usate per raccontare la realtà (reportage, biopic, documentari, inchieste). Lavoro in televisione come autore, consulente e redattore e ho scritto insieme a Carlo Lucarelli un programma di finti documentari dal titolo "Almost true". La prima serie è andata in onda su Deejay TV, la seconda su RAI DUE. Ho pubblicato un libro sul regista teatrale e autore d'avanguardia degli anni '70, Mario Ricci (La luce solida, ed. Un mondo a parte) e un e-book dal titolo L'uomo che aveva affittato la sua anima al diavolo e altri racconti per una piattaforma web (bookolico). Mi hanno tutti sconsigliato di palesare che il mio libro era formato da racconti e a questo proposito citerò un post abbastanza velenoso di oggi su Facebook: "Nobel per la letteratura a una che scrive racconti, panico tra gli editori italiani". Con un racconto (Cuento) sono arrivato fra i primi 8 del concorso "Parole in corsa" indetto dalla Metetrebus di Roma nel 2008 e sono stato pubblicato su una antologia dal titolo Scrivere è viaggiare. Che altro dirvi? Forse per adesso basta, anche perché fino adesso ho fatto solo un elenco un po' freddo di cose che ho fatto. La scrittura è una cosa profonda per me, nel senso che un giorno posso mettermi a scrivere di getto (poi però devo fare almeno sei stesure) e il giorno dopo mi invento tantissime cose da fare pur di rimandare il momento di mettermi a scrivere. Gli scrittori che mi hanno cambiato la vita sono stati Cortazar, Borges e Bioy Casares e la collana Urania che ho iniziato a leggere (di nascosto) a 12 anni. Lo scrittore che mi sta cambiando la vita è Roberto Bolaño con Stella distante, Los detective salvajes e 2666 che sto leggendo adesso e che ogni tanto smetto di leggere perché ho paura della solitudine che mi angoscerà quando l'avrò finito.
×