Vai al contenuto

Mel-chan

Utente
  • Numero contenuti

    105
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

4 Neutrale

Su Mel-chan

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Mel-chan

    Vicki Satlow Literary Agency

    *fa cucù* Nota e basta: fino a novembre scorso, come vedete dalle date dei post sopra, lo era. Se hanno cambiato politica è una cosa recente °_°
  2. Visto che spesso viene chiesto come fare a pubblicare nell'ambito della Fantscienza, penso che questo Concorso possa fare piacere a molti ^^ E' completamente gratuito, è da inviare via mail ed è organizzato dall'Associazione Culturale Giulio Verne. Scade il 31 Dicembre ** Qui c'è il link che spiega tutto, con la possibilità dis caricare il bando completo:
  3. Mel-chan

    Vicki Satlow Literary Agency

    Io ho provato contattarla per email, in pratica ha un'equipe che legge per prima gli scritti che arrivano (ti chiedono i primi capitoli) e poi le fa leggere quelli selezionati <3 A me hanno risposto in un breve arco di tempo (rifiutando la proposta), secondo me vale sempre la pena provare ^^
  4. Mel-chan

    Test: chi è il peggiore?

    Presupponendo che A avesse queste due scelte e basta: Peggiore: B perché A ha fatto letteralmente di tutto per incontrarlo (e sinceramente non capisco chi dice che è una troia, cioè XDDD), mentre lui si grattava (e se non gli importava di lei, che la lasciasse e fine) e lui la lascia O_O D perché si approfitta di A nel modo peggiore chiedendole sesso, quando lei è disperata C perché è il classico figlio di buona donna che chiede soldi e se ne frega di tutto (buon per lui, ma poi non si mi si venga a dire che anche lui in realtà è una brava persona, aveva sette figli e doveva sfamarli ;O; o cacchiate simili) E perché non è esattamente uno da stimare (ricorda molto l'atteggiamento di certi antagonisti del protagonista maschio in certi shoujo manga XD), se ha proprio approfittato della cosa pensando "ahah che bella occasione che lei soffra come una disgraziata *_*" A perché… secondo me di "peggiore" non ha nulla Migliore A perché è disposta a qualunque cosa per incontrarlo, al massimo pecca di ingenuità nel non rendersi conto che al suo fidanzato non importa una cippa di vederla, ergo non gli frega esattamente da orgasmo di lei. E perché… be, non è il migliore, semmai il meno peggio. Dopo ddi "migliori tra i tre non c'è nessuno", hanno tutti comportamenti disgustosi (e me ne strefrego delle motivazioni, sinceramente. Fanno schifo tutti.).
  5. Mel-chan

    Non sono nessuno, è fantastico!

    ._. Senza offesa, ma... ._.
  6. Forse perché è un suo pensiero, e nota come la maggioranza (non tutti, la maggioranza) di quelli che pubblicano col POD siano personaggi che non hanno mai letto un libro vero in vita loro. Armandillo, sono cinque pagine che ripeti come tutti quelli che commentano in questo topic siano caproni invidiosi (e davvero, a me il tuo sembra sempre più un puro trolleggiare XDDD): diamoci un taglio, che ne dici? Palesemente a nessuno frega abbastanza per mettersi a risponderti e tirare su un vero flame, quindi falla finita, sì? *_* Non per fare l'infame, ma non credo che parlare come nel suddetto trecento ti farà apparire più convincente. QUOTO TUTTO. Altra domanda molto significativa. Esattamente O_O
  7. Ma infatti, sicuramente di buoni(o anche splendidi) ce ne possono essere, quello che si contesta davvero è il discorso del "L'editoria vera è morta da essi l'editoria risorgerà" : sicuramente ci sono delle perle anche lì, ma non è vero che l'editoria "grande" tutta faccia schifo e sia piena solo di falsi scrittori che fanno schifo O_O Io personalmente non ne farei mai uso, lo dico tranquillamente, ma non dubito che, qualunque sia il motivo che spinge a farlo si possano trovare dei libri veri anche lì (semmai trovo ancora più difficoltoso trovarvene rispetto a quanto lo sia girando in libreria, ma questo non toglie che ce ne possano essere) (Azoto liquido, non lo sto dicendo come se tu avessi affermato una cosa del genere, non fraintendere >_< spiegavo solo qual'era il motivo delle risposte piccate ad Armandillo)
  8. Armandillo, i criteri ci sono sicuramente, però esistono cose chiamate gusti, anche ^^'' E' ovvio che ci sono cose orrende che non possono essere chiamate libri senza bestemmiare, e che si trovano in tutti i cataloghi del mondo (per ragioni commerciali o che comunque non hanno niente a che vedere col pubblicare vera letteratura), ma... Amen. io scusa di latinismo di senso (sua = eorum) Giuro che NON è una provocazione (sarebbe quantomai idiota), ma... tu utilizzi spesso latinismi, rendendo tavolta molto confusa la lettura dei tuoi messaggi. Io ci arrivo anche, a quello che vuoi dire, ma sinceramente non vedo il senso di parlare in un lat-italiano inesistente.
  9. le mocciosate in realtà non piacciono a nessuno, è che non ci si prende la briga di leggerle davvero sennò se ne disgusterebbero così che possano ficcarvi in gola tutto ciò che a loro pare e piace Leggete Masimo Ferraris, torno a ripetere, ne trarrete giovamento e diletto (a meno che non diate invidiosi del suo talento) Io, a questo punto, credo che farò un salto a chiedere ad Ayame di dare un occhio lungo qui, perché la cosa sta degenerando.
  10. si capisce però da queste risposte come il richiamo irresistibile del marchio che da solo farebbe l'autore è troppo forte e voi preferite quello piuttosto che dimostrare che sapete che sia lo scrivere il che dimostra che non lo sapete o non direste così, d'altra parte avete ragione: "oh... ti ha pubblicato la casa tal dei tali... ma allora sei uno scrittore!" fa la gente, mentre dovrebbero dire: "oh... il vostro stile è personale e lavorato, la costruzione dei periodi elaborata ma chiara al tempo stesso, avete il senso dei nomi, la collocazione delle parole è sempre quella più giusta e naturale ecc... tutto ciò fa di voi un vero scrittore" Ok, palesemente è inutile continuare a insistere, tanto la conversazione è a senso unico. Solo, visto questo commento, ho voglia di rispondere ancora un minimo. Armandillo, io è da quando ho cominciato a leggere questo forum che ho avuto il dubbio tu fossi un troll: in teoria, mi ha smentito il fatto che tu commenti con tanta costanza, visto che spero sia stato un caso a sé, quello del tizio che per secoli ha portato avanti le varie farse. Partendo quindi dal presupposto che tu sia serio, ma... visto che parli delle risposte ricevute, mi ritengo compresa nella categoria di falsi scrittori. Ora, a parte che mi verrebbe voglia di dirti regolare i toni, ma non ho l'autorità per farlo e quindi fine, non me la sto nemmeno a prendere per davvero visto che a dire "siete tutti vendutoni che non si fregano di essere veri scrittori ma vogliono solo fama e gloria! ;O;" è uno che non conosco e di cui in effetti non m'importa *_*'' Nonostante questo... a me sembra che ci sia un astio e un'acrimonia dietro questi post, che sinceramente fa molto dispiacere leggere. Sembra quasi che tu ce l'abbia con qualcuno, da tanto ti accanisci e te la prendi col mondo. Ti fanno schifo tutte le case editrici, e chi non è interessato a pubblicare attraverso i POD in mezzo a migliaia di testi senza capo né coda è un falso scrittore che cerca fama e gloria? Bene, allora non pubblicare con nessuno, ed evita di mandare i tuoi testi alle suddette case editrici \*_*/ Non vedo il prolema.
  11. Ora, a parte che sinceramente a me sembra che tu, Armandillo, cominci a diventare un tantino irrispettoso, con questo continuo spalare cacca sulle case editrici più grandi di una briciola, poiché Grandi Marchi (e qui mi verrebbe una domanda, seria: ma se Mondadori, Fazzi eccetera scoprissero il tuo/i tuoi romanzi e decidessero di pubblicarli, te accetteresti? o diretsi "no grazie" perché sono vednuti al commercio?), e se lui non avesse nulla da temere, perché dà l'impressione di temerlo? Allora ci dev'essere qualcosa che non dice Puoi spiegare perché da l'impressione di temerlo? Perché si schiera contro questo fenomeno? Non è che se uno non approva una cosa, automaticamente deve avere un secondo fine lucroso dietro, secondo me. i non scrittori sono oggi ovunque, anche a causa del non studio delle lettere nelle scuole Qui mi sono persa. - Detto questo, anche secondo me l'autore dell'articolo parla contro la massa di gente che è convinta di avere il DIRITTO di pubblicare semplicemente perché ha messo cinque parole in croce, e non importa se non ha mai aperto nemmeno il libro di testi di scuola . A me sembra che sia questa mentalità che lui attacca. Io ci credo che in mezzo ai POD si possano trovare dei libri, ma... be, in questo senso si è espressa perfettamente NayaN: Tu credi davvero che siano così pochi coloro che scrivono poliZZiotti anziché poliziotti oppure venghino anziché vengano? Te lo dico io, no, non sono per niente pochi, ripeto, questo forum è un microcosmo inattendibile, il mondo fuori non è questo, il mondo fuori è pieno zeppo di ignoranti presuntuosi. E spesso sono proprio loro quelli che finiscono per pubblicare con un POD.
  12. A parte che Ayame aveva chiesto di spostare il topic politico XD'' Io non rispondo quasi mai a post che mi sembrano... diciamo deliranti, perché non sono diplomatica, a ne verrebbe fuori solo un casino. Detto quetso, ad affernazioni quali Tutta questa campagna denigratoria verso le autopubblicazioni non può avere che lo scopo di far pensare alla gente: Einaudi, Mondadori Rizzoli = bono livro autostampato = cattivo livro Scusa tanto, ma non è che semplicemente questo Simi la pensa così? *_*'' A parte che non credo che il suo problema sia che la sua lettera non verrebbe trovata tra le altre, visto che dubito si limiti ainviare una gentile richiesta, ma è probabile che abbia intermendiari se non la possibilità di parlare del libro al telefono/incontrarsi con chi di dovere essendo un personaggio già conosciuto - a parte questo, spesso poni teorie complottistiche, ma quando mi leggo cose come Se costoro sapessero scrivere, non avrebbero nulla da temere, ma sentendosi minacciati dal fatto che uno potrebbe scoprire come l'essenziale sia il saper scrivere e non il nome dell'editore sul libro, devono plagiare la gente in modo che la pensi diversamente ecco, mi smebra che si cada veramente nell'Ai confini della realtà. Ma seriamente? O_O Un sacco di gente nemmeno sa quali sono le case editrici più importanti, o pensa cose deliranti tipo che tutte le case, comprese le major, chiedano contributi all'autore. In un clima del genere, giornalisti e pubblicati non esordienti, davvero dovrebbero sbattersi a convincere tutto il popolo che vanno letti solo i libri delle case più grandi? L'editoria è morta e non è più sinonimo di qualità: dalle autopubblicazioni essa risorgerà A parte che, a mio parere, l'editoria è sicuramente tutt'altro che in forma, ma non tragicamente morta, sono sinceramente curiosa: davvero secondo te ormai i libri pubblicati dai non autopubblicati fanno tutti schifo? ._. magari mi sbaglio, ma da quello che scrivi la mia impressione è che tu pensi questo (magari con giusto le eccezzioni delle ristampe dei classici)
  13. Mel-chan

    Il foglio

    Quest l'ha notato nessuno? XD
  14. Mel-chan

    Piergiorgio Nicolazzini

    Davvero? o.o
  15. Mel-chan

    Adelphi

    Capito, è una trafila un tantino lunga, neh?
×