Vai al contenuto

Eudes

Sostenitore
  • Numero contenuti

    1.434
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    7

Eudes ha vinto il 23 febbraio 2020

Eudes ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

688

Su Eudes

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 16/02/1976

Visite recenti

10.704 visite nel profilo
  1. Eudes

    Enigmista

    Non dico sia sbagliata ma un verbo al passato a seguire dalla parola "adesso" un po' suona strano, quantomeno a me. Forse è preferibile "sciami" ma vedi tu. Se è vestito a strati, sicuramente questi saranno "vari", messo così l'aggettivo sembra un po' inutile. Lo sostituirei con "numerosi", ma in realtà subito dopo descriverei proprio l'abbigliamento. Era stata l'ingenuità della prima esperienza da esploratore. Taglierei il resto, tanto lo hai appena descritto. si ritrovava ad affrontare tutte le sue fobie. Altrimenti il fango non include necessariamente le altre. In questi casi, secondo me è meglio rispettare l'ordine delle azioni. Chiaramente il nonno prima suggerisce, e solo in seguito lui riprende a spolverare. Per quanto, dal momento che si parla di "mondo degli adulti" e questo lascia pensare a un'età infantile, sarebbe stato meglio suggerire un gioco, o magari di riprendere a giocare insieme (a carte o cose del genere). e frugò nella memoria, per ritrovare notò quelle che, a prima vista, parevano enormi zanzare che gli sgattaiolò impaurita Spezzerei con una virgola dopo stanco ci vedrei meglio con "espressione buffa" di prorogare le ferie Ho provato a suggerire delle variazioni, ma puoi anche ignorarle tutte. C'è qualcosa di questo racconto che non mi ha convinto del tutto e mi sono chiesto perché, considerando che la scrittura è buona ed è anche ricca di dettagli che dovrebbero arricchire e vivacizzare la narrazione. Ho pensato, ma non potrei giurarci sia per quello, che si sono almeno due elementi che stridono. Uno è la scelta del tempo verbale. Quello prevalente è l'imperfetto, e l'imperfetto è, per eccellenza, il tempo dell'indefinito. Mal si concilia con le numerose descrizioni che vorrebbero "farti sentire sul posto". L'altra è la mancanza di nomi propri, se non quello del protagonista, che però è "Mario", ovvero il più comune in Italia. E questo, in qualche modo, rende un po' indefinito anche il personaggio, come se gli avessi associato l'epiteto di "uno qualunque". Per il resto c'è la madre, il padre, il nonno, i colleghi, il capoufficio... il racconto avrebbe, sebbene di contorno, un buon numero di personaggi a cui però non viene mai attribuito un nome. Restano indefiniti anche loro. Per questo sono dell'idea che la cura nelle descrizioni, scelta che dovrebbe portarmi a vedere le scene, venga poi smorzata dall'indefinitezza di altri elementi.
  2. Eudes

    L'epoca del Radio

    mi limiterei a qualcosa come "la conosci già". "Il giorno i cui abbiamo fatto la prova è uno spiegazione al lettore. lascerei solo "alla zia". Anche quel voler specificare "mia" è, se vogliamo, una spiegazione al lettore (che altrimenti potrebbe avere il dubbio se non siano parente e quella zia lo è di entrambe. Non dirmi che è jazz, fammi sentire quale (voler specificare che è Jazz è anche questa una spiegazione al lettore, volerlo incanalare sulla musica che si ascoltava in quel periodo, e che magari citando solo il nome del brano non capirebbe) anche qui: evita di voler farci sapere che, nonostante la discussione, non c'è risentimento da parte di Lara. era tanto che non la vedevo Il periodo in cui è ambientato il racconto e la voglia di sentirsi emancipata dovrebbero già suggerire quanto detto in questa frase, motivo per cui la taglierei proprio. Vi ricordate che a Natale svenne durante la messa? magari c'erano già i primi sintomi In quanto a trama, l'elemento che non mi convince è l'aver scelto Florence, cioè una persona di cui il lettore non sa quasi nulla fino a fine racconto, come personaggio che subisce le conseguenze del radio. Se avessi scelto Edna, presente nella storia fin da subito, avresti guadagnato in drammaticità. Altrimenti dai a Florence più spazio, rendendolo un personaggio più importante, e non solo un personaggio secondario su cui mostrare gli effetti nefasti del contatto con il radio. Sulla scrittura noto una differenza nel tuo modo di affrontare poesia e prosa. Nella poesia ti fidi molto di più del lettore. O meglio, lasci che sia lui a trovare da solo il modo in cui interpretare il senso dei tuoi versi. Nella prosa corri meno rischi, come se tu avvertissi l'esigenza di non essere fraintesa. A volte, questo rende la tua scrittura un po' didascalica. In questo racconto, forse, si nota più che in altre circonstanze. Consiglio un po' cretino: gioca di più con la reticenza. Taglia non solo ciò che è ripetitivo, prolisso o superfluo. Ma persino ciò che chiarisce, limitandoti a suggerire, e forse neanche quello. Lascia che il lettore si arrangi, e quel che non capisce cavoli suoi. E quindi... pure niente spoiler. Se vuole sapere se le vicende di questa storia si basano su fatti realmente accaduti o ti sei inventata tutto, le notizie al riguardo se le vada a cercare da solo!
  3. Eudes

    Do la mia autorizzazione

    Idem. E per qualunque finalità o destinazione. Poi, se mai dovessi aver scritto qualcosa di vagamente interessante che potrebbe aver bisogno di integrazione e aggiornamenti, fatemelo sapere che lo aggiusto. Ma potete anche tenervelo così com'è, se preferite.
  4. Eudes

    E se ognuno di noi pagasse una quota, il forum sarebbe salvo?

    In effetti. Ma credo sia inopportuno trasformarla in una guerra di numeri, cercando di accaparrarsi quanti più utenti possibili di qua o di là. Tanto più che ci si può tranquillamente iscrivere a entrambi, come già succedeva in passato con Wd e Up. Tanto, a mio avviso, non sarà il numero di confluiti di qua o di là a dichiarare davvero chi avrà raccolto l'eredità del wd. Che poi, se la cosa bella del wd era davvero il suo spirito, che quello possa arrivare a tutti... Più discepoli ci sono - presenti, passati e futuri - meglio è.
  5. A questa ipotesi sono favorevole (credo di averne parlato anche ieri in altri luoghi). Pero ha ragione anche Silverwillow. Sì potrebbe fare per esempio, dopo 50 messaggi puoi chiedere uno spazio promozionale, ma va chiesto a chi gestisce il sito. Quello controlla gli interventi, e se sono boiate utili solo a far numero boccia la richiesta.
  6. @Silverwillow solo una domanda: il consiglio è rivolto al tipo di sito che vorrei creare io (come dire: metti qualcosa del genere, ma con quelle modalità) , a quello che stanno creando gli staffer in alternativa al wd, o a entrambi? Diciamo che almeno in un caso non è questo il thread migliore per discuterne. Personalmente penso che le recensioni vadano fatte prima dell'uscita del libro, o immediatamente dopo. Ma per questo servono accordi con autori e CE. Altrimenti meno puntare su analisi lunghe e dettagliate, che però hanno un'utilita diversa dalla mera recensione.
  7. D'angelo, credo che nessuno mi avrebbe vietato pure di linkarlo, ho solo preferito non farlo. Credo ci siano abbastanza informazioni per saperne di più, per chi volesse recuperarle. Però su questo thread preferirei tornare a parlare del mio di progetto. Del resto, come thread per le varie alternative da considerare per il dopo wd credo sia più idoneo quello aperto da Ippolita. Per i motivi di cui sopra, rispondo solo a quello che vorrei creare io:quello sarebbe in mano a me. Sicuramente si tenterebbero iniziative di vario tipo con qualche CE ma, fondamentalmente, resterebbe indipendente.
  8. Diciamo che gli utenti sono stati attivi per un po', ma poi han preferito diradare la frequenza. C'è stata anche qualche iniziativa interessante in passato. Comunque non voglio parlare delle "case d'altri", ho creato questo thread più che altro per organizzarne una nuova. Con un pezzetto simile a ciò che è il wd se serve, altrimenti va avanti con un'impostazione diversa.
  9. Andrea: dopo aver venduto, la creatice di questo forum ha creato un nuovo sito suo. Pur con qualche differenza, molte impostazione di base ricalcano quelle di questo sito. Ovviamente è meno ricco di informazioni, perché è sempre rimasto meno vivace. L'aspetto positivo è che potreste ritrovare utenti storici che hanno smesso di frequentare il wd dopo il passaggio alla Boré. Bisogna pur dire che, se ci sono persone che hanno preferito non affacciarsi di là, neanche per dare un'occhiata o salutare vecchi amici, lo avranno fatto per dei motivi e quei motivi rimangono. Quindi: trasferirsi in massa di là, potrebbe sembrare la soluzione più comoda. Il sito è già pronto ed è impostato in maniera simile (con la sezione Editoria, l'altra per i racconti, lo spazio per il cazzeggio ecc.). Però i contenuti vanno "ricostruiti" un po' alla volta, e comunque c'è la possibilità che non tutti vogliano seguire questa scelta.
  10. Brutus, sì, avevo capito. E sì, è molto probabile possa capitare qualcosa di simile Ma non sarebbe la fine del mondo. Da qualunque progetto si parta, la ricchezza di una community sono gli utenti attivi quindi credo che, almeno in parte, sia giusto assecondare le loro esigenze.
  11. Eudes

    E se ognuno di noi pagasse una quota, il forum sarebbe salvo?

    Io su Telegram ci sono, ma mai avuto la pagina Facebook.
  12. Brutus, probabilmente sì. Non credo snaturerei la mia idea, non del tutto almeno, diciamo che aggiungerei un pezzo a uso e consumo dei wridiani a qualcosa che volevo già fare. Ma se preferiscono trovare altre soluzioni, a me sta benissimo.
  13. Eudes

    E se ognuno di noi pagasse una quota, il forum sarebbe salvo?

    Alba, non ho un sito già pronto. Stavo solo, da tempo, pensando di crearne uno e, nel caso serva, accelero i tempi.
  14. Ippolita, non do per scontato nulla. Se il wd resta aperto, vado avanti coi miei progetti. Però, qualora chiudesse, e così hanno detto di voler fare, provo ad offrire un'alternativa. Che non è detto sia migliore di altre. Ma, nel caso possa interessare qualcuno, resto a disposizione.
  15. Come gli utenti con cui ho più confidenza sanno già, da tempo vorrei aprire un sito. Per aspiranti scrittori (e non solo) come il wd, ma occupandosi di cose diverse. In linea di massima, voleva essere un sito che si occupasse perlopiù di iniziative varie. Riguardo i contenuti, il wd esisteva già, quindi non puntavo a replicare contenuti simili a quelli già esistenti qui. (la bozza del progetto iniziale la lascio in spoiler) Sinceramente, stavo rimandando perché non mi sento pronto. Sia riguardo l’aspetto economico – la realizzazione di alcuni progetti, soprattutto quelli che necessitano dell’aiuto di professionisti, avrebbero necessariamente dei costi, e non è mia intenzione chiederli di condividerli con gli utenti; Sia riguardo la realizzazione effettiva e l’aspetto promozionale per renderlo più accattivante. Però, visto che il wd chiude e immagino che a molti roda veder sprecati i propri contenuti, magari posso creare una sezione dove replicare non dico tutti i contenuti del wd, ma almeno tutti quelli di chi accetta di replicarli nel mio sito. Probabilmente ci sarà da smazzarsi rendere il tutto una cosa coerente e non un’accozzaglia di post a caso, ma a parte questo dovrebbe essere fattibile. In fondo quei contenuti li avete creati voi e quei contenuti sono vostri. Per motivi di lavoro, sono entrato in contatto con una web agency (si sono occupati di rendere professionale il sito dell’azienda). Chiederei il loro supporto (se non mi costa uno sproposito) Per farla breve: Vorrei realizzare un sito + forum per aspiranti scrittori. A chi dà il consenso, trasloco i suoi contenuti, o quelli che ritiene più interessanti, là. Ovviamente non vale il silenzio assenso e i contenuti di tutti gli altri non li tocco. Non potrà essere il wd (anche perché non avevo intenzione di replicare il wd) ma una base da cui ripartire magari sì.
×