Vai al contenuto

Cicciuzza

Moderatore
  • Numero contenuti

    6.967
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    72

Cicciuzza ha vinto il 12 maggio

Cicciuzza ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

2.928 Più unico che raro

Su Cicciuzza

  • Rank
    Befana inside
  • Compleanno 30/08/1956

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Torino

Visite recenti

13.822 visite nel profilo
  1. Cicciuzza

    Mezzogiorno d’Inchiostro n.129 - Topic Ufficiale

    Non è che ci siamo dimenticati, eh...è che il verdetto è stato sofferto, ma la Befana del vostro cuore è infine pronta a comunicare i vincitori di questo Mezzogiorno d'inchiostro nonché prossimi giudici, che sono: @Thea e @Joyopi Io vi ricordo che la prossima sessione del MI salterà per far posto allo @Stregone sia mai che un duello di magia faccia esplodere definitivamente te il WD... Noi salvo intoppi ci si vede a contest orrorifico concluso
  2. Cicciuzza

    Mezzogiorno d’Inchiostro n.129 - Topic Ufficiale

    Eccovi come sempre la classifica: I fantastici cinque fra i quali si nascondono i vincitori @Joyopi 6 @Garrula 5 @Thea5 @mina99 5 @Ghigo4 Seguono: @Anastassiya3 @Alberto Tosciri 2 @Alba3602 @Macleo 2 @Poeta Zaza 2 @Mariner P eliminato per non aver votato @Lauram 1 @Vincenzo Iennaco 0 @Kikki 0 La giuria si ritira
  3. Cicciuzza

    Mezzogiorno d’Inchiostro n.129 - Topic Ufficiale

    Bene. Finita la lettura. Purtroppo abbiamo dovuto dare alcune penalità. Cercherò di darvi io le motivazioni, se però avete ancora dei dubbi i giudici sono pronti alla,bisogna. Allora: @Lauram 1/2 penalità perché non ha inserito la traccia nel racconto. È una pochezza, e certamente non influenzerà la classifica, ma siccome questo è un gioco con delle regole, in qualche misura trovo sia non solo corretto ma anche più coerente “costringere” chi gioca a considerare le regole. Questa infatti è una piccolissima svista e viene infatti piccolissimamante penalizzata. @Vincenzo Iennaco 1 penalità. La traccia era chiara, e chiedeva di mettere in scena il dilaniante conflitto che vive colui che si trova a fare del male a chi ama. Il tuo protagonista sembra invece più un’anaffettivo che compie atti di crudeltà verso persone o animali che dovrebbe amare ma che non ama. @Macleo 1 penalità. il tuo protagonista si dichiara immediatamente colpevole e cerca un’assoluzione. In questo racconto è come se si confondesse il bisogno di evitare la punizione con la professione di innocenza. Ma anche qui traccia era chiara. Bisognava dichiararsi innocenti a qualunque costo. @Alberto Tosciri: 1 penalità. Nel tuo racconto è centrale la scoperta della propria colpevolezza. Quell’urlare la propria innocenza nel finale da piu l’impressione di una richiesta di aiuto, è la volontà di pentimento. La necessità di una giustificazione più che una professione di innocenza. Un’urgenza assolutoria che gli piomba addosso insieme alla colpa inaspettata. In sintesi: il bisogno di gridare la propria innocenza c’è ma non è il focus del racconto.  Ok, come vedete l’ipad non ha voglia di taggare sicché spero che @Kuno (che tanto non taggo nemmeno lui) riesca a porre rimedio. Come vi ho detto queste sono le sintesi dei ragionamenti che ci siamo fatti fra noi tre, se ci sono dubbi chiedete. Bacioni a tutti.
  4. Cicciuzza

    Mezzogiorno d’Inchiostro n.129 - Topic Ufficiale

    Ok, comincio con la comunicazione delle ammissioni. I racconti sono tutti ammessi. Dobbiamo chiedervi però ancora un po’ di pazienza perché alcuni racconti non hanno soddisfatto in pieno la traccia proposta, e inoltre c’e qualche piccola pecca amministrativamente, diciamo così. Quindi voi potete tranquillamente leggere e votare, appena saremo pronti a comunicare le penalità ve le farò conoscere. Vi ricordo che siete in 14 e pertanto avete quattro giorni di tempo a partire da oggi: per essere più precisi Fino a mezzanotte di venerdì. Buona lettura e buona votazione a tutti!
  5. Cicciuzza

    Mezzogiorno d’Inchiostro n.129 - Topic Ufficiale

    @Vincenzo Iennaco ho letto. Secondo me non occorre spostarlo
  6. Avete capito chi è il prossimo supergiudice? Dai che trovo sempre indizi troppo facili... Comunque, veniamo al sodo suvvia. Eccovi il riassunto delle informazioni utili per partecipare al contest. La durata sarà di 12 ore, iniziamo a mezzogiorno e avremo tempo fino a mezzanotte. Chi posta oltre il tempo concesso sarà escluso dal contest. Entro lo stesso orario (mezzanotte) dovrete commentare un altro racconto e inserire il link del vostro commento o all'inizio del topic (se l'avete commentato prima) o come messaggio (se avete commentato dopo aver postato) Ricordatevi che: 1) Il vostro racconto dovrà presentare nel titolo la tag [MI 129] ed essere postato in questa sezione 2) Prima o dopo il testo dovrete specificare quale prompt avete scelto. 3) Dopo aver postato il racconto dovrete venire in questo topic e inserire il link al vostro testo indicando anche il prompt prescelto. Chi non rispetta tali regole potrebbe andare incontro alle penalità previste. Il limite dei caratteri, spazi inclusi, è 8000. Chi sfora sarà eliminato. Valgono sempre le regole di Officina. I vostri voti dovranno essere inseriti qui seguendo le istruzioni. Nei vostri voti dovete scrivere sia il nome dell'autore che il titolo del racconto. Per conteggiare i caratteri usate il nostro contatore di fiducia e soprattutto consultate il regolamento dove troverete risposta a tutte le vostre domande. Tutto chiaro? E ora le tracce. Traccia di mezzogiorno Innocente Il vostro protagonista vuole dimostrare la sua innocenza. In un’aula di tribunale, in seguito a un incidente stradale, dopo essere stato accusato di aver marinato la scu ola o di aver rotto una finestra col pallone o di aver tradito il/la partner... come vi pare. Il protagonista può riuscire o meno nel suo intento. Il protagonista non deve necessariamente essere innocente per davvero . Non per forza il vostro racconto deve contenere un’accusa esplicita: il protagonista potrebbe sentire il bisogno di dimostrare agli altri la propria “innocenza” per un’insicurezza o paranoia tutta sua. Boa obbligatoria: deve comparire la parola “confessione”. Traccia di mezzanotte Mia amata vittima Accade, nella vita, di dover fare del male a chi si vuole bene. Perché è giusto così, perché è inevitabile, per convenienza, per rancore, per le più disparate ragioni. Il vostro protagonista compirà deliberatamente un'azione del genere, con quali sentimenti nell'animo me lo dovete dire voi. Boa: niente elementi magici, parliamo di un racconto realistico. Buona scrittura a tutti!
  7. Cicciuzza

    Mezzogiorno d’Inchiostro n.129 - Off topic

    Ehi, bella gente, credevate che ci fossimo dimenticati? Spariti? sotterrati? e invece... Eccoci qui Bene, bando alle ciance. Domenica prossima il 6 ottobre alle 12 in punto saremo pronti a farvi divertire. Come sempre vi ricordo il regolamento A presto!
  8. E io quindici Bravi tutti, e caspita che affluenza! Racconti molto belli, su, impegnatevi a darmi altrettante soddisfazioni nel MI! Credo che non parteciperò alla prossima tappa causa affido pressoché totale di nipote quattrenne. Vediamo la terza... un abbraccio a tutti!
  9. Cicciuzza

    [FDI 2019-1] Mare

    @Joyopi @Ernest @camparino Grazie anche a voi. Il tema era particolare, immaginavo di correre il rischio di sembrare stucchevole, per questo ho cercato di tenere un registro il più possibile piantato con i piedi per terra...lieta che abbiate apprezzato.
  10. @Emy ti capisco molto bene, ho avuto anche io problemi grandi con la salute di mia mamma. Fai solo ciò che ti senti. Io a volte ero in ospedale con lei, avevo sempre l’ipad dietro, ma la sola idea di leggere qualcosa mi atterriva. Figurati commentare. A volte anche solo il pensiero di connettermi era troppo pesante. Poi in altri momenti trovavo confortante venire qui e buttare un occhio. Quindi segui tua mamma, e segui i tuoi stati d’animo. Un abbraccio grande grande
  11. Credo di essere riuscita nella disperata impresa di leggere e commentare tutti e infine votare. Ragazzi non mi lamenterò più della fatica di organizzare i MI
  12. Cicciuzza

    [FDI 2019-1] Mare

    Che dire? Come ho più volte detto questa è la mia primissima poesia ed ero così preoccupata nel doverla scrivere...sono felice che sia piaciuta!
  13. Cicciuzza

    [FdI2019-1] La strada dell'oblio

    Tre aggettivi sono troppi in un solo incipit. Nell’urlo muto ci sono cascata pure io, e ho anche capito perché. Nel mio caso è mera pigrizia. Il luogo comune evita spiegazioni e al contempo mostra senza raccontarle. Solo che bisogna tener conto del fatto che questa pigrizia non ha colto solo noi. Idem Bon, non ti faccio altre segnalazioni perché arrivo per ultima e credo ti sia già stato segnalato tutto il segnalabile. Ti faccio invece alcune considerazioni. Prima di tutto: se io scrivessi in una lingua che non fosse la mia lingua madre come scrivi tu, andrei in ginocchio sui ceci a ringraziare il Padreterno. Sei veramente brava, padroneggi perfettamente l’italiano. Ma adesso vengo alla parte meno “simpatica”. Non farti prendere la mano. La tua è una scrittura per certi versi entusiasticamente ingenua, come se questo padroneggiare uno strumento che ti sei conquistata piano piano e, immagino con fatica, ti portasse a strafare, a inserire troppe cose nella narrazione; a complicarla inutilmente. La storia in realtà è semplice ben aderente al tema e ha un suo senso profondo. L’hai complicata con balzi temporali non chiari, con frasi eccessive, con una prosa troppo raccontata. Snellisci, sfoltisci, semplifica. Una storia che scorre via liscia, che si capisce subito, che usa un linguaggio semplice e chiaro è sempre più accattivante di una prosa eccessiva e ridondante.
  14. Cicciuzza

    [FdI 2019-1] Amore e Psiche

    Considerata la densità di popolazione do Parigi, questa mi pare una coincidenza difficile da realizzarsi Ciao @Ton, del tuo viaggio Parigi Torino Parigi mi è piaciuta soprattutto l’ambientazione. La scrittura è scorrevole, e la lettura risulta piacevole. Ho qualche perplessità sulla trama, perché due coincidenze (una quella che ti ho segnalato, e l’altra, cioè la medesima poesia sentita a chilometri di distanza ) mi sono sembrate un po’ troppo artificiose. Forse l’effetto è voluto, per calcare la mano sull’effetto straniante che la perdita crea nel protagonista, non so. Per contro ho apprezzato il modo di elaborare il lutto per la fine dell’amore, condividendolo con una sconosciuta, fino a trovare il modo per superarlo. Un po’ stereotipata Suzanne, ma si sa, gli uomini innamorati vedono la donna con occhi...innamorati, appunto. E l’amore è una lente che ha per tutti la stessa gradazione.
  15. Cicciuzza

    [FdI2019-1] Buio e silenzio

    Ciao @mina99, allora: io devo dire che conoscendoti qualcosa mi aspettavo ciononostante il colpo di scena finale ha preso alla sprovvista anche me. Bravo. Devo a che dirti che in generale non apprezzo i racconti in cui è il morto a parlare, mia fisima ci sono un sacco di romanzi che vanno così, ma non mi convincono. Il panico da risveglio in tomba ci sta tutto, e pure quell’onirico stato di semincoscienza mette un bel po' di ansia. Sui dialoghi, sul tirare troppo per le lunghe la chat, su tutto direi che si sono già espressi i precedenti commentatori. La mia perplessità, riguarda piuttosto il tema del contest. Anche tu, anche altri, hai confuso io tema della morte con quello del lutto, termini che non sono sinonimi. Certo la morte per definizione è una perdita figuriamoci la propria morte. Ma il lutto è altro. Il lutto è ciò che chi rimane sperimenta e in qualche modo elabora. Il lutto non è il trapasso, ma il rimpianto, la nostalgia, la rabbia, la rassegnazione. Sono tutti sentimenti umani, e soprattutto appartenenti ai vivi. Un morto difficilmente li potrà provare ed elaborare pur nei brevi momenti che precedono la morte. Per il morto è la fine, ma il lutto è dei vivi
×