Vai al contenuto

Lorenzo Sartori

Sostenitore
  • Numero contenuti

    1.112
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    11

Tutti i contenuti di Lorenzo Sartori

  1. Lorenzo Sartori

    Gruppo Edizioni Alter Ego

    io non ho mandato a marzo, ma a inizio maggio (anche se solo un racconto), era giusto per capire l'entità del ritardo e se questo ritardo (come credo) avrà un effetto anche sugli invii successivi. Con Milano e Torino di mezzo ci sta.
  2. Lorenzo Sartori

    Gruppo Edizioni Alter Ego

    qualcuno degli invii di marzo ha già avuto un feedback?
  3. Lorenzo Sartori

    Ferrari Editore

    A me fa invece suonare il campanello d'allarme la clausola del testo che deve essere editato prima professionalmente. Ritengo l'editing uno dei compiti di un editore (tra i più importanti, aggiungerei). Lo dico perché sono sempre più presenti forme di EAP in cui non paghi per pubblicare, non ti obbligano ad acquistare copie, ma poi ti impongono un loro servizio di editing a pagamento.
  4. Lorenzo Sartori

    Autori zona sud Lombardia

    Sto cercando di mettere su una rete di autori grosso modo dell'area sud Lombardia, per trovare il modo insieme di organizzare scambi di ospitalità in librerie o biblioteche (o altre location/iniziative). Spesso infatti il problema è conoscere la libreria interessata a presentare autori sconosciuti o trovare qualcuno disposto a condurre o ad aiutare con il passaparola. Per chi è interessato a promuoversi sul territorio, anche presentare in loco altri autori può essere utile. Se interessati se ne può parlare anche qui sul forum. Se poi il modello si sposta anche da altre parti tanto meglio.
  5. Lorenzo Sartori

    Gruppo Edizioni Alter Ego

    sui minimi non ti so dire, però pubblicano anche racconti singoli (cose tipo da 40-50mila battute). Parlando con loro a una fiera chiesi appunto quante battute dovesse avere un racconto e quando ho ipotizzato 80-90mila battute, loro mi hanno risposto che con quella quantità di battute si ragiona su un altro formato. Deduco quindi che siano molto aperti ai romanzi brevi (che secondo me vanno dalle 120k alle 200k battute)
  6. Lorenzo Sartori

    Autori zona sud Lombardia

    mi aggancio a questo thread. Sto cercando a organizzare una o più serate con qualche autore emergente, magari con più di un autore a serata. Il posto sarebbe Crema. Non prometto niente, perché sto ancora ragionando sulla cosa e se fare appuntamenti legati a un tema o meno. Il tutto, sia chiaro, a budget zero. Chi interessato mi può contattare, mandandomi una breve scheda di presentazione (anche due righe) e le sinossi delle pubblicazioni (o i link su amazon). Potete scrivere a losart At libero PUNTO it
  7. Lorenzo Sartori

    Lo stile è più importante della trama?

    io sono per lo stile a servizio della trama. Come autore scrivo perché voglio raccontare una storia e quindi inventare una trama. Come lettore voglio che mi si racconti una storia e che si usi uno stile adatto. C'è una grossa fetta di pubblico che inizia libri e li legge come poesie (ricordiamoci che siamo un popolo di poeti, non di romanzieri). Se la prosa è bella è un piacere, non lo metto in dubbio. Se il libro però non lo finisco perché alla fine non ci ho capito un accidenti della storia e quindi dopo un'estasi iniziale (che mi fatto tanto sentire intellettuale) mi annoio, allora qualcosa non va. E io questo fenomeno lo riscontro spesso. Insomma c'è chi va in estasi per il profumo della carta, chi per evoluzioni sintattiche. A ognuno il suo. Io resto dell'idea che un buon libro debba contenere una buona storia e uno stile che sia al servizio di quella storia e non dell'ego dello scrittore.
  8. Lorenzo Sartori

    Gainsworth Publishing

    Una buona notizia. La Gainsworth Publishing riaprirà a breve le selezioni. Preparate i manoscritti.
  9. Lorenzo Sartori

    Fiere: come, dove e quando le trovi?

    non conosco bene la situazione in zona, mi sa che la fiera più vicina di una certa consistenza è quella di Roma di dicembre (Più libri, più liberi)
  10. Lorenzo Sartori

    Fiere: come, dove e quando le trovi?

    scusa, quando volevo risponderti il forum era giù e poi mi sono dimenticato. Onestamente è difficile dare una risposta perché sto sperimentando sulla mia pelle che bisogna dare 10 per raccogliere 2. Io ho deciso di farlo, ma da qui a consigliarlo ad altri... Diciamo che se stai fermo non vai da nessuna parte, per cui alla fine o si molla o ci si deve rimboccare le maniche e andare fino in fondo. Pertanto trova ogni occasione sia buona per poter vendere il tuo libro. Provale e nel tempo fai selezione. Se i tuoi romanzi sono introspettivi lascia perdere i vari comics e concentrati sulle fiere di editoria indipendente. Dipende anche molto dove abiti. Per dire uno che sta a Torino può fare l'investimento di condividere uno stand al Salone. Uno che deve anche pagarsi il soggiorno deve fare due conti in più. Se posso chiederti di che parte sei?
  11. Lorenzo Sartori

    Fiere: come, dove e quando le trovi?

    nel tuo caso quindi fiere editoria "tradizionali". Il limite di queste è che spesso non accettano i singoli autori, ma diano lo spazio solo agli editori (a volte l'organizzazione proprio fatica a capire che si possano pubblicare libri anche senza editori). In compenso i romanzi introspettivi secondo me hanno qualche chances in più nelle librerie rispetto a quelli di genere (thriller/noir a parte)
  12. Lorenzo Sartori

    Fiere: come, dove e quando le trovi?

    dipende se vai come autore al seguito della casa editrice o se vai da solo (stand a tue spese, magari in condivisione con altri autori). La scelta è legata in primis al costo. Al Salone del libro, per dire, si vende bene, ma ti può costare un occhio della testa se non sei "ospite" dell'editore. Poi dipende anche dal genere. Se hai pubblicato fantasy, molte fiere del comics possono rivelarsi interessanti, a partire da Lucca.
  13. Lorenzo Sartori

    Salani Editore

    anch'io ho appena ricevuto la risposta da Salani, per un manoscritto inviato esattamente una settimana fa. Mi era successo lo stesso nel 2015. Le due risposte contengono parti preconfezionate (inevitabile, sono una delle poche big che risponde) ma non sono uguali e quest'ultima se non altro ha un piglio più incoraggiante.
  14. Lorenzo Sartori

    Autori zona sud Lombardia

    non avevo pensato a un coordinamento "verticistico" o strutturato, semplicemente una sorta di "mappatura" degli autori. Per dire, mi piacerebbe fare una presentazione a Pavia (per dire una città a caso) e so che posso chiedere a Tizio o a Caio informazioni sulle possibili librerie o biblioteche e magari contare su Tizio e Caio per condurre la presentazione, ovviamente a buon rendere.
  15. Lorenzo Sartori

    Autori zona sud Lombardia

    probabilmente ci sono più calabresi a Milano che in Calabria, per cui sei hai parenti che ti possono fornire copertura logistica, perché no
  16. Lorenzo Sartori

    Autori zona sud Lombardia

    Premesso che la discussione qui rimane aperta, mi potete contattare a che pm. Swetty, @Yattaman è di Treviso per cui lo chiamo in causa (non so se per evocare un utente basti mettere la chiocciola davanti al nome, con me ha funzionato )
  17. Lorenzo Sartori

    E' giusto nutrire sogni di gloria e ricchezza?

    vivere di scrittura non significa necessariamente vivere facendo solo "il romanziere". Chi vive di scrittura oltre a a vivere sulle royalties, vive su giornalismo, traduzioni, corsi di scrittura, sceneggiature, ghostwriting ecc. C'è chi ci vive. Dipende molto da che tipo di alternative tu abbia. Se sei un magistrato e scrivi romanzi, magari non molli il tuo lavoro per scriverli a meno che tu abbia un grossissimo successo (e nella casistica nazionale forse parlo di uno, massimo due soggetti). Come ha detto gecosulmuro si scrive per necessità. Se lo fai per diventare ricco, è statisticamente più facile vincere al superenalotto.
  18. Lorenzo Sartori

    Trama Vs Stile

    tante domande, rispondo a questa Dipende dal lettore. Io scrivo per raccontare storie, lo stile è funzionale a questo obiettivo. Nel tempo ho imparato ad apprezzare (da lettore) anche romanzi in cui la storia è inesistente, ma la prosa molto bella. Non sarò mai in grado di scriverne uno, non credo mai mi interesserà farlo. Però leggere bella prosa aiuta anche a crescere come autore, a migliorare la propria. Però una bella trama, articolata e avvincente, ovviamente scritta in modo piacevole, resta per me la cosa più importante.
  19. Lorenzo Sartori

    Buonasera a tutti

    bene arrivata e grazie per avere condiviso con noi un pezzo della tua passione
  20. Lorenzo Sartori

    felice di essere tra voi

    benvenuta :-) Un nick che è un programma. Di perseveranza se scrivi ne serve a quintali!
  21. Lorenzo Sartori

    Dopo quante pubblicazioni non si è più esordienti?

    Concordo con Ljuset. Esordiente è colui che esordisce con la prima pubblicazione. Magari si può definire esordiente anche l'autore che dopo tot pubblicazioni con editori minori, esordisce con una big. Emergente è un termine molto generoso, perché dovrebbe indicare un autore che inizia ad avere popolarità, magari anche solo tra gli addetti ai lavori e non tra i cugini di primo e secondo grado (già quelli di terzo...). Usiamo il termine sconosciuto? Anche questo in fondo vale quello che vale, dal momento che in Italia l'ultimo dei tronisti e più conosciuto del più conosciuto degli scrittori (non televisivi)in circolazione. Dovessi passeggiare per le strade della mia città in compagnia di Philip Roth credo nessuno mi fermerebbe per chiedermi di presentarlo o per farsi fare un autografo. Chiudo citando una frase di Arbasino a sua volta citata da altri: «In Italia c'è un momento stregato in cui si passa dalla categoria di "brillante promessa" a quella di "solito stronzo". Soltanto a pochi fortunati l'età concede poi di accedere alla dignità di "venerato maestro"»
  22. Lorenzo Sartori

    Aspettative di vendita

    Tornando on topic credo che il link sopra (datato 2009) sia un po' superato. Ok, ci può stare il caso editoriale (prima ancora che "best seller") che si conta in centinaia di migliaia di copie e magari supera soglia 1 milione, ma ora come ora, dalle informazioni che ho raccolto in giro, i numeri sono più o meno questi: Se superi le 20 mila copie sei un best seller. Diciamo che gli autori che vanno in televisione (e che per forza di cose pubblicano per le big) toccano (o anche superano) le 100.000 copie. Per molti autori affermati le 20 mila copie sono spesso un miraggio, e forse molti si accontenterebbero delle 10 mila. Parlando con un giallista affermato (che pubblica con Guanda) mi diceva che di solito un giallo in Italia un giallo vende, se va bene, dalle mille alle duemila copie, non di più. Spesso si fermano sulle 800. E i gialli vendono (non quanto i rosa/erotici). Per un esordiente/emergente/sconosciuto (termine quest'ultimo più corretto il più delle volte), le 200 copie sono già un bel traguardo. Sperare nelle 500 ci sta, ma significa già essere usciti dal coro.
  23. Lorenzo Sartori

    Ciao a tutti!

    benvenuta!
  24. Lorenzo Sartori

    Ciao

    bene arrivata :-)
  25. Lorenzo Sartori

    L'ombra del primo re

    grazie. Il romanzo si compone di tre racconti tra loro collegati. Chi volesse "assaggiarlo" può anche prendersi solo il primo in formato ebook (Con l'ultimo respiro) che in sé è autoconclusivo.
×