Vai al contenuto

AndreaSilver

Sostenitore
  • Numero contenuti

    1.015
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    3

AndreaSilver ha vinto il 13 maggio

AndreaSilver ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

410 Straordinario

6 Seguaci

Su AndreaSilver

  • Rank
    Riunioni di rane. Koža od abonosa
  • Compleanno 28/12/1990

Visite recenti

2.680 visite nel profilo
  1. AndreaSilver

    Mezzogiorno d'Inchiostro n. 114 Topic ufficiale

    @Marcello Sì, sì, era solo per fartelo presente, nel caso ti fosse sfuggito. @RicaI paesi del sud europa sono sudici?
  2. AndreaSilver

    Mezzogiorno d'Inchiostro n. 114 Topic ufficiale

    Grazie @Marcello . Ps: in realtà, le partecipazioni sarebbero 2 (una con il vecchio nick Andrea28). Vedi tu se tenerla in considerazione o meno.
  3. AndreaSilver

    Mezzogiorno d'Inchiostro n. 114 Topic ufficiale

    Complimenti ai vincitori @simone volponi e @Adelaide J. Pellitteri , nonché ad @Unius (che non mi fa taggare). Bravi anche tutti gli altri. Un MI bello ed equilibrato. Ringrazio anche Cicciuzza, Camparino e PoldoX2 (giudice e tabellonista). Sempre un piacere partecipare. Alla prossima
  4. AndreaSilver

    [MI 114] 引きこもり

    Ciao Mina. Lo stile è il tuo: sempre folle e sopra le righe. Stavolta, anche la forma - intesa come strutturazione del brano - lo accompagna e l'amalgama è ben riuscita. Trovo che questo tipo di narrazione riesca a conferire alla storia un realismo e una crudezza, altrimenti ben difficile da ottenere. Quindi bravo . Per quanto riguarda la tematica - ossia quella degli Hikikomori - trovo che sia ben trattata, sopratutto nella prima parte. La svolta "thriller" della seconda, invece, non mi ha convinto appieno, forse perché avrei preferito (o mi sarei aspettato) altro, magari un diverso e maggiore approfondimento della condizione di reclusione del protagonista, un altro tipo di sviluppo...non lo so bene manco io cosa, perdonami xd . Capisco però la necessità di rispettare la boa, con l'azzardo andato male e comunque non posso negare che il finale sia veramente riuscito e di impatto. Comunque, mi è piaciuto, non poco. Un saluto.
  5. AndreaSilver

    [MI114] La ronda di notte

    Ciao Unius. Il racconto è bello, molto bello, direi bellissimo. Le descrizioni sono puntuali, precise ed estremamente evocative. Qualcuno ti ha rimproverato l'eccessiva lunghezza dei periodi ma a me questa cosa non ha affatto disturbato, visto che ti sei districato bene e senza inciampi anche nelle frasi più lunghe e complesse. Forse avrei dedicato meno spazio alla governante e più al rapporto tra Dottore e protagonista, che mi sembra ben più interessante, ma parliamo di piccolezze. Scrittura/stile di eccelsa fattura. Come dicevo è una gran prova, riuscitissima. Se non l'ho votato è solo perché, così come Macleo, ho avvertito una risicatissima aderenza alla traccia. Magari sono stato io a non cogliere alcune sfumature ma mi è parso più un "cambiamento di prospettiva" che un cambiamento reale. Spero mi perdonerai per quella che rimane - comunque - una mia valutazione (e interpretazione) della (sulla) traccia (e del racconto) e che nulla toglie alla qualità del brano: ottima, come detto. Un saluto.
  6. AndreaSilver

    [MI 114] Helen

    @Marcello Figurati. Rispondimi se e quando potrai (e, a questo punto, anche dove vorrai - se qui o in MP). Senza alcun impegno, ci mancherebbe. Grazie mille . - Fine OT - (per il momento?)
  7. AndreaSilver

    [MI 114] Helen

    @Marcello Che, in questa storia, il narratore sia onnisciente tu lo deduci - correggimi se sbaglio, visto che so ben poco di tecnica narrativa - giustamente dalla seconda parte del racconto di Simone, ove il narratore riporta i fatti del processo ai quali chiaramente il protagonista non può assistere. Però - mi chiedo io - se questa seconda parte non ci fosse stata, non si sarebbe potuto considerare il narratore come, non onnisciente, bensì esterno ma a focalizzazione interna che adotta il punto di vista di un personaggio (del dottore pazzo in questo caso) e che ha una conoscenza e una percezione della realtà parziale e limitata (in questo caso distorta, per la malattia mentale) a quella del personaggio. Così facendo, la prima parte sarebbe ugualmente errata da un punto di vista "tecnico"? Chiaramente la seconda parte è indispensabile per il senso della storia e non la si può eliminare. Ma se, ad esempio, Simone avesse, al posto di far riportare i fatti del processo dal narratore, utilizzato un espediente completamente impersonale (es: riportare un articolo di giornale o i verbali del processo), sarebbe andato bene, secondo te? Oppure, la prima persona è l'unico modo per narrare questo tipo di storia? (Spero che Simone mi perdonerà per questo intervento improvviso nel suo spazio, ma volevo porre questa domanda a Marcello, per capire e apprendere meglio queste regole di tecnica narrativa)
  8. AndreaSilver

    [MI 114] Barcellona 2

    represse Che strafalcione Grazie per essere passato e per il commento . Un saluto.
  9. AndreaSilver

    Mezzogiorno d'Inchiostro n. 114 Topic ufficiale

    I miei 3 voti a: @Marcello @simone volponi @Rica Menzione d'onore a Unius e Mina.
  10. AndreaSilver

    [MI 114] Fuga

    non è meglio "sul"? Lo hai usato prima "ripresi", e lo userai anche poi. Che ne dici di "beccati" o qualcosa di simile? Ti ho segnalato due bazzecole, per il resto il racconto è ben scritto. Condivido, però, l'appunto di Marcello sulla scelta dei tempi verbali che ha affaticato un po' la lettura. La sequenza di fuga è ben descritta e ben condotta, anche il finale mi è piaciuto molto...condensa perfettamente quanto richiesto dalla traccia. Forse avrei gradito una maggiore contestualizzazione e introspezione psicologica che mi avrebbe fatto empatizzare maggiormente con i fuggenti ma capisco che i limiti di tempo e di caratteri dettati dal contest non consentano di fare miracoli in questo senso. Al netto di tutto, ho letto tuoi pezzi migliori di questo ma trattasi, comunque, di una prova solida che ho saputo apprezzare. Un saluto.
  11. AndreaSilver

    Ripristinare la "barra dei lettori"

    Bentornata barra Grazie, staff 💖 (anche nuovi smile.. machefigata 🤩)
  12. AndreaSilver

    [MI 114] Agguato nella città in mezzo al deserto

    La scena di azione è scritta e descritta bene ma manca un contesto e una caratterizzazione del nemico che possano farmi immergere appieno nella storia raccontata. Ma più probabilmente, è anche un limite mio, dettato dalla scarsa passione per il genere. Magari se fosse stata una lotta tra barboni per una coperta o una rissa allo stadio sarei riuscito a visualizzarla meglio Naturalmente, sto scherzando. Scrivi bene e sei bravo ma ti preferisco in altre vesti. È chiaramente un problema mio, non certo tuo. È giusto che tu scriva di ciò che ti piace scrivere. Un saluto.
  13. AndreaSilver

    [MI 114] Indietro non si torna

    Ciao Macleo. Una sorta di - concedimi il termine - Fanfiction sui Beatles (dei quali, pur apprezzando molto le loro canzoni, non conosco benissimo la storia). A differenza però Delle Fanfiction che tanto vanno di moda oggi, questa è scritta molto bene, presenta dei personaggi reali/realistici e non idealizzati e si conclude male, con il rimorso e la rabbia del protagonista, per l'azzardo andato male. Bella prova, un saluto.
  14. AndreaSilver

    [MI 114] Barcellona 2

    @Adelaide J. Pellitteri @Kikki Grazie mille per il passaggio e per il commento
  15. AndreaSilver

    Parolacce e bestemmie perche ci piacciono (?)

    In alcune regioni le bestemmie sono usate, praticamente, come imprecazioni generiche o come intercalare. Se il romanzo/racconto fosse ambientato in una di queste zone, con protagonisti persone un po' - passatemi il termine - rozze, la bestemmia potrebbe conferire un pizzico di realismo in più. Stessa cosa per i millenians: bestemmiano come animali. Voglio scrivere un racconto su di loro? Qualche bestemmia qua e là aumenterebbe il realismo. E' indispensabile? No. Si può evitare? Sì. E' la fine del mondo? No.
×