Vai al contenuto

maratoneta

Scrittore
  • Numero contenuti

    84
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

5 Neutrale

Su maratoneta

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 01/04/1956

Informazioni Profilo

  • Genere
    Maschio

Visite recenti

1.983 visite nel profilo
  1. maratoneta

    Marlin Editore

    Da loro ho appena ricevuto un contratto per il mio quarto libro: mi risultano assolutamente free. All’autore non chiedono né un centesimo, né acquisti di libri, anzi gli forniscono le classiche coppie omaggio, fanno editing, fanno vera e reale distribuzione, e pagano regolarmente i diritti d’autore. Io sto per firmare con loro è ho sotto gli occhi un contratto rigorosamente Free. Informandomi con altri loro autori confermano la serietà e di NON essere editoria a pagamento. Certo, nel contatto è scritto che “...l’autore si impegna a promuovere, in collaborazione con l’Editore, il testo...”. Intanto questa è una frase che vuol dire tutto e non vuol dire niente. Perché io mi impegno a promuovere, attenzione, in collaborazione con l’Editore... E se poi la presentazione non va in porto non è una inadempienza contrattuale, perché comunque mi sono imopegnato! Molto diverso da tanti contratti che ho ricevuto di editori che voi indicate come free, che obbligano specificatamente ad almeno tre o quattro presentazioni fuori delle librerie, con i libri portati dall’autore. Eppure questi sono free! E guarda caso spesso sono marchi satellite di grandi gruppi editoriali. L’impegno alle presentazioni è comunque un punto nodale per tutti gli editori, forse giustamente. E chi non lo scrive nel contratto lo pretende comunque, e spesso lo accerta nei colloqui prima di far firmare l’autore. Allora tanto vale scriverlo ed essere più chiari. Quindi caro Niko mi permetterei di chiederti di voler riconsiderare la valutazione della Marlin e, se ti sembra il caso, spostarla in Free. Per correttezza verso l’editore, e per tutti i loro autori che nel loro c.v. non vorrebbero una pubblicazione “forse” a pagamento. Grazie comunque della tua attenzione.
  2. maratoneta

    Il giorno della tartaruga

    Una mattina qualunque di dicembre esci di casa sbattendo la porta, affronti la strada, la solita strada, forse un po’ più desolata del solito, prendi di mira una tartaruga che vorresti investire, e ti ritrovi sbalzato venticinque anni indietro, a vivere dentro una trappola senza uscita. Così il protagonista della storia, Lucio, di mezza età, indolente e cinico, si ritrova come a specchiarsi nel suo passato, in un viaggio incredibile e vero, con un percorso a salire, spesso doloroso. Reale o onirico, non importa, le tensioni sono reali, e traspaiono nei personaggi, nelle relazioni personali, nella famiglia, e soprattutto nel lavoro. Dove lui, informatore medico, sembra destinato a soccombere tra gli squali aziendali e le riduzioni di personale. La storia di Lucio inciampa quasi subito in un incontro/scontro con Asia, una ragazza travolgente e non convenzionale. Lei, ad alta tensione erotica, si inserisce in un gioco di luci ed ombre, innescando in lui una maturazione che lo porta dove non avrebbe mai pensato di poter arrivare. In un mondo senza tempo tutto si complica, e tutto prende velocità come in caduta libera. Si sovverte il complicato rapporto tra presente e passato, o, cambiando prospettiva, tra presente e futuro. Dove non si riesce a scegliere la strada da fare, perché la vita, come nella realtà, ti porta dove vuole lei, e “bisogna essere bravi equilibristi per non cadere”. Stare dentro la realtà, dentro la vita, è la sensazione che accompagna il lettore in tutte le pagine. Dove abitano personaggi vivi, folgoranti, pieni di contraddizioni e di paure, che macchiano l’immaginazione di chi si immerge nella storia. Chi legge infatti è lì, e li sente respirare, soffrire, esultare e piangere, partecipando, parteggiando per loro, con una carica emotiva immancabile. Così scorrono i luoghi, con tanti angoli di una Sardegna incantata, intensamente colorati dagli stessi stati d’animo. Ambienti che ti sembra di conoscere, dove per incanto ti ci ritrovi. Come ti ritrovi nella lunga carrellata nel cuore degli anni ottanta, che non pretende di risolvere niente, ma che riesce a raccontare sempre qualcosa, qualcosa che possa restare nella pancia del lettore, che possa far riflettere chi riesce a lasciarsi scorrere tra le righe. E in tutto questo non si cercano soluzioni precostituite, che nella vita reale non esistono. Si cerca semmai di salvarsi almeno un po’, cercando di scoprire cosa c’è in fondo a noi stessi, cercando di seguire i sogni “che sono fatti d’aria, come le mongolfiere, ma che ti possono portare tanto in alto”. E allora anche la parola “fine” non è più il termine del viaggio.
  3. maratoneta

    Dannato Cuore

    “Grazie a te se io sono vivo; un pensiero per sempre …” Con queste parole, scritte su un bigliettino misterioso, inizia un percorso di indagine di Chiara. L’enigma parte da questa frase, trovata sotto la pioggia nella tomba della sorella, e la porta molto lontano, fino a ribaltarle completamente la vita. Lei, la protagonista, si lancia con tutta sé stessa in questa sorta di ricerca scivolosa che la proietta in un mondo sommerso. Una rivoluzione, anche interiore, che la assorbe e la trasforma in una sola settimana. Chiara in realtà è una donna ormai matura, soccombente nella lotta per la sopravvivenza, appiattita in giorni sempre uguali. Protagonista fragile e senza più sogni, suo malgrado viene trascinata in un’avventura quanto mai movimentata, dove si rimette continuamente tutto in gioco. La vicenda incalza con continui cambiamenti di fronte, e inseguimenti per tutta la Sardegna. In particolare c’è Cagliari, che è un po’ la controfigura della protagonista, o forse protagonista lei stessa. Perché è vista come un città che vive, respira, trasmette emozioni e ricalca stati d’animo. Come l’auto di Chiara: una vecchia, bellissima, Fiat Barchetta rossa che ha piena dignità di personaggio, accompagnando i protagonisti nelle solitudini e nelle esaltazioni. Tutto, amori, ripensamenti, trappole e colpi di scena, nel tempo di una sola settimana, cadenzato dallo scorrere dei singoli giorni.
  4. maratoneta

    "Il giorno della tartaruga" di Pier Bruno Cosso

    Da poco è disponibile anche la versione eBook http://www.parallelo45edizioni.it/prodotto/il-giorno-della-tartaruga/
  5. maratoneta

    "Dannato Cuore" di Pier Bruno Cosso

    https://letteraturalfemminile.wordpress.com/2016/04/24/dannato-cuore-di-pier-bruno-cosso/ Questa bellissima recensione non era più disponibile, e la ripropongo
  6. maratoneta

    "Il giorno della tartaruga" di Pier Bruno Cosso

    https://scontent-cdg2-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/v/t1.0-9/12274724_1731342023755323_8333209565514089422_n.jpg?oh=9d02f699587b312acee16c0d64d40445&oe=56E84C44
  7. maratoneta

    "Dannato Cuore" di Pier Bruno Cosso

    https://scontent-cdg2-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpf1/v/t1.0-9/12274724_1731342023755323_8333209565514089422_n.jpg?oh=9d02f699587b312acee16c0d64d40445&oe=56E84C44
  8. maratoneta

    "Il giorno della tartaruga" di Pier Bruno Cosso

    Ripropongo il booktrailer de "Il giorno della tartaruga"
  9. maratoneta

    "Dannato Cuore" di Pier Bruno Cosso

    Ripropongo il booktrailer de "Il giorno della tartaruga"
  10. maratoneta

    "Dannato Cuore" di Pier Bruno Cosso

    Ecco le foto della presentazione ad Osilo nella Biblioteca: https://www.facebook.com/ladinetti/posts/10206692612666096?pnref=story
  11. maratoneta

    "Il giorno della tartaruga" di Pier Bruno Cosso

    Tutti gli aggiornamenti sulla pagina f.b.: https://www.facebook.com/Il-giorno-della-tartaruga-486357634813643/
  12. maratoneta

    "Il giorno della tartaruga" di Pier Bruno Cosso

    Visto che coi nuovi parametri non è più visibile l'anteprima, la ripropongo: http://www.parallelo45edizioni.it/uploads/anteprima_tartaruga.pdf
  13. maratoneta

    "Dannato Cuore" di Pier Bruno Cosso

    Visto che coi nuovi parametri non è più visibile l'anteprima, la ripropongo: http://www.parallelo45edizioni.it/uploads/anteprima_dannato.pdf
  14. maratoneta

    "Il giorno della tartaruga" di Pier Bruno Cosso

    https://www.facebook.com/pages/Il-giorno-della-tartaruga/486357634813643
  15. maratoneta

    "Dannato Cuore" di Pier Bruno Cosso

    https://www.facebook.com/pages/Dannato-Cuore/1673033962919463
×