Vai al contenuto

*Sara-chan *

Utente
  • Numero contenuti

    7
  • Iscritto

  • Ultima visita

5 Seguaci

Su *Sara-chan *

  • Rank
    Sognatore
  1. *Sara-chan *

    Splende Sempre il Sole - Prologo.

    Innanzitutto, grazie mille per averlo letto. Per me questo è già tanto. Allora... Oops ...verissimo, hai ragione. Correggo subito. Si, diciamo che sono giovane e spero di riuscire a migliorare il più possibile. Cerco di scrivere una storia con una trama che si discosta almeno un pò dai modelli che, specialmente riguardo al fantasy, sono usati e riusati continuamente, come per esempio i vampiri di cui ultimamente si parla tanto. Il fatto che non annoino è un altro traguardo, ma no, non mi monto la testa. Sono completamente d'accordo con te. Quello che mi ripeto sempre è: "Credi in te stesso quando scrivi, dubitane come un nemico quando ti rileggi." Ancora grazie. Sara.
  2. *Sara-chan *

    Il sommelier-- Introduzione/Prologo

    Anche io premetto che questo è il primo brano che commento, quindi spero di essere abbastanza chiara. Riguardo la trama, ancora non posso esprimermi, perché essendo un prologo non ho abbastanza elementi di valutazione; è un giallo, e a me i gialli piacciono molto, anche se sono del parere che riuscire a scriverne uno sia molto difficile. Per quanto riguarda lo stile, è molto semplice, chiaro e conciso, cosa che è anche un punto di forza essendo appunto un giallo, in cui i troppi dettagli potrebbero incasinare la trama e far perdere il filo. I personaggi non sono molto trattati, ma credo che verranno approfonditi andando avanti con la storia, visto che è solo un' introduzione. Questo è solo il mio modestissimo parere. Per il momento, comunque, mi piace. Spero di poter leggere il continuo. Sara.
  3. *Sara-chan *

    Splende Sempre il Sole - Prologo.

    Ehmm..ok, questo è il prologo di quella che io definisco "la mia bambina", essendo la prima cosa che ho scritto XD Premetto che non è un granchè, anzi, è a malapena legibile :? :? Perciò se riuscite ad arrivare alla fine del prologo per me è già una graaande soddisfazione XD ( :shock: non ci posso credere che la sto postando :shock: ) Splende Sempre il Sole - Prologo. La vita è come una strada, ho sempre pensato. Andare avanti, continuare a camminare, non voltarsi mai. Ma quando ti trovi di fronte un bivio? Quando una tua scelta può cambiare tutto ciò che ti circonda? Quando un si può ribaltare le sorti di un mondo intero, smagnetizzare la bussola, capovolgere i piatti della bilancia? Sospirando, smisi di contorcere e aggrovigliare le dita, rilassando le mani lungo i fianchi. Ho fatto la mia scelta, ripetei mentalmente. Nervosa, osservai la grande finestra ad arco che sapevo si affacciava su una piazza gremita di gente. Non riuscivo a scorgere ciò che c’era fuori, ma sentivo le persone acclamare, udivo con chiarezza il suo nome pronunciato con foga da tutti coloro che erano accorsi per l’occasione. Deglutendo, distolsi lo sguardo dalla luce della vetrata, e spostando gli occhi attraverso la penombra della stanza, incontrai il suo viso, così familiare. Sentivo il cuore battermi nel petto ad un ritmo disumano:tum-tum-tum. Le mani si serrarono nuovamente attorno l’orlo del vestito, e dalle labbra mi sfuggì un piccolo gemito. Respirai, ispirai, respirai ancora: tranquilla, mi ripetevo, è ciò che hai scelto. Ma era ciò che volevo? Il ragazzo accanto a me mi tese la mano, sorridendo: < <> sussurrai senza fiato, sfiorandogli il palmo della mano con le dita. Si, è ciò che voglio. Lui annuì, poi cominciò a camminare a passi controllati ed eleganti verso la finestra. Mi lasciai trasportare mentre i raggi del sole, sempre più forti, accecavano i miei occhi abituati all’oscurità. Non vidi nulla quando raggiungemmo il balcone, avvertii solo l’aria fresca sfiorarmi il viso e contemporaneamente sentii le grida di giubilo che si espandevano tra la folla sotto di me. Non urlavano solo il suo nome, sulle bocche di tutti c’era anche il mio. Ripensai a quando ogni cosa era cominciata, a come la mia vita era cambiata in un soffio quel lontano giorno di autunno: allora ero solo una diciassettenne un po’ strana, spensierata e invisibile. E adesso invece, pensai con una sorta di ironia, adesso sono qui, con lui. La vita avvolte è così strana. Se solo avessi saputo, tre anni prima, tutti i bivi che avrei incontrato sulla mia strada, forse avrei acquistato una mappa. :shock: Mi affido a voi XD
×