Vai al contenuto

Loreena McKenzie

Utente
  • Numero contenuti

    12
  • Iscritto

  • Ultima visita

1 Seguace

Su Loreena McKenzie

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 8 aprile

Contatti & Social

  • Sito personale
    https://twitter.com/LoreenaMcKenzie

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  1. Loreena McKenzie

    Nata diversa

    Rispondo all'ultimo commento (GiD), anche se un po' in ritardo. Anzitutto, come ho fatto anche per le precedenti "critiche", ringrazio comunque, per le correzioni e tutto. Beh, vorrei solo appuntare un paio di cose, sciocchezze direi. Come avevo già scritto in una risposta (che sicuramente ti sarà sfuggita), per una stupida distrazione e per un po' di confusione dovuta alla stanchezza del momento, ho "mescolato le cartelle" e ho postato un avvertimento destinato a un altro brano... in pratica, l'avvertimento iniziale ("Testo non adatto a omofobi") non era riferito a codesto brano, bensì a un altro. Sono veramente mortificata per questo apparente futile errore ma che ha causato tante incomprensioni, chiedo umilmente scusa. Possiamo eliminare il dubbio sul sesso della protagonista, quindi? Forse ciò che non ci sta è il sostantivo "checca". Vedrò di correggere. Punto secondo: tu dici che solitamente un bullismo così violento non è destinato a una ragazza. Che sono solo i maschi a venir picchiati così e che le femmine al massimo vengono insultate e umiliate. Allora io dico: non credi che chi abbia provato ciò magari ne sappia un po' di più? Che magari una ragazza che è stata più volte picchiata così violentemente da "bulli" sappia perfettamente cosa si prova e abbia voglia di buttarci qualche frammento su scritto? Spero che tu capisca... e così come te anche tante altre persone che non comprendono che anche le ragazze possono essere oggetto di bullismo pesante. Punto terzo: il ritmo che uso ti sta proprio antipatico, mi pare di aver compreso. Ho usato il flusso di coscienza, una tecnica che ho studiato quest'anno e ho letto un bel malloppo di libro di 600 pagine scritto interamente in codesto stile. Frammenti di pensieri improvvisi e alla rinfusa mescolati assieme. Beh, volevo fare un esperimento e provare anche io... A quanto pare non ne è fuoriuscito l'effetto desiderato, almeno non dal tuo punto di vista. Ultimo punto: sa di scolastico e stampato (in senso negativo)? Non posso ne concordare ne obiettare perchè dalla tua spiegazione non ho compreso il motivo per cui pensi ciò. Non sono ben riuscita a caratterizzare il personaggio? Non ho fatto ben comprendere i suoi pensieri? Boh. Beh... Molto felice di aver letto la tua critica costruttiva. Saluti.
  2. Loreena McKenzie

    Nata diversa

    Ciao, rispondo a Henderson: ti ringrazio davvero tanto per il commento e per le correzioni, ma vorrei chiarire due piccoli punti: "il papà che beve fino ad entrare in uno stato collassato o ancora proprio quest’ultimo che lo porta dalla nonna per andare a rimorchiare." "Quest'ultimo" è riferito al papà... perdonami se non sono stata chiara. Inoltre riguardo l'avvertenza iniziale... beh, ho fatto un po' di confusione. Avrei dovuto pubblicare un altro frammento (per il quale avrei scritto "testo non adatto a omofobi"), però poi ho cambiato idea e mi son dimenticata di cancellare... Beh comunque grazie ancora.
  3. Loreena McKenzie

    Nata diversa

    Ti prego di scusarmi, è che mi sto ancora leggendo il regolamento piano piano... comunque lo modifico subito
  4. Loreena McKenzie

    Nata diversa

    Aww grazie mille! Sono davvero felicissima che sia piaciuto! ^_^
  5. Loreena McKenzie

    Nata diversa

    Sono contenta che la storia più o meno sia piaciuta... Beh sì ho fatto qualche errore, ma correggerò No, non è accaduta veramente ma diciamo che il modo di pensare del personaggio non è altro che l'ombra del mio (distaccato, appunto). Beh... volevo scrivere qualcosa di un po' più particolare :3
  6. Loreena McKenzie

    Nata diversa

    Grazie mille per il commento, apprezzo le correzioni
  7. Loreena McKenzie

    Ci sono anche io :3

    Ciao a tutti!
  8. Loreena McKenzie

    Ci sono anche io :3

    Haha grazie a tutti!
  9. Loreena McKenzie

    Nata diversa

    Commento: Piccola avvertenza: testo non adatto a omofobi. Contiene alcune parole poco "cordiali", ma nulla di spinto. Mi sono sempre chiesta come mai la gente non si soffermi a osservare la bellezza del cielo quando tramonta. Magari nel momento in cui dei meravigliosi raggi rossi-arancioni ti colpiscono gli occhi e tu sei costretta a chiuderli per qualche secondo, altrimenti i nervi cominceranno a bruciare. -Alzati, checca!- urla il tipo di fronte a me. Altri ridono. Risate che arrivano lontane alle mie orecchie quando un altro calcio mi arrivo dritto sullo stomaco e io mi piego in due, stesa a terra. Chiudo gli occhi per il dolore, e quando li riapro quel cielo così meravigliosamente bello mi accoglie nuovamente. La gente secondo me corre troppo, e non si ferma mai a pensare. A pensare e a osservare. Magari a ragionare sul fatto che probabilmente quel bimbo che la mattina ti osservava incuriosito di fronte alla pasticceria, potrebbe aver visto i genitori litigare, la madre che stufa fa le valige e se ne scappa di casa, il papà che beve fino ad entrare in uno stato collassato o ancora proprio quest’ultimo che lo porta dalla nonna per andare a rimorchiare. O magari, potresti fermarti a pensare che il droghiere con le lenti spesse dal quale vai ogni santo giorno nel primo pomeriggio, è sempre triste perché una decina di anni addietro ha visto la proprio figliola morire di leucemia, il figlio chiuso in un centro di tossicodipendenza, la moglie che perde il lavoro per gli eccessivi esaurimenti nervosi, una vita che piano piano si sgretola come la legna diventa cenere una volta che prende fuoco. -Fai schifo!- mi urla ancora il tipo. Si piega in ginocchio e mi sferra un pugno dritto in faccia. Le sue nocche, le sue gelide nocche, così maledettamente dure, scavano profondamente sulla mia guancia, mentre i capillari della pelle vanno in frantumi e il sangue lentamente comincia a fuoriuscire da essi per rilasciare un profondo segno bluastro. Era più facile dire che quel dannato cazzotto presto mi avrebbe lasciato un lividone gigantesco? Scusate, non sono troppo abituata a parlare con i vostri termini così comuni. Forse è per questo che tutti mi prendono in giro. Secondo me il termine “prendere in giro” non è proprio esatto. Se ci pensi, non ha senso. Piuttosto, io direi che le persone dentro di se hanno un lato nascosto, oscuro, selvaggio. E questa parte di te deve uscire fuori, in qualche modo. C’è chi si chiude in bagno e si ammazza di seghe, c’è chi si mette in macchina e fa una “piccola sosta” alla statale, poi ci sono i più superficiali, quelli ingenui e inesperti, che si limitano a prendere a pugni un cuscino, o a scarabocchiare un foglietto di carta. Ma ci sono anche quelli che prendono una persona, non una a caso, ma quella più debole, e per liberare la propria parte selvaggia e animale fanno di essa un sacco da box. Si fanno beffe di lui. Cercano di massacrarlo. Tutti dicono che i mostri che fanno ciò, i cosiddetti bulli, hanno per forza la cattiveria che scorre nelle vene… eppure secondo me non è proprio così. Avete mai pensato che forse le persone che infliggono dolore agli altri è perché hanno già sofferto un sacco? Secondo me è per forza così, altrimenti ciò non avrebbe senso. Secondo me, nella vita tutto è proporzionato. La gioia e la tristezza. Il male e il bene. Le delusioni e le soddisfazioni. Il tipo, dopo avermi per bene massacrata di cazzotti, avvicina il suo volto al mio e mi sputa in faccia. Il liquido appiccicoso arriva di getto sulla mia pelle dolorante. Un po’ si incastra nell’incavo fra l’occhio destro e il naso, un altro po’ comincia a colare giù, fino alle narici e alcune piccole gocce rimangono immobili sulla guancia. Riesco a sentirne l’odore pur non avendolo in bocca. Sa di marcio, di acido, di disgustoso. Mi ha sempre fatto schifo la saliva altrui. -Perché proprio a me?- mormoro. Ma non lo sto chiedendo a lui, bensì a me stessa. Cos’ho che non va? Il tipo ride. Poi allunga un braccio verso di me e mi afferra per i capelli. Quest’ultimi mi tirano il cuoio capelluto e io mi costringo ad alzare la testa per provare meno dolore di quanto già ne stia sopportando. -Perché sei una sfigata! E perché mio padre si sbatte tua madre!- mi ringhia in faccia il tipo. Che poi non ho mai compreso questa mia fissazione psicologica nel chiamarlo “tipo”. Questo qui non è un tipo qualsiasi, è il mio fratello acquisito… non ha caso ha preso di mira proprio me. La sua bella compagnia sghignazza divertita, suggerendogli di andare a farsi un giro perché si erano stancati di torturarmi. E se ne vanno. Finalmente. Uno di loro mi calpesta pure la mano, mentre se ne va. La pelle delle dita si schiaccia con forza e una fitta di dolore improvvisa mi prende immediatamente il centro dell’unghia dell’indice, per poi diramarsi negli altri punti doloranti. Vedo quei ragazzi che se ne vanno, dandomi le spalle. Quei ragazzi che credono di capire tutto, ma non sanno niente. Quei ragazzi che assumono atteggiamenti violenti pur di stare al centro dell’attenzione altrui. Quei ragazzi che ritengono la popolarità la cosa più importante al mondo. Era più facile dire fighi? Uhm… scusate ancora. Il tipo, il mio fratello acquisito, tira fuori dalle tasche un paio di cuffie e le appoggia intorno al collo. “Erano mie, quelle cuffie…” penso alzandomi e massaggiandomi le parti colpite.
  10. Loreena McKenzie

    Pecora nera

    Mi è capitato spesso di scrivere dei frammenti nati per rabbia, delusione, tristezza o a volte anche per felicità, ma sinceramente nessuno mi è uscito così bene. Una cosa che ho notato e che mi ha stupita particolarmente è il fatto che, leggendo, il lettore può immaginare il volto di colui che scrive, magari mentre digrigna i denti. Mi piace anche l'idea, il fatto di scrivere a una persona che, da quel che ho capito, potrebbe essere di un rango più elevato, ma in realtà è solo "uno dei tanti", come si suol dire. Inutile dire che mi ha trasmesso un senso di complicità, perchè nella vita di tutti giorni spesso ci si può imbattere in situazioni del genere, ma metterle per iscritto è tutta un'altra cosa. Di errori grammaticali sinceramente non ne ho trovati e lo stile mi sembra abbastanza scorrevole, tipico dei pensieri fluidi e forse un po' arruffati della mente. Bah, che dire, mi piace... davvero molto brava ^_^
  11. Loreena McKenzie

    Ci sono anche io :3

    Grazie mille a tutti :3
  12. Loreena McKenzie

    Ci sono anche io :3

    'Sera a tutti! Ho scoperto questa comunity da pochissimo tempo e ho deciso di entrare a far parte anche io ^.^ Sul web mi faccio chiamare Loreena, ho 14 anni e scrivo dalla quinta elementare. Normalmente i miei lavori li pubblico in un altro sito, ma visto che ci sono potrei cominciare a pubblicare anche qui Beh niente, spero di conoscere anche delle persone interessanti e con cui confrontarmi e più in la' mi piacerebbe anche partecipare a qualche concorso... spero di non avervi annoiato con le mie chiacchiere xD Ciao a tutti!
×