Vai al contenuto

UFOhunter

Utente
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1 Neutrale

Su UFOhunter

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Maschio
  1. UFOhunter

    Aliberti

    Io alla fine ho rifiutato e mi appresto a pubblicare con una piccola casa editrice gestita da alcuni conoscenti che distribuisce solo via internet. Condizioni economche e distribuzione molto più svantaggiosi rispetto ad Aliberti, ma avrò molta più voce in capitolo su impaginazione, fotografie e immagini a corredo dell'opera (che essendo un saggio storico ritengo ne abbia assolutamente bisogno ma pochi editori sono disposti a inserire per via dei costi extra). Da quello che ho capito sentendo in giro, circa un anno fa Aliberti ha lanciato una piccola "succursale" chiamata Imprimatur. All'inizio, siccome avevano un catalogo vuoto e avevano bisogno di farsi rapidamente un nome, pubblicavano praticamente di tutto senza quasi alcun controllo. Quando mi hanno contattato, mi hanno detto che volevano inserire il mio libro tra i loro ROMANZI di Imprimatur, facendomi così capire che non avevano nemmeno letto la sinossi. A quelle condizioni ho rinunciato, ma se tutto ciò che vi interessa è pubblicare e non vi importa delle "condizioni al contorno" potete provare a contattarli: forse sono ancora nella situazione di prendere quasi tutto senza farsi molti scrupoli.
  2. UFOhunter

    Aliberti

    Ginevra, sì sono sicurissimo i contatti che ho sono persone che risondono da email del tipo xxx@alibertieditore.it Inoltre ho fatto fare un controllo da una persona fidata, che mi assicura che il nome del mio corrispondente coincide con quello dell'amministratore delegato.
  3. UFOhunter

    ebook, pirateria e copyright del futuro

    Io sono assolutamente favorevole alla pirateria. Fortunatamente ho un lavoro col quale guadagno abbastanza da potermi permettere un libro o un film quando lo desidero. E al contempo se nei confronti di un'opera nutro solo una debole curiosità, sono lieto qualche volta di potermela scaricare "a sbaffo" e magari comprarla dopo solo se mi ha pienamente soddisfatto. D'altro canto, sono stato in passato anche uno studente squattrinato e nei loro panni, se desiderano usufruire di un'opera ma non possono permettersela, sono ben lieto che ci sia un'altra via per potersela procurare. Concordo poi pienamente con Obi Czar Kenobi: gli autori esordienti hanno poco o nulla da temere dalla pirateria perché nessuno copia e distribuisce un'opera semi-sconosciuta. I grandi autori invece possono ricevere danni consistenti, ma sinceramente se invece che diventare straricchi diventano solo ricchi non la vedo così terribile. Il più grande problema potrebbe essere dell'editoria: gli editori lo fanno per gli utili e quando il mercato si riduce e il volume delle vendite cala ci sono meno imprenditori disposti a pubblicare. Questo può indirettamente ritorcersi soprattutto sugli autori esordienti.
  4. UFOhunter

    Aliberti

    Ciao volevo sapere se qualcuno in lista ha mai pubblicato con questo editore. Gil ho mandato per email due capitoli di un saggio che ho scritto (il mio primo libro) e dopo circa due mesi mi hanno risposto che intendono pubblicarlo e mi hanno spedito un contratto tipo da valutare e firmare. E qui, con la penna in mano per la firma, sono iniziati i dubbi: tanto per cominciare mi offrono un contratto senza nemmeno aver letto i rimanenti capitoli? Se fossi un imprenditore vorrei leggere tutto quello che mi viene proposto e che mi appresto a pubblicare! Inoltre un caro amico, scrittore di professione e di una certa fama, che ha pubblicato con loro un romanzo, mi ha detto di essersi trovato malissimo: hanno fatto il loro lavoro, l'hanno impaginato, stampato e distribuito ma non hanno fatto una virgola di più. Promozione quasi zero, contatti per riferire su come vanno distribuzione e vendita nulli, rendiconti sulle vendite così scarni da essere impossibile capire quante copie effettivamente abbiano venduto. Perciò il suo consiglio è stato di rifiutare e attendere la risposta da qualche altro editore. D'altro canto, in qualità di esordiente non so quanti altri editori si dichiareranno disposti a pubblicarmi. Al momento la mia statistica ammonta a sei rifiuti, sei editori che non mi hanno nemmeno dato conferma di aver ricevuto il manoscritto, 11 da cui sono in attesa di risposta e uno che intende pubblicarmi. Nel contempo, non sarebbe corretto tenere Alberti in sospeso per settimane, in attesa di risposte da altri che potrebbero non arrivare mai. Che ne pensate?
  5. UFOhunter

    Mi presento

    Ciao a tutti voi. Mi presento, mi chiamo Luca e nella vita sono un freddo ingegnere che lavora continuamente coi numeri e quasi mai con le parole. Non ho ambizioni letterarie particolari... se non fosse che mi sono ritrovato a scrivere un saggio di natura tecnica e, alla ricerca di un editore, ho scoperto questo sito pieno di utili consigli. E allora eccomi qui!
×