Vai al contenuto

loving

Utente
  • Numero contenuti

    33
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di loving

  1. loving

    Primo Rifiuto

    Che esagerati... ma non c'è un moderatore per certe stupidaggini?
  2. loving

    Gruppo Edizioni Leucotea

    Invece a me hanno risposto, dopo 90 giorni. Avevo inviato la mia proposta a questa mail: edizionileucotea@edizionileucotea.it La risposta negativa (non pubblicano saggistica) mi è arrivata firmata da Dott. Matteo Moraglia.
  3. loving

    Corso su fantasy e science fiction

    mi permetto di aggiungere questo link dedicato ai MOOC (i corsi online gratuiti aperti a tutti) sulla scrittura (al momento solo in inglese). Come già indicato da Swetty, di solito dovrebbero rilasciare un attestato. Sono corsi tenuti da docenti universitari. http://diplomaguide.com/articles/Online_Creative_Writing_Courses_Offered_Free_by_Top_Universities_and_Educational_Websites.html
  4. loving

    Aliberti

    Avevo inviato una presentazione del libro circa 2 mesi fa via mail. Argomento: salute/benessere. "La ringraziamo per averci inviato il suo manoscritto, ma purtroppo non rientra nella nostra linea editoriale. Aliberti editore"
  5. loving

    Primo Rifiuto

    freccetto, dovresti buttare quel residuo del passato, perchè è una forma di attaccamento che ti lega a quel momento e non ti serve. Ti stai facendo del male inutilmente. Se proprio non riesci a buttarlo, mettilo in un cassetto in cui non puoi più vederlo. Circondati di immagini positive, le immagini parlano all'inconscio. L'inconscio è il 95% del nostro cervello... la mente razionale solo il 5%.
  6. loving

    Archinto

    Ricevo una risposta dopo una quindicina di giorni da questa mail: lettere@mcm.it Gentile ***, abbiamo ricevuto la sua mail, ma la nostra casa editrice si dedica agli epistolari letterari e ai brevi saggi critici e non prende in considerazione alcun tipo di manuali. Molti auguri per il suo lavoro e cordiali saluti Archinto
  7. loving

    Arkadia Editore

    Ecco la risposta ricevuta nel giro di una settimana: "Grazie, ma al momento non siamo interessati alla pubblicazione di questo titolo. Se avesse altre proposte comunque non esiti a contattarci. Cordiali saluti La Redazione" (manualistica/saggistica salute/benessere).
  8. loving

    Marsilio

    Certo che rispondono! Anche se non interessati, mi ha risposto in giornata Tatiana Ceccon, dalla mail segreteria@marsilioeditori.it , a cui ho inviato una mail dove spiego l'argomento, quanti caratteri è lungo il testo e a chi potrebbe interessare + brevissima sinossi con i miei dati (meno di una pagina) in allegato. Preparare gli allegati per presentarsi richiede tempo, ma se non altro è un modo per mostrare serietà e impegno.
  9. loving

    Instar libri

    Inviato a info@instarlibri.it la mia proposta (saggio su salute/benessere), con allegati: sinossi su carta intestata + un file con il sommario. Non ricordo più da quale casa editrice, ma ho imparato che nel caso di saggi, è bene inviare anche il file del sommario. Dalla stessa mail ricevo in giornata la seguente risposta: Gentile ***, la ringrazio ma il testo che ci propone esula completamente dalla linea editoriale di Instar Libri. Cordialmente Gaspare Bona Fa parte di uno dei miei tanti tentativi sbagliati in partenza, ma io ho inviato lo stesso. Perciò: niente collane benessere/salute per questo editore.
  10. loving

    Il saggiatore

    Alla mail proposte@ilsaggiatore.com ho appunto inviato una proposta di saggistica. Nella mail ho indicato in Oggetto: il titolo - saggio, nel corpo della lettera, di che tipo di proposta si tratta, quanti caratteri ha, il tipo di pubblico a cui potrebbe interessare. I miei allegati: 1 allegato con brevissima sinossi + i miei dati di contatto (1 paginetta in tutto); 1 allegato con sinossi vera e propria; a corpo 14 e interlinea doppia sono venute circa 3 pagine 1 allegato su un argomento chiave del testo, sempre a corpo 14 e interlinea doppia. Risposta in automatico (e a circa un mese di distanza nessuna novità): From: proposte@ilsaggiatore.com Subject: Grazie Abbiamo ricevuto la Sua proposta. La ricontatteremo se interessati. Grazie Cordiali saluti il Saggiatore
  11. loving

    Sonda Edizioni

    Pubblicano anche una collana "salute". Ho inviato all'attenzione del Direttore Editoriale il 1° capitolo in allegato, mentre la mia presentazione e motivazioni le ho scritte nella mail. Dallo stesso indirizzo (sonda@sonda.it) ricevo una risposta in giornata, firmata Antonio Monaco. In questo caso, la motivazione del rifiuto era che si trattava di un testo troppo specifico, di nicchia diciamo. Comunque mi ha sorpreso ricevere subito una risposta, e trovo davvero gentile e corretto questo modo di procedere. Se non altro non si rimane nell'incertezza.
  12. loving

    Primo Rifiuto

    grazie Lem Ramsay, spero tanto di non postare cose sconvenienti!
  13. loving

    Leone Verde Editore

    A questo editore avevo inviato in allegato il 1° capitolo e fornivo i miei dati e motivazioni nella mia mail. Mi è stato risposto dopo un giorno, dallo stesso indirizzo mail: leoneverde@leoneverde.it Peccato per la loro motivazione, perché invece il mio testo riguarda proprio il benessere naturale. E' vero che non è incentrato sulla donna e sul bambino, forse il limite è stato questo. Ma va bene così. Gentile sig.ra ***, Grazie dell’offerta, che però esula dalle nostre scelte editoriali. Cordialità Fabio Tizian
  14. loving

    Primo Rifiuto

    Vale, Mi ha fatto sorridere il tuo commento tra parentesi . Sto utilizzando queste giornate per riportare l'esperienza ricavatane su questo forum, sfruttando questo momento un po' flou per me. In questo modo, indipendentemente da come andrà, avrò forse aiutato qualcun altro a fare meglio e, viceversa, spero anch'io di ricevere dei buoni consigli. Ho imparato anche da quelle fregature, perché invece di fermarmi all'arrabbiatura, ho deciso di trasformarla in qualcosa di utile e di produttivo e sono passata all'azione: ho contattato svariate persone in diversi ambiti e così ho imparato cose che prima non sapevo. Ho anche speso qualche soldino (neanche troppi, ca. 50 € in tutto). Posterò queste piccole esperienze più in dettaglio, controllando ogni tanto il regolamento di WD, anche se è frustrante non poter citare i nomi delle CE che danno fregature! Ma mi ci atterrò.
  15. loving

    Primo Rifiuto

    Su circa 150 miei invii quest'estate, ad oggi ho ricevuto circa 1/3 di risposte negative e 5 risposte di interessamento (di cui 3 fregature, e 2 da cui aspetto ulteriori risposte, spero ancora una volta favorevoli). Ho passato al vaglio e scelto tra le CE NON EAP di questo forum e tutte le 45 pagine di editori in elenco su Macrolibrarsi (perché il mio testo riguarda il benessere naturale). Penso di essermi impegnata al massimo. Nel frattempo ho capito che non mi posso fossilizzare su questa pubblicazione, ma devo pensare a fare altro e andare avanti.
  16. loving

    Cessione dei diritti e pubblicazione con altre CE

    Per legge, un autore ha la facoltà di scegliere quali diritti cedere; nella pratica, non so se questo avvenga e con quale frequenza, perché non sono ancora stata pubblicata. Si può perciò cedere il "singolo" diritto di STAMPA a un editore (Art. 118 L.633/1941: "contratto con il quale l'autore concede ad un editore l'esercizio del diritto di pubblicare per le stampe, per conto e a spese dell'editore stesso, l'opera dell'ingegno, è regolato, oltreché dalle disposizioni contenute nei codici, dalle disposizioni generali di questo capo e dalle disposizioni particolari che seguono.") Se non compare sul contratto di edizione, o meglio, se si riesce ad evitare che ciò accada!, si possono cedere gli ALTRI diritti ad altre case editrici o produzioni multimediali (es. per un adattamento cinematografico, o per un ebook). Dall'art. 119 L.633/1941: "Salvo pattuizione espressa, l'alienazione non si estende ai diritti di utilizzazione dipendenti dalle eventuali elaborazioni e trasformazioni di cui l'opera è suscettibile, compresi gli adattamenti alla cinematografia, alla radiodiffusione ed alla registrazione su apparecchi meccanici." Nel caso di dubbi, l'unica è rivolgersi ad un commercialista o addirittura ad un legale per chiedere un consulto, portando come riferimento la legge citata. Lo dico perché anche studi di commercialisti già avviati e bravissimi mi hanno parlato di contratto "co.co.pro.", dimostrando di non essere a conoscenza dei contratti di edizione e della legge sul diritto d'autore. Non li biasimo certo, perché in Italia ci sono troppe leggi, e chiunque può affondare in questo oceano di norme, anche la persona più preparata. Perciò, oltre a impegnarsi per scrivere e per farsi pubblicare, bisogna anche prendersi la briga di informarsi in prima persona e di confrontarsi con specialisti della materia in questione.
  17. Esiste il contratto di edizione, ma un autore, essendo rispetto all'editore il contraente più debole, può effettivamente vedersi offrire un contratto di prestazione occasionale (credo che la legge lo permetta, in base all'art 1322 del codice civile sulla libera contrattazione, ma non sono sicura). Perciò bisognerebbe sempre fare riferimento ad un contratto di edizione, previsto appunto per legge. In questo link si trovano tutti gli articoli di legge: http://www.interlex.it/testi/l41_633.htm Chiunque può pubblicare, indipendentemente dalla professione già svolta. Inoltre, non c'è bisogno di aprire la partita IVA, in quanto quanto i redditi derivanti da diritto d'autore non sono soggetti a IVA. Vanno però dichiarati e sommati agli altri redditi eventuali ( = portare tutta la documentazione pertinente quando si va a fare la dichiarazione dei redditi. Poi ci pensa il commercialista, l'addetto CAF, ecc.).
  18. loving

    Mondadori

    La mia esperienza con Mondadori (agosto 2012). Al telefono una voce pre-registrata mi ha indicato che la linea telefonica per inviare proposte non era più attiva e mi ha indicato (o l'ho trovato io, non ricordo) questa mail: segreteria.letteraria@mondadori.it Ho inviato in allegato il primo capitolo, ridotto a circa 3000 caratteri (un'intera pagina A4 con font Times New Roman 12), come da loro richiesto. Nel mio caso, il primo capitolo conteneva già in nuce lo svolgimento del libro, perciò l'ho soltanto ridotto a una pagina, intitolata "Sinossi". Alla fine della pagina ho aggiunto nome e cognome, così, se la pagina venisse stampata, si saprebbe sempre chi l'ha scritta (magari per voi è ovvio, ma io all'inizio non ci avevo pensato). Lo stesso giorno mi è arrivata la mail di risposta da risponditore automatico: Contatteranno solo se interessati.
  19. loving

    Giunti Editore

    Quest'estate, inviando a manualistica@ , ho ricevuto una risposta automatica fuori sede da Loredana Presciutti: L.Presciuttti@giunti.it Da allora, più nulla. E' anche vero che non ho mandato tutto quel che mi chiedevano; mancava infatti la scheda di presentazione completa, cioè ho messo i miei dati e le mie motivazioni nella mail, non in un allegato vero e proprio. spero vi sia utile
  20. loving

    Quali sono le vostre citazioni preferite

    Se avete perduto il fuoco, la concentrazione, sedete e state quiete. Prendete l'idea e cullatela. Tenetela in parte, e in parte buttatela, e si rinnoverà. Non vi occorre null'altro. (Clarissa Pinkola Estés: Donne che corrono coi lupi)
  21. loving

    Ciao

    Diciamo che quando c'è troppa offerta in un settore, le possibilità di lavoro o di guadagno si possono assottigliare. Per quanto riguarda i generi che mi citi, non li conosco. So soltanto cosa sono i manga. Forse già saprai che in Belgio e in Francia la BD (la bande dessinée) è un genere che va per la maggiore. In Belgio ci sono anche scuole per fumettisti. Non so nulla di più preciso, ma magari tienilo presente. E' un mercato molto giovane, fatto e fruito soprattutto dai giovani, chissà che le regole di marketing di questo settore non siano più elastiche e permettano anche a un italiano di venire pubblicato da una casa editrice straniera. Comunque, se ti piace, essere programmatori è un gran buon mestiere. Io amo vederlo come l'artigiano dell'informatica. Si è persa l'arte del saper fare da soli, dell'essere creativi. Forse un programmatore lo è. Purtroppo la maggior parte delle persone è costretta, per mangiare, a fare mestieri ingrati o spiacevoli, quindi riuscire a fare qualcosa che piace è già un bel privilegio.
  22. loving

    Ciao

    Ciao, ho finito di tradurre un libro come freelance e ho usato la vostra utilissima guida sulle case editrici NO EAP per propormi. Ho deciso di iscrivermi per condividere quello che ho imparato. Finora è stato un percorso duro, ma continuo perchè... voglio essere pubblicata! Un saluto a tutti e a presto
  23. loving

    Ciao

    Eh, carriera è una gran parola... Ho capito che di questi tempi è meglio pensare "in piccolo" o meglio, al giorno per giorno, poi, se una cosa verrà consolidata, allora avrà anche successo, altrimenti, pazienza, bisognerà cambiare qualcosa... Sono curiosa: perché dici che non sei riuscita/o nemmeno ad iniziare?
  24. loving

    Ciao

    Equo servizio sì, servitore no no no
  25. loving

    Ciao

    Per svago leggo a volte la chick-lit, ma soprattutto saggi sul benessere naturale. Leggo specialmente in lingua straniera, per mantenermi allenata, più in inglese che in francese, mentre per le traduzioni accade il contrario.
×