Vai al contenuto

Erica

Utente
  • Numero contenuti

    17
  • Iscritto

  • Ultima visita

Risposte risposto da Erica


  1. Ciao a tutti! Come state?

    Volevo chiedervi: ci sono alcune frasi dei vostri libri preferiti, o comunque che avete letto, che vi sono rimaste impresse?

    Qualche frase che, ogni volta che vi capita di rileggere, vi fa desiderare di esserne l'autore, oppure in cui vi rispecchiate in particolar modo.

    Io ne ho molte, ve ne cito alcune intanto.

    Tutte le famiglie felici si somigliano. Ogni famiglia infelice è infelice a modo suo.

    - Anna Karenina, Lev Tolstoj

    Perché gli scrittori si ricordano tutto, Paul. Specialmente quello che fa male. Denuda uno scrittore, indicagli tutte le sue cicatrici e saprà raccontarti la storia di ciascuna di esse, anche della più piccola. E dalle più grandi avrai romanzi, non amnesie.

    - Misery, Stephen King

    Potrei credere solo a un dio che sapesse danzare. E quando ho visto il mio demonio, l'ho sempre trovato serio, radicale, profondo, solenne: era lo spirito di gravità, grazie a lui tutte le cose cadono. Non con la collera, col riso si uccide. Orsù, uccidiamo lo spirito di gravità. Ho imparato ad andare: da quel momento mi lascio correre. Ho imparato a volare: da quel momento non voglio più essere urtato per smuovermi. Adesso sono lieve, adesso io volo, adesso vedo al di sotto di me, adesso è un dio a danzare, se io danzo.

    e

    È vero: amiamo la vita non perché siamo abituati alla vita, ma perché siamo abituati ad amare. C'è sempre un grano di pazzia nell'amore. D'altra parte c'è sempre anche un po' di ragione nella follia.

    - Così parlò Zarathustra, F. W. Nietzsche

    Rimettere insieme i pezzi richiede dieci volte il tempo che serve per crollare.

    - Hunger Games: Il canto della rivolta, Suzanne Collins

    E voi?

    Quali sono le vostre frasi preferite? :3:


  2. Quindi il contatto con delle case editrici si ha solo ed esclusivamente con l'accettazione dell'editing, giusto?

    No Erica, nel punto 7 hanno detto che se ritengono un manoscritto veramente valido dopo la valutazione, lo indirizzano comunque a un'Agenzia o a un editore.

    Ah, sì, è vero, mi era sfuggito. Scusatemi. :blush:


  3. 2. Non vendiamo i contatti con gli editori. Il costo del servizio Total è di poco superiore a quello del Double, praticamente la mediazione è gratuita, ma il lavoro di comunicazione e contatto ha quantomeno un costo vivo, cioè il costo orario. Il servizio Double non lo offriamo in vista di un'autopubblicazione: quando Leonardo Colombati si presentò a Sironi con "Perceber" (uno dei romanzi più belli e complessi degli ultimi anni), Giulio Mozzi rimase colpito dalla presentazione. Colombati gli aveva portato il volume già stampato e rilegato, completo di apparati, corretto fino all'ultima virgola. Sembrano sottigliezze, ma fanno la differenza tra un libro che viene letto con curiosità e un brogliaccio che viene immediatamente classificato come mondezza.

    Quindi il contatto con delle case editrici si ha solo ed esclusivamente con l'accettazione dell'editing, giusto?

    3. Nella prima settimana di lavoro abbiamo ricevuto una grandine di manoscritti. I primi tre autori coi quali abbiamo firmato un contratto di editing erano gli autori dei libri che ritenevamo migliori. Una coincidenza? Sarà. Concretezza per concretezza: chi è bravo vuole migliorare, chi non è bravo cerca di non esporsi (ma quanto blatera...).

    Può anche darsi che ci sono persone che non firmano il contratto non perché non ritengono di dover migliorare, ma perché non possono permettersi un costo elevato. Purtroppo mille euro (nel migliore dei casi) per molti possono fare la differenza... (E con questo non voglio sminuirvi, è che sembra che solo chi accetta vuole migliorarsi, invece io personalmente non accetterei per ciò che ho appena detto, non per "non espormi".)

    4. Valore dell'editing: Manzoni si editava da solo, spesso con ottimi risultati. Addirittura nel biennio 1840-42 si editava tra una stampa e l'altra dei fogli dei Promessi Sposi, utilizzando il tempo di asciugatura tra un giro di torchio e l'altro. Una cosa folle, che fa impazzire i filologi: le copie del biennio sono tutte dissimili fra loro. Autoediting serrato. Ma quanto sono pallosi i capitoli sulla guerra? Torquato Tasso riscrisse la Gerusalemme da cima a fondo, peggiorandola mostruosamente, tanto che "il testo secondo l'ultima volontà dell'autore" dai filologi non viene preso in considerazione, se non per un discorso sulla variantistica.

    L'editor è sicuramente importante, credo che nessuno abbia detto il contrario. Qui ci si stupiva solo del costo, ahimè.

    6. Editing, costi e finalità: è chiaro che alcuni si rivolgono a noi per pura vanità. Come si va dal parrucchiere o in palestra. Se un abbiente signore di mezza età viene a supplicarmi di editare il suo libro di memorie per farlo circolare in famiglia dopo averlo stampato dal tipografo e mi offre cinquemila euro per il lavoro, io il lavoro lo prendo, perché comunque ci metto la professionalità. La committenza è una realtà che esiste da sempre nell'arte, ed è slegata dal valore dell'arte stessa, altrimenti ammireremmo la Cappella Sistina soltanto per il motivo religioso che la ispira.

    7. Autori bravi: sì, se trovo il gioiello lo porto subito dall'editore che fa per lui. E' un vantaggio per me, un vantaggio per l'autore, un vantaggio per tutti. Oppure lo indirizzo a una buona agenzia letteraria che se lo prenderà in cura come si deve, senza spese, naturalmente. Ma ragionate sulla differenza tra essere segnalati da un agente (che deve ottenere il suo tornaconto) ed essere segnalati a titolo gratuito da un editor.

    Resta purtroppo il fatto che non tutti possono permetterselo. In ogni caso nessuno vuole dire che non facciate un buon lavoro o che non sarebbe utile per un esordiente, ci tengo a ribadirlo.

    Credo che la problematica che ci poniamo a questo punto sia tutta sull'investimento che un autore ha la possibilità di dare oppure no.


  4. Ho ricevuto anch'io la mail pubblicitaria ( a proposito: dove si sono procurati gli indirizzi?!)

    Anche io mi chiedevo da dove prendessero gli indirizzi, non può essere una coincidenza! D:

    Ho risposto prima alla mail, chiedendo anche con quali editori fossero in contatto; infatti, nonostante non rappresentino effettivamente l'autore, nel pacchetto più costoso garantiscono comunque la ricerca di editori e la mediazione presso di essi; in caso mi rispondessero scriverò qui la risposta.

    In ogni caso, non ti offrono la mediazione presso gli editori e basta, credo. Da quel che ho capito, se vuoi usufruire dei loro contatti - anche io ero interessata per l'editor della Fazi - devi prenderti tutto il pacchetto completo da (minimo) 2000€.

    Secondo m dovresti appunto rispondere e chiarire i tuoi dubbi riguardo i costi elevati. In fondo è anche giusto far presenti questi problemi. Se poi contiamo che è pressoché impossibile riuscire a guadagnare per un esordiente anche solo 200 euro di diritti d'autore... ne consegue che fai prima a pubblicare con un EAP, in quanto a costi. E tu sai quello che pensiamo noi dell'editoria a pagamento. Non avrebbe senso. Uno per poter dire di 'pubblicare' deve rimetterci 3000 euro e in pratica il romanzo te lo riscrivono loro. C'è da far capire a questa gente che non ha senso chiedere costi così elevati per un servizio opzionale e che, soprattutto, porterà l'autore ( che ci ha speso in fatica e tempo) a rimetterci pure i soldi.

    Sì, la penso come voi riguardo alle Case Editrici a pagamento.

    Nella mia risposta ho anche fatto presente questo, come mi hai consigliato. Sono curiosa di vedere, se mi risponderanno, quali sono le loro idee in proposito. :3:


  5. Descrizione: editing professionale, confezionamento grafico e promozionale, scelta dell'editore, ufficio stampa
    Costi (se previsti): sì, su richiesta di preventivo
    Sito web: http://www.westegg.it/
    Facebook: https://www.facebook.com/westeggediting
    Esperienza personale (se esistente):  sono stata contattata da loro senza aver mai chiesto nulla: mi è arrivata una mail con una presentazione del loro lavoro che invitava a dare un'occhiata al loro sito e, se interessata, a inviare un mio lavoro. Ho ricevuto una prima risposta immediata un po' confusa e vaga, che mi premetteva solo il costo della lettura dell'opera (che sarebbe variato dai 300 ai 350 € a seconda della lunghezza); al che ho risposto chiedendo cortesemente maggiori informazioni. Personalmente devo ancora rispondere all'e-mail e non so se lo farò, perché ritengo i costi veramente troppo elevati, anche per la sola lettura. Io mi oriento di più sulle Agenzie che offrono almeno la lettura gratuita, altrimenti son veramente solo soldi buttati via.


  6. Benvenuta! :3:

    Per quanto riguarda la tua domanda, io sono stata contattata da West Egg recentemente e ho scambiato con loro un paio di e-mail di informazioni; posso dirti ciò che mi hanno detto, ma non sono sicura che questa sia la sezione adatta per parlarne :umhh:


  7. Benvenuta! Complimenti per il tuo primo gradino. :) Vedrai che, anche grazie all'aiuto e ai consiglio e alle esperienze di vita che troverai in questo forum, potrai migliorare sempre di più. ;)

    Ci leggiamo. ;)

    Grazie mille! Spero anche io di riuscire a migliorare con voi. :)

    Erica :ohh: Ti adoro già :love: se controlli la cronologia del mio nick puoi anche intuirne il motivo ;)

    Oh! Ti adoro anche io, incondizionatamente! :love:

    Anche per il tuo avatar, meraviglioso! :wub:

    Benvenuta anche da parte mia :)

    Grazie mille! :)


  8. Benvenuta Erica~ A quanto pare ti piace Harry Potter, visto che hai quell'avatar di Luna *w* Comunque spero che tu possa avere una bella permanenza in questo forum <3

    Oh, sì, amo Harry Potter e Luna è meravigliosa! :cookie:

    Piace anche a te?

    Spero anche io di trovarmi bene, siete tutti molto gentili!


  9. Benvenuta Erica :) Fidati, la mia presentazione era moooolto peggio :facepalm:

    Questo mi rincuora assai ;) Grazie mille!

    E ora che abbiamo appurato la mia totale incapacità di presentarmi, vi saluto.

    Meravigliosa autoironia!

    Ciao!

    Benvenuta!

    Ti ricordo il regolamento, leggilo ogni volta che avrai dubbi sul funzionamento e le regole del forum.

    Buona permanenza, e buona scrittura!

    Benvenuta Erica!

    Benvenuta da un ex bassista!

    Benvenuta!

    Ciao Erica, un benvenuta anche da parte mia.

    Ciao, benvenuta al WD!

    Benvenuta! :D

    Grazie mille e ciao a tutti voi! :)

    Suoni la batteria? :ohh:

    A parte questo, bellissima presentazione! Un benvenuto di tutto cuore :)

    Sì, la suono da cinque anni ormai. Grazie comunque! :)

    Buonsalve da un amante di batteria cm tanti qui ;). Anch'io abito in un posto sperduto, ma sai lo preferisco mille volte alle città. Cmq cosa ti piace scrivere ?

    Il mio paesino è troppo sperduto per i miei gusti, ma anche io lo preferirei al vivere in città.

    Per quanto riguarda i racconti brevi scrivo molte cose romantiche e/o drammatiche, ho una predilezione per i finali non a lieto fine, diciamo.

    Se invece si tratta di qualcosa a più capitoli, mi piace scrivere Urban-Fantasy e mi sto anche dilettando nel Noir, ultimamente. Per un'inguaribile romantica come me, comunque, lo sfondo rosa è difficile da non inserire anche in questi contesti. : Love :


  10. Ciao a tutti!

    Non sono mai stata un granché nelle presentazioni, ma giacché devo farlo, cercherò di mettermi d'impegno.

    Mi chiamo Erica, ho quasi diciotto anni e vivo in un paesino sperduto e dimenticato da tutti.

    Come tutti voi - altrimenti non credo che saremmo qui - amo scrivere.

    La mia passione per la scrittura è nata a otto anni, e da allora non l'ho mai abbandonata; lo scorso dicembre sono riuscita a pubblicare un libro dedicato alle scuole medie per una piccola casa editrice e spero tanto che questo sia stato il primo scalino di una serie lunga.

    Oltre a ciò, ho una grande passione per la musica, ma solo quella risalente a prima degli anni Novanta; suono la batteria, ma credo d'esser molto più brava ad ascoltare che a suonare.

    Quindi, ricapitolando...

    Ciao, mi chiamo Erica, scrivo, suono, mangio e ogni tanto mi capita anche di dormire.

    E ora che abbiamo appurato la mia totale incapacità di presentarmi, vi saluto.

    A presto. :)

×