Vai al contenuto

Mariano DS

Scrittore
  • Numero contenuti

    3
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Mariano DS

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Mariano DS

    Dolcetto o scherzetto?

    Ciao @Kikki, Ti prego di prendere quello che sto per dire in maniera molto leggera. Non la considero una critica: non mi sento di poterlo fare con i racconti con cui sono più faliliare, figuriamoci con un racconto per bambini illustrato. Lo sento essere oltre la mia portata. Volevo solo porgerti l'attenzione sulla storia in se che ho trovato leggermente "diseducativa": una bimba capricciosa che sbatte i piedi e ottiene ciò che vuole. Da quando ho letto la tua storia, che comunque ho trovato molto ben scritta, mi sono detto: "e se..." E se la bambina fosse, ad esempio, disabile (sulla sedia a rotelle) e come sorpresa il padre le fa trovare una sedia a forma di nave pirata? E se la raggiungessero i suoi amici di scuola e fossero la sua ciurma? Che ne pensi? È un tema che non andrebbe posto in questo genere? Lo so, probabilmente questo esula dallo scopo dell'officina, e non la userò per publicare un mio racconto. Volevo solo condividere con te un mio pensiero che la tua storia a suscitato. Spero di lettere altre cose tue. Perdonami
  2. Mariano DS

    Richieste abilitazione Narrativa over 18

    Ho molto più di 18 anni, ma sono impressionabile come un ragazzino. Puoi abilitarmi lo stesso? Non mi lamenterò con voi se non riuscirò a dormire la notte.
  3. Mariano DS

    L'ultimo arrivato.

    Ciao a tutti, Sono Mariano, ho 34 anni e non ho mai pensato di fare lo scrittore. Le mie insegnanti di lettere mi hanno sempre odiato, ho preso una laurea ad indirizzo scientifico e continuo a fare errori grammaticali nemmeno fossi un ministro degli esteri (Eccoci qui, prima battuta a sfondo politico. Sorry. Ho letto il regolamento). Cosa ci faccio qui? Diciamo per esigenze mediche. Da quando sono un bambino ho nella mia testa mondi interi che si compongono davanti i mei occhi. Personaggi così reali da poter essere odiati o amati senza ritegno. Storie che si intrecciano e eroi che si destreggiano. Praticamente è una baraonda continua. Non mi rimane altro che tirarli fuori uno a uno. Mi sento come se fossi all'ottavo mese di gravidanza e fossi un uomo (che tra l'altro, sono). Ho bisogno assolutamente di tirar fuori e spero che voi possiate aiutarmi. Ho voglia di usare l'officina per ricevere tante critiche, quindi per favore, non lesinate sugli aggettivi colorati: so di meritarmeli (tranne quelli marroni).
×