Vai al contenuto

I'm sorry

Sostenitore
  • Numero contenuti

    404
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di I'm sorry

  1. I'm sorry

    Il gioco dei puntini

    giusto: rifaccio
  2. I'm sorry

    Il gioco dei puntini

    .. .a... ... s... .. .a.. ........ .. ....... ....o..... 2,5,3,4,2,4,8,2,7,10 Va bene così? O dovevo mettere 5 lettere?
  3. I'm sorry

    Il gioco dei puntini

    Ti addormenti di sera e ti risvegli col sole
  4. I'm sorry

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Ognuno crede di riconoscere, nelle eccezioni, particolari liceità. Hanno attenzioni mirate: intendono vantare buoni utilizzi. Zavorrano ogni gerundio; usano solenni epistemi qualora attribuibili. Tuttavia, in filosofia, ogni concetto deve riuscire nell'esplicare paradigmi logicamente. Heidegger argomentava: metafisica incentrata verso buoni utilizzi. Zoroastro opponeva grandiose ubiquità semiologiche evidenziando qualche attitudine teosofica, in fondo, o concetti demonologici. Rousseau non emise parere laudativo: «ho, ahimè, mitizzato incredibili  RNEPLHAMIVBUZOGUSEQATIFOCD
  5. I'm sorry

    Il gioco dei puntini

    @Befana Profana @FranCorvo @Ilaris Posso anch'io? Credo di avere indovinato...
  6. I'm sorry

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Scusate, c'è un problema: avete (abbiamo) messo due volte la E: Posso suggerire di emendarla così: Ognuno crede di riconoscere, nelle eccezioni, particolari liceità. Hanno attenzioni mirate: intendono vantare buoni utilizzi. Zavorrano ogni gerundio; usano solenni epistemi qualora attribuibili. Tuttavia, in filosofia, ogni concetto deve riuscire nell'esplicare paradigmi logicamente. Heidegger argomentava: metafisica incentrata verso buoni utilizzi. Zoroastro opponeva grandiose ubiquità semiologiche evidenziando qualche attitudine teosofica, in fondo, o concetti demonologici. Rousseau non emise parere laudativo  RNEPLHAMIVBUZOGUSEQATIFOCD  Io continuerei da questo testo, aggiungendo la H: Ognuno crede di riconoscere, nelle eccezioni, particolari liceità. Hanno attenzioni mirate: intendono vantare buoni utilizzi. Zavorrano ogni gerundio; usano solenni epistemi qualora attribuibili. Tuttavia, in filosofia, ogni concetto deve riuscire nell'esplicare paradigmi logicamente. Heidegger argomentava: metafisica incentrata verso buoni utilizzi. Zoroastro opponeva grandiose ubiquità semiologiche evidenziando qualche attitudine teosofica, in fondo, o concetti demonologici. Rousseau non emise parere laudativo: ho  RNEPLHAMIVBUZOGUSEQATIFOCD 
  7. I'm sorry

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Ognuno crede di riconoscere, nelle eccezioni, particolari liceità. Hanno attenzioni mirate: intendono vantare buoni utilizzi. Zavorrano ogni gerundio; usano solenni epistemi qualora attribuibili. Tuttavia, in filosofia, ogni concetto deve riuscire nell'esplicare paradigmi logicamente. Heidegger argomentava: metafisica incentrata verso buoni utilizzi. Zoroastro opponeva grandiose ubiquità semiologiche evidenziando qualche attitudine teosofica, in fondo, o concetti demonologici. Rousseau non esitò:  RNEPLHAMIVBUZOGUSEQATIFOCD
  8. I'm sorry

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Ognuno crede di riconoscere, nelle eccezioni, particolari liceità. Hanno attenzioni mirate: intendono vantare buoni utilizzi. Zavorrano ogni gerundio; usano solenni epistemi qualora attribuibili. Tuttavia, in filosofia, ogni concetto deve riuscire nell'esplicare paradigmi logicamente. Heidegger argomentava: metafisica incentrata verso buoni utilizzi. Zoroastro opponeva grandiose ubiquità semiologiche evidenziando qualche attitudine teosofica, in fondo, o concetti demonologici  RNEPLHAMIVBUZOGUSEQATIFOCD
  9. I'm sorry

    Le mur des écritures – Capitolo 1

    Dipende anche dalle nuove tecnologie, che ci aiutano tanto ma tante volte rompono. Basta restringere la finestra del browser, ed ecco che non devi percorrere con gli occhi centinaia di centimetri per arrivare in fondo, col rischio (per chi non ci vede bene come me) di non trovare più la riga successiva... L'a capo serve per staccare; altrimenti se il discorso fila, neanche serve. Non mi dirai che non leggi Saramago per quello... Ciao
  10. I'm sorry

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Mi andava benissimo Ippocrate, ma sarà al prossimo giro! Ognuno crede di riconoscere, nelle eccezioni, particolari liceità. Hanno attenzioni mirate: intendono vantare buoni utilizzi. Zavorrano ogni gerundio; usano solenni epistemi qualora attribuibili. Tuttavia, in filosofia, ogni concetto deve riuscire nell'esplicare paradigmi logicamente. Heidegger argomentava: metafisica incentrata verso buoni utilizzi. Zoroastro opponeva grandiose ubiquità semiologiche evidenziando qualche attitudine teosofica, in fondo, o RNEPLHAMIVBUZOGUSEQATIFOCD
  11. I'm sorry

    [Gioco] Catena musicale

    How High The Moon - Ella Fitzgerald
  12. I'm sorry

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Ognuno crede di riconoscere, nelle eccezioni, particolari liceità. Hanno attenzioni mirate: intendono vantare buoni utilizzi. Zavorrano ogni gerundio; usano solenni epistemi qualora attribuibili. Tuttavia, in filosofia, ogni concetto deve riuscire nell'esplicare paradigmi logicamente. Heidegger argomentava: metafisica incentrata verso buoni utilizzi. Zoroastro opponeva grandiose ubiquità semiologiche evidenziando qualche attitudine teosofica in RNEPLHAMIVBUZOGUSEQATIFOCD
  13. I'm sorry

    Il gioco delle Consonanti

    Non la ricordavo... E sì che sono un fan di Pinocchio! Ecco la mia proposta: S'dvn stgn r pssr, ndt d mttn, lbl rgg rtrs
  14. I'm sorry

    Le mur des écritures – Capitolo 1

    Ciao @Galvan , l'inizio è buono perché cattura subito il lettore con questa serie di indizi sul ritrovamento di un uomo morto in una casa cantoniera abbandonata. Ho letto velocemente anche gli altri capitoli, fino al quarto, e a parte un certo disorientamento nello stacco non annunciato fra secondo e terzo, mi pare che la storia sia interessante. Anche se mi sembra che tu abbia detto di non avere un piano preciso in testa (e forse sarebbe meglio che l'avessi). E adesso le critiche. Ti confesso che mi danno abbastanza fastidio alcune irregolarità nella punteggiatura. Abbiamo tutti il vizio di usare le virgole per segnalare pause brevi, e magari per mimare il discorso diretto; però ci sono anche i punti, i punti e virgola, i due punti, gli a capo, che se usati bene aiutano il lettore a capire meglio il senso del discorso. So che è un'osservazione fastidiosa (per me da fare, per te da leggere), ma queste irregolarità danno l'impressione di essere errori, e tendono a ridurre la fiducia che il lettore ha nello scrittore, per cui leggendo tende a distrarsi, e non capisce bene, oppure fa fatica. Almeno io. Inoltre, penso che nei discorsi diretti sia meglio non andare a capo. Io ho dovuto leggere tutto il pezzo da: “E va bene… a: l’ha rilasciato nell’ultimo momento ”, per capire che tutto era detto dalla stessa persona. Prima di capirlo, ho notato tempi verbali sbagliati, ecc. ecc., che nel parlato ci stanno ma nello scritto no. Se un protagonista parla a lungo, al limite puoi mettere uno stacco, un'interruzione; e poi farlo riprendere. Ora lo so che tutti, quando scriviamo, facciamo una prima stesura tanto per "ordire la trama", chiediamo il parere di qualche lettore, poi torniamo a lavorare al testo, e prima di arrivare a una cosa fatta proprio bene lo dobbiamo ripassare almeno tre quattro volte. Gli errori nella prima stesura sono assolutamente normali. Per cui non prendere le mie osservazioni troppo sul serio. All'inizio, l'importante è mettere giù la struttura, e controllare che funzioni. Qui per adesso funziona; per cui conto comunque di andare avanti a leggere la tua storia. Ciao
  15. I'm sorry

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Ognuno crede di riconoscere, nelle eccezioni, particolari liceità. Hanno attenzioni mirate: intendono vantare buoni utilizzi. Zavorrano ogni gerundio; usano solenni epistemi qualora attribuibili. Tuttavia, in filosofia, ogni concetto deve riuscire nell'esplicare paradigmi logicamente. Heidegger argomentava: metafisica incentrata verso buoni utilizzi. Zoroastro opponeva grandiose ubiquità semiologiche evidenziando  RNEPLHAMIVBUZOGUSEQATIFOCD
  16. I'm sorry

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Ognuno crede di riconoscere, nelle eccezioni, particolari liceità. Hanno attenzioni mirate: intendono vantare buoni utilizzi. Zavorrano ogni gerundio; usano solenni epistemi qualora attribuibili. Tuttavia, in filosofia, ogni concetto deve riuscire nell'esplicare paradigmi logicamente. Heidegger argomentava: metafisica incentrata verso buoni utilizzi. Zoroastro opponeva grandiose ubiquità RNEPLHAMIVBUZOGUSEQATIFOCD 
  17. I'm sorry

    [Gioco] Catena musicale

    Volevo dire: My One And Only Love - John Coltrane and Johnny Hartman
  18. I'm sorry

    [Gioco] Catena musicale

    Non so che cosa sia successo... Riprovo: My One And Only Love - John Coltrane and Johnny Hartman
  19. I'm sorry

    Ars poetica [1] - comunicazioni

    E dove me ne dovrei andare?
  20. I'm sorry

    [Gioco] Catena musicale

    My One And Only Love - John Coltrane and Johnny Hartman
  21. I'm sorry

    Ars poetica [1] - comunicazioni

    Dunque... ho sbagliato qualcosa? O siete tutti impegnati?
  22. I'm sorry

    Il gioco delle Consonanti

    a ogni modo, tieni sempre a mente che un beneficio fatto non è mai perduto.
  23. I'm sorry

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Mi Avete Saltato Inavvertitamente? MA SI'
  24. I'm sorry

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Ognuno crede di riconoscere, nelle eccezioni, particolari liceità. Hanno attenzioni mirate: intendono vantare buoni utilizzi. Zavorrano ogni gerundio; usano solenni epistemi qualora attribuibili. Tuttavia, in filosofia, ogni concetto deve riuscire nell'esplicare paradigmi logicamente. Heidegger argomentava: metafisica incentrata verso buoni utilizzi. Zoroastro opponeva RNEPLHAMIVBUZOGUSEQATIFOCD
  25. I'm sorry

    Il gioco del Testo Alfabetico

    particolari liceità. Hanno attenzioni mirate: intendono vantare buoni utilizzi. Zavorrano ogni gerundio; usano solenni epistemi qualora attribuibili. Tuttavia  RNEPLHAMIVBUZOGUSEQATIFOCD
×