Vai al contenuto

Lancillotto

Scrittore
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

2 Seguaci

Su Lancillotto

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Lancillotto

    Rossini editore

    Ciao Chiara, la Rossini (così come la Santelli con cui ho pubblicato un anno e mezzo fa) sono di fatto delle realtà molto più vicine a delle stamperie che a delle case editrici. Il numero di esemplari da stampare è ridicolo (e indicato perché altrimenti il contratto sarebbe nullo), lavorano quasi esclusivamente con il print on demand per avere un catalogo ricco di titoli che poi, purtroppo non arrivano nelle librerie se non previa richiesta di un acquirente. Basta chiedere nelle librerie per rendersi conto che sono case editrici praticamente sconosciute e sulle piattaforme online dove i titoli più vecchi non sono più disponibili e quelli recenti disponibili secondo tempi di stampa. Per le presentazioni le copie sono a carico dell’autore (ai miei tempi non concedevano conto vendita alle librerie) che può ordinarli usufruendo di sconti convenienti solo in apparenza perché poi hanno costi di spedizione molto alti. Per il resto la promozione si limita a qualche segnalazione sui loro canali social. Non aspettarti un supporto attivo e prolungato. Ho esperienza ventennale nel settore editoriale e già pubblicato sia in self sia con case editrici (italiane e straniere) e Rossini e Santelli sono realtà ancora molto lontane dagli standard editoriali professionisti. Se ritieni che il tuo manoscritto merita, valuta molto molto bene prima di firmare con loro e magari prova a contattare chi ha già pubblicato con loro per avere un’idea delle varie esperienza. Auguro a te e al tuo manoscritto tanta fortuna!
  2. Lancillotto

    Santelli Editore

    Buongiorno a tutti. vi aggiorno sulla mia esperienza con la Santelli editore, sperando di potervi essere d’aiuto. Dopo una fase infinita di editing totalmente a mio carico, il mio romanzo è finalmente fuori da un paio di mesi. Fuori per modo di dire perché nelle librerie interpellate su tutto il territorio nazionale, il libro non è fisicamente presente e la Santelli risulta essere una casa editrice sconosciuta presente solo nei cataloghi per la stampa on demand. Per quanto riguarda la promozione, il lavoro dell’ufficio marketing si limita a segnalare l’uscita con un post sui loro canali social e a una recensione su un blog sconosciuto. Per il resto: zero eventi di presentazione ufficiale, nessuna copia per suddetti eventi se ad organizzarli è l’autore, nessuna copia (cartacea o eBook) per blogger disposi a recensire (anche questi suggeriti dall’autore). Nessuna copia autore gratuita, solo sconto tra il 37 e il 30% con spese di spedizione più del doppio di un qualsiasi corriere...praticamente ordinando sul loro sito costa più la spedizione del libro stesso! Quindi, se non si dispone di una discreta somma di denaro, diventa praticamente impossibile anche l’autopromozione. Scusate, ma allora perché non si aggiunge alla lista delle CE la voce CE/stamperia on demand? Si discute tanto sull’etica delle CE a pagamento, ma l’impressione è che negli ultimi anni tante di queste si professano free per fare bella figura, ma poi non garantiscono nessuno dei servizi standard di una casa editrice. Io sto iniziando a segnalare tutti i casi al Codacons e alla FUIS perché se non è truffa questa...
  3. Lancillotto

    Santelli Editore

    Ciao Antonio, la Santelli di solito usa un contratto standard, ma ti consiglio, nel caso in cui decidessi di pubblicare con loro, di chiarire tutti i dubbi e chiedere esplicitamente. Sarebbe inoltre consigliato specificare il numero minimo delle copie stampate che per per legge andrebbe indicato nel contratto. Per il resto, ti confermo che l’editing è inesistente e l’interazione con la redazione molto complicata visto che il personale è formato quasi esclusivamente da stagisti che cambiano frequentemente. Inoltre, parlando con diversi autori che hanno pubblicato con loro sembra che chi decide di comprare copie in preordine (e quindi pagare prima di pubblicare) riceva un trattamento differente rispetto a chi non ordina copie. Tieni gli occhi aperti e buona fortuna
  4. Lancillotto

    Buongiorno a tutti, mi presento...

    Leggo e scrivo da quando avevo circa otto anni. Negli anni ho usato le letture come veri e propri strumenti di studio per affinare lo stile, affiancando corsi e manuali di scrittura creativa. Dopo svariati anni ho deciso di provare la strada della pubblicazione, soprattutto su pressione di amici e parenti, e sono al momento sotto contratto con una piccola casa editrice. Sono per natura una persona riservata e un po’ solitaria, ma spero di aver modo su questo forum di confrontarmi con colleghi scrittori che hanno incontrato le mie stesse difficoltà e mettere a disposizione di chi ne ha bisogno l’esperienza acquisita negli anni. Grazie per avermi accettato nella community e buone letture e scritture a tutti!
  5. Lancillotto

    Santelli Editore

    Sto pubblicando con loro. Confermo che è tutto gratis, sul contratto propongono l’acquisto di copie (minimo 50) in preordine con sconto maggiorato, ma non obbligatorio. Fino ad oggi l’esperienza con loro è molto deludente. Confermo la totale assenza di editing e anche di correzione bozze. L’impaginazione è grossolana e la grafica da principianti. La sensazione è come se ti stessero facendo un favore a pubblicare e il loro interesse è solo quello di riempire il catalogo. Aspetto di vedere cosa faranno in promozione e distribuzione, ma non sono molto ottimista. Come casa editrice manca molto la professionalità ed anche l’esperienza purtroppo...
×