Vai al contenuto

Ezio Bruno

Scrittore
  • Numero contenuti

    31
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

18 Piacevole

Su Ezio Bruno

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

304 visite nel profilo
  1. Ezio Bruno

    Cosa state leggendo?

    Sto leggendo La Torre di Cenere di George RR Martin. Un libro di racconti di fantascienza, scritti negli anni '70 che risente molto dell'influenza di Dick. Molto lontano dal Martin delle Cronache. Sorprende che un personaggio del racconto premiato con l'Hugo (Una canzone per Lya) si chiami Lyanna. Diverte, anche se rammenta Lovecraft, che Dio sia "un animale che vive nelle grotte", per di più incapace di elaborare un pensiero. Da leggere, comunque.
  2. Ezio Bruno

    I racconti della Prima Luna - Sesto ciclo

    Complimenti vivissimi, @Alberto Tosciri !
  3. Ezio Bruno

    Mi diletto col dialetto

    Lissa, in siciliano sta per quella sensazione mista di malinconia, noia e lieve spossatezza che si prova talvolta al mattino, mi svigghiai ca lissa (mi sono svegliato con la lissa). ABSDMQI L OPZRTNCFGHUVE
  4. Ezio Bruno

    Mi diletto col dialetto

    Iètticu: nella variante messinese del siciliano malconcio, deperito in senso fisico e morale. Forse il significato originario era itterico. La parola nel significato attuale è di uso estremamente comune, in italiano potrebbe tradursi con un vocabolo del gergo medico, defedato. ABSDMQ I LOPZRTNCFGHUVE
  5. Ezio Bruno

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Usurata: la rata da pagare allo strozzino KG U CJROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  6. Ezio Bruno

    Spiegoni: sì o no?

    Ma riuscite a immaginare la "Trilogia della Fondazione" di Asimov senza le voci dell'"Enciclopedia galattica"? Impegnandomi potrei anche riuscirci a inserire tutte quelle informazioni nella narrazione, ma perché mai? Si allungherebbe il testo intercalando con decine di pagine che ne spezzerebbero il ritmo. E tutti questi artifici per evitare gli "spiegoni", alla fine, rischierebbero di stancare il lettore molto di più, sempre ammesso che qualcuno si sia mai annoiato leggendoli. Ancora, a me piacciono le note, forse perché vengo da un ambiente accademico. E, nel contesto letterario, preferisco le note a piè di pagina a quelle poste alla fine del libro o del capitolo.
  7. Ezio Bruno

    Si può scrivere in un altro modo?

    Mi viene in mente l'incipit di "Il vecchio e il mare" (E. Hemingway, tradotto da F. Pivano, Mondadori, 1952) In cinque righe di testo ho trovato Ripetizioni: vecchio, vecchio, vecchio, pesce, pesce, pesci, ottantaquattro giorni, quaranta giorni, quaranta giorni, giorno, ragazzo, ragazzo, ragazzo, ragazzo, vela, vela, vela, barca, barca, barca, serrata, serrata, prendeva, prendesse, prese Avverbi: decisamente e definitivamente Similitudini: La vela era rattoppata con sacchi da farina e quand'era serrata pareva la bandiera di una sconfitta perenne. Secondo i criteri che vengono sbandierati nel manifesto e che tanti tra noi accettano, questo dovrebbe essere uno dei peggiori incipit della letteratura ed Hemigway si sarebbe dovuto suicidare subito dopo averlo pubblicato, nel 1952. Beh, lo fece, ma solo dieci anni dopo. Nel frattempo vinse il premio Pulitzer (1953) e il premio Nobel per la letteratura (1954). La traduzione della Pivano riportata sopra si aggiudicò il premio Bancarella del 1953. Al di là dei premi, su cui si può sempre discutere, la prosa di Hemingway, con le sue ripetizioni, con gli avverbi, i participi, i gerundi e le similitudini ha letteralmente illuminato la mia adolescenza, divorai ogni cosa che egli scrisse e ancor oggi continuo a leggerlo. Con orgoglio. Anzi, orgogliosamente.
  8. Ezio Bruno

    MBTI e Scrittura

    @LukeSkywriter Il problema è che Socrate, per scelta, non scrisse mai nulla, preferiva la forma del dialogo orale. Quello che sappiamo di lui ci è giunto attraverso gli scritti di Platone e di Senofonte, che furono sì suoi discepoli, ma che probabilmente avevano ragioni per deformarne il pensiero. Grazie comunque per i chiarimenti. Posso chiederti se hai trovato, anche fuori da WD, correlazioni tra tipi junghiani e generi/stili di scrittura?
  9. Ezio Bruno

    Gioco dei Racconti Minimi

    Azzardo Lanciò i dadi e fece dodici. L'altro si cavò un occhio col coltello.
  10. Ezio Bruno

    MBTI e Scrittura

    Secondo il test, il mio archetipo sarebbe ENTP, ma potrebbe essere anche ESTP o ESFP. Devo dire che mi lusinga ritrovare nel mio tipo Bertrand Russell e Voltaire, mi sorprende che ad esso appartenga anche Socrate (come avranno fatto a somministrargli il test?). Mi preoccupa invece, per la validità del test, il fatto che io condivida il giudizio negativo di Bertand Russell su Socrate, vedi la Storia della Filosofia Occidentale. Rispondendo alla domanda di @Lukespacewalker, i progetti letterari in cui mi sto cimentando riguardano il romanzo storico e la favola, ma sto anche pensando di scrivere storie che hanno per protagonisti idee più che personaggi e, chissà, potrei anche impegnarmi nella fantascienza, un genere che amo moltissimo.
  11. Ezio Bruno

    Mi diletto col dialetto

    Sautafossa: letteralmente saltafossi, persona disposta a tutto pur di ottenere il proprio scopo, senza alcuna remora morale. Dialetto messinese ABSDMQILOPZRTNCFGHUVE
  12. Ezio Bruno

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Lascia o laccetta: famoso quiz horror televisivo degli anni '960 KGUCJROXEZPBDQA L IHVTMWFNSY
  13. Ezio Bruno

    Jukebox

    Zombie - The Cranberries
  14. Ezio Bruno

    Richieste abilitazione Narrativa over 18

    e "mezzo", scusate il refuso
  15. Ezio Bruno

    Richieste abilitazione Narrativa over 18

    Ahimè, tra due anni sarò tre volte e mazzo maggiorenne! Grazie
×