Vai al contenuto

lucfax

Scrittore
  • Numero contenuti

    50
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    1

Tutti i contenuti di lucfax

  1. lucfax

    Nulla Die

    Nulla Die è distribuita da Libri.co, che distribuisce molti piccoli-medi editori, e distribuisce anche in tutti gli store on line tra i quali anche Amazon.
  2. lucfax

    Panda edizioni

    Nome: Panda Edizioni Generi trattati: Narrativa, saggistica, poesia Modalità di invio dei manoscritti: http://www.pandaedizioni.it/servizi-editoriali/pubblica-con-noi/ Sito web: http://www.pandaedizioni.it
  3. lucfax

    Nulla Die

    Cara @gra la mia esperienza con questo editore risale al 2015, questo perché non ho ancora pubblicato nient'altro, anche perché sono stato molto impegnato trasferendomi all'estero. Posso dirti che fino a oggi con loro ho avuto l'esperienza migliore, però francamente io non critico e non metto in dubbio le esperienze negative che altri autori possono benissimo aver vissuto. Anch'io per esempio ho avuto un'esperienza devastante con un altro editore free che in questo sito è quotato piuttosto bene. A parte questo, ripeto, io parlo per la mia esperienza e non sono stato minimamente contattato dall'editore affinché io scrivessi opinioni positive, anche perché francamente conoscendolo, non mi sembra proprio il tipo di persona che si presti a cose di questo tipo. In ogni caso, credo non aggiungerò più nient'altro, perché tanto qualunque cosa dirò sarà sempre interpretata come "lo scrittore contattato affinché ne parli bene". Dubbi ne abbiamo sempre tutti, è la vita dello scrittore del resto.
  4. lucfax

    Nulla Die

    Francamente anch'io mi sono trovato bene, esattamente come te. Non sono un autore prolifico, il mio ultimo romanzo risale al 2015, anche perché negli ultimi periodi sono stato molto impegnato col trasferimento negli Usa.Però ho in cantiere un nuovo romanzo, e non ho nessun dubbio in merito all'editore a cui proporlo, anche per un rapporto di reciproca stima e amicizia che con gli anni si è creato tra me e loro, pur avendo pubblicato un solo romanzo con loro. Io non mi permetto di mettere bocca in quella che è stata l'esperienza di altri autori, ma ho pubblicato ben quattro libri con quattro editori diversi, tutti free, e francamente la Nulla die è la casa editrice con cui mi sono trovato meglio. Cioè nell'ambito della piccola editoria, fino a oggi non ho avuto esperienze migliori.
  5. lucfax

    Nulla Die

    Posso essere d'accordo, ma allora mi chiedo: se ricevo un contratto in cui non mi viene posto l'obbligo di acquisto copie, ma noto che sono obbligato a partecipare ad almeno un concorso con libri a mie spese, e quindi questo mi sembra una palese richiesta di contributo, perché firmare? Probabilmente certe verifiche andrebbero fatte prima. I 60 libri che mi consentono di verificare la qualità e l'editing, probabilmente andrebbero acquistati prima. Il contratto dovrei farlo verificare da un'avvocato prima di firmarlo. Io ho una quindicina di libri di questo editore che ho acquistato prima di decidere di mandargli il mio manoscritto. Ai tempi non c'erano ancora molti titoli in catalogo, francamente non ho notato strafalcioni catastrofici o altro, certo, qualche refuso c'è sempre, ma non più né meno di tanti altri libri pubblicati anche da grossi editori. Probabilmente tra i tuoi 60,non ci sono i quindici che ho io, oppure potrebbe semplicemente essere che l'editore sia partito in un certo modo, poi, strada facendo, abbia modificato il proprio modo di operare.
  6. lucfax

    Nulla Die

    Ma infatti, io mi limito solo a parlare della mia esperienza. Non posso dire che non sia stato fatto alcun editing sul mio libro, non posso dire che non abbia fatto pubblicità al mio libro, non posso dire che non mi siano stati presentati i rendiconti, e non posso dire che non mi siano state riportate fin dall'inizio le difficoltà di distribuzione. L'editore ha fatto quel che ha potuto, se dicessi il contrario sarei un disonesto. Poi, sul fatto che tanti autori siano insoddisfatti, beh, è soggettivo, molti autori Nulla Die non sono membri del WD, quindi manca una buona parte di testimonianza. Migliorare le condizioni del contratto... cioè, l'editore propone, se all'autore sta bene lo firma, altrimenti no. Io non contesto l'esperienza negativa di Debora o di chiunque altro, mi limito a dire la mia.
  7. lucfax

    Nulla Die

    Beh certo, io parlo della mia esperienza e quindi del mio contratto, non stavo minimamente mettendo in discussione il suo o quello degli altri, e credo di averlo fatto con un post semplice in cui non c'è la minima intenzione a polemizzare. Cioè voglio dire, perché lei può raccontare la sua esperienza e io non posso dire la mia? Solo perché la mia è una testimonianza diversa? Per non ricevere più mail dalla Nulla Die, è sufficiente scrivere un messaggio a Giordano, come ho fatto io, e le mail non arriveranno più. Non sto innalzando la Nulla Die sugli altari, sto solo dicendo che ci troviamo davanti a un piccolo editore free, che non è né meglio né peggio di tutti gli altri. Cioè, questa è la situazione per quanto riguarda la piccola editoria, altrimenti ben venga il self-publishing, ognuno sia libero di scegliere.
  8. lucfax

    Nulla Die

    Io posso solo parlare della mia esperienza che con Nulla Die è stata positiva, e dico questo dopo aver pubblicato precedentemente altri due libri con un altro editore free, che è stato un totale disastro. Per prima cosa Nulla Die non mi ha chiesto nessun contributo. Nel contratto si parlava di "eventuali copie" se avessi voluto ordinarle, ma non era una cosa imposta. Ho scritto semplicemente "zero" e sono stato pubblicato lo stesso, ne ho ricevute tre in omaggio. Io vivevo n Veneto, Giordano in Sicilia, ed è chiaro che, per quanto riguarda le presentazioni nella mia zona ho dovuto arrangiarmi, ma l'editore ha sempre provveduto a farmi pubblicità nei social e dove ha potuto. Ho ottenuto un paio di recensioni su quotidiani locali a cui l'editore, su mia richiesta ha inviato le copie in omaggio. Essendo poi il tema del mio romanzo piuttosto particolare, l'editore ha partecipato col mio titolo a un paio di avvenimenti a tema che si sono svolti in Sicilia, chiedendomi se volevo partecipare, ma non ho potuto per problemi logistici. La distribuzione è quella di un qualunque piccolo editore che si affidi a un piccolo distributore, quindi carente, ma questo dipende molto dalle librerie e naturalmente dal distributore. I concorsi: nel mo contratto non mi veniva minimamente imposto di partecipare ai concorsi. Certo, mi sono stati proposti spesso, e a qualcuno ho anche partecipato,e posso dire con orgoglio di averne vinti un paio (primo posto), e di aver ricevuto un premio speciale della giuria in un terzo. Per carità, non si tratta del Campiello, ma erano comunque concorsi di degno prestigio. Per partecipare ai concorsi mi è stato chiesto di dividere le spese per le copie a metà con l'editore, e in questo, scusate ma non ci vedo niente di male visto che alcuni concorsi ti chiedono di partecipare anche con una decina di copie. Per quanto riguarda il Campiello, a parte il fatto che la partecipazione è sempre facoltativa, ma mi chiesto: che male c'è? In fondo è anche questo un modo per farsi conoscere. Non dimentichiamo che parecchi libri di questo editore hanno vinto diversi premi e molti si sono posizionati ai primi posti, o hanno ricevuto premi speciali dalle giurie. Alcuni autori, dopo aver esordito con Nulla Die, sono approdati a editori più grossi. Inoltre un libro di questo editore è stato anche finalista al premio Strega. Insomma, non siamo ai livelli della grande editoria, ma credo comunque che nel mondo dei piccoli editori, la Nulla Die si difenda bene, e francamente, non ho ancora provato di meglio. Tutto qui.
  9. lucfax

    Altravista edizioni

    Nome: Altravista Generi trattati: saggistica divulgativa e universitaria su linguistica, architettura, ate, filosofia, scienze politiche, psicologia, scienze dell'educazione, antropologia, storia, economia, fisica, scienze ambientali, medicina Invio manoscritti: http://www.edizionialtravista.com/casa-editrice#manoscritto Distribuzione: http://www.edizionialtravista.com/casa-editrice#distribuzione Sito web: http://www.edizionialtravista.com/ Facebook: https://www.facebook.com/EdizioniAltravista
  10. lucfax

    Nulla Die

    Per quanto riguarda la mia esperienza, non posso lamentarmi in merito alla promozione che l'editore ha cercato di fare al mio libro, partendo anche dall'esperienza precedente con un altro editore free tanto osannato ma che non solo non ha fatto nulla per promuovermi, ma ho avuto perfino la sensazione che remasse contro. Per quanto riguarda Nulla die posso dire che si sono preoccupati di contattare qualche blogger, e a un evento a tema, hanno proposto il mio libro e quello di un'altra autrice, evento che tra l'altro si è svolto in Sicilia, io non c'ero perché abito in Veneto. Il mio libro ha ottenuto anche un piccolo articolo-recensione su Famiglia Cristiana, che loro avevano contattato proponendoglielo. Per il resto ho fatto tutto da solo per quanto riguarda presentazioni e quant'altro, ma per quanto riguarda la presenza il libreria, beh il mio libro c'era alla Feltrinelli, è stato anche in vetrina per un paio di giorni precedenti alla presentazione, ma è stato presente anche in un paio di librerie indipendenti della mia zona. Certo, non siamo ai livelli di un grosso editore, diciamo che siamo nella media di un qualunque altro piccolo editore free.
  11. lucfax

    Riscrivimi

    Mi permetto solo di far notare che questo agente non chiede nessun compenso per la lettura e la valutazione del testo.
  12. lucfax

    Arduino Sacco

    Per dati personali intendo nome e cognome, e alcune informazioni che si trovano comunemente in internet, raccolte probabilmente dalle mie precedenti pubblicazioni, articoli su blogs ecc.
  13. lucfax

    Arduino Sacco

    Più di un anno fa, ho ricevuto una strana mail da questo editore, e dico strana perché francamente non ho mai avuto niente a che fare con lui e non gli ho mai inviato nulla. Mi diceva che la CE stava creando un'enciclopedia di scrittori italiani emergenti, che avrei potuto parteciparvi senza sborsare un centesimo dal momento che il tutto era gratuito. Mi inviarono anche un documento in Word coi miei dati, e alcune informazioni che probabilmente avevano raccolto in giro per il web, e perfino una mia foto, esortandomi a integrarle con altre notizie o correggere eventuali inesattezze. Feci quanto richiesto e rispedii la mail coi dati aggiornati, ringraziandoli per avermi coinvolto in questa iniziativa. Non ho più sentito né saputo nulla, e ho provato a cercare questa fantomatica antologia, se per caso fosse stata pubblicata a mia insaputa, non ve n'è traccia. Boh?
  14. lucfax

    Nulla Die

    Ciao. Io ho pubblicato con loro più di un anno fa e ai tempi non esisteva ancora l'opzione del codice.
  15. lucfax

    Nulla Die

    Anch'io avevo indicato "zero" copie sul contratto, ma mi hanno pubblicato lo stesso.
  16. lucfax

    Edizioni La Gru

    Caro edo32a, da quanto ho capito tu hai pubblicato con questo editore, com'è stata la tua esperienza? Perché nei tuoi commenti ho colto qualche titubanza. Naturalmente non sei obbligato a rispondermi.
  17. lucfax

    Nulla Die

    Sì, ma quel libro non aveva solo partecipato al premio Strega, ma era anche giunto in finale.
  18. lucfax

    Nulla Die

    @Ngannafoddi Dipende dal premio. In genere sì, è l'editore che scova i premi letterari, ce ne sono alcuni poi, a cui la casa editrice partecipa spesso. Si tratta di concorsi free. Per l'invio di libri, dipende. Se la partecipazione richiede l'invio di un numero elevato di copie, l'editore ti chiede di contribuire, tipo, se si richiedono 10 copie, l'editore ti chiede di acquistarne 5 (a prezzo scontato), mentre le altre 5 le mette lui. Come autore sei comunque libero di partecipare anche a premi di tua scelta, non segnalati dalla CE, ma in quel caso la partecipazione è a tuo carico.
  19. lucfax

    Nulla Die

    Nel mio caso il libro aveva già subito un editing da un editor privato. Però poi l'editore ne ha svolto un altro più approfondito. Poi, prima della pubblicazione abbiamo fatto tre giri di bozze, sia io che l'editore scovando altri errori. Alla fine, nel testo definitivo c'era un paio di piccolissimi errori, che sono stati definitivamente eliminati nella ristampa. Può sembrare impossibile, ma per quanto si controllino le bozze, uno o due errori scappano sempre. Il mio libro, e quelli di altri miei compagni autori, hanno partecipato e stanno partecipando a diversi premi letterari, ottenendo anche diversi consensi, non credo quindi che le giurie premino libri con strafalcioni troppo evidenti. Anche se, ti dirò la verità, ho riscontrato errori assurdi anche nei libri di Mondadori, Piemme e altri big.
  20. lucfax

    Nulla Die

    Il distributore è Libri.co, che distribuisce gran parte dei piccoli editori, tra i quali 0111, La Gru e altri. I libri si ordinano tranquillamente nelle librerie, e sono presenti in tutte le librerie on line. Fisicamente il mio libro era presente in alcune librerie nella mia zona di residenza, compresa la Feltrinelli, credo che il distributore faccia parte di quella catena. Insomma, la distribuzione è la classica di qualunque altro piccolo-medio editore.
  21. lucfax

    Nulla Die

    Io nel contratto ho specificato che avrei acquistato zero copie del libro, eppure sono stato pubblicato lo stesso.
  22. lucfax

    Riscrivimi

    A questo punto, concordo anch'io.
  23. lucfax

    Riscrivimi

    Ciao. Sì, ho firmato anche un contratto di rappresentanza. Come ho già specificato precedentemente, se vai sul profilo Fb dell'agenzia e vai sulla sezione foto, con la dicitura "I nostri autori" trovi gli autori rappresentati coi loro libri pubblicati dai relativi editori, tra i quali c'è anche il mio. Per quanto riguarda il motivo per cui non compare un elenco degli autori o quant'altro sul sito, dal momento che io non sono il titolare dell'agenzia ti consiglierei di chiederlo direttamente a lui. Ciao, buona giornata.
  24. lucfax

    Riscrivimi

    La mia prima intenzione era di autopubblicarmi, quindi la decisione di sottoporre il testo a editing è nata più che altro da questo, la decisione di sottoporlo poi al giudizio degli editori è nata dopo, l'ho fatto in libertà, sapendo che se non fosse stato accettato sarei tornato all'idea originale dell'autopubblicazione. L'esperienza di editing che ho avuto con un editore free con cui ho pubblicato una raccolta di racconti è stata un po' povera, nel senso che in quel caso l'editore si era impegnato a cambiare qualche parola, aggiustare la punteggiatura, quindi partiamo dal presupposto che non ho mai avuto le idee chiare su cosa si intenda per editing. Mi è un po' difficile adesso come adesso sapere se senza editing il testo sarebbe comunque stato accettato oppure no, per me il mio testo era splendido, ma sai com'è, è molto difficile essere obiettivi nel proprio lavoro. Diciamo che l'editing non ha toccato l'idea di fondo del testo, ma ha stravolto la forma. Mi spiego: sono stati fatti parecchi tagli in alcuni punti del testo, altri capitoli sono stati invertiti, sono state eliminate alcune frasi e ne sono state aggiunte altre al fine di rendere la lettura del testo più scorrevole. Confesso anche che, nella mia storia c'era un capitolo importante, ma che tendeva a portare un po' fuori il lettore dal "succo" del romanzo, quindi l'ho riscritto seguendo i consigli di Palladino, un capitolo brevissimo poi è stato scritto di suo pugno e mi è stato proposto, e posso garantirti che ancora oggi, gli amici a cui l'ho confidato, non riescono a identificarlo perché sembra scritto da me. Ti dirò, non è facile per me rispondere in maniera esauriente perché il lavoro è durato un mesetto buono, in cui ci siamo scambiati mail e qualche telefonata, ma devo dire che abbiamo lavorato insieme, in sinergia e tutto è maturato in maniera spontanea, e faccio un po' di difficoltà a determinare con precisione fino a che punto siano arrivati i suoi interventi e da dove siano partiti i miei. L'editore ha sottoposto il testo a un editing ulteriore, ma si è trattato di poca cosa, sostituire qualche parola, correggere qualche refuso, aggiungere o togliere qualche virgola, ma niente di più. Spero di aver risposto alla tua domanda.
  25. lucfax

    Riscrivimi

    Carissima Sirene, l'esperienza che ho vissuto io è stata totalmente diversa, mi dispiace che la tua sia stata negativa, anche se da quanto capisco sei approdata a una realtà in cui ti senti più realizzata e che risponde alle tue aspettative. Avevo deciso di rivolgermi a Riscrivimi per l'editing perché avevo intenzione di ricorrere al self publishing, e il prezzo che mi è stato proposto, era comunque inferiore rispetto a quello di altre agenzie, (qualcuna mi ha proposto più del doppio) oltre ad aver avuto una scheda di prima valutazione gratuita. Per l'editing mi sono trovato benissimo, al punto che ho deciso poi di affidarmi a loro anche per la rappresentanza. Per quanto riguarda gli editori che sono in contatto con Riscrivimi, li puoi trovare sul loro profilo FB, nella sezione Foto, ci sono le pubblicità dei libri pubblicati con la dicitura "I nostri autori". In genere sono piccoli editori. Io ho ricevuto risposte positive da 0111, Bonfirraro, Il ciliegio, Nulla Die, Ciesse, e altre due di cui non ricordo il nome (tra una cosa e l'altra è passato un anno ormai), mentre altri due mi hanno contattato per comunicarmi un rifiuto. Io mi limito a parlare della mia esperienza, ma non me la sento né di consigliare né di sconsigliare questo agente, perché credo che molto dipenda dalle aspettative personali. E' chiaro: se uno vuole raggiungere la Mondadori o comunque un big, è bene che si rivolga ad agenti ben più grandi, ma se uno cerca qualcuno che sottoponga il proprio testo a un buon editing, e che lo aiuti a raggiungere editori medio piccoli, non a pagamento, e accorciando notevolmente i tempi di attesa, francamente trovo che Riscrivimi possa rispondere a questo tipo di esigenza, almeno per quanto riguarda la mia esperienza. Detto questo, ti auguro tanta, tanta fortuna per la tua carriera letteraria.
×