Vai al contenuto

@Monica

Scrittore
  • Numero contenuti

    260
  • Iscritto

  • Ultima visita

4 Seguaci

Su @Monica

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

629 visite nel profilo
  1. @Monica

    Lista, Giuria stagionale e Annunci

    Ma grazie!! Una bella sorpresa!❤️🤗
  2. @Monica

    All’imbrunire

    Grazie @AzarRudif
  3. @Monica

    All’imbrunire

    @Stefano Verrengia scusa mi ero dimenticata di taggarti. Grazie ancora.
  4. @Monica

    All’imbrunire

    Grazie infinite per il passaggio e il commento m. Terrò conto di quanto mi hai suggerito
  5. @Monica

    La caverna

    @Leo74 un racconto che non fa sconti. Affonda le mani nelle acque sporche fino alla fine. La costruzione della tragedia è un viaggio dentro alle sabbie mobili, una morsa che attanaglia il protagonista (e il lettore) e lascia senza respiro. Comincio dal titolo che hai scelto “La caverna”. È una scelta interessante. Le caverne sono abitate dai pipistrelli, animali che pare siano profondamente legati alla pandemia. La caverna è un riparo dalla luce del giorno, è un luogo che mette ansia, un ingresso verso un mondo buio, profondo, difficile da esplorare. Proprio come la malattia di cui soffre il ragazzino che lasci senza nome. La madre ha un nome è la madre: Dolores. Omen nomen. Una donna dalla vita dolorosa. La dottoressa ha un nome Nadia Invano. Anche in questo caso omen nomen: il suo è un intervento vano. il finale è un po’ telefonato, mi aspettavo il suicidio, niente lieto fine. E va bene così. Efficace la scelta di frazionare il racconto in cari momenti. La voce narrante del ragazzo al presente, il pdv del narratore esterno per i dialoghi della madre con la dottoressa prima e il sacerdote, poi. Dei personaggi quello che ho trovato più debole è la dottoressa. Arroccata nelle proprie convinzioni, quasi arrogante. Lucciconi è una parola che stona nel contesto. Poteva essere più appropriato parlare di essere rivoli di sudore. Questa dottoressa ė proprio un personaggio negativo. La madre, logorata dai sensi di colpa, cerca un qualsiasi capro espiatorio esterno, ma la professionista la schiaccia letteralmente al muro, senza alcuna pietà. Mi ha dato una sensazione di disagio il comportamento così distaccato e poco compassionevole nei confronti della madre. Bella la prima parte. Tagliere il “rideva tanto allora”, non serve, spiega e toglie intensità all’immagine che hai descritto così bene. Anche il sacerdote è un personaggio arroccato nelle porprio ruolo. Niente compassione né per la madre, né per il ragazzino. Torna il luccicone... avrei usato la parola lacrima in questo caso. Il finale è proprio ben riuscito. Scusa, torno un attimo indietro. Qui mi hai ricordato “destinazione paradiso” e le intenzioni del ragazzo sono diventate evidenti. Questo racconto è una spremuta di dolore, intriso com’è di tanti mali che ci affliggono. La violenza sulle donne che fai percepire, l’hikikomori un tema spinoso e sempre più diffuso, la solitudine, l’incomunicabilità, la pandemia... ma più di tutto l’ indifferenza. Un buon lavoro.
  6. @Monica

    Quindici ottobre 1946: dal diario di Franz Hofmann

    @Talia ciao. Grazie grazie grazie. Hai fatto un lavoro che mi aiuta moltissimo. A leggerci!
  7. @Monica

    Non perdiamoci di vista

    Ciao a tutti ! Ci sono anch’io! https://cdm.mygor.xyz/
  8. @Monica

    [N20-2] Attesa

    @Emy 🙏🏻 grazie
  9. @Monica

    [N20-2] Attesa

    @lauram grazie Lauram!
  10. @Monica

    [N20-2] Attesa

    @Pulsar @Silverwillow grazie del passaggio! @Lo scrittore incolore grazie di cuore delle tue belle parole. Una carezza che ci fa piacere!
  11. @Monica

    [N20-2] ə

    @Lo scrittore incolore Ottima prova, brillante declinazione della traccia. Piaciuta.
  12. @Monica

    [N20-2] Cenere

    Questa è la mia quartina preferita. Centrato il tema e reso molto poetico. Brave!
  13. @Monica

    [N20-2] Attesa

    @Bestseller2020 il tuo commento è... poesia. Grazie! @Poeta Zaza Grazie per l’attenta lettura e l’approfondito commento @Almissima grazie. Fa piacere che tu abbia ricevuto delle sensazioni. Vuol dire che qualcosa almeno ha funzionato🌺
  14. @Monica

    [N20-2] Nella pace degli dei

    @Alba360 più vendetta di così... hai fatto un’operazione attoriale: entrare nel personaggio Medea e far vivere quell’odio così insano e profondo. Meno facile di quanto sembri.
  15. @Monica

    [N20-2] Fatti di niente

    @paolasenzalai senza ombra di dubbio, la tua poesia, per me, è la migliore di quelle che ho letto fino a ora. Immagini pulite, scarne, ma che sanno regalare emozioni. Davvero superbrava.
×