Vai al contenuto

DaniViky

Utente
  • Numero contenuti

    448
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    3

DaniViky ha vinto il 1 maggio 2012

DaniViky ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

10 Piacevole

Su DaniViky

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 29/05/1976

Contatti & Social

  • Sito personale
    http://www.totalcreativity.it

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    la terra di Virgilio

Visite recenti

3.672 visite nel profilo
  1. DaniViky

    Cosa vorreste dalla scuola?

    Ho avuto la fortuna d'insegnare per quasi tre anni alle superiori, sia pubbliche che private. Insegnare è bellissimo nella mia accezione di: so qualcosa in più di te, provo a passartelo con lo stesso entusiasmo che io provo e cerco di spiegartelo in modo semplice non banale e cercare di farti sorgere un sacco di domande che spero ti aiuteranno a crescere. Insegnare oggi è tanto diverso dai miei tempi (anni 80). Gli strumenti sono diversi, la società lo è, i genitori e gli insegnanti stessi. Insegnare adesso è un mix di psicologia, furbizia, attenzione per ogni singolo studente, cuore e un'elevato grado di comunicazione (unito a un bel po' di empatia). Gli insegnanti che ci ricordiamo (credo e spero) sono quelli empatici, coinvolgenti, amanti del loro lavoro e coraggiosi nel prendersi certe responsabilità. Nella scuola italiana di oggi vorrei: insegnanti non frustrati, competenti, supportati,dispensatori di sogni e non di pessimismo, meritocratici, severi, entusiasti. Ma è utopia,lo so, però più selezione, più attenzione alla scelta. Vorrei più pratica e meno teoria, più lavoro di gruppo, appiattimento dello stato sociale, più comunicazione, più ascolto delle idee degli studenti, più tempo da dedicare agli studenti e non ad altre burocatriche perdite di tempo. La scuola italiana è buona, non è la peggio del pianeta, ma è stata lasciata andare per anni senza aggiornarla di generazione in generazione. Adesso si fanno le corse, con migliaia di precari che non sanno il loro destino (vedi il mega concorso che chissà che altri danni farà), con le famiglie che non credono per prime nell'importanza di avere un'istruzione per essere migliori e vivere appieno la propria vita, con i ragazzi che sono arroganti o menefreghisti della scuola quanto di se stessi e della vita. La colpa non è quasi mai nel ragazzo, è tutto quello che c'è dietro e sotto e attorno a lui a cambiare.
  2. DaniViky

    Complesso di mediocrità

    Sono mediocre, forse anche meno di mediocre. Quando leggo qualcosa di bello non mi deprimo anzi, m'invoglia a indagare a migliorare a studiare ancor di più(anche se non riesco a farlo e questo mi rende fa sentire mediocre, perché spesso la fantasia se ne va proprio via). Mi deprimo quando vedo pubblicati libri del menga, ho l'invidia inversa e forse più malsana. Sentirsi mediocri ha i suoi vantaggi però: non sentendoti arrivato puoi "andare" dove vuoi e imparare con più "leggerezza" e cercare di sbagliare sempre meno. Sempre e sempre ci saranno i più bravi, nella scrittura come nella vita, l'atteggiamento deve essere positivo e propositivo. Ques'inverno una mia amica mi mandò un pdf sull'autostima (un po' quelle cose che arrivano come catena di Sant'Antonio, ma più sobrio). Faceva esempi, uno era: "Invece che invidiare Berlusconi per la sua ricchezza e status, pensa se anche tu con alle spalle quella stessa famiglia, avresti fatto come lui o ancora meglio". Voglio dire, ognuno vive una realtà diversa e c'è chi nasce con qualcosa in più di te: perdere tempo a invidiare qualcuno che ha avuto più fortuna o mezzi diversi dai tuoi o ha potuto studiare e dedicare tempo alle cose che anche tu ami, è appunto, perdere tempo che si potrebbe impiegare per diventare quello che si vuole (mii che spiegazione pesante!).
  3. DaniViky

    Chiara Palazzolo

    E io arrivo ancora dopo, avevo letto uno solo dei suoi libri. Aveva ancora sì tanto da dire e da vivere...Tristezza infinita
  4. Eppure è chimato così su blog "autorevoli"...
  5. Sta tutto qua: c'è una legge o decreto o norma che definisce chi è avvocato, medico, geometra ecc... ma per l'arte no. Giusto? Non è il pubblico che definisce un artista? Quindi, libro autopubblicato o meno (e sappiamo che gli EAP non li prendiamo nemmeno in considerazione) se vendi 60 mila copie, sei una scrittrice? Direi di sì. Quella di 50 sfumature di non è partita col passa parola? Da parte mia non approfitti di nulla. Il tema è importante, non è banale: una cosa è come noi ci percepiamo, una cosa è come la società e gli altri ci percepiscono ed etichettano. Ecco perché non amo le definizioni così articolate, e farei meno distinzioni possibili. Ti faccio un esempio: ho letto un libro di Genovesi e mi è stra piaciuto. Ha un sito, ha un'email e gli ho scritto per dirgli bravo. Lui è un esordiente scrittore (pubblicato 4 libri, e ancora è lì che sgombetta per emergere) e ha 34 anni. Mi ha risposto chiedendomi di leggere il suo Esche Vive e di fargli la recensione. L'ho sentito come uno di noi, diciamo. Se scrivessi che ne so, a Erri De Luca, mi risponderebbe (forse dovrei provare, ma non è che mi piaccia tanto?). Mah...
  6. DaniViky

    Cosa vale la pena di raccontare?

    E che cavolo, hai già scritto tu quello preciso preciso che volevo ora condividere, vabbè, solo perché sei tu
  7. DaniViky

    Il Scritore

    Balasso è un mito!
  8. DaniViky

    Deposito metafore

    Bel topic sì! quel suo continuo parlare mi è passata sopra ogni pensiero come la scolorina (è talmente vecchia che ormai nessuno sa più cos'è la scolorina)
  9. DaniViky

    Quando scrivete... cosa vi circonda?

    In generale: pc portatile ufficio (10% delle volte), pc portatile casa (70%), cellulare e registratore (20%) mentre guido (sì sì sono proprio furba!). Se sono a casa riesco a isolarmi poco non avendo una stanza da poter dedicare a mo' di studio. Spesso a casa sto sul divano, con la tv accesa (mio moroso affianaco), meglio con la radio nelle cuffie, di sera (non poso fare le nottate e me ne dispiaccio ma mi alzo alle 6 della mattina). Quando guido riesco a pensare molto e a buttare giù pensieri, immagini ecc... ma ovviamente non a scrivere in senso letterale.
  10. Questione attuale per me, non tanto perché mi sono posta il problema, ma perché gli altri mi ci hanno fatto pensare. Non mi sono mai sentita scrittrice per gli altri, per me sì come ha detto Jack. A me piace inventare, far divertire, indagare. Per il resto del mondo serve, forse per fare chiarezza e mettere i giusti confini, il definirsi. A me piacerebbe definirmi scribacchina a tempo perso (non perché non ci dedico tempo, ma perché il tempo per scrivere è di due ore al giorno quando va bene e rubato all'altro che potrei e dovrei a volte fare, es. stirare!) ma l'aspirante scrittrice (ci metterei pure un h aspirata per sottolineare quanto aspiro) mi sta più che bene. In realtà non so nemmeno se mi posso forgiare di tale definizione, visto che ho ancora dopo anni un blocco che non mi fa sbattere così tanto come so che dovrei fare. Grazie per aver aperto questo topic
  11. DaniViky

    Cosa vale la pena di raccontare?

    Diversi blog di scrittori o sceneggiatori che campano di questo mestiere, consigliano di scrivere riscrivere e riscrivere l'idea che balena come un lampo nel cervello. Mettersi a tavolino e scrivere la storia "perfetta"? Forse c'è riuscito Piperno per chi lo apprezza.
  12. DaniViky

    Cosa state leggendo?

    I pesci non chiudono gli occhi di Erri De Luca, visto che né lui né Piperno li avevo ancora abbordati: confermo che sono due autori che non adoro, però si deve leggere anche quello che a pelle o per sentito dire, sai che non risuonerà nelle tue corde.
  13. DaniViky

    Please allow me to introduce myself

    Ciao Revi complimenti per la presentazione e continua così, benvenuto nel WD!
  14. DaniViky

    Ciao a tutti !

    Ben arrivata anche da parte mia
  15. DaniViky

    Ciao a tutti

    Ciao Tatiana e benvenuta anche da parte mia. Se hai messo il link al tuo blog lo visito volentieri. Avere un blog e curarlo serve per migliorarsi e fare pratica scribacchina, almeno per me è così. Ti troverai bene sul WD!
×