Vai al contenuto

ophelia03

Lettore
  • Numero contenuti

    388
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    1

ophelia03 ha vinto il 30 marzo 2012

ophelia03 ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

121 Popolare

Su ophelia03

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna

Visite recenti

3.431 visite nel profilo
  1. Sono d'accordo con Marco! Meglio lasciare delle finestre per l'invio e chiudere in altri periodi che far attendere due anni per una risposta, magari negativa. Se poi la CE non valuta davvero gli invii spontanei, ma si avvale solo di conoscenze dirette, scouting, agenzie, in qualche modo lo comunichi. Purtroppo sono convinta che questo non frenerebbe del tutto l'invio compulsivo che si riverserebbe su altre caselle email, rendendo difficile il lavoro...quindi, boh, capisco che il problema sia di difficile soluzione. Per quanto mi riguarda ho sempre pubblicato (in self, una volta) o inviato solo testi che avevo sottoposto a un preventivo editing da parte di professionisti. Nulla di mio diventa un capolavoro, pazienza, proverò a migliorare, se posso, altrimenti resterò mediocre, però sono sicura di aver inviato testi almeno presentabili, a detta di persone che editano e valutano romanzi come lavoro. Poi, in caso una CE volesse pubblicare il mio romanzo, sicuramente ci sarebbe altro lavoro da fare - il lavoro su un testo può potenzialmente non finire mai - ma senz'altro non avrebbe a che fare con cinquanta refusi, magari solo con un paio, ché quelli sfuggono proprio a tutti, non con 34 ripetizioni, ma con due o tre poiché vedasi il punto precedente. È un esborso che un po' mi pesa, dato che non navigo nell'oro, ma mi sembra un atteggiamento rispettoso verso la casa editrice.
  2. ophelia03

    Triskell Edizioni

    Anch'io ho inviato (appena ho visto l'annuncio della riapertura delle selezioni), e attendo. Ormai la mia autoavverante profezia è che questo testo , che alcuni operatori editoriali hanno apprezzato, non sarà mai pubblicato. Avevo selezionato tre o quattro casa editrici, ma nessuno sta rispondendo! Tornando a Triskell, anche secondo me lavorano bene fin dal loro esordio: i libri sono curati (parlo specialmente delle collane non romance perché non sono una grande lettrice di romance) e on line sono attivissimi.
  3. ophelia03

    Self o no self?

    Io sto meditando se parlare del mio self nella sezione dedicata. Sto meditando perché sono timida... Ecco, se siete timidi, l'autopubblicazione non fa per voi perché, almeno dalla mia misera esperienza, ho notato che, se non vi è una precisa corrispondenza fra vendite e autopromozione anche molto spinta (ci sono autori che, anche nel proprio profilo privato, parlano quasi sempre di sé e dei propri lavori), è però vero che senza la seconda si vende poco o nulla. A meno di non essere una persona già nota o di avere un pubblico piuttosto nutrito a prescindere alla pubblicazione.
  4. ophelia03

    Autopubblicarsi genera un reddito

    È possibile che tu abbia ragione, però allora significa che il mio libro è proprio brutto! Cioè, non ho venduto molto, nonostante abbia curato il testo e i feedback spontanei siano stati discreti, in alcuni casi anche qualcosa di più. Quello che però mi è mancato (e mi manca) è la capacità di promuovermi da sola, senza farmi sentire a disagio. Con le CE mi scatta un altro meccanismo perché mi sembra un lavoro di squadra, non di autoincensamento.
  5. ophelia03

    Autopubblicarsi genera un reddito

    Davvero una cifra considerevole! Io sono convinta che non ne sarei in grado per miei limiti sull'autopromozione che invece è quasi più importante del libro stesso.
  6. Però non farei coincidere i libri letti con i libri di qualità. Le due cose possono coesistere come no. Il self per me è un'altra forma per pubblicare (che personalmente al momento non sceglierei, ma che rispetto e in futuro chissà). Non credo debba essere un serbatoio e credo che lo scouting vada fatto anche tramite la lettura di inediti.
  7. Sì, ma infatti non credo che l'ostracismo verso il self sia una cosa saggia (anche se a dirlo si prendono le freccette rosse). Credo invece che l'editoria tradizionale e il self possano convivere senza problemi e che ci siano autori bravi (e pessimi) sia tra i pubblicati che tra i self-publisher. Se c'è consapevolezza di ciò che si fa, va bene tutto.
  8. Esatto! Non sono d'accordo con il fatto che si continui a equiparare il self all'ultima spiaggia per gli sprovveduti. Chiaro che un sistema senza filtri apra la strada a molta incompetenza e superficialità, ma non c'è solo questo e sempre di più si possono trovare self-publisher capaci che, per una serie di ragioni, condivisibili o meno, preferiscono questa strada a quella dell'editoria tradizionale o l'affiancano.
  9. ophelia03

    E se poi con il tuo editor ci litighi?

    Può capitare di sbagliare, ma, dopo un po', bastano le due o tre mail di presentazione per capire se quella persona fa per noi o meno. Anche secondo me, premettendo che la cosa principale resta la competenza, è necessario stabilire un buon rapporto umano. Per esempio, per il mio carattere insicuro, non potrei mai lavorare con disfattisti o presuntuosi. Questo non significa volere sconti - un lavoro va fatto bene, altrimenti meglio non farlo -, ma credo che anche una correzione o un suggerimento possano avere molte sfumature. Io ho lavorato a due editing e devo dire che sono stata brava a scegliere persone capaci, ma anche ineccepibili sul piano relazionale.
  10. ophelia03

    Quanto siete famosi?

    A volte mi capita di guardarmi per sbaglio nelle vetrine e di non riconoscermi.
  11. ophelia03

    Triskell Edizioni

    Triskell Edizioni ha riaperto da ieri la valutazione. Lo hanno comunicato su facebook e infatti, andando sul loro sito, il messaggio riportato sopra (quello sull'ingente numero di manoscritti, per capirsi) non c'è più. Dato che seguo questa casa editrice dalla loro apertura e che era già da molto tempo che volevo sottoporre loro qualcosa, ho provato a inviare un lavoro per la collana di narrativa. Incrocio le dita - anche se andrà male come sempre - perché mi piace molto come lavorano e come promuovono i testi che pubblicano. Sul sito ci sono tutte le informazioni per l'invio che avviene tramite apposito form: ogni collana ha il suo. Ogni collana ha anche delle regole per quanto riguarda il numero di parole dei manoscritti (si raccomandano di contare le parole, non i caratteri o le cartelle). La risposta, positiva o negativa, arriverà entro tre mesi, con un margine di tolleranza che dipende dal numero di racconti/novelle/romanzi ricevuti. Non vengono inviate ricevute di ricezione del testo, ma, al momento dell'invio, si visualizza un messaggio che ci conferma che la proposta è stata inoltrata correttamente. Questo per grandissime linee, comunque sul sito è spiegato tutto benissimo e dunque invito a riferirsi a quello. Insomma, grazie @Triskell Edizioni e in bocca al lupo a chi decidesse di inviare il proprio lavoro!
  12. ophelia03

    [Editor] Ambra Rondinelli

    Grazie mille, sei sempre gentilissima! Ma credo proprio che, quando sarà, avrò proprio bisogno di un tuo supporto diretto!
  13. ophelia03

    Cambio Community Manager 2019

    Che peccato e che perdita per il forum! Anche come presenza mordi e fuggi (sempre più fuggi, mi sa) del forum, ho avuto varie occasioni di parlare con @Niko. Pur non conoscendo i dettagli della decisione dell'Amministrazione, mi rammarico molto di questa scelta.
  14. ophelia03

    [Editor] Ambra Rondinelli

    E, preciso: avevo deciso di non scrivere più perché non sono all'altezza, ma il tuo modo di fare mi ha convinta che, forse, vale la pena di tentare ancora una volta. Quindi, insomma, in ogni caso: grazie!
  15. ophelia03

    [Editor] Ambra Rondinelli

    Anch'io sto cercando di mettere ordine fra le idee e di risparmiare un po' per poter lavorare con te! Spero a fine estate!
×