Vai al contenuto

ophelia03

Lettore
  • Numero contenuti

    361
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    1

ophelia03 ha vinto il 30 marzo 2012

ophelia03 ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

101 Popolare

Su ophelia03

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna

Visite recenti

3.335 visite nel profilo
  1. ophelia03

    Booksalad

    Questa casa editrice è ancora attiva? Ho notato che la pagina facebook non esiste più e quella twitter è aggiornata al 2017.
  2. ophelia03

    CasaSirio

    Inviai a loro diversi mesi fa perché sono una delle mie case editrici preferite in assoluto (anche più di molte grandi). Il genere del libro poteva essere adeguato. È passato un po' di tempo e pubblicano pochissimo (e solo testi molto buoni, li ho letti quasi tutti), quindi fu giusto uno scrupolo senza grandi aspettative. E, come ogni profezia che si autoavvera, in effetti non credo che sia andata. Mi dispiace molto, più che del silenzio delle grandi a cui invii, sapendo che otterrai solo silenzio, ma lo prevedevo con un risicatissimo margine di incertezza.
  3. Hai perfettamente ragione e questo gioca a mio sfavore. Io mi sono presentata in modo sincero, ovvero con passione, ma anche moooolta umiltà (mi è stato detto, da chi poi ha letto la mail, che è troppa, che sembro patologicamente insicura). Purtroppo ormai è andata così. Sono stata ingenua e ho pensato che una presentazione puntuale, per quanto riguarda il romanzo, ma reale, per quanto riguarda me, fosse giusta. Invece non lo è. Poi ho altri problemi, senza dubbio, e mi sono resa conto solo dopo che quel libro, magari corretto, riscritto, rivoltato, non è comunque interessante per questo mercato. In effetti io scrivo sulla base di quello che leggo/guardo e non sono, per la maggior parte, prodotti italiani (per gusto personale, non per snobismo). Insomma, sono un errore vivente. Pazienza, mi limiterò a essere precaria, i sogni sono per chi se li può permettere, anche a livello emotivo, e io non posso più.
  4. Ho provato con le grandi e con le medie e alcune piccole tra quelle che mi piacciono molto. Mi ha risposto con gentilezza e vari complimenti una medio-grande. Poi il diluvio.
  5. Sì! Non ho sedici anni e mezzo, ma non diciamolo in giro.
  6. ophelia03

    Pareri discordanti tra agenzie: cosa pensare?

    Secondo me è possibile perché, al di là di quello che molti si ostinano a sostenere, esiste una soggettività (per fortuna!) ineliminabile in qualunque giudizio. Anche su qualcosa di apparentemente oggettivo come la trama, come il tuo caso dimostra. Che fare? Invia spontaneamente agli editori. Se credi sia il caso, contatta un editor freelance per un editing prima dell'invio, se credi che questo possa aiutarti ad aumentare le tue possibilità.
  7. Non so, pensavo per promuovere il libro in modo professionale. Vero che i commenti su amazon sono fondamentali, ma mi piace agire nelle regole e, comprandoli, non sarei soddisfatta di me stessa. Banale, lo so, ma mi conosco.
  8. Perdonatemi per questo intervento un po' autoreferenziale. Qualche anno fa, dopo tre-quattro mesi dall'invio di un testo, si ricevevano già alcune risposte, magari un sì e quattro-cinque no. Adesso invece un romanzo che sto mandando in giro ha ricevuto solo un rifiuto "illustre" (però positivo, nel senso che le ragioni del rifiuto sembrano risiedere in una preferenza rispetto alle tematiche trattate) e nient'altro. In quel nient'altro ci stanno le ce che mi hanno scartata senza esplicitarlo e forse anche chi non mi ha ancora valutato. Il mio romanzo non cambia la storia della letteratura, se non in peggio, però ultimamente, per caso, mi è capitato di leggere due testi che, forse perché il genere non mi si adatta troppo, mi sono sembrati scritti peggio del mio e davvero poco interessanti. Quindi, dato che tra i miei molteplicissimi pregi non c'è la perseveranza, ho deciso di aspettare ancora un mese o due e poi autopubblicarmi, rinunciando al gelato per tutta l'estate per pagarmi un ufficio stampa esterno che mi promuova. L'editor con cui ho lavorato mi ha detto che il romanzo, a suo giudizio, è bellino. Mi ha precisato di avermelo detto quando non lo pagavo più e che quindi non devo, come avrei di certo fatto, lagnandomi in modo insoffribile, mettere in dubbio la sua sincerità! Tuttavia, per carattere, a me sembra che ogni rifiuto o ogni silenzio sia un giudizio inscalfibile a me come persona e che non ci sia medicina. Lo so, lo so, leggi, studia, migliora, lo so. Ci ho provato per tanti anni, pur avendone ancora 16 e mezzo, e non è servito. La lettera scarlatta, arrivata a questo punto, è la I di "imbecille/inetta". Io abbandono (quando sarà, per chiudere il cerchio, lascerò anche il forum ), dunque, ma con amarezza, anzi con rabbia.
  9. ophelia03

    Tradurre il proprio libro in altre lingue

    Mi piacerebbe tradurre le mie cose in inglese perché, a causa (proprio a causa) delle mie passioni, è come se fossero già scritte in quella lingua. In realtà sono solo scritte - male - in italiano. nessuno le vuole pubblicare qui, figuriamoci altrove, e farle tradurre cosa troppo per le mie misere tasche. Per fortuna, oltre che incapace e sprovveduta, sono molto povera, caratteristica che mi evita di sperperare denaro a caso.
  10. Su millemila manoscritti che vengono inviati spontaneamente, un numero esiguo trova la strada della pubblicazione. Testi buoni o molto buoni verranno scartati o non letti perché l'autore è un signor nessuno, perché il testo è finito nello spam, perché la CE ha pubblicato, negli ultimi sei mesi, un libro con un tema molto simile, perché, perché, perché. Altrettanti libri buoni o molto buoni verranno scelti. E la stessa sorte tocca a libri passabili e a volte anche a quelli bruttini. Magari un discreto libro fantasy sarà scartato e un discreto romance sarà selezionato perché c'è da fare un po' di editing, però si vendono che è una meraviglia. Può influire la reputazione on line dell'autore (io ce l'ho pessima pure in real life, sicché...) e anche la botta di c. non guasta. Insomma, la domanda è interessante, ma la risposta troppo aleatoria. Anche perché ciò che oggi tira potrebbe non tirare più entro pochi anni.
  11. A questa cosa non avevo mai pensato!
  12. Grazie per aver condiviso la tua esperienza e in bocca al lupo per il libro! Ti volevo mettere una freccina verde, ma oggi ne ho già messe troppe e non me ne fa mettere più. Devo frenare la mia compulsione da freccine.
  13. ophelia03

    Wattpad: opinioni ed esperienze

    Anna Todd credo che sia stata "notata" su Wattpad e anche una giovane autrice italiana (non so se posso fare i nomi, ne ho già fatto uno...!), se non ricordo male, è stata pubblicata da una grande casa editrice in seguito al successo su quella piattaforma. Non so, credo che valga anche lì uno su un milione ce la fa. E le logiche grazie alle quali ce la fa sinceramente non le conosco. Può darsi che c'entri la capacità di fare rete e crearsi una propria nicchia, come spesso accade per autrici e autori romance che pubblicano su amazon con un certo successo.
  14. La distribuzione sì, notizie sull'editing o sulla promozione, a mia esperienza, generiche o assenti. Solo esperienze concrete di altre persone a volte possono chiarire i dubbi.
×