Vai al contenuto

SantiagoN

Scrittore
  • Numero contenuti

    28
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

3 Neutrale

Su SantiagoN

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. SantiagoN

    Cosa state leggendo?

    Sto leggendo Cecità di Saramago e ho iniziato Tropico del Capricorno
  2. SantiagoN

    L'amore ai tempi dei social

    Ciao @Adelaide J. Pellitteri grazie per aver letto il mio racconto e per aver lasciato il commento! Sento di dovere delle scuse a tutti coloro che hanno letto per l'eccessiva presenza di refusi che il tuo occhio attento ha individuato. Mi fa piacere che il mio stile di scrittura ti sia piaciuto così come la storia. Condivido pienamente il tuo consiglio sulle opinioni. Devo comunque dire che a me piace il confronto e sono felice di leggere il pensiero di chi ha speso una decina di minuti per leggere ciò che ho scritto, inoltre ho trovato tutte le critiche molto utili fino ad ora. Non correrò mai il rischio di spersonalizzione! Scriverò sempre con il mio stile Grazie ancora! Alla prossima.
  3. SantiagoN

    La pasta madre

    Ciao @Lauram veramente bello questo racconto, mi ha fatto pensare a quanto sia intenso l'amore materno.
  4. SantiagoN

    Beginning.

    Ciao @MountainMadness ho letto il tuo racconto, mi è piaciuto. Stile interessante.
  5. SantiagoN

    L'amore ai tempi dei social

    Ciao @Eudes ! Scusa se ti rispondo solo ora. Comunque grazie per aver letto il racconto e per il commento. Ho trovato molto utili i tuoi consigli e come ho risposto sopra, questo è uno dei miei primi esercizi di scrittura! Sono consapevole che devo migliorare. Mi ha fatto piacere leggere il tuo commento, a presto!
  6. SantiagoN

    Hôtel Avenir Montmartre

    Grazie mille @m.q.s. !!
  7. SantiagoN

    Hôtel Avenir Montmartre

    Grazie @Poeta Zaza Mi fa piacere che tu abbia letto il mio racconto. Grazie per gli appunti, mi hanno spronato ad impegnarmi di più in futuro. Ho scritto questo breve brano di getto e, devo ammetterlo, per pigrizia l'ho riletto solo un paio di volte. Non mi trovo d'accordo sul troppo sdolcinato, è un opinione piuttosto soggettiva.
  8. SantiagoN

    Hôtel Avenir Montmartre

    Grazie @Lauram, troppo gentile
  9. SantiagoN

    Hôtel Avenir Montmartre

    Grazie mille @Adelaide J. Pellitteri per le belle parole , mi fa veramente piacere che tu ti sia ritrovata nelle emozioni che ho provato a descrivere, al meglio delle mie possibilità, nel racconto. Grazie anche per i consigli
  10. SantiagoN

    L'amore ai tempi dei social

    Ciao @Lauram grazie per essere passata! Mi fa piacere sapere che hai letto tutto il racconto e ci tengo a farti sapere che non mi sei risultata antipatica, anzi, terrò in considerazione la tua opinione in futuro Questo è stato uno dei miei primi esercizi di scrittura quindi accetto volentieri critiche. Provo a dare qualche spiegazione ai tuoi dubbi. Tancredi vede la persona da cui è sentimentalmente preso su Instagram, dove la realtà è filtrata (eccome) in modo abbastanza poetico ( foto studiate, didascalie profonde etc.) e cade nello sconforto perché non è parte della vita di quella persona. Quindi cerca un "antidolorifico" su Tinder dove la realtà è più effimera, tutti cercano altro. Valentina vendetta, Tancredi togliersi il sapore amaro di un amore finito male. Si aiutano a vicenda, con fini prettamente egoistici. Poi scoprono invece che può esserci altro, possono condividere romanticamente una notte, la realtà che vivono non è poi così triste. Si lasciano andare. Per questo ho deciso di rendere romantico il loro incontro, anche se ambedue sono presi da altre situazioni amorose nella loro quotidianità. Per quanto riguarda le descrizione in parte accetto la tua critica, effettivamente in alcuni punti ho descritto troppo. Questo è dovuto al fatto che sono un appassionato di cinema e di conseguenza mi piace scrivere in modo decisamente vivido tutte le situazioni. Invece non mi trovo d'accordo per ciò che concerne i momento in cui fanno l'amore. Secondo me non è così scontato che sia sempre delicato o dolce. Si può fare l'amore in tanti modi, ho deciso di raccontarlo così non ho dato spazio all'imbarazzo perché prima specificavo che si erano incontrati più di una volta. Grazie ancora, mi ha fatto piacere leggere la tua opinione! Spero di averti dato delle risposte convincenti!
  11. SantiagoN

    Hôtel Avenir Montmartre

    Commento Hôtel Avenir Montmartre Boulevard de Rochecouart, numero 39. Giugno. Parigi la mattina è un dipinto di Renoir. Il sole delinea perfettamente ogni dettaglio della Ville Lumière. Emanuele viene svegliato dalle carezze di una fresca brezza che entra dalla finestra aperta, nella stanza N° 603 dell’Hôtel Avenir Montmartre. Sofia dorme al suo fianco, rannicchiata su di un lato, i capelli arruffati le coprono parte del volto. Sonnecchia beata come una bambina. Il viso, rivolto verso di lui, poggia sul dorso della piccola mano, le palpebre chiuse le addolciscono gli occhi e la bocca è arricciata in un smorfia tenera, un po’ infantile. Le leggere coperte bordeaux l’avvolgono interamente, fino al viso, facendo da cornice a quella bella immagine. Emanuele la contempla con un sguardo intenso, chiude gli occhi voracemente, interrompendo l’estasi visiva per una frazione di secondo, come per scattare una fotografia ed imprimere nella memoria quel momento così perfetto. Lei è un bocciolo di rosa ammantato dalla rugiada fresca. Si alza con cautela, attento a non far rumore. I piedi toccano lo strato di moquette che copre il pavimento, è soffice ed arruffata in migliaia di ricci microscopici, lo aiuta nell’essere furtivo come un felino. Sebbene sia tarda mattina, la stanza è poco illuminata. I raggi di luce entrano da un unica porta finestra che si affaccia su un terrazzino, incastonato nel tetto, lastricato di zinco color prugna. La 603 è infatti un piccola mansarda. La vernice lucida, cerata, delle pareti, è di un vivace giallo canarino che riverbera in tutto l’ambiente una luce pallida. Emanuele si dirige verso il cucinotto e pigia il pulsante di accensione della macchinetta del caffè. Si china per estrarre dal comò due tazzine di ceramica e le poggia sotto il beccuccio della macchinetta, all’interno di ciascuna di esse lascia cadere due zollette di zucchero. L’acqua nel bollitore ha raggiunto la temperatura, preme il pulsante verde, segue un leggero tremito vibrante ed il caffè esce con un getto morbido, riversandosi nelle tazzine. Esce sul terrazzino e siede su una sedia di ferro battuto. Davanti si stende l’Arrondissement numero diciotto: Montmartre. Sveglio già da un po’, preso da una frenesia turistica. Sullo sfondo un cielo turchese. Gruppi di persone salgono la scalinata che porta alla collina dove svetta i il Sacré Coeur nel suo lucente travertino bianco; La cupola maggiore e le due più piccole affianco, la statua Jeanne d’Arc che ti accoglie all’ingresso. Appena sotto la finestra dell’albergo si srotola il largo Boulevard alberato, c’è un via vai incessante dalla fermata del Metrò Anvers. Dalla Brasseire Les Oiseaux, all’angolo con Square d’Anvers, spicca in volo il profumo di croissant e café avec du lait. Emanuele per un attimo sogna ad occhi aperti che in quella stessa strada abbia passeggiato un giovane Hemingway, magari in compagnia di Scott Fitzgerald. Se li immagina che salgono insieme la scalinata del Sacro Cuore, parlando dei loro scritti oppure di uno dei dipinti di Cézanne o Manet. Il primo aitante, il secondo malinconico. La génération perdue. Rue de Steninkerque si dipana come un rivolo tra i palazzi, stretta e piena zeppa di negozi di cianfrusaglie. Il quartiere è un una tela colorata da mille colpi di pennello di tempere vivaci e vibra come la vita. Immagina come sarebbe la vita lì, in tutte le stagioni. Sente Sofia che si sveglia e si stiracchia nel letto, strusciando il corpo snello tra le lenzuola. Rientra in camera si china su di lei e dandole un bacio soffice sulle labbra, “Buongiorno amore”.
  12. SantiagoN

    Un corpo e un'anima

    Ciao @Adelaide J. Pellitteri, ho letto con piacere il tuo racconto. Ho apprezzato lo stile con cui lo hai scritto, scorrevole. Descrizione vivida e ben riuscita. Mi è sembrato di stare in autostrada con loro. Parte che ho trovato divertente ed allo stesso tempo abbastanza spietata. In due righe hai delineato un personaggio in modo definito. Questa parte non mi fa impazzire. I soprannomi/nomignoli secondo me sono fuori contesto. Sono cose che fanno le adolescenti, a cui poi si ripensa con un po' di imbarazzo. Poi il maquillage hollywoodiano è un aggiunta abbastanza pretenziosa, come per dare un tocco chic alla descrizione. Cosa c'entra con il Brasile e l'Argentina? Con tutto il rispetto per Giannuzzo il panettiere, ma io non riesco proprio ad immaginarmelo mentre stende l'impasto e compone poesie. Mi sembra un poco esagerato. Leggendo il racconto si evince che le tre sorelle hanno definitivamente abbandonato un paesino isolato ed uno stile di vita stretto. Hanno trovato ben altro nel mondo ( autostrade a 18 corsie, maquillage hollywoodiano, aperitivi al tramonto) si ha la sensazione che tornino nel paesino con un senso di malinconia ed al contempo di superiorità, perché sono riuscite ad avere successo nel vasto mondo. Caterina che piange per un amore adolescenziale mi risulta poco credibile. Il racconto, a mio modesto parere, è scritto molto bene. Il fatto è che il racconto salta da una tematica all'altra: Paesino isolato e fermo nel passato, un funerale, lo zio che ha abusato delle nipoti, un amore adolescenziale, la vita nel mondo. La domanda che mi sono fatto, una volta finito di leggere, è stata: Cosa voleva raccontare di preciso?
  13. SantiagoN

    Espiazione

    Ciao @m.q.s., ti faccio i complimenti per il racconto, mi è piaciuto, introspettivo.
  14. SantiagoN

    Un'occasione sfuggita

    Ciao @Alessiomantelli, mi fa piacere che tu abbia apprezzato il racconto L'incipit ho voluto scriverlo appositamente così, mi è sembrato migliore, come se consegnasse al lettore un contesto ben definito. Grazie per i consigli! Ciao!
  15. SantiagoN

    Un'occasione sfuggita

    Ciao @Adelaide J. Pellitteri, grazie per aver letto il brano e per il commento. Qui devi rivedere la pelle scura "abbronzata" citata in precedenza. Una Sudamericana abbronzata si distingue? Direi che è possibile. Il Sud America ha visto afflussi di popolazioni europee, africane e asiatiche. Non sono tutti Inca, Maya o Aztechi laggiù! Nei libri dei maggiori autori Latino Americani si legge spesso di blancos, cholos, chino-cholos, etc. Quello che volevo comunicare è un tipo di bellezza , di un continente molto vasto e vario, infatti collego il Sud America ai tratti del volto non al colore della pelle. Grazie per i consigli, mi ha fatto piacere leggere la tua opinione.
×