Vai al contenuto

segg99

Scrittore
  • Numero contenuti

    31
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

3 Neutrale

1 Seguace

Su segg99

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

59 visite nel profilo
  1. segg99

    Tiepido abbandono

    ciao @Mario74, innanzitutto grazie per aver riesumato questo (relativamente) vecchio post. sono contento che tu abbia perfettamente compreso la chiave in cui è stata scritta questa poesia e soprattutto che ti sia piaciuta...a risentirci qui sul forum!
  2. segg99

    Diluvio

    Ciao @Lmtb99. Che bello trovare un coetaneo! Bella poesia, ermetica al punto giusto. Mi è piaciuta!
  3. segg99

    Illusione

    Ciao @Milamorrison27, eh si anche sta volta il tuo istinto nicciano non ha fallito. Felice che ti abbia colpito!
  4. segg99

    Illusione

    Ciao @Lauram, son felice primariamente che ti sia piaciuta, ma soprattutto che riesca a trasmettere ciò che io sento quando scrivo...
  5. segg99

    Illusione

    Una televisione in cerca di segnale sembra stanotte il frusciare del vento. L’incanto del vago, bellezza senza contorno; intorpidito il pensiero preannuncia mondi nuovi: già scomparsi saranno allo spuntar del sole.
  6. segg99

    Summertime

    Ciao @Elisa Audino, ho appena letto la poesia e mi ha colpito l'ermetismo, da cui però traspare un fiume, anzi un fiume in piena. Mi sembra la classica situazione in cui la poesia possa venir compresa solo tenendo in gran conto gli spazi bianchi, oltre che le scritte. Ecco che nei primi versi emerge quella funzione quasi salvifica della poesia, in cui non solo esse devono esser scritte, ma fanno costitutivamente parte dell'iinteriorità (mangio poesie, vomito poesie). Tra l'altro i tre versi danno un idea di climax ascendente che alla fine costeggia quasi la provocazione, l'impetuosità. Bello bello. Ecco che nel resto della poesia assistiamo alla dialettica tipica di ogni poeta: la regola, la forma su cui modellare ciò che vogliamo trasmettere. Ma ecco che impetuoso arriva il re, il signore incontrastato, grazie al quale anche questa poesia è stata scritta: l'io. Bella, mi sembra quasi una dichiarazione di poetica...
  7. segg99

    Tiepido abbandono

    Grazie @Poeta Zaza, son contento che sia risultata così comunicativa!
  8. segg99

    Oltre

    Ciao @Roberto Ballardini, gran bella poesia, complimenti. Mi riporta incredibili echi montaliani... ciao e buona giornara.
  9. segg99

    Addio.

    Ciao @ἀπόκρυϕος, la tua poesia mi richiama in modo preciso tante poesie leopardiane, soprattutto afferenti al ''ciclo di Aspasia''. Parto col dirti che con la formattazione da te adottata non si capisce bene la suddivisione in versi, ma forse non è una cosa voluta. La tua poesia mi ha molto emozionato, specialmente per quanto riguarda la seconda parte: Questa prima parte mi piace dal punto di vista contenutistico ma trovo che vi sia un aggettivazione troppo marcata (praticamente tutti i termini hanno un aggettivo, che in tutti i casi è posto in posizione incipitaria, rendendo questa prima strofa un po ridondante). Al contrario, trovo questa seconda parte estremamanente toccante, con quel velo di ''vago ed indefinito'' reso da alcuni termini che lo stesso Leopardi definiva ''poeticissimi''. Il disagio interiore che intendi esprimere qui emerge tangibile, anche grazie ad alcune figure utilizzate intelligentemente (''da quattro rudi traghettato nell'oblio''). È infine magistrale l'immagine resa nella parte finale della poesia (''Ma come di una lacrima il candido segno permane, dell' esistenza mia un disperato solco sul suolo pretendo''), dove viene forse suggerita l'idea di una poesia eternatrice, che lasci un segno di te sulla terra. Bella, mi è piaciuta. Ciao e buona giornata.
  10. segg99

    Tiepido abbandono

    Ciao @ἀπόκρυϕος, sono contento che la poesia ti sia piaciuta e onorato che sia stata in grado di toccare le corde dei tuoi sentimenti... tutte le mie poesie nascono da sensazioni e stati d'animo, cristallizzarli sottoforma di versi mi permette di avere l'opportunità di conoscere sempre più me stesso. Grazie per il tuo feedback, spero di leggere presto qualcosa di tuo!
  11. segg99

    Tra l'erba appena tagliata e la luna.

    Ciao @Hearts, come hai intuito, la poesia prende ispirazione da una serata in cui tre cuori (nello specifico due persone ed un cane), si trovano in un campo a guardare le stelle, venendo colpiti dall'atmosfera cristallizzata generata da una serie di fenomeni naturali che amplificano questo ''forte sentire'' (la luna, il campo, le luccioline ecc.). È una poesia molto semplice e personale che ho scritto su un taccuino proprio quella sera, per poter conservare un momento che, per quanto semplice, ho voluto ''eternare'' sottoforma di versi :).
  12. segg99

    Tra l'erba appena tagliata e la luna.

    Grazie @Lauram, sono contento ti sia piaciuta!
  13. segg99

    Tiepido abbandono

    Bravissimo @AzarRudif, hai colto perfettamente nel segno! L'errore più grave è considerare i momenti di ''inerzia'' come degli intervalli negativi e nient'altro. In realtà come diceva De Andrè, ''dal letame nascono i fior'', dunque, i momenti di apatia o stanchezza mentale possono essere terreno fertile per nuove suggestioni e avventure... Grazie e buona serata
  14. segg99

    Lasciaci bei sogni

    Ho molto apprezzato questa poesia! Mi ha richiamato degli echi leopardiani, ovviamente in chiave moderna...complimenti!
  15. segg99

    Tiepido abbandono

    Grazie @Milamorrison27, sono contento ti sia piaciuta!
×