Vai al contenuto

Luke_85

Scrittore
  • Numero contenuti

    24
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

11 Piacevole

Su Luke_85

  • Rank
    Luke_85

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Luke_85

    Premio Italo Calvino XXXIII edizione [scad. 28/10/19]

    Comunque sulla pagina Facebook del Calvino, nel post in cui si annunciava l'annullamento della premiazione del 27, una persona nei commenti ha chiesto se le chiamate sarebbero state fatte lo stesso e anche se erano già state fatte. La risposta del Premio è stata che "i tempi sono più dilatati"...
  2. Luke_85

    Premio Italo Calvino XXXIII edizione [scad. 28/10/19]

    Mi chiedevo: siccome quest'anno non c'è nessuna premiazione in presenza, non è che magari i finalisti NON vengono avvisati e si trovano direttamente il nome on-line il 15 giugno? Tanto, non essendoci la cerimonia, viene meno il senso della telefonata, fatta anche (soprattutto?) per motivi logistici (prenotazione treno e hotel, organizzazione del proprio lavoro ecc.). Inoltre: chissà se pubblicano sempre il 15 giugno anche i segnalati, o se aspettano fine mese come al solito...
  3. Luke_85

    Premio Italo Calvino XXXIII edizione [scad. 28/10/19]

    Vero. Io sono sicuro che una buona dose sia fattore C guidi anche la fase preselettiva: metti che il tuo romanzo venga dato, per caso, a tot lettori che, per caso, sono in linea con le tue corde, o che nel tuo romanzo dici qualcosa che li tocca. Hai più possibilità di andare avanti. Oppure, al contrario, il tuo scritto finisce in mano a gente che non bazzica il tuo genere. Per esempio io non ho mai letto libri di fantasy, sono piuttosto un realista... mi capitasse un fantasy, ne coglierei lo spessore (se c'è) ma sarei sicuramente più preso da un libro in stile Carrère. Quindi sì, fattore C eccome, in tutti i concorsi di questo tipo. Fattore che cerchiamo tutti di arginare col fattore B, Bravura :-)
  4. Luke_85

    Premio Italo Calvino XXXIII edizione [scad. 28/10/19]

    Secondo me la seconda fase è più collaborativa. Avendo una decina di manoscritti - che si presuppone leggano, almeno in parte, oltre a basarsi sui giudizi dei lettori - penso che facciano un paio di riunioni in cui si scambiano opinioni fino ad arrivare a un nome condiviso. D'altronde sono tutti scrittori affermati, penso sappiano accordarsi sul migliore, tra dieci finalisti.
  5. Luke_85

    Premio Italo Calvino XXXIII edizione [scad. 28/10/19]

    @Stefano Deda Sì, hai ragione, deve funzionare bene o male così. Io sono fiducioso nella serietà del premio, per quanto negli anni abbia avuto qualche perplessità sui vincitori (ad es. per Cartongesso di Maino non sono riuscito ad andare oltre pag. 20, mentre molto valido mi sembra, a prima vista, il vincitore dell'anno scorso; meno convincente la Veladiano, che è un po' melensa, ma appunto: il melenso vende molto, specie se condito col femminismo). Ecco, magari sarebbe utile sulla scheda avere il punteggio in decimi... che se uno prende 7, si mangia le dita, ma quantomeno sa di avere prodotto un'opera di qualità. Allo stesso tempo si potrebbero annunciare gli ottanta che sono ai quarti di finale, diciamo, e magari rendere la scheda una vera scheda, con dei punteggi che ricalchino gli elementi base della narratologia: Tempo, spazio, personaggi, narratore e focalizzazione, struttura, lingua e stile. Sarebbe molto interessante.
  6. Luke_85

    Premio Italo Calvino XXXIII edizione [scad. 28/10/19]

    Secondo me una cosa che sarebbe utilissima da leggere nelle proprie schede è in quale fase della selezione si è stati eliminati (e quindi fare anche sapere quante sono queste benedette riunioni di esame dei manoscritti). Voglio dire: un conto è essere eliminati subito, un conto è mancare la segnalazione per un soffio. Almeno uno si fa un'idea e valuta se rimandare l'opera nell'edizione successiva, se mettersi a lavorare a un altro progetto o se cambiare hobby. Oppure, altra soluzione, sarebbe pubblicare progressivamente i nomi dei selezionati sul sito. Io ho partecipato per la prima volta l'anno scorso e ho ricevuto una scheda oltremodo positiva, in cui mi si facevano dei rilievi formali, un paio anche discutibili. Li ho dunque corretti e ho rispedito quest'anno senza ritoccare la trama, se non inserendo un breve capitoletto. Incrocio le dita e, come voi, aspetto la telefonata. :-)
  7. Luke_85

    Le schede di lettura del Premio Italo Calvino

    Mah, io non starei a fare troppi calcoli del tipo "ne hanno sempre segnalati nove, quest'anno otto". Non credo che ragionino in modo così aritmetico: non avranno trovato nessun altro testo al pari degli altri. Secondo me si arriva nella prima trentina (vincitore, finalista, segnalati) con perfezione scrittoria (ad es. io mi sono stupito dell'attenzione che dedicano ai refusi, che sono gli errori meno gravi; peraltro ci pensa poi un eventuale editing ad aggiustare tutto) e confezionando un testo che, per argomento, capita nelle mani dei lettori giusti, che magari hanno un pallino proprio per quella tematica. Poi, dovendo fare una selezione, c'è sempre comunque quello che rimane fuori. Ma il trentunesimo magari è un signor romanzo. Io ribadisco che sarebbe interessante, nella scheda, conoscere a quale livello della selezione il proprio manoscritto è stato scartato. Cioè se si è trentunesimi o settecentesimi.
  8. Luke_85

    Le schede di lettura del Premio Italo Calvino

    Secondo me i dieci mesi di distanza tra la deadline e la proclamazione del vincitore ci possono anche stare. Darei però man mano comunicazione agli esclusi della loro eliminazione dal torneo. E redigerei le schede man mano. Uno magari si fa illusioni fino a maggio e invece l'hanno eliminato a dicembre...
  9. Luke_85

    Le schede di lettura del Premio Italo Calvino

    @Mafraboh, forse intendono troppo corretta da sembrare poco spontanea. Es. Invece che "sono andato", "mi sono recato", invece che "messo", "collocato". Come se fossi stata ipercorrettiva nella revisione del testo. Io lo chiamo italiano ingessato.
  10. Luke_85

    Le schede di lettura del Premio Italo Calvino

    @Edgar75Hai dubbi comprensibili e condivisibili. In realtà i rilievi sui tempi verbali non erano bazzecole: ho scritto una storia tutta al presente, inserendoci però diversi flashback (tra cui un paio troppo lunghi e che secondo loro non aggiungono nulla alla narrazione principale) in cui alterno passato prossimo, remoto e salti nel futuro, e questo secondo loro disorienta il lettore. E' opinabile, per carità, infatti le dieci persone che l'ho fatto leggere non mi hanno detto niente in merito. Faccio un esempio che invento al momento: "Conobbi Tizia all'età di ventiquattro anni. All'epoca mi ero appena laureato, spendendoci tutte le mie energie. Poi, col tempo, avrei capito che quegli anni spesi sui libri avrei fatto meglio a trascorrerli diversamente". In realtà io continuo a pensare che possa funzionare e che, insomma, il lettore non sia ebete (per esempio questi scatti temporali li fa tranquillamente Emmanuel Carrère... ma appunto, lui può permetterseli... però francamente penso anche io, almeno da un punto di vista "ontologico", diciamo...). Ma mi rendo conto che loro hanno uno sguardo da "professori" verso degli scrittori che sono aspiranti autori e quindi hanno una visione "grammaticale" della scrittura. Lo rimanderò per più motivi: il primo è che i commenti erano molto positivi (la prima pagina è tutta di pregi), perché alla fine al massimo prendo un altro no, perché come ho scritto nel mio post di prima è più facile lavorare sulla forma che sulla trama e sui personaggi. E infine perché c'è questo benedetto fattore C che bisogna inseguire un po'. Avrebbe vinto Serio se la sequenza dei lettori nelle varie fasi fosse stata diversa? Non lo so. Io posso consigliarti di rimandarlo, a meno che il giudizio che hai ricevuto non sia più negativo che positivo: se ti hanno detto che la trama traballa, i personaggi sono poco convincenti, che ci sono errori di verosimiglianza, che ci si annoia durante la lettura, allora meglio che mandi un testo nuovo. Avresti troppo materiale da rimaneggiare. Poi io non credo che la qualità sia così alta, ci sarà di tutto (nel forum dedicato c'è gente che scriveva "io ho mandato il romanzo e avevo finito di scriverlo la sera prima", figurati). Sperare nell'annata fiacca non fa male (è comunque sempre fattore C), però indubbiamente è meglio avere buone idee e originali e saperle scrivere bene. Cioè essere un buono scrittore :-)
  11. Luke_85

    Le schede di lettura del Premio Italo Calvino

    E' arrivata a me pure, e devo dire che sono molto soddisfatto. Due pagine, un paragrafo iniziale di sinossi approfondita e poi tutto commento. Mi sono stati fatti molti rilievi oltremodo positivi sulla trama, la sua costruzione e gli argomenti trattati, mentre quelli negativi riguardavano essenzialmente la gestione dei tempi verbali nei flashback e nelle anticipazioni, da limare. Ho notato una comprensibile puntigliosità sull'aspetto linguistico, che è "sostanzialmente corretto", salvo i refusi e, per esempio quattro "sè" invece che "sé" (... ma gli altri 40 erano scritti giusti!) Dei punti critici che pensavo mi avrebbero elencato, non ce n'era uno solo (anzi, c'erano rilievi positivi per alcune cose del romanzo che io ritenevo da ritoccare), e questo mi ha confortato: vuol dire che il romanzo, nella sua complessità, funziona bene così. E sono contento perché è più facile rimettere mano alla forma che alla sostanza, almeno nel mio caso. Penso che correggerò e rimanderò.
  12. Luke_85

    Le schede di lettura del Premio Italo Calvino

    @Rescritto Ma quindi è un piccolo testo? Io pensavo una cosa fatta a sezioni (grammatica, trama, impaginazione ecc.)
  13. Luke_85

    Le schede di lettura del Premio Italo Calvino

    Potete darci qualche anticipazione? Come è fatta?
  14. Luke_85

    Le schede di lettura del Premio Italo Calvino

    @alexcarmSì. E in questo senso fanno bene a tenere la quota di iscrizione alta. Almeno scremano un po' a monte. Io scrittore (gratis): quasi 3000 manoscritti. Calvino a pagamento (quota alta): 730. Pensa se chiedessero venti euro...
  15. Luke_85

    Le schede di lettura del Premio Italo Calvino

    @FrancescamSì, hai ragione, mi è uscita un'espressione troppo forte. Diciamo: "gente che si sopravvaluta", ecco. Comunque non è affatto detto che la quota di iscrizione alta scoraggi gli incapaci. Semmai limita il numero di iscritti, infatti il torneo Io scrittore, gratuito, ha avuto quasi tremila partecipanti.
×