Vai al contenuto

NicoLeo

Scrittore
  • Numero contenuti

    23
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

20 Piacevole

Su NicoLeo

  • Rank
    Nicolas Leo
  • Compleanno 19/10/1999

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Interessi
    Disegno, film d'animazione, viaggi, lettura, scrittura, videogame e cura del proprio corpo. Eclettico nei gusti musicali.

Visite recenti

81 visite nel profilo
  1. NicoLeo

    Beretta Mazzotta Agenzia Editoriale

    Seguo da diversi mesi e con molta passione Chiara Beretta Mazzotta, e per quel poco che ho esplorato del mondo editoriale mi sembra una persona molto competente, gentile e di buon cuore (anche i consigli che dà nei suoi video sembrano offerti con sincera passione). Io ho un solo romanzo nelle mie mani e finora è l'unico progetto che abbia seriamente concretizzato nella mia vita (nel senso che quantomeno ne ho finito la prima stesura). Non ho ancora la possibilità economica per la sua scheda di valutazione, quindi per ora non ha senso che la contatti, ma leggendo delle vostre esperienze sono giunto alla conclusione che se il mio testo necessità di un editor (e probabilmente è così), voglio che sia lei!
  2. NicoLeo

    IoScrittore

    Non cito nessuno perché ne avete parlato un po' tutti, ma sento di dover fare una precisazione: anche io, riguardo ai difetti di punteggiatura, ho giustamente abbassato il voto per "grammatica e ortografia" e non certo per trama, personaggi o originalità. Però, ragazzi, la punteggiatura è esattamente uno dei motivi per cui un testo può risultare illeggibile. Definisce il ritmo, definisce lo stile, e soprattutto definisce il senso del discorso. Non è meno importante del lessico utilizzato, in questo senso. E nelle mie valutazioni ho sempre spiegato generosamente il voto dato a grammatica e ortografia, a volte riportando degli esempi direttamente dal testo, perché mi sembrava giusto così, piuttosto che lasciare un 4 o un 5 qualunque facendo finta di niente. Ci sono 3000 caratteri a disposizione; per tenere conto della punteggiatura lo spazio c'è eccome.
  3. NicoLeo

    IoScrittore

    Restando In Topic, nelle valutazioni degli incipit che mi sono stati assegnati ho sempre tenuto conto della punteggiatura, segnalando spesso proprio i casi di virgole fra soggetto e predicato. Vero è che il suo utilizzo dipende anche dalle scelte stilistiche di ciascun autore, ma per azzardare con la punteggiatura ci vuole molta consapevolezza e, soprattutto, molta abilità a gestire il ritmo della narrazione (che in molti dei miei incipit, appunto, è pessimo). La (singola) virgola fra soggetto o predicato è, se non proprio errata, un azzardo enorme, che a parer mio andrebbe sempre evitato. Soprattutto se si tratta di proposizioni semplici, che non hanno alcun bisogno di essere appesantite inutilmente. Oppure nei casi di frasi spezzate, in cui c'è appunto un'espressione aggiuntiva che divide la frase: in questi casi si può talvolta scegliere di non mettere alcuna virgola o di metterne due, una prima e una dopo la parte che "spezza", ma tanti la mettono erroneamente solo prima o solo dopo. E purtroppo in più di metà degli incipit che mi sono stati assegnati la punteggiatura è così, estremamente disordinata, non solo per quanto riguarda le virgole. In effetti sono arrivato alla conclusione che alcuni, semplicemente, non la sanno usare (o pensano di poterne aggirare le regole a proprio piacimento).
  4. NicoLeo

    IoScrittore

    @SeeEmilyPlay Il mio "problema" (non è un gran problema, lo so) è che mi sento molto orgoglioso delle parti centrali e finali del mio libro, mentre per quanto abbia visto e rivisto i primi capitoli, su quelli nutro delle insicurezze (quindi, non so, mi piacerebbe poter offrire, anziché l'incipit, un estratto a mia scelta che sia fruibile anche se estrapolato da metà romanzo, ma capisco che non sia molto fattibile). E non ne capisco tanto il motivo: forse, semplicemente, è perché li ho riletti così tante volte anche rispetto ai successivi che alla fine mi sono venuti a noia. Ma che dire... Hai ragione! Fiducia in noi stessi, e basta paranoie. Conto inoltre sulle parole dei miei lettori beta, che ritengono l'incipit interessante e adeguato.
  5. NicoLeo

    IoScrittore

    @Stevenson sono contento di sentirlo, perché anche il mio incipit è così. Anticipa, presenta alcune cose, introduce lo stile e il mood del romanzo senza che la storia vera e propria si porti molto avanti. Ho detto che è piuttosto corto e che questo mi preoccupava, ma adesso non sono più preoccupato. Grazie
  6. NicoLeo

    IoScrittore

    @Amy hai ragione. Purtroppo anche nel mio caso (anche se il genere è "sentimenti") la storia ha bisogno di partire lentamente per acquistare ritmo e coinvolgimento solo più avanti. Per esempio il mio protagonista, che costituisce la voce narrante, non rende noto il suo nome al lettore fino al quinto capitolo (per quanto i capitoli non siano molto lunghi) ma un motivo c'è, ed è legato a un altro personaggio e al modo in cui questo altro personaggio si infiltrerà nella sua vita e nel corso dei suoi pensieri. Ovviamente dalle prime venti pagine ciò non si evince e, chissà, magari qualcuno penserà che mi sono banalmente dimenticato di presentarlo subito, non capendo invece che è una cosa voluta. Ovviamente il nome viene indicato nella sinossi, ma comunque...
  7. NicoLeo

    IoScrittore

    Anche io, purtroppo, non sono convintissimo del mio incipit, nel senso che sono convinto la parte davvero coinvolgente venga dopo. E purtroppo, per una questione di capitoli, non ho neanche sfruttato al massimo il numero di caratteri disponibile... Mi sto un po' mangiando le mani per questo. Ma spero davvero che le valutazioni siano comunque buone.
  8. NicoLeo

    IoScrittore

    tanto tempo fa*
  9. NicoLeo

    IoScrittore

    Ragazzi, aiuto. Mi sono appena accorto di aver fatto un errore stupidissimo nel testo dell'incipit: il titolo. Il nome del mio romanzo è un (singolo) termine inglese (inglese per il semplice fatto che non esiste un vero equivalente in italiano), e per questo motivo tanto tempo decisi di aggiungere almeno un "sottotitolo" in italiano. Come capita spesso, però, poco prima che iniziasse la valutazione degli incipit ho cambiato idea sul sottotitolo. Credevo di averlo cambiato sia nei dati sul romanzo che nella copertina del testo dell'incipit, ma oggi ho riscaricato il file rtf dall'Area Utente e... c'è il sottotitolo vecchio. Quindi nel testo il titolo risulta diverso da come appare nel database di IoScrittore. Credete sarò svantaggiato per questo?
  10. NicoLeo

    IoScrittore

    È la prima volta che partecipo a questo torneo. È la prima volta, a dire il vero, che partecipo a qualsivoglia torneo o concorso letterario. Ho dato la sufficienza a meno della metà degli incipit che mi sono stati assegnati. Tre su dieci mi sono piaciuti e hanno ricevuto voti abbastanza alti (8.5 di media, più o meno), in uno di questi ho visto proprio un possibile capolavoro. Si tratta di una storia sentimentale raccontata attraverso il flusso di pensiero di due ragazze destinate a stare insieme, ovviamente a punti di vista alternati. Mi è piaciuto davvero molto, e onestamente la qualità della scrittura mi ha messo anche un po' in soggezione. Inoltre (ma questo non c'entra niente con il giudizio che ho dato), essendo pure il protagonista del mio romanzo omosessuale, mi ha dato un certo sollievo verificare da subito che non sono "da solo". Un altro dei dieci che mi hanno assegnato non è un romanzo, bensì un resoconto di testimonianze e storie vere sulla stregoneria in Africa. Un altro ancora è una storia sentimentale a cui ho dato bei voti, a parte un 6 alla grammatica (causa punteggiatura disordinata) e un altro ancora è una finzione autobiografica scritta bene e molto coinvolgente. Gli altri... terribili. Pieni di refusi, personaggi stereotipati e frasi che non diresti nemmeno al bar di paese in mezzo alla narrazione diretta. Ma quello che mi ha lasciato davvero perplesso è l'utilizzo della punteggiatura: in quasi tutti i testi che ho dovuto valutare virgole e punti sono stati messi a caso. Continue virgole fra soggetto e predicato, mancanti invece dove necessarie. Periodi senza senso di una lunghezza allucinante. Vi giuro che non vorrei sembrare presuntuoso o arrogante, ma mi chiedo: queste persone hanno mai preso in mano un romanzo?
  11. NicoLeo

    Meucci Agency

    No, ci mancherebbe, non intendevo affatto sembrare ingrato. Come ho già scritto, apprezzo davvero la disponibilità e la cortesia della Meucci. Anzi, sono stato piacevolmente sorpreso dall'ulteriore risposta di scuse (che non mi aspettavo).
  12. NicoLeo

    Meucci Agency

    La Meucci mi ha poi risposto a sua volta ringranziandomi per la pazienza e scusandosi per il ritardo (dovuto al Salone di Torino). Mi domando solo perché si prenda la briga di scusarsi per questo, ma non di dare una vera motivazione ai rifiuti che non sia il solito e generico "non ci vediamo capaci di rappresentarlo". Apprezzo la cortesia (non scontata) di scusarsi per il ritardo, ma sarebbe utile avere piuttosto una motivazione specifica, anche di poche parole, sul motivo del rifiuto. Da giovanissimo autore sento di aver bisogno di ogni tipo di stimolo.
  13. NicoLeo

    Meucci Agency

    Anch'io ho ricevuto una risposta negativa, che (se non sbaglio) è la stessa da anni. "...Abbiamo letto con attenzione la sua proposta e siamo spiacenti di comunicarle che non rientra nel profilo di opera che ci vediamo capaci di rappresentare. Poiché questa decisione risponde a un criterio di analisi e gusto del tutto personali e soggettivi, la invitiamo a contattare altre agenzie. Ringraziandola per la fiducia accordataci, un cordiale saluto," Ho salutato cordialmente e ringraziato a mia volta. Ragazzi, non perdiamo la speranza!
  14. NicoLeo

    Meucci Agency

    Va bene, allora sarà per il Salone del Libro o per le feste (come pensavo). Teniamoci aggiornati!
  15. NicoLeo

    Meucci Agency

    Una settimana è passata e non mi è arrivata nessuna mail di risposta, eppure sono riuscito a rientrare fra le proposte della mezzanotte. Il mio telefono purtroppo non prende in casa, e non posso nemmeno sapere se l'agenzia mi ha telefonato quando non ero disponibile. Pensate sia possibile? Qualcuno di voi ha già ricevuto un esito? E per chi l'ha ricevuto nei mesi passati, voi siete stati contattati per email o per telefono?
×