Vai al contenuto

dyskolos

Scrittore
  • Numero contenuti

    257
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

122 Popolare

3 Seguaci

Su dyskolos

  • Rank
    Il miglior narratore del mondo, modestamente

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Italia, Sicilia

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    Capperi, un refuso: doveva essere concorrenza concordanza
  2. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    Anch'io uso il "sono" e dico "Le Marche sono una regione", perché secondo me è giusto così, in quanto "Marche" è plurale: me lo dice anche l'articolo "le". Anche "Le Marche è una regione" va bene, ma bisogna sapere che quest'ultima forma contiene una concordanza a senso. In le Marche sono una regione la concordanza è grammaticale. In le Marche è una regione la concorrenza è a senso. Sono entrambe forme corrette, alla fin fine. Che poi, dal punto di vista pratico, l'Italiano consente molte strategie per evitare di trovarsi in situazioni strane di questo tipo Per esempio, possiamo dire "La regione Marche ecc..."
  3. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    @mercy troppo buona Però devo farti un rimbrotto amichevole. Sai che per colpa tua stanotte non ho dormito pensando a un concetto che hai espresso tu in questa discussione? Quello dell'azione di essere. Uhm... concetto molto produttivo, devi dire, soprattutto in ambito filosofico. Ho pensato tutta la notte a frasi come "l'essere è, il non-essere non è" e non sono riuscito a chiudere occhio
  4. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    D'accordo, alla grande! Un paese in cui si possa concepire (anche solo parzialmente) la pena di morte avrei qualche sul considerarlo "civile". Hai ragione. È che ultimamente ho notato che metonimia e sineddoche sono usati sempre più spesso come sinonimi e mi sono lasciato coinvolgere La stessa sineddoche esiste in Olanda/Paesi Bassi. Marcello potrà confermarlo
  5. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    Forse il nostro @Ospite voleva parlare della metonimia frequente Stati Uniti d'America ---> America. D'altronde lo dice anche Trump: Make America Great Again, dice; e lo scrive pure su quegli orribili cappellini rossi che si mette.
  6. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    A me suona peggio il "d'America" in ambito informale In fondo, è una questione di lana caprina
  7. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    Appunto, in ambito formale. In ambito informale, no. E qui è un ambito informale. Domani vedrò la partita tra Repubblica Italiana e Estado Libre Asociado de Puerto Rico, mica Italia-Porto Rico Scherzo, ho capito il tuo punto
  8. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    Esatto, mi riferivo proprio a questo. Quindi Gli Stati Uniti è grande è giusto? Gli Stati Uniti sono grandi, no? E allora perché l'articolo davanti a "Stati Uniti" è "gli" (plurale) e non "il" o "lo" (singolare)?
  9. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    Ma no, scusa, non è per niente un errore: è semplicemente un'altra forma, quale the US, the States. Tu diresti che è scorretto l'Italia perché si dovrebbe dire la Repubblica Italiana?
  10. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    Addirittura io l'ho visto molte volte scritto con la virgola: The best country in the world is, the United States. Io non l'ho considerato perché intendevo negli esempi "gli Stati Uniti" come entità unica, indipendentemente dalla presenza del "d'America". Per come la vedo io, il "d'America" negli esempi non cambia nulla; il che è chiaro nella versione col Brasile: il Brasile del calcio femminile sono gli Stati Uniti. Qui è più chiaro che parlo di squadre, quindi entità uniche. Per evitare che qualcuno pensasse che io ce l'abbia con gli americani, avevo anche proposto questa frase: Il miglior paese del mondo sono gli Stati Federati di Micronesia. Così non si offende nessuno Dannazione! Sì, è proprio questo il punto: la non concordanza di numero Se infatti il paese fosse declinabile al singolare, non ci sarebbe nessun dubbio: Il miglior paese del mondo è l'Italia e L'Italia è il miglior paese del mondo sarebbero senza dubbio due forme corrette.
  11. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    Questa è un aspetto a cui ho pensato. In inglese "The United States" è singolare, quindi la frase "The best country in the world IS the United States" dovrebbe essere corretta. Poi ho preso una lingua romanza: il siciliano. Bene, in siciliano invece il plurale va bene. La frase sarebbe: lu megghiu paisi di lu munnu sunnu (=sono) li Stati Uniti. Tra l'altro, in inglese anche la versione originale col Brasile e il verbo al singolare dovrebbe essere giusto: [the] Brazil of women's football is the United States. Nelle vostre lingue locali/dialetti/idiomi quelle frasi come diventerebbero e il verbo sarebbe al plurale o al singolare?
  12. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    Ho usato "somiglia" per diplomazia Allora, quando dicevo che entrambe le forme (il miglior paese del mondo è gli Stati Uniti e il miglior paese del mondo sono gli Stati Uniti) sono corrette, non sbagliavo?
  13. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    Era la stessa discussione: cominciammo con "a me queste cose fanno paura" e finimmo col parlare di "quant'altro", se la memoria non m'inganna
  14. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    Forse mi ricordo. Parlavamo di "... e quant'altro"? Mi stanno crescendo due protuberanze sulla testa. Che saranno mai? Dai, non sono così cattivo
  15. dyskolos

    Gli Stati Uniti sono il miglior paese del mondo?

    Dico un po' l'origine di questa riflessione. Mi è venuta mentre guardavo la partita di calcio femminile Italia-Giamaica (per la cronaca, l'Italia ha vinto cinque a zero, grandi!). Ho immaginato un fatto. Lo racconto come se fosse realmente accaduto, ma non è accaduto (se non nella mia testa). Amico: Dysk, che fai? Io: Sto guardando una partita di calcio femminile, Italia-Giamaica. Amico: calcio femminile? bello! Ma... ascolta, dysk, io non me n'intendo, ma... qual è la squadra più forte nel calcio femminile. Per i maschi credo sia il Brasile... Io (me ne esco con una metafora): Be', il Brasile del calcio femminile SONO gli Stati Uniti. Amico: Ma no, dysk! Si dice il Brasile del calcio femminile È gli Stati Uniti. Il soggetto è "il Brasile", quindi il verbo va accordato di conseguenza. Io: No, no, ti sbagli. Il Brasile del calcio femminile SONO gli Stati Uniti è giusto: il soggetto è "gli Stati Uniti". Tempo fa leggevo il servizio di domande&risposte della Treccani. Un tizio chiese (più o meno, vado a memoria): nella frase l'albero è fiorito come faccio a capire se è fiorito è un predicato nominale (come in l'albero è grande) o il participio passato del verbo fiorire? La risposta, piuttosto imbarazzata, fu di questo tipo: in effetti la situazione è ambigua, come in molti casi in cui c'è il predicato nominale. In italiano non è possibile stabilirlo. Sull'Enciclopedia dell'Italiano Treccani leggo: "La proprietà fondamentale del soggetto in italiano è quella di determinare l’➔accordo col predicato (verbale o nominale) [...] L’accordo riguarda la ➔ persona e il ➔ numero (tu canti / il ragazzo canta / i ragazzi cantano) e [...] il ➔ genere. [...] Uniche possibili deflessioni si hanno coi verbi copulativi (➔ copulativi, verbi) nel caso di presenza di soggetto e predicato nominale di generi diversi: il momento più interessante della conferenza è stato [o è stata] la parte sul cinema surrealista". L'Enciclopedia, faccio notare, parla di "generi diversi", che non è esattamente il mio caso, ma somiglia molto.
×