Vai al contenuto

dyskolos

Scrittore
  • Numero contenuti

    1.280
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    2

dyskolos ha vinto il 2 settembre 2019

dyskolos ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

713 Magnifico

Su dyskolos

  • Rank
    Il Sommo Misantropo
  • Compleanno 11 febbraio

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Sicilia

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. dyskolos

    quanto spazio concedere ai flashback

    Uhmm... mi viene in mente che le due cose possono convivere senza litigare Magari c'è un personaggio ottantenne che racconta un episodio (non un sodio felice, un "happy sodio", ho letto anche questo ) occorso quando aveva trent'anni. In questo senso potrebbe esordire in medias res e poi uscirsene non una frase tipo: "Cari miei venticinque lettori, in realtà la cosa cominciò due anni prima. Ero dal panettiere a comprare un pacco di biscotti, quando entrò una donna, che mi s'appressò trafelata e chiese dove fosse la stazione, ma io…". All'inizio del Fu Mattia Pascal c'è questa frase: "Ho detto troppo presto, in principio, che ho conosciuto mio padre. Non l'ho conosciuto. Avevo quattr'anni e mezzo quand'egli morì". Bella domanda! Io direi in breve che per scrittori esperti come te non hanno alcun senso. Io faccio finta di essere esperto e mi concedo la libertà di strafregarmene in certi punti. Le regole, che in verità sono consigli, pervadono la Rete, ma hanno un difetto enorme, cioè sono elargite quasi sempre senza contesto.
  2. dyskolos

    L'incubo del riscrivere

    È quello che faccio io, così poi ho poco da fare in fase di revisione finale. La stesura naturalmente è molto lunga. Diciamo che revisiono mentre scrivo. Per me è meglio così
  3. dyskolos

    L'incubo del riscrivere

    È quello che faccio io, così poi ho poco da fare in fase di revisione finale. La stesura naturalmente è molto lunga. Diciamo che revisiono mentre scrivo. Per me è meglio così
  4. dyskolos

    Cosa state leggendo?

    La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi.
  5. dyskolos

    Cosa state scrivendo?

    Caspita, addirittura te lo stai riscrivendo tu? Cos'è, un remake? Io lo voglio, una specie di Hemingway feat. Butch
  6. dyskolos

    Dubbio sul tempo verbale

    Scusa se mi inserisco. Nel parlato (e anche nello scritto informale, a dirla tutta), in un caso come questo, è diffuso il "dativo etico" (c'era anche in latino). Tipo: sai chi ti rivedo? Sempre nell'ottica di mettere in evidenza qualcosa.
  7. dyskolos

    Dubbio sul tempo verbale

    Ciao @Pincopalla Forse dipende dal contesto. Il brano di @Poeta Zaza ha solleticato il mio animo da vecchio autore di thriller e mi ha fatto immaginare una pagina di diario. Dopo quelle righe, avrei chiuso la pagina di diario e il capitolo, lasciando un po' di mistero. Così ottieni il meglio da ogni tempo. Non c'è alternanza, ma l'effetto-suspense rimane Meglio se Davide si sofferma su qualche particolare in più, oltre al titolo e all'autore: per esempio, su due occhi ferini stampati sulla copertina.
  8. dyskolos

    Dubbio sul tempo verbale

    Credo che tu lo possa fare. È un "presente storico" e può andare bene
  9. dyskolos

    Quanto è importante per voi il tema?

    Forse io sono uno di quegli "alcuni" Con "premise" intendi la "premessa narrativa"? La premessa deve esserci per forza, sennò uno da dove parte? La morale no. Se c'è, bene, ne sono felice; se non c'è, anche "chissene?". Per me il tema è fondamentale. Mi vengono in mente mille personaggi e mille trame, ma scelgo quella che più aderisce al tema. Che non sempre è palese. Sto scrivendo un thriller e questa volta il tema è esplicito. Penso di regolarmi così anche in futuro: col tema esplicito, palese, inequivocabile, quasi svelato all'inizio.
  10. dyskolos

    Cosa state leggendo?

    Molto bello, ma non voglio spoilerare quindi non aggiungo altro
  11. dyskolos

    Cosa state leggendo?

    La paziente silenziosa di Alex Michaelides. Un thriller "anglogreco" molto interessante.
  12. dyskolos

    Dubbio grammaticale

    Allora considera la mia risposta. http://www.treccani.it/enciclopedia/concordanza-a-senso_(La-grammatica-italiana)
  13. dyskolos

    Dubbio grammaticale

    Per me vanno bene entrambi. Nel primo caso la concordanza è a senso; nel secondo, è grammaticale. La concordanza a senso implica un registro lievemente più basso
  14. dyskolos

    Minchia, signor tenente!

    Stavo per rimproverarti asperrimamente (si può dire? ) per l'altezza della letteratura presso cui pasci il il tuo intelletto Comunque, sì, secondo me quello sta per diventare il nuovo slang gggggiovane. Tu sei vecchia e non puoi parlare: sei nata nel secolo scorso, me che dico secolo? di più… nel millennio scorso. Bai, olrait and above all let's kiss our hands, my old sister, yeah
  15. dyskolos

    Minchia, signor tenente!

    MI hai incuriosito e ho dato un'occhiata… forse dovrei dire "orecchiata" Anche lui dice "right", quasi come il mio personaggio che dice iuarrait.
×