Vai al contenuto

Bullitt70

Scrittore
  • Numero contenuti

    63
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

17 Piacevole

Su Bullitt70

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Bullitt70

    Problema con "Sigil"

    Grazie mille Yaxara
  2. Bullitt70

    Problema con "Sigil"

    In effetti si... uso un font tipo "manoscritto" (preso dai google fonts open license)... dici che non ne esco?
  3. Bullitt70

    Problema con "Sigil"

    Buongiorno ragazzi, qualcuno usa "Sigil" per creare/modificare ebook? Perché mi da questo genere di errore: this page contains the following errors: error on line 28 at colum 88: namespace prefix 'o' not declared below is a rendering of the page up to the first error Qualcuno sa darmi un aiutino?
  4. Bullitt70

    Scelta del tempo e della persona: due domande

    Ho appena finito il libro e stavolta ho scelto la prima persona. Come leggevo poc'anzi è una scelta facile solo all'apparenza. Anche perché sono stato sempre abituato alle terze persone. Devo dire che farlo "in prima" mi ha entusiasmato, è stata quasi una sfida all'inizio!
  5. Bullitt70

    trame e esterofilia?

    Io credo che l'ambientazione di un romanzo vada fatta, in primis, su luoghi che si conoscono. E che, molto probabilmente, si amano. Se qualcuno ha vissuto in Irlanda, Marocco, Australia, ecc... beh, non vedo problemi ad ambientare la storia là (a patto che si conosca perfettamente la realtà del luogo). Credo che non si tratti di una moda ma semplicemente di "voglia" di riportare e far conoscere un luogo che si ama.
  6. Bullitt70

    Riciclare i personaggi...

    Parere personale: il "riciclo" ci sta se facciamo un "sequel" o "prequel"... ma se cambiamo completamente storia lo vedo un po' forzato... mi ripeto, parere personale!
  7. Bullitt70

    Punti esclamativi

    Che volete che vi dica, io sono abbastanza vicino alla Treccani (è possibile usarli), stando sempre attento a non abusarne, ovviamente. Abbraccio però in toto le parole di SeeEmilyPlay:
  8. Bullitt70

    Punti esclamativi

    Buon pomeriggio a tutti, la Treccani, in particolare per le scritture popolari, pare ammetta anche l'uso di tre punti esclamativi. Vi riporto il testo: L’iterazione in due o più elementi consecutivi (‹!!, !!!›), oppure la combinazione con il punto interrogativo (‹?!›, più raramente ‹!?›), forme più insolite nella prosa letteraria, dove comunque non mancano esempi, «ricorrono soprattutto nella pubblicità […] o in scritture popolari, con forte mimetismo orale (come i fumetti)» (Serianni 1988: 60), e di recente hanno ricevuto impulso dalle varie forme di «scrittura digitale» (sms, e-mail, chat, blog, siti di social network, e così via) (cfr. Antonelli 2008). Che ne pensate? E secondo voi è un azzardo utilizzabile anche nei romanzi?
  9. Bullitt70

    Vezzeggiativi

    Grazie ragazzi!
  10. Bullitt70

    Le vostre strategie riguardo ai concorsi

    Ai concorsi non partecipo. L'unico a cui ho partecipato è stato in occasione di una fiera di auto d'epoca dove hanno fatto un libricino coi racconti dei proprietari. Con mia grande gioia la mia è stata una delle storie scelte per il volume che hanno pubblicato. Ma a parte questa parentesi "goliardica" non partecipo mai.
  11. Bullitt70

    Quali sono le vostre citazioni preferite

    “Il miglior modo di dimenticare una donna è trasformarla in letteratura” (Henry Miller)
  12. Bullitt70

    Vezzeggiativi

    Buon pomeriggio ragazzi, che ne pensate dei vezzeggiativi nello scritto (in ambito familiare e/o scherzoso): sono accettabili forme tipo "sorellina", "tesoruccio", ecc. o è meglio non usarle?
  13. Bullitt70

    Personaggi che vi fanno salire il serial killer!

    Io avrei seccato a mani nude Grenouille, il protagonista de "Il profumo" di Suskind.
  14. Bullitt70

    L'incubo del riscrivere

    Molto interessante, grazie @Black! Dai, mi sento abbastanza avanti allora, sono al punto 5/6...
  15. Bullitt70

    Cosa rende bello un libro?

    Vedo la discussione solo ora. Molto interessante. Forse semplifico troppo la cosa ma a parer mio un libro è bello quando non riesci a smettere di leggerlo! Quella voglia di vedere dove va a parare il protagonista, capire una determinata vicenda, sfidare l'idea che ci siamo fatti fino a quel momento andando avanti fino a quando le palpebre non riescono più a stare aperte, il cuore che galoppa in fretta dopo aver letto una rivelazione inaspettata... insomma, a parer mio un libro è bello quando sei intrigato a girare pagina dopo pagina, indipendentemente dall'argomento. Trama, forma, dialoghi e tutto ciò che fa impazzire noi che mettiamo l'inchiostro sulle pagine alla fine esulano dalla definizione di "bello"... almeno a parer mio.
×