Vai al contenuto

Giovanna21

Scrittore
  • Numero contenuti

    467
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Giovanna21

  1. è scritto sul contratto. Comunque con il covid tutto è slittato.
  2. Giovanna21

    Se aveste la possibilità di scegliere un editore

    Un anno nell'editoria è un colloquio in più fatto da uno che non trova lavoro da dieci anni. Non è una relazione amorosa, dove se perdi un anno con una disgraziata butti via la tua vita. Spesso anche i soli romanzi richiedono uno o due anni di revisione, se si vuole proporre qualcosa di perfetto. Non è necessario spedire alla mondadori, si può anche passare per le agenzie o fare cinque cose diverse, semplicemente non è una buona mossa spedire subito alla micro o ignorare delle possibilità.
  3. Giovanna21

    Se aveste la possibilità di scegliere un editore

    Un anno è niente, ne hai decine davanti e le cose si fanno per bene. Se vuoi spedire subito alle piccole è una tua scelta, altrimenti aspetti da sei mesi a un anno e mezzo e provi anche con le grandi.
  4. Giovanna21

    Alle presentazioni vi sentite a vostro agio?

    Mi sono sempre trovato malissimo. A parte che mi stanco facilmente quando parlo (perché non ho interesse a parlare con gli altri) e quindi mi cadono gli occhi dopo quaranta minuti, proprio non m'interessa raccontare il romanzo al pubblico. Romanzo/romanzi che tra parentesi non ricordo dopo un anno/due anni e che quindi non so più descrivere. Inoltre mi sono fatto male e non vado dal logopedista, quindi una volta su tre mi s'incastra la mascella.
  5. Giovanna21

    Autore ballerino che pubblica con diverse case editrici

    Si pubblica con chi ti pare, come e quando ti pare. L'importante è che non sia una eap. Poi è ovvio che sei vai a salire vuol dire che sei bravo, mentre se vai a scendere vuol dire che qualcosa è andata storta.
  6. Giovanna21

    Se aveste la possibilità di scegliere un editore

    Ci si prende il tempo di rispondere. Non si accetta subito e al tempo stesso non si fanno passare mesi e mesi. Per questo motivo prima si spedisce alle case editrici grosse che richiedono un anno/un anno e mezzo, poi si spedisce alle piccole che t'interessano.
  7. Giovanna21

    Le rimanenze dei volumi

    Semplicemente se dopo due anni non hanno fatto i numeri, o li hanno fatti, tirano i remi in barca e fanno cassa. Se il contratto durasse tre anni sarebbe comunque disdicevole, ma se il contratto ne dura dieci, a te cosa serve rimanere dieci anni con loro?
  8. Giovanna21

    Le rimanenze dei volumi

    Anche il mio contratto prevede la svendita delle giacenze che non sono state vendute, ma dopo cinque anni.
  9. Giovanna21

    Gruppo Edizioni Leucotea

    A me hanno sbagliato la quarta di copertina e la biografia. Quando chiesi una ristampa ad hoc mi fecero aspettare mesi, perché nonostante fosse scritto sul contratto non erano attrezzati per stampare solo dieci copie. Inoltre non mi hanno mai promosso con presentazioni in libreria. Attualmente, dopo aver ottenuto di farmi pagare le giacenze (avevano proposto di non pagarmele, alla risoluzione del contratto), mi sono arrivati i diritti d'autore perché il romanzo continua a vendere. Quindi un romanzo mal confezionato sta continuando a vendere e continuerà fino al macero. Per me, una brutta esperienza. Poi ognuno fa quello che gli pare.
  10. Giovanna21

    diritti d'autore ebook

    Ho un dito fasciato e scrivo malissmo, abbiate pietà...
  11. Giovanna21

    diritti d'autore ebook

    Ho accettato una percentuale sul cartaceo buona, ma da cartaceo, senza richiedere che venisse specificata la futura percentuale dell'ebook. Sono un po' preoccuppato, per quanto la casa editrice sia seria.
  12. Il punto più oscuro di tutto è l'editoria a pagamento, visto che la quasi totalità delle persone normali che pubblica, paga. Poi c'è la piccola editoria, che comunque è sconosciuta ai più. Il wd è un'isola felice, fuori quando ne parli con qualcuno c'è da mettersi le mani nei capelli.
  13. Giovanna21

    Meucci Agency

    La meucci ha rappresentato un sacco di gente e la valutazione è gratuita, semplicemente è difficili riuscire. Comunque esistono anche altre grosse agenzie (me ne viene in mente già una, di cui però non ricordo il nome) che offrono la valutazione gratuita. Semplicemente il libro deve piacere o tu devi essere già conosciuto.
  14. Giovanna21

    Quanti libri dovrebbe stampare in un anno una piccola casa editrice?

    Ovviamente è una questione di soldi che entrano (o potrebbero entrare), conti da pagare e qualità del lavoro in uscita. Ma ci sono case editrici che pubblicano decine di titoli l'anno, perché tanto tutti gli autori ordinano quelle quaranta copie.
  15. Giovanna21

    Una proposta di condivisione

    Se si vogliono vendere delle copie ci sono i collettivi. Se ti prendono ti portano le copie in fiera.
  16. Giovanna21

    L'ultimo film che avete visto

    Barfly. Sceneggiatura di bukowski e mickey rourke come attore principale (ubriaco e sporco tutto il tempo) Baby gang. Un film su dei truzzi romani che cercano di diventare dei criminali. Attori presi dalla strada che non sanno recitare. Gli uomini d'oro. Film romanzato sulla rapina al portavalori avvenuta nel 1996 a torino. Bellissimo.
  17. Giovanna21

    Editoria a pagamento e legge: cosa sarebbe auspicabile?

    Il mercato dell'editoria ha sicuramente bisogno di una maggiore regolamentazione. E nel caso ci sia, è necessaria una maggiore informazione, che attualmente è del tutto assente. Questo perché tutti pubblicano, ma in realtà pubblicano in cento su mille, perché gli altri novecento si fanno raggirare da tutte quelle strane forme di editoria che sono presenti ai giorni nostri. Se il mercato venisse ripulito ne gioverebbero tutti. Buona l'idea di non cedere i diritti d'autore a chi paghi, non ci avevo mai pensato.
  18. Giovanna21

    Consigli opinioni su casa editrice Robin

    Non si pubblica per chi chiede soldi. Perché chiede i soldi e poi finisce lì, nella quasi totalità dei casi. Inoltre è un bruttissimo biglietto da visita.
  19. Giovanna21

    La lunghezza di un romanzo

    Dipende dal genere. Un fantasy di 150 pagine secondo me non ha senso d'essere. Nel senso che non riesci neanche a descrivere l'universo narrato. Un libro in prima persona come può essere un bukowski, se è di 300 o 400 pagine, può perderne.
  20. Giovanna21

    Tre pessime recensioni

    Sono recensioni false. Deve contattare Amazon.
  21. Giovanna21

    Cosa state leggendo?

    ZeroZeroZero è un lavoro fantastico. Se l'hai letto (ma l'avrai letto) noterai che riesce a tenerti incollato alla pagina snocciolando fatti di cronaca. Un romanzo che parla di cose vere. La paranza dei bambini è scritto male. Bacio Feroce è scritto un po' meglio ma è trascinato. Ha provato a inventare e gli è riuscito male.
  22. Giovanna21

    Simbolo # come separatore di capitoli e paragrafi

    Basta usare gli spazi. Uno spazio o più spazi per i paragrafi (meglio uno). Cambiare pagina (quindi tanti spazi) per il capitolo.
  23. Giovanna21

    Riviste che pubblicano inediti di esordienti

    Vorrei spedire a "Quarta Corda". Ho già trovato la mail della redazione, ma vorrei chiedervi come avete impostato la mail (cos'avete scritto? Avete allegato un doc? Lasciato dati?).
  24. Giovanna21

    La vera narrativa è solo in prima persona al presente?

    Ci sono fior fiore di libri scritti in questo modo. Anche autori importanti e non americani (ma russi). Non è che se uno scrive in forma di diario, allora sta scrivendo un diario. Questo è un errore di valutazione tipico di chi non legge, e infatti, se scrivi in quel modo, ti senti spesso tacciato di autobiografia dai parenti scemi.
  25. I miei precedenti romanzi non hanno esaurito le vendite, perché il primo ha venduto cinquanta copie e il secondo ha fatto due ristampe, ma non è che tutti quelli che l'hanno comprato da qui a palermo rappresentino l'intero popolo italiano, però ad esempio il secondo l'ho promosso e quindi tutti i vari lit blog ormai non me lo recensirebbero più. Semplicemente una piccola ce punta su tutte le copie possibili e promozione varia che si può spremere da un libro. Se il libro ha già avuto il suo corso con un'altra piccola ce, penso che ti pubblichino solamente se sei un buon nuovo acquisto e allora puntano su tutti i tuoi libri. Altro discorso sono i contratti rescissi in anticipo tra i coltelli e le minacce di morte. Alcuni editori non ne vogliono sapere nulla di libri che sono stati ritirati dal mercato con le coltellate.
×